Visualizza versione completa : Trattori GUALDI


supertiger
06-08-2006, 23.32.05
Salve amici,nel web non ho trovato niente su questi trattori,eccetto qualche foto del raduno di bedizzole e nelle pagine di Dozza.
ne vidi uno tempo fa sopra una bisarca...l'unico.
Mi incuriosisce la storia di questa ditta,nessuno la conosce?non mi sembra tanto chiara:l: ?
Come avveniva l'accensione?il rumore e come quello classico dei landini?
Nel web ho visto (foto 1) un Landini trasformato Gualdi e un Gualdi un po' diverso.:l:
Qual'è il più raro?:confused:
Quanto può valere il primo?e il secondo?:confused:

Dozza,lei cercava il landini trasformato Gualdi o il Gualdi diverso?:confused:

P.s. quello che ho visto era identico a quello diverso forse meno bombato ma grigio e con la placca Gualdi al posto di L25 e la griglia che fuoriesce con scritto gualdi in verticale.

Saluti

dozza
07-08-2006, 19.51.25
Ho avuto la possibilità di intervistare Alberto Gualdi e tutto ciò che sono riuscito a sapere su questa ditta l'ho scritto da diverse parti:ultimamente su MAD del maggio 2005 (4 pagine) e, in modo più succinto, sul libro Trattori Classici. Di più non so e chi vuole conoscere può andare a leggere.
I Gualdi realizzarono un Kit per trasformare un testacalda in Diesel adattabile ad alcuni modelli Landini. Ho saputo che alcuni privati hanno compiuto questa trasformazione e qualcuno mi ha anche espresso dei giudizi sui risultati, ma non ho mai incontrato nessuno che mi abbia detto, "io l'ho avuto e posso testimoniare che aveva questi pregi e questi difetti". Al fine di evitare le solite "chiacchere", ho cercato e cerco qualcuno che abbia ancora un trattore così modoficato, per esaminarlo e parlarne con cognizione di causa.
Circa il rumore, è quello di un monocilindrico due tempi di circa 5 litri, diesel o semidiesel che sia, e per fare degli accostamenti occorrono orecchie che io non possiedo.
Da sfatare la parentela con i Landini coi quali non ha nulla in comune se non il fatto di essere un monocilindrico orizzontale con la conseguenza di avere una linea molto simile.
Il ribaltamento era una caratteristica comune a tutti i trattori prima dell'attacco a tre punti, ed era generalmente causato dalla incapacità dell'operatore a gestire lo sforzo di trazione del veicolo.

Carraro turbo
08-08-2006, 11.00.33
Riguardo all'avviamento, osservando la locandina in b/n si può vedere una maniglia che si sistemava sul volano.
Posso quindi immaginare che, così come per i Marshall a "sigaretta", sia necessario far compiere un giro intero al volano e non mezzo come per il testacalda.

supertiger
08-08-2006, 13.09.27
Grazie mille.
Sono un po' confuso anche come colori!
Ne ho visti di verdi e gialli,grigi,arancioni e verdi ,adirittura neri e rossi,sono tutte colorazioni originali?
Nel 2003 all festa dell'agricoltura di Mirano (ve) c'èra un Gualdi arancio e verde.
poi ecco quello li verde e giallo e quello nero e rosso.
A me tra il gualdi 30 e il simile Landini l25 piace forse un po' di puù il Gualdi...

angelillo
08-08-2006, 13.49.01
L'avviamento è un po' particolare e necessita di pratica:
si inserisce la "sigaretta", si aziona l'alzivalvola e si gira la manovella sul volano ; ma bisogna essere decisi perchè dopo 2 giri di motore l'alzivalvola si chiude automaticamente e se non hai una velocità (e forza) sufficiente il motore non passa il pms e ti da il classico "contraccolpo"
Comunque il Gualdi essendo più compresso del landini ha un rumore più cattivo e poi ha molte più vibrazioni: quando è al minimo continua a "scuotersi" avanti e indietro (è d'obbligo azionare il freno a mano:333:)

supertiger
08-08-2006, 15.18.34
un po' come l'Oto melara?
Un Gualdi messo piuttosto maluccio sarebbe facile da riprendere?non dico riprendere tutti i pezzo originali ma almeno farlo riandare in moto.
Sono semplici ma forti come i landini? insomma,opo qualche anno di fermo fuori coperto di ruggine lo si può far ripartire con poco?
Inoltre un Gualdi 30 coperto di ruggine quanto può valere? e un gualdi restaurato?

Carraro turbo
08-08-2006, 16.17.55
L'oto melara è un normale diesel, quel sistema serviva per lanciare bene il volano in corsa che, solo dopo aver estratto la maniglia azionava il motore.

os2power
10-08-2006, 01.04.15
Ti riposto cio' che scrissi sui trattori d'epoca:


Secondo me i Gualdi o chi per esso possono valere:

1 - Il prezzo a peso del ferro recuperabile;
2 - Se attrezzati di sollevatore idraulico un qualcosa di piu';
3 - Trattandosi molto probabilmente di numeri limitati di esemplari (nel '55 erano 256,
produzione cessa nel '59)* non piu' pratici
per l'inserimento nel settore produttivo, il loro destino e' quello degli amatori,
collezionisti o speculatori, qui dovrebbe di gia' esserci un punto di riferimento
monetario esposto dal mercato presente per tali mezzi.
4 - Il fattore di mercato della domanda/offerta;
5 - La voglia personale di possedere, a quel punto il prezzo lo decide l'acquirente.
6 - Se trovi uno che te lo vende per 100 Euro o te lo regala, vale quanto descritto nei
punti da 1 a 5.

* Quoto il William Dozza (Trattori Classici Italiani dal 1911 al 1955) ISBN 88-7911-321-6

appassionato
05-07-2011, 20.44.30
Se volete qualche curiosità sui trattori gualdi cè ne uno in una frazione di casale monferrato (AL). tutti gli anni partecipa sempre alla festa del grano (quindi non è la prima volta che lo vedo da vicino:rolleyes:) sempre in quella frazione di casale. infatti anche quest'anno c'era (2/3 luglio). se avete qualche domanda chiedete e appena riesco a scaricare la foto la metto sul forum.

ecco la foto del trattore gualdi