Visualizza versione completa : ►[RESTAURO] Motocoltivatore FERRARI 74


Same Rubin 200
29-08-2011, 19.54.28
Salve a tutti,

dopo quasi un anno riprendo la discussione da dove l'avevo lasciata. Premetto che attualmente sono in possesso di un nuovo mezzo, in sostituzione del MC60 che purtroppo ho dovuto vendere, ma procediamo con ordine.

Come saprete, il problema del MC era il motore (Slanzi Dva 680T) che non ne voleva sapere di partire. Dopo vari tentativi, l'ho portato dal mio meccanico per aprirlo e vedere che c'era all'interno, risultato? :

- albero motore praticamente rotto

- bronzina dell'albero completamente inesistente, tanto che si è fusa sull'albero

-regolatore della pressione dell'olio bucato dalle numerose limature presenti per anni nella coppa (buco di quasi 1 cm), con conseguente insufficiente pressione d'esercizio

- un litro (circa) di acqua nella coppa (nel cambio ce nera qualcuno in più!)

E pensare che a forza di insistere con etere e strappi belli decisi si era quasi avviato, nonostante le condizioni pietose:222:. Ovviamente quanto sopra elencato erano i danni principali e immediatamente visibili, ma il motore necessitava in definitiva di una rigenerazione totale. E' inoltre chiaro che la maggior parte di tali danni è sicuramente dovuta alla mancata e ripetutamente trascurata manutenzione da parte del precedente utilizzatore, che da quanto li stava a cuore lo lasciava a dormire sotto la pioggia.

Purtroppo sappiamo che trovare pezzi di ricambio particolari (nel senso che siano diversi dai "soliti" pistone-fasce-guarnizioni) è piuttosto difficile nel caso di motori Slanzi e , dopo alcune ricerche infruttuose, ho preferito vendere anche se mi è dispiaciuto parecchio.



Ebbene, dopo quasi un anno, la scorsa settimana sono entrato in possesso di questo mezzo:

http://www.xtremeshack.com/immagine/t107153_immagine-017.jpg (http://www.xtremeshack.com/scheda/107153_immagine-017.jpg.html)

Come da foto, trattasi di un Ferrari "serie 70" modello 74, motorizzato Lombardini Lda 100.

Ma veniamo ai dati tecnici:

-Motore Lombardini Lda 100 da 12Kw (circa 16 hp, anche se tutti dicono 18), pompa di iniezione CIPA

- Cambio a 9 marce di cui 6 avanti (3 lente e 3 veloci) + 3 retromarce

- Presa di forza a 2 velocità (550-640 e 800-930 g/min)

-Differenziale bloccabile

-Freni a tamburo con comandi singoli per ruota

- Sicurezza sull'innesto della retromarcia con la pdf inserita

-Stegole regolabili in 6 diverse posizioni

-Peso complessivo di circa 430 kg

La macchina funziona veramente bene: il motore parte al primo colpo e non fa un minimo di fumo, anche accelerando bruscamente e sale di giri molto in fretta. Compressione ne ha da vendere, ma una volta capito come si accende non ci sono problemi. La cilindrata è di ben 707cc , e il regime massimo è di 3000 g/min (classico e pecca allo stesso tempo dei Diesel Lombardini). Non sarà uno Slanzi in quanto a rendimento, ma vi assicuro che è nuovo!

Stessa cosa per cambio - pdf - differenziale : tutti gli innesti funzionano alla grande.

Per il resto si tratta di un'evoluzione della precedente serie Mc, quindi presenta alcuni miglioramenti, tra cui la presenza delle sicurezze, la leva del cambio unificata, frizione con molla a tazza, stegole ridisegnate. A prima vista, tutta la scatola cambio è stata ridisegnata.
Come anno di produzione dovremmo stare intorno al 1975 (chi ne ha dato certo potrà eventualmente confermare), quindi la macchina ha buoni 10 - 12 anni in meno del precedente MC60.

Same Rubin 200
10-09-2011, 12.44.15
Salve ragazzi, ho bisogno di un vostro parere:

stamattina ho tolto la fresa al Ferrari, per controllare il livello dell'olio e la presenza o meno di grasso nella pdf.
Svitati i bulloni, ho notato che iniziava a gocciolare, così ho preso una bacinella e ho scollegato la fresa. In tal modo, è uscito dell'olio, meno di mezzo chilo (vedi foto), particolarmente liquido (poco viscoso).

Ora, non che me ne intenda più di tanto, ma non ci doveva essere del grasso li dentro? Da quello che so, nei motocoltivatori ci va il grasso quando si collegano gli attrezzi.
Lo stesso libretto uso e manutenzione riporta testualmente : "prima di collegare delle attrezzature, riempire di grasso (energrease multipurpose)".

Quindi la domanda è: è possibile che si tratti semplicemente di "grasso liquefatto", oppure è un tutt'uno con la scatola della fresa (nel senso che, mettendo l'olio nella scatola si lubrifica anche la pdf)??

Grazie mille in anticipo!

Saluti.

michelelimoso
11-09-2011, 00.05.17
La zona va riempita di grasso e dovresti montare una guarnizione in carta per evitare che fuoriesca, oppure che entrino acqua e polvere.

Same Rubin 200
22-09-2011, 19.07.39
Procedono i lavori nel garage:

oggi mi sono arrivati i ricambi che avevo ordinato alla Bcs tramite il concessionario di zona.

Contenuto:

- set completa guarnizioni di ricambio per scatola cambio (se dovessero servire)
- guarnizione scatola fresa
- manopola di ricambio (di una serie sbagliata, infatti non la monterò)
- chiavistello per registrare l'altezza del cofano fresa (originale)
- coppia adesivi "serie 70" originali (la coppia "74" non è più disponibile)
- adesivi di attenzione per la fresa (non originali, purtroppo)
- adesivo bloccaggio differenziale (lo avevo già, ma comunque non è originale)
- cuffia in gomma per sportello frizione (fondamentale, me ne hanno mandate 2)
- targhetta frontale "Ferrari" (gran peccato che sia cromata, la scritta doveva essere
bianca).

Con pezzi "non originali" intendo che tali pezzi non riguardano la "serie 70", ma bensì la successiva serie 94 di motocoltivatori, pertanto non li monterò (e chissene, tanto sono solo adesivi). Per la targhetta mi rode già di più, ma la potrei sempre verniciare di bianco, essendo la scritta in rilievo. Altrimenti proverò ad acquistarla usata se qualche buon anima me la vende.
Ora mi manca da acquistare il perno di aggancio del carrellino mono-ruota, in quanto quello attuale è più corto dell'originale e allora non lo riesco ad attaccare.

Per il resto, in attesa che mi vernicino i cerchi a carreggiata variabile, sto "restaurando" le ruote a gabbia. I più esperti avranno già notato che, in realtà, tali ruote
non sono le originali Ferrari (inconfondibili, in quanto presentano un raggio per parte, uno sul bordo esterno della ruota e uno su quello interno) ma bensì trattasi di ruote Pasquali opportunamente adattate: infatti è stata saldata una flangia con attacco a 5 fori (in sostituzione dei 4 fori originali) per poterle montare sul MC60. In ogni caso è stato fatto un bel lavoretto di fino, quindi le voglio riverniciare.

Al momento le sto grattando con la spazzola d'acciaio, per rimuovere il vecchio strato di vernice gialla e riscoprire l'arancio originale. Fatto ciò le voglio rifinire con la carta vetrata, per poi stendere un velo di fondo (primer o simili). Fatto ciò, le rivernicio di giallo a pennello. Il risultato non sarà sicuramente da carrozzeria, ma è comunque buono e, calcolando che forse non le utilizzerò mai, è più che adatto.

Saluti.

michelelimoso
23-09-2011, 23.58.53
In ogni caso, per prudenza, ho preferito inserirne un po meno di 1 kg, per preservare un pochino i paraoli della fresa. Ne ho inserito 750g (pesati con una bilancia). Al limite gli altri 250g li inserisco in un secondo momento, ma non credo ci siano problemi, anche perchè non lo userò molto.

Saluti e grazie!

Non so se è presente, ma io mi fiderei di più di un eventuale riferimento visivo ( tacca, tappo, oblò, ecc ), per mettere l'olio a livello.
Tieni presente che una minore quantità di olio sarà maggiormente soggetta a variazioni termiche ( si scalda prima e di più ), degradandosi più velocemente.

Same Rubin 200
25-09-2011, 18.00.33
Non so se è presente, ma io mi fiderei di più di un eventuale riferimento visivo ( tacca, tappo, oblò, ecc ), per mettere l'olio a livello.
Tieni presente che una minore quantità di olio sarà maggiormente soggetta a variazioni termiche ( si scalda prima e di più ), degradandosi più velocemente.

Ciao Michele, grazie del consiglio più che utile:vabene:. In ogni caso tacche o oblò non ce ne sono, più semplicemente hanno messo il tappo di rabbocco a metà altezza rispetto alla scatola della fresa vista frontalmente. In tal modo, quando l'olio sfiora il tappo significa che è a livello. Ora, non ho ancora verificato che ne esca svitandolo, ma comunque il manuale uso e manutenzione riporta 1Kg e non credo ce ne stia tanto di più.

In ogni caso i paraoli della fresa gocciolano un po, e allora quando lo porto a sostituire quello della pdf colgo l'occasione per cambiare anche quelli. Una volta sostituiti, verificherò nuovamente con cura tutti i livelli. Credo che lo porterò a sostituirli fra 2 settimane, così poi è ok e posso iniziare ad usarlo.

Per il resto venerdì sera ho montato la nuova cuffia di protezione sullo sportello della frizione, dopo aver smontato e pulito il tutto accuratamente, rimuovendo i vecchi pezzi di cuffia rimasti incollati sotto la piastrina d'attacco. Ho acquistato anche un nuovo gancio di traino con spinotto di sicurezza, da mettere nella campana.

Poi ieri ho provveduto a sostituire l'olio motore: acceso, fatto scaldare per bene, poi sono salito con le ruote su un pallet in modo da far rimanere il motore un po più inclinato e a quel punto ho tolto il tappo. L'olio che è uscito non era esausto, era morto:333:! E pensare che dall'astina sembrava anche abbastanza pulito:222:.
Aggiunti 2 litri e mezzo di Ambra bello cristallino (messo anche nel filtro dopo averlo pulito per bene con la benzina) ho acceso e l'ho lasciato circolare per bene.
Spento, controllato il livello, PERFETTO:vabene:.

l' Lda 100 ha apprezzato alla grande:). Gran bel motorone, anche se non capisco perchè non ci abbiano messo il filtro dell'olio (che sul successivo ma analogo 4Ld 705 invece c'è). Tuttavia, utilizzando un buon olio e sostituendolo regolarmente non ci saranno problemi.

Saluti.

Same Rubin 200
03-10-2011, 13.25.14
In attesa della sostituzione dei paraoli, mi sono dedicato alla sostituzione dell'adesivo "serie 70" posto sul lato destro del cofano, in quanto quasi totalmente rovinato.

Armato di phon, ho provveduto a riscaldare per bene l'adesivo per aiutare la rimozione dello stesso e della colla. Ci sono volute quasi 4 ore, essendo l'adesivo vecchio e stracotto dal sole.

In ogni caso, il risultato finale è ottimo.:)

Saluti.

Same Rubin 200
07-10-2011, 20.42.54
Salve,

il carrozziere ha terminato di restaurare i mie cerchi, li ho ritirati ieri sera. Che ve ne pare??
Cerchi e flange sono stati sabbiati, poi è stato dato uno strato di fondo epossidico (o eposilico, non ricordo il termine esatto) e infine sono stati verniciati. La tinta è stata opportunamente campionata con la mazzetta prima della sabbiatura, visto che era ancora integra all'interno dei cerchi.

Ora settimana prossima si va a prendere le gomme se tutto va bene: che ne dite, 6.00 -16 oppure 7.50 - 16? Avete una vaga idea del prezzo indicativo?

Saluti.

roberto 64
07-10-2011, 22.27.12
C'è una bella differenza,sul cerchio stretto non puoi mettere le 7.50.
Se poi la usi per fresare più sono basse meglio è.
Ti avevo già risposto,ma il messaggio è sparito,il mio MC 58 l'ho venduto!Dopo varie insistenze...tanto non lo usavo...:l:

Same Rubin 200
08-10-2011, 12.02.37
C'è una bella differenza,sul cerchio stretto non puoi mettere le 7.50.
Se poi la usi per fresare più sono basse meglio è.
Ti avevo già risposto,ma il messaggio è sparito,il mio MC 58 l'ho venduto!Dopo varie insistenze...tanto non lo usavo...:l:

Bene Roberto, la tua osservazione è stata molto utile:vabene:. Quindi vado per le 6.00-16, come avevo sull'Mc60.
In effetti non sapevo che bisognasse avere un cerchio a sezione più larga per poter montare le 7.50 -16, e sui cerchi che ho fatto restaurare prima di acquistarli c'erano montate un paio di 6.00 -16, che però hanno venduta separatamente ai cerchi.

Preciso che, visto che avevo intenzione di comprare un paio di cerchi da 16 con la possibilità di variare la carreggiata, non mi cambiava molto montare le 6.00 o le 7.50 anche se la differenza la si riscontra a livello di utilizzo. Più le gomme sono alte, più corre e quindi penso che ti riferissi proprio a questo quando dicevi che più sono basse e meglio è per fresare.

Da libretto uso e manutenzione, con le 5.00-15 che attualmente sono montate in 1° ridotta fa 0,9 km/h, in seconda 2 km/h e via dicendo nelle altre marce / gamme fino ai 13.

Con le 6.00 -16: 1° ridotta 1km/h, 2° 2,2 km/h fino ai 14,5.

Con le 7.50-16 : 1° ridotta 1,1 km/h, 2° 2,4 km/h fino ai 15,4.

Ora, io penso di utilizzarlo esclusivamente in 1° ridotta per le prime passate, eventualmente in 2° ridotta per il ripasso. La differenza fra cerchio 15 e 16 è poca in queste due marce, ma c'è.

In ogni caso, i cerchi da 15 li tengo, così se dovesse capitare di fresare un terreno particolarmente tenace dove più vai piano meglio è, svito 10 bulloni e li rimonto. Inoltre posso sempre utilizzare anche le ruote a gabbia (sono da 16).

Saluti e grazie del consiglio!

roberto 64
08-10-2011, 22.21.26
Ci sarebbe anche un altro problema,con le gomme troppo alte il motocoltivatore viaggia troppo "impennato"e la lubrificazione del motore non è garantita,poi con terreni friabili la fresa si interra molto...
ho visto più di un motore arrostito...:333:

michelelimoso
09-10-2011, 23.34.38
Ovviamente anche la scatola del cambio soffre di questo problema, che può essere in parte risolto tenendo il livello dell'olio leggermente abbondante.

Same Rubin 200
12-11-2011, 18.00.43
Salve ragazzi!

Oggi, dopo un paio di settimane da quando lo avevo portato in riparazione, mi è stato riconsegnato il motocoltivatore.

Oltre ad un accurata ispezione generale al cambio, gli interventi eseguiti sono:

- sostituzione paraoli fresa (di tipo a doppio labbro, per una maggior vita utile)

- sostituzione paraolio su albero pdf

- sostituzione cuscinetti fresa (3 in tutto)

- sostituzione cuscinetto su albero pdf

- sostituzione olio del cambio con l'Ambra Hypoide 80w90 nuovo che avevo preso

- sostituzione olio scatola fresa (Hypoide 80w90 + grasso multiuso)

- sostituzione guarnizione del coperchio scatola del cambio

- revisione leva di innesto/disinnesto presa di forza, la quale lavorava un po storta e aveva acquistato troppo gioco con il passare degli anni. Per facilitare l'innesto, è stato inserito (sulla leva esterna di innesto, dove entra nella scatola cambio) uno spessore che elimina il gioco. Ora la leva lavora perfettamente dritta.

Quindi tutto ok, ora la macchina è stata quasi totalmente tagliandata. Dico quasi, perchè devo ancora sostituire il filtro del gasolio (più per sfizio che per reale necessità, ma già che ci sono...) e dare una pulita/ registrata ai tamburi dei freni. A completamento dell'opera poi seguiranno cerchi e gomme nuove.

Sono davvero contento, adesso si può iniziare ad usarlo visto che so che ora tutto è in ordine:vabene:!
Segnalo che la quantità di olio da inserire nel cambio è pari a 11 litri e non 11 Kg, come riportato nel libretto uso e manutenzione. A meno di un errore di stampa, probabilmente in passato si usava attribuire 1 Kg a 1 litro di olio, ma in realtà non è così (11 litri sono 7Kg e qualcosa di peso).

Fra l'altro sono anche riuscito a procurarmi un adesivo che mancava sulla macchina, e quindi successivamente lo attaccherò (sul serbatoio o sulla parte posteriore del cofano, devo ancora scoprire quale sia la posizione corretta).

Non appena riuscirò ad usarlo, posterò qualche foto:).

Saluti.

Same Rubin 200
04-12-2011, 18.57.13
Ultimi aggiornamenti:

In settimana sono andato dal gommista per comprare le gomme nuove al Ferrari, gomme che, dopo averle ordinate, sono arrivate venerdì: trattasi di Firestone, modello Rancher 6.00-16.

Così', approfittando del brutto tempo di stamattina, dopo aver sollevato il motocoltivatore con l'aiuto di un grosso argano, ho provveduto a smontare i vecchi cerchi e a montare i nuovi.

Eccovi una foto del risultato:

http://www.xtremeshack.com/immagine/t123819_immagine-029b.jpg (http://www.xtremeshack.com/scheda/123819_immagine-029b.jpg.html)

Saluti.

Same Rubin 200
16-12-2012, 12.25.56
Salve ragazzi,

inserisco le foto del mio 74 dopo aver montato le ruote a gabbia appena restaurate (le ho montate solo per fare le foto). A mio avviso sono venute abbastanza bene: con queste il mezzo arriva a 101 cm di larghezza mentre diminuisce leggermente la luce libera da terra.

Vi segnalo inoltre che ho anche installato un manometro per rilevare la pressione dell'olio sull'Lda 100: eccovi la discussione, nella quale ho messo anche qualche foto: http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=52141 .

Saluti e buon lavoro.

roberto 64
16-12-2012, 18.03.47
Bravo,le hai montate anche nel verso giusto!
Però non sono le sue originali,sono della pasquali.

michelelimoso
16-12-2012, 21.54.38
Bel lavoro, però presta molta attenzione a quando cammini sui pavimenti cementati: le palette di aderenza delle ruote a gabbia trasmettono dei forti colpi a tutta la macchina e una volta ho visto spaccarsi in due la campana della frizione.

Same Rubin 200
17-12-2012, 12.24.44
Grazie ragazzi, mi fa piacere che vi piacciano:vabene:.

Bravo Roberto che le hai riconosciute subito, infatti sono proprio delle Pasquali! Probabilmente ti era sfuggito ma lo avevo già ribadito in qualche vecchio post, probabilmente avevo anche postato una foto dove si notava ancora l'arancio Pasquali sotto al giallo. Le gabbie originali Ferrari sono più piccole di diametro e leggermente differenti. Fra l'altro, a ruote smontate, si nota chiaramente la flangia saldata in un secondo momento dal precedente proprietario che presenta gli attacchi del differenziale Ferrari (5 fori, in luogo degli originali 4 fori di Pasquali). Queste le ho tenute, ma le avevo acquistate assieme al vecchio MC60 rotto.

In pratica sono state sabbiate, poi è stato dato il fondo epossidico e infine verniciate (avevo fatto fare lo stesso trattamento per i cerchi delle ruote in gomma e, visto che sono venute bene, ho deciso di recuperare anche queste).

Tranquillo Michele, il motocoltivatore non l'ho neanche acceso: l'ho spostato solo per una quindicina di metri a mano all'interno del garage. Ho scattato qualche foto e poi le ho smontate subito (non hanno neanche visto la terra). Comunque quello che dici è vero: spostarlo a mano è stata un'impresa:D.

Saluti.