Torna indietro   Forum Macchine > Macchine Edili / Industriali > Cantieri - Lavori in Corso

Forum Cantieri - Lavori in Corso
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #1  
Vecchio 28-11-2012, 14.14.47
Paula Paula non è connesso
Staff
 
Data registrazione: 17-08-2012
Residenza: Tivoli
Messaggi: 341
Predefinito [NEWS] Recupero di bombardiere in Normandia

Sul sito di Sillabario Press che si occupa di pubblicare i comunicati stampa in italiano della JCB, leggiamo l'ultimo comunicato dell'azienda che parla dei lavori di recupero di un bombardiere caduto in Normandia nel 1944.


Comunicato stampa Novembre 2012

UN ESCAVATORE JCB JS360 SCAVA NEL PASSATO PER RECUPERARE UN BOMBARDIERE DEL D-DAY

Il primo escavatore cingolato JS 360LR (long reach) prodotto da JCB con motore Isuzu conforme alle normative Stage IIIB/Tier 4 Interim, ha svolto un ruolo chiave nel recupero dei resti di un bombardiere Lancaster della Seconda Guerra Mondiale.

L’utilizzo dell’escavatore JCB JS360 LR, di proprietà della società francese di noleggio e ingegneria civile Christophe Beaussire di Catz, in Normandia, è stato concesso gratuitamente insieme ad altri due escavatori, un JS220 e un JS240, oltre a un caricatore telescopico Loadall e un trattore JCB Fastrac per completare il delicato lavoro di scavo finalizzato al recupero di un bombardiere Lancaster della Seconda Guerra Mondiale, abbattuto in Normandia nel D-Day, il 6 giugno 1944.

Il bombardiere, pilotato dal tenente colonnello Jimmy Carter, era decollato dalla base RAF di Coningsby nel Lincolnshire all’alba del D-Day con la missione di effettuare un raid contro postazioni di artiglieria a Pointe du Hoc, sulla costa della Normandia, prima degli sbarchi. L’aereo, lungo il viaggio di ritorno in Inghilterra dopo avere completato la missione, era stato abbattuto nei pressi di Carentan, ma la posizione esatta dell’impatto era rimasta sconosciuta fino ad oggi.

Il luogo del disastro aereo, che è rimasto sconosciuto per quasi 70 anni, è stato individuato dall’archeologo e storico dell’aviazione britannica Tony Graves, che ha esplorato la zona dopo aver letto dello schianto di un caccia americano. Tuttavia, una volta individuato il sito due anni e mezzo fa, Graves ha scoperto circa 300 cartucce di fabbricazione britannica vicino al luogo dell’impatto, e un anello appartenuto al tenente Albert Chambers DFC di Normanton, nel Derbyshire, membro dell’equipaggio del Lancaster ND739.

Tony Graves ha ottenuto il permesso di scavare il sito dal proprietario del terreno e dal governo francese e ha cercato di trovare i resti dell’aereo lo scorso anno tramite un escavatore da 25 tonnellate, noleggiato da una ditta locale. Tuttavia, le condizioni del terreno erano così difficili che la stessa macchina ha dovuto essere recuperata dal sito prima del ritrovamento dell’aereo.

Grazie alla maggiore profondità di scavo del JS360 LR a braccio lungo, invece, l’impresa è stata in grado di scavare con attenzione il sito senza dover impegnare gli escavatori nel terreno molle della zona di scavo. “Semplicemente, non ce l’avremmo fatta senza lo sbraccio maggiorato dell’escavatore JCB” - afferma Tony Graves - . “La macchina è stata essenziale per il successo delle operazioni, e ci ha permesso di scendere a una profondità di circa 30 metri.”

Lo scavo ha rivelato centinaia di parti contorte che sono state identificate come provenienti dal bombardiere Lancaster MK II, insieme a i suoi motori Merlin, a 300 proiettili, alle pale dell’elica e ai mozzi delle ruote. Tuttavia i ritrovamenti più toccanti sono stati gli effetti personali, tra cui un pezzo di una divisa RAF con nastri delle decorazioni, un fischietto del Bomber Command, un portasigarette d’argento e due maglioni di lana RAF strappati.
“Lo scopo dello scavo è sempre stato quello di recuperare i resti dell’equipaggio” - afferma Tony Graves -. “Sono sempre stati dati per dispersi, così abbiamo deciso di dare loro un ultimo luogo di riposo. Non abbiamo trovato resti umani e solo quattro paracadute intatti, quindi possiamo solo supporre che siano stati sepolti come vittime ignote.”

I resti dell’aereo saranno portati in un museo vicino a Utah Beach, dove verranno esposti insieme ad altri cimeli della seconda guerra mondiale. Tony Graves tuttavia continua la sua ricerca degli aviatori, tra i quali il comandante Carter DFC, il caposquadriglia Bryan Martin-Smith DFC, il tenente Albert Chambers DFC, il tenente Henry Jeffery DFM, il sergente Guy Dunning DFM, il sergente Frank Watson DFM, il tenente australiano Ronald Conley DFC e il tenente canadese Herbert Reiger.

Note su Christophe Beaussire
Christophe Beaussire gestisce una flotta di oltre 60 escavatori JCB, che vengono utilizzati in progetti di ingegneria civile, oltre ad essere disponibili per il noleggio con o senza operatore. Fondata nel 1994, l’azienda ha più di 80 dipendenti e lavora in tutta la Francia. L’escavatore JS360LR è la più recente macchina JCB inserita nella flotta dell’impresa.


Note su JCB
JCB ha 22 stabilimenti distribuiti in quattro continenti: undici nel Regno Unito, sei in India e gli altri in Brasile, Stati Uniti, Cina, Francia e Germania e con un totale di 11.000 dipendenti. JCB, che nel 2011 ha festeggiato il suo 65° anniversario, è di proprietà della famiglia Bamford. Il Presidente Sir Anthony Bamford è il primogenito di Mr JCB, Joseph Cyril Bamford. L’azienda produce oltre 300 diverse modelli tra cui terne, movimentatori telescopici, escavatori cingolati e gommati, pale gommate, mini escavatori, minipale, dumper articolati, carrelli elevatori fuoristrada, attrezzature per compattazione JCB Vibromax. JCB produce per il settore agricolo una gamma di movimentatori telescopici e l’esclusivo trattore Fastrac ed inoltre, per il settore industriale, i carrelli elevatori Teletruk.
__________________________________________________ ___
LA VOSTRA OPINIONE
Grazie al "long boom" dell'escavatore, sono riusciti nell'impresa di recuperare questo pezzo della storia mondiale contemporanea.
__________________
Paula - seguici su FB!
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
recupero Liebherr 924 dabenedetti Escavatori Cingolati 39 29-09-2008 13.06.57
Trattori "di mare" in Normandia Barnaba Macchine Agricole 3 26-08-2006 23.32.41


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21.08.57.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia