MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

TRINCIA, regolazioni

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • davideagostini
    ha iniziato un argomento TRINCIA, regolazioni

    TRINCIA, regolazioni

    buongiorno..sono nuovo...quindi un po in erba con i lavori.ho acquistato una trincia laterale,ho un po di problemi a capire come si regola l'altezza....se qualcuno mi sa dare qualche consiglio....
    Attached Files

  • pasqualino986
    ha risposto
    Salve a tutti, avrei bisogno di un consiglio sulla mia trincia tsll Palladino. È normale che la scatola ingranaggi emetta un ronzio, non vibra ma si sente solo questo rumore . Per il resto la trincia non vibra per niente. Mi viene in mente che ho aggiunto altro olio alla scatola. Potrebbe essere questo il problema. Troppo olio può causare malfunzionamenti? Grazie mille.

    Lascia un commento:


  • urbo83
    ha risposto
    Allora rimarrà alta a causa dei bracci inferiori del sollevatore che sono arrivati a fine corsa. Allunga i tiranti verticali dei due bracci.

    Lascia un commento:


  • antonio000
    ha risposto
    Ho un noccioleto e il terreno serve abbastanzs pulito.

    Lascia un commento:


  • antonio000
    ha risposto
    Si ma comunque non raspa il terreno.

    Lascia un commento:


  • urbo83
    ha risposto
    Hai provato ad accorciare il terzo punto?

    Lascia un commento:


  • antonio000
    ha risposto
    Salve
    approfitto per chiedere consiglio a qualcuno di voi.
    Ho una trincia celli sirio con spostamento idraulico. Sia il terzo punto e sia i bracci sono agganciati ad asole. Il rullo posteriore è posizionato basso. Nonostante ciò le mazze dentatesono a circa 1 cm da terra. Meno di qyesto non si abbassa.
    C'è qualcosa che nin nel montaggio?

    Lascia un commento:


  • ager1965
    ha risposto
    terzo punto a catena solo con ruotini anteriori

    la sostituzione del terzo punto con una catena è valido a condizione che si applichino dei ruotini nella parte anteriore del trincia, in modo che il sollevatore flottante possa trainarla. In questo modo la trincia si sposta poggiandosi sul rullo posteriore le slitte laterali ed i ruotini anteriori seguendo i cambi di pendenza. In sintesi senza ruotini anteriori non è possibile utilizzare la catena in sostituzione del terzo punto in quanto si corre il rischio di rompere il cardano quando si percorrono discese molto ripide.

    Lascia un commento:


  • castagnetto
    ha risposto
    Originalmente inviato da cepy75 Visualizza messaggio
    E' un' alternativa per compensare irregolarità perpendicolari all' avanzamento, equiparabile all' effetto catena del terzo punto per le irregolarità parallele all' avanzamento.
    Negl' ultimi anni, le barre di sollevamento delle trattrici sono dotate anche di asola, da utilizzare al posto del foro fisso, proprio per ovviare a tali necessità.
    Avevo interpretato male il discorso iniziale.
    Ora ho asolato un tirante ma prima,per permettere all'attrezzo di inclinarsi lateralmente,mettevo un grillo o due fra tirante e barra,senza complicare troppo le cose.
    C

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da star-3050 Visualizza messaggio
    Le mie slitte sono regolabili quindi il suggerimento del mio venditore potrebbe essere valido. Ma anche la tua idea di abbassare l'attacco del terzo punto alla trincia sembra ok.
    Non perdere tempo con congetture ipotetiche,prova osservando come influiscono le diverse soluzioni,capirai subito cosa ti sarà più utile.

    Lascia un commento:


  • cepy75
    ha risposto
    Originalmente inviato da castagnetto Visualizza messaggio
    L'utilità degli anelli di catena sui bracci inferiori non la capisco proprio sopratutto su terreni sconnessi.
    C
    E' un' alternativa per compensare irregolarità perpendicolari all' avanzamento, equiparabile all' effetto catena del terzo punto per le irregolarità parallele all' avanzamento.
    Negl' ultimi anni, le barre di sollevamento delle trattrici sono dotate anche di asola, da utilizzare al posto del foro fisso, proprio per ovviare a tali necessità.

    Lascia un commento:


  • star-3050
    ha risposto
    Originalmente inviato da castagnetto Visualizza messaggio
    Il suggerimento del venditore ottiene lo scopo di svincolare la trincia durante i movimenti di beccheggio della trattrice,facendo in modo che la trincia appoggiando solo sulle slitte e sul rullo segua meglio l'andamento del terreno,anche quando le ruote della trattrice superano dossi o avvallamenti
    In via di principio la cosa è corretta se le slitte della trincia sono regolabili.

    Personalmente,per cercare di mantenere il più possibile l'attrezzo parallelo al terreno ho abbassato l'attacco del terzo punto sulla trattrice modificando il parallelogramma,visto che le mie slitte non sono regplabili in altezza.
    L'accorgimento funziona piuttosto bene,sono poche le occasioni in cui è inutile.

    L'utilità degli anelli di catena sui bracci inferiori non la capisco proprio sopratutto su terreni sconnessi.
    C
    Le mie slitte sono regolabili quindi il suggerimento del mio venditore potrebbe essere valido. Ma anche la tua idea di abbassare l'attacco del terzo punto alla trincia sembra ok.

    Lascia un commento:


  • castagnetto
    ha risposto
    Originalmente inviato da star-3050 Visualizza messaggio
    Salve ragazzi. Avrei bisogno di alcuni suggerimenti. Ieri son andato a ritirare la mia nuova trincia. Parlando di regolazioni varie con il venditore mi ha consigliato di sostituire il braccio del terzo punto con una catena,perchè secondo lui la trinicia si adatterebbe meglio ai dislivelli del terreno. Un vostro parere? Grazie
    Il suggerimento del venditore ottiene lo scopo di svincolare la trincia durante i movimenti di beccheggio della trattrice,facendo in modo che la trincia appoggiando solo sulle slitte e sul rullo segua meglio l'andamento del terreno,anche quando le ruote della trattrice superano dossi o avvallamenti
    In via di principio la cosa è corretta se le slitte della trincia sono regolabili.

    Personalmente,per cercare di mantenere il più possibile l'attrezzo parallelo al terreno ho abbassato l'attacco del terzo punto sulla trattrice modificando il parallelogramma,visto che le mie slitte non sono regplabili in altezza.
    L'accorgimento funziona piuttosto bene,sono poche le occasioni in cui è inutile.

    L'utilità degli anelli di catena sui bracci inferiori non la capisco proprio sopratutto su terreni sconnessi.
    C

    Lascia un commento:


  • E355
    ha risposto
    Premesso che le trincia le usiamo principalmente per le sarmenti,questa ruota in senso contrario ad una fresatrice,pertanto ha delle protezioni anteriormente che permettono al materiale da trinciare di entrare nella zona mazze,ma non la fuoriuscita del materiale triturato.
    Pertanto la parte anteriore della trincia deve avere un'altezza costante da terra,percui non è possibile il movimento in avanti onde evitare di rovinare le parti mobili.
    In conclusione la terza punta deve essere necessariamente fissa,pertanto non trova giustificazione il consiglio del rivenditore.

    Lascia un commento:


  • star-3050
    ha risposto
    Pure io non riesco ad immagginarlo,per questo ho chiesto se qualcuno usa già un sistema del genere.

    Lascia un commento:


  • E355
    ha risposto
    Il mio trattore non centra con il tuo problema.
    Non ho ancora visto trincia con le slitte,ma solo con il rullo posteriore,pertanto non riesco ad immagginarmi un trincia in funzione montato come dici tu.

    Lascia un commento:


  • star-3050
    ha risposto
    E355 non conosco il sollevatore del tuo trattore ma il mio lo posso mettere in modalità flottante,cioè una volta che metto giù l'attrezzo il sollevatore e come se nonci fosse cioè i bracci servono solo per tirare,quindi permettono che l'attrezzo vada sù e giù liberamente. Quindi la catena a cui tu ti riferisci cioè quella tra i 2bracci la vedo inutile. Invece la catena del terzo punto consentirebbe alla trincia di ruotare in avanti facendo leva anche sulle slitte.

    Lascia un commento:


  • E355
    ha risposto
    Scusa mefito ma c'è stata una sovrapposizione di messaggi,comunque il terzo punto non c'entra con le catene.

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da E355 Visualizza messaggio
    Io ho un trattore FIAT con sollevatore esterno,i due bracci sono rigidi tra loro,pertanto il sollevamento laterale brusco,comporta un'azione torcente che spesso porta alla rottura di uno dei bracci del sollevatore.
    Avrai problemi di materiali o di esecuzione,ma non c'è relazione con la catena al terzo punto.

    Lascia un commento:


  • E355
    ha risposto
    Io ho un trattore FIAT con sollevatore esterno,i due bracci sono rigidi tra loro,pertanto il sollevamento laterale brusco,comporta un'azione torcente che spesso porta alla rottura di uno dei bracci del sollevatore. Il terzo punto è collegato normalmente con ;una contropunta regolabile o con una idraulica. E' errata lìimpostaziomne del quesito,come ho gia precisato nel mio primo intervento.

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da E355 Visualizza messaggio
    Data l'orografie dei terreni delle mie zone,necessariamente dobbiamo usare le catene.
    Può sembrarvi incomprensibile,ma fatevene una ragione!
    Ma se il sollevatore è il classico a semplice effetto,cosa cambia(a parte l'inclinazione laterale)?
    La catena sul terzo punto ha effetti diversi.

    Lascia un commento:


  • E355
    ha risposto
    Data l'orografie dei terreni delle mie zone,necessariamente dobbiamo usare le catene.
    Può sembrarvi incomprensibile,ma fatevene una ragione!

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da E355 Visualizza messaggio
    La modifica non riguarda il terzo punto,che è quello superiore che si regola,ma bensi il collegamento tra i bracci inferiori e quelli superiori,adesso rigidi o regolabili,che vanno sostituiti con due spezzoni di catene calibrate.
    Questa modifica permette agli attrezzi attaccati al trattore una certa oscillazione,nel caso della trincia sarebbe il rullo posteriore a seguire il terreno.
    Si evitano cosi dei contraccolpi ai bracci del sollevatore,che spesso ne sono stata causa di rottura.
    Non capisco che vantaggi porta,il sollevatore è sempre libero in risalita,il parallelogramma si regola con il rullo posteriore in appoggio e quindi a che servono le catene?

    Lascia un commento:


  • E355
    ha risposto
    La modifica non riguarda il terzo punto,che è quello superiore che si regola,ma bensi il collegamento tra i bracci inferiori e quelli superiori,adesso rigidi o regolabili,che vanno sostituiti con due spezzoni di catene calibrate.
    Questa modifica permette agli attrezzi attaccati al trattore una certa oscillazione,nel caso della trincia sarebbe il rullo posteriore a seguire il terreno.
    Si evitano cosi dei contraccolpi ai bracci del sollevatore,che spesso ne sono stata causa di rottura.

    Lascia un commento:


  • star-3050
    ha risposto
    regolazione terzo punto per una trincia

    Salve ragazzi. Avrei bisogno di alcuni suggerimenti. Ieri son andato a ritirare la mia nuova trincia. Parlando di regolazioni varie con il venditore mi ha consigliato di sostituire il braccio del terzo punto con una catena,perchè secondo lui la trinicia si adatterebbe meglio ai dislivelli del terreno. Un vostro parere? Grazie

    Lascia un commento:


  • brezza
    ha risposto
    Allora ragazzi ho regolato l'altezza del rullo posteriore,ha due posizioni e me lo avevano consegnato su quella più alta.I supporti fanno fulcro su due viti laterali e hanno due altezze di lavoro,tra queste la differenza è 3-4 cm.Messo il rullo nella posizione più bassa tutto ok va molto bene. Grazie a tutti per le info.
    Lorenzo.

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da massmass Visualizza messaggio
    io di mestiere faccio l'agricoltore e capisco benissimo che per poter lavorare laterra devo tenere delle regolazioni del sollevamento medie altrimenti perdo troppo tempo ogni volta che cambio atrezzo voi che mestiere fate?
    Con tutta la buona volontà,non mi riesce di comprendere il senso di questo messaggio

    Lascia un commento:


  • massmass
    ha risposto
    io di mestiere faccio l'agricoltore e capisco benissimo che per poter lavorare laterra devo tenere delle regolazioni del sollevamento medie altrimenti perdo troppo tempo ogni volta che cambio atrezzo voi che mestiere fate?

    Lascia un commento:


  • B 225
    ha risposto
    Mi ricorda la donna che chiese al meccanico di installargli un clacson potentissimo perchè aveva i freni rotti!

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da massmass Visualizza messaggio
    .............ora escludendo questo tipo dierrore e quelli messi in evidenza da altri prova anche a vedere la misure delle gomme del trattore ciao
    Geniale............................

    Lascia un commento:

Annunci usato

Collapse

Caricamento...
X