MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Arare: tecniche, consigli, modalità

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • #61
    Lo penso anch'io che basti il controllo del sollevatore, ma io volevo sapere se c'è qualcuno che utilizza qeusta funzione o no, tanto da sapere per poi renderne conto. Comunque la cosa a incuriosito mio cugino che mi a assicurato che provera la cosa.

    Commenta


    • #62
      Originalmente inviato da kroto Visualizza messaggio
      Lo penso anch'io che basti il controllo del sollevatore, ma io volevo sapere se c'è qualcuno che utilizza qeusta funzione o no, tanto da sapere per poi renderne conto. Comunque la cosa a incuriosito mio cugino che mi a assicurato che provera la cosa.
      Non è che riusciresti a postare delle foto ?

      Commenta


      • #63
        Si l' asola è utile però non è presente sul sollevatore ma almeno noi lo usiamo sul terzo punto dalla parte dell'aratro e serve proprio per lasciarre libero l'aratro dal trattore, infine quando l'attrezzo è regolato bene il perno che lavora nell'asola si mantiene in una posizione diciamo cosi neutra cioè non tocca ne avanti ne dietro all'asola stessa.

        Commenta


        • #64
          Originalmente inviato da MCT-ITA Visualizza messaggio
          Si l' asola è utile però non è presente sul sollevatore ma almeno noi lo usiamo sul terzo punto dalla parte dell'aratro e serve proprio per lasciarre libero l'aratro dal trattore, infine quando l'attrezzo è regolato bene il perno che lavora nell'asola si mantiene in una posizione diciamo cosi neutra cioè non tocca ne avanti ne dietro all'asola stessa.
          Noi le asole ce le abbiamo sui bracci del sollevatore, come penso tutti quelli che hanno trattori non troppo piccoli o vecchi ma non le usiamo per arare e nemmeno per dar con l'erpice perchè come giustamente ha detto urbo 83 l' erpice è gia dotato di un suo sistema per l'oscillamento trasversale.
          Sinceramente penso che potrebbe dare dei vantaggi in aratura perchè se la terra diventa un pochino più dura fà "saltare" un pò su l'aratro avendo la possibilità con le asole di farlo ma capisci anche tè che magari non è proprio il massino senza considerare che non riusciresti nemmeno a comandare bene l'inclinazione laterale dell' aratro.
          Per mè l'unica cosa che ti può far fare meno fatica a tirarti dietro l'aratro (a parità di tutto il resto) è l'asola di cui parla MTC-ITA che ti permette di non immorsare l'aratro ma penso che sia utilizzabile solo con aratri a più vomeri e con ruota di profondità.

          Commenta


          • #65
            Noi l'asola la usiamo sia sia con il mono che con il bivomero e senza ruota di profondità, da quello che vediamo noi proprio il fatto di non avere la ruota rende quest'applicazione dell'asola molto utile in quanto proprio l'asola garantisce quel minimo di liberta di movimento al l'aratro senza tirare per il collo il trattore.

            A volte se la terra è proprio morbida allora si monta il tacco nella parte inferiore posteriore del corpo lavorante, per non farlo sprofondare troppo, ma purtroppo non succede quasi mai.

            Commenta


            • #66
              Comunque bene o male se si riesce a regolare bene l'aratro non c'è bisogno di usarla, specialmente se si usa quella sulla testa dell'aratro.
              Dopo dipende anche dal terreno, comunque sono curioso (se si farà la prova) di vedere se c'è qualche cambiamento.
              Ah se servono ancora posterò delle foto ma penso che il concetto si sia capito

              Commenta


              • #67
                consigli x aratura

                Ciao A tutti,


                ho visto che ve la cavate bene a spiegare come si ara,io sono abbastanza neofita dell'ambiente e ho tutti gli anni lo stesso problema:dalle mie parti(marche) i terreni sono collinari e ogni stagione si cambia il vomere x arare una volta a sx e una a dx,il problema arriva quandi è ora di "chiudere" il campo in quanto si forma un solco profondo che non riesco a chiudere tra il senso dell'aratura(si può arare solo scendendo e ogni volta si risale a vuoto) e il capezzale dove invece devi arare in salita x chiudere il tutto

                Grazie x l'aiuto !!!!!

                Commenta


                • #68
                  Domandone....
                  dopo l'aratura e prima di usare l'erpice rotante, che posso usare per affinare il terreno?
                  ho sempre usato un coltivatore a denti fissi (lo sterponatore in dialetto) ma il risultato dopo aratura non è così soddisfacente.
                  Grazie

                  Commenta


                  • #69
                    Salve a tutti,io ho acquistato un'aratro reversibile fuori solco per il mio fiat 60/66 e debbo dire che non ho problemi ad arare. Il trattore rimane tranquillamente fuori dal solco anche se la terra è molto dura e l' aratro si fa tirare. Ho notato che i solchi non non vengono simmetrici, mi sembra che un corpo prenda più terra ,cioè che vada più profondo dell'altro e anche quando inizio il solco uno entra meglio
                    dell'altro. Ho provato ad effettuare delle regolazioni ,dare più fetta da una parte spostare i tiranti in vario modo, ma non sono riuscito a correggere il difetto. Non riesco a capire se sono io che non sono capace a regolare bene l'aratro oppure se è un difetto di quest'ultimo.L'aratro l'attacco in piano con il trattore e centrato con esso, i tiranti hanno un gioco limitato. L'inclinazione è uguale da entrambe le parti. Sbaglio in qualche cosa? Accetto volentieri consigli anche perchè vorrei fare tutti i tentativi possibili prima di rivolgermi alla ditta costruttrice. ciao

                    Commenta


                    • #70
                      Originalmente inviato da Giacomo55 Visualizza messaggio
                      Salve a tutti,io ho acquistato un'aratro reversibile fuori solco per il mio fiat 60/66 e debbo dire che non ho problemi ad arare. Il trattore rimane tranquillamente fuori dal solco anche se la terra è molto dura e l' aratro si fa tirare. Ho notato che i solchi non non vengono simmetrici, mi sembra che un corpo prenda più terra ,cioè che vada più profondo dell'altro e anche quando inizio il solco uno entra meglio
                      dell'altro. Ho provato ad effettuare delle regolazioni ,dare più fetta da una parte spostare i tiranti in vario modo, ma non sono riuscito a correggere il difetto. Non riesco a capire se sono io che non sono capace a regolare bene l'aratro oppure se è un difetto di quest'ultimo.L'aratro l'attacco in piano con il trattore e centrato con esso, i tiranti hanno un gioco limitato. L'inclinazione è uguale da entrambe le parti. Sbaglio in qualche cosa? Accetto volentieri consigli anche perchè vorrei fare tutti i tentativi possibili prima di rivolgermi alla ditta costruttrice. ciao
                      io non lavoro con aratri reversibili,solo tradizionali però cè il nostro amico PUNTOLUCE che li usa ed è anche della tua zona magari in mp puoi chiedere lui sicuramente ti illumina sul tuo problema.

                      Commenta


                      • #71
                        visto che franco mi chama in causa cercherò di rispondere, però prima dovresti darmi indicazioni più precise.
                        mi par di capire che stiamo parlando di un bivomere, di che marca?
                        qual'è il vomere che prende più terra?

                        se avessi delle foto poi sarebbe meglio!

                        Commenta


                        • #72
                          posta delle foto o descrivi meglio l'aratro che presumo data la potenza sia un monovomere reversibile, da come descrivi il comportamento sembrerebbe che qualche corpo si sia daneggiato nella struttura piegandosi leggermente

                          Commenta


                          • #73
                            Ciao,grazie per la sollecitudine
                            non ho delle foto a disposizione ma l'aratro è un monovomere reversibile fuorisolco mpv04 della cma di predappio http://www.cmamacchineagricole.com/p...menu=1&lang=IT
                            è pesante ma riesco a tirarlo abbastanza bene. L'aratro avrà lavorato 4h e con il mio trattore non cè pericolo di piegarlo (si rompe prima il trattore) Il vomere che prende più terra è il destro, ora non ho tanto tempo ma cercherò di mettere delle foto dell'aratro e del campo lavorato
                            ciao e grazie

                            Commenta


                            • #74
                              Forse è una domanda stupida ma dalle mie parti cingolati non ce ne sono quindi non so, vorrei sapere in quali casi è più conveniente arare col cingolato e in quali è meglio il gommato.

                              Commenta


                              • #75
                                principalmente la scelta della tipolgia di macchina da usare in virtù dei suoi organi di propulsione, dipende in massima parte dalle caratteristiche del terreno e in particlare dalla sua tenacità. l'uso di un trattore a ruote consente di effettuare l'aratura più celermente rispetto a un trattore a cingoli; il suo uso diviene improbabile nei terreni molto tenaci dove per poter effettuare tale operazione è necessario compiere elevati sforzi di trazione, sforzi che possono essere compiuti unicamente dai trattori congolati. prima quando l'evoluzione dei trattori non era quella di oggi, l'aratura della colline interne della sicilia, caratterizzate da terreni argillosi, era una prerogativa dei trattori cingolati, oggi viene effettuata anche con trattori gommati.

                                Commenta


                                • #76
                                  ciao raga, volevo chiedervi una cosa, io ero abituato ad arare con il cingoli e un aratro trainato ora ho preso un aratro portato entro solco GRECO e vado con il gommato, non so perche' ma non riesco a fargli mantenere la profondita' mi va su e giu, se il trattore trova una zolla e fa un minimo sobbalzo lui lo segue venendo su e poi torna giu tenete conto che l'aratro ha la ruota di profondita' sapete dirmi dove sbaglio?

                                  Commenta


                                  • #77
                                    Originalmente inviato da leopard 85 dt Visualizza messaggio
                                    ciao raga, volevo chiedervi una cosa, io ero abituato ad arare con il cingoli e un aratro trainato ora ho preso un aratro portato entro solco GRECO e vado con il gommato, non so perche' ma non riesco a fargli mantenere la profondita' mi va su e giu, se il trattore trova una zolla e fa un minimo sobbalzo lui lo segue venendo su e poi torna giu tenete conto che l'aratro ha la ruota di profondita' sapete dirmi dove sbaglio?
                                    probabilmete nella regolazione del sollevatore idraulico..
                                    una leva gestisce la profondita', l'altra lo sforzo sul sollevatore. devi trovare un giusto compromesso.
                                    cmq puo' essere normale il fatto che si sollevi un poco l'aratro se hai un terreno molto tenace...

                                    Commenta


                                    • #78
                                      da come si capisce sopra sembra che operi con dispositivo in posizione controllata; setta l'impianto idraulico, come detto sopra da faro in "sforzo controllato", in base allo sforzo di trazione, l'aratro flottera rispetto alla superficie del terreno.

                                      Commenta


                                      • #79
                                        ho provato a mettere lo sforzo controllato, ma succede che quando trova del terreno duro si solleva molto l'aratro e quando il terreno e tenero affonda un esagerazione, la passata successiva poi il trattore trova questi dislivelli, e succede un mezzo disastro, non ci capisco piu niente.....

                                        Commenta


                                        • #80
                                          x leopard.....inizia a controllare se le punte o gli scalpelli sono a posto, poi regola bene lo sforzo controllato....se tutto e' ok, l'aratro dovrebbe tenere una profondita' uniforme...in ogni caso, in terreni durissimi, se l'aratro e' piccolo e poco pesante, e' molto propabile ke entra ed esca facendo un lavoro schifoso.....ke aratro e?
                                          giulio

                                          Commenta


                                          • #81
                                            oggi ho arato l'appezzamento dove abbiamo estirpato i Peri: erano piante di una ventina d'anni, ma essendo innestate su franco, avevano delle radici che sembravano quercie!

                                            Oltretutto la terra e' secca che sembrava di arare il marciapiede.

                                            Infatti ho dovuto abbandonare (se non volevo cavare il collo al voltaorecchio) e su consiglio del terzista che e' venuto ad estirpare i peri, ho prima passato col ripper ogni metro circa per stagliuzzare qualche radice rimasta e per allentare il piastrone che c'era nell'interfila, poi ho riattaccato il voltaorecchio al Lamborghini 105 Formula, e ho arato l'appezzamento senza più rischiare di rompere niente.

                                            Ogni tanto dovevo fare attenzione a tenere il solco dritto (l'aratro tendeva a scìvolare nelle righe che aveva fatto il ripper e andava dietro al morbido...

                                            Alla fine però hotrovato la regolazione giusta ed è venuto un gran lavoro!

                                            Ora so che nel terreno tenace, una passata di ripuntatore facilita la vita e non di poco!
                                            – Internet, + Cabernet!

                                            Commenta


                                            • #82
                                              Originalmente inviato da leopard 85 dt Visualizza messaggio
                                              ho provato a mettere lo sforzo controllato, ma succede che quando trova del terreno duro si solleva molto l'aratro e quando il terreno e tenero affonda un esagerazione, la passata successiva poi il trattore trova questi dislivelli, e succede un mezzo disastro, non ci capisco piu niente.....
                                              probabilmente hai solamente lo sforzo controllato registrato in modo da essere troppo sensibile.
                                              Se il terreno cambia molto le sue caratteristiche lungo il solco ti conviene escludere quasi lo sforzo controllato anche perchè comunque hai la ruota di profondità che ti aiuta.
                                              Non è mai facile dare suggerimenti su come registrare l'aratro senza vederlo funzionare; il problema, in effetti, potrebbe essere anche l'aratro che punta troppo in avanti, prova ad allungare il terzo punto e vedrai che le cose dovrebbero migliorare

                                              Commenta


                                              • #83
                                                Ciao a tutti
                                                Questi giorni mi è stato affidato un piccolo appezzamento di terra (circa 5000 mq) solo che si trova incolto da molti anni, ma precedentemente lo avevo sempre tenuto pulito col trincia... Adesso però mi è stato proposto dal proprietario di coltivarlo... l'unico problema è che non ho ancora arato, e non so se è molto indicato ararlo adesso, o a febbraio-marzo, per poi metterci del sorgo... Voi cosane pensate? Grazie anticipatamente
                                                FIAT 27C DIESEL

                                                Commenta


                                                • #84
                                                  Originalmente inviato da FIAT 27C DIESEL Visualizza messaggio
                                                  Ciao a tutti
                                                  Questi giorni mi è stato affidato un piccolo appezzamento di terra (circa 5000 mq) solo che si trova incolto da molti anni, ma precedentemente lo avevo sempre tenuto pulito col trincia... Adesso però mi è stato proposto dal proprietario di coltivarlo... l'unico problema è che non ho ancora arato, e non so se è molto indicato ararlo adesso, o a febbraio-marzo, per poi metterci del sorgo... Voi cosane pensate? Grazie anticipatamente
                                                  prendi un contozista e fallo arare , nn stare li a comprare un aratro x 5000metri,

                                                  visto che e' da aprecchi anni che e' incolto , io mettrei mais, pre molti motivi
                                                  1 ha un mercato , che il sorgo non ha
                                                  2 e' piu facile diserbarlo
                                                  3 nei primi anni di messa a coltura del mais da buone rese senza tanti concimi
                                                  Gaute da suta

                                                  Commenta


                                                  • #85
                                                    Originalmente inviato da ggyno Visualizza messaggio
                                                    prendi un contozista e fallo arare , nn stare li a comprare un aratro x 5000metri,
                                                    Ma sei sicuro che l'aratro non ce l'ha? lì ha scritto che lui non HA arato e non che NON HA l'aratro....
                                                    ACTROS
                                                    "CB COMINO"

                                                    Commenta


                                                    • #86
                                                      Originalmente inviato da FIAT 27C DIESEL Visualizza messaggio
                                                      Ciao a tutti
                                                      Questi giorni mi è stato affidato un piccolo appezzamento di terra (circa 5000 mq) solo che si trova incolto da molti anni, ma precedentemente lo avevo sempre tenuto pulito col trincia... Adesso però mi è stato proposto dal proprietario di coltivarlo... l'unico problema è che non ho ancora arato, e non so se è molto indicato ararlo adesso, o a febbraio-marzo, per poi metterci del sorgo... Voi cosane pensate? Grazie anticipatamente
                                                      Senza neanche pensarci due volte io lo arerei appena possibile, il ghiaccio invernale ti farà un lavoro incredibile dà retta ai vecchi(di età non di forum) salut rumàgnol
                                                      av salùt tòt

                                                      Commenta


                                                      • #87
                                                        grazie delle risposte
                                                        comunque l'aratro cel'ho (anche se un po' vechio... ha 50 anni)
                                                        Quindi appena posso dite che la lavori anche se è un po' molla?
                                                        Io avevo pensato a del sorgo perchè per seminarlo basta la seminatrice a righe dei cereali, non ha bisogno di irrigazione, e me lo verrebbe a trebbiare anche un mio amico che ha la mietitrebbia normale da grano...
                                                        Grazie mille a tutti
                                                        FIAT 27C DIESEL

                                                        Commenta


                                                        • #88
                                                          c'é qualcuno che usa oppure sa per certo come vanno gli aratri reversibili fuori solco nei terreni argillosi e pieni di pietre e con varie inclinazioni a distanza di pochi metri?non é che sono un pò delicati rispetto ai fuori solco non reversibili?...un ultima cosa ,sapete se effettivamente i gommati si "scassano" di meno con questi fuori solco?grazie in anticipo...

                                                          Commenta


                                                          • #89
                                                            buongiorno, vi anticipo che sono un privato che ha acquistato da poco un trattore Kubota 5700 doppia trazione usato ma con sole 590 ore con parecchia attrezzatura. Sono appassionato da anni ma tra guardare un terzista che lavora e salire in sella è molto diverso. Bando alle chiacchiere stavo provando l'aratro, un monovomere portato con di 25 ma penso di cambiarlo con un 35 usato. Lo so che non è il momento dell'aratura ma la voglia era troppa. Morale: non riesco a trovare il giiusto set up. una volta trovata la giusta posizione dell'aratro (verticale e orizzontale con le viti e terzo punto) come devo agire sulle leve del sollevatore (posizione e sforzo controllato)???grazie

                                                            Commenta


                                                            • #90
                                                              Un saluto a voi tutti

                                                              Partendo dal presupposto che non ho mai aratro (devo ancora sistemare l'aratro trainato monovomere fermo da + di 25 anni, e qui un grazie a urbo83 per i consigli), leggendo i precedenti post per l'aratura e mettendo in conto i sbagli da novizio e quindi le varie limature di lavoro di riuscire a lavorare a campo aperto, la parte dolente e dover fare la baulatura nei filari del kiwi, il filare e largo 5 metri togliendo 30 cm di canaletta centrale rimangono 220 +220 cm e devo dare una pendenza di 35/40 cm dal centro in modo da formare un V. Se ho ben capito i sistemi di aratura per fare questo dovrei inziare l'aratura vicino al filare facendo scendere al massimo l'aratro al primo giro e diminuendo ad ogni passata. Se quanto detto prima e giusto per la pendenza citata in precedenza quando deve andare giu l'aratro?
                                                              L'unica nota positiva e che la canaletta al centro verra risolta dallo scavafossi che fara le canalette di scolo centrali.
                                                              Sono ben accetti anche consigli sulle regolazioni dell'aratro (in foto)
                                                              Quanto sopra ha lo scopo di risparmiare un po di euri e poi la soddisfazione del lavoro fatto (specialmente per un neofita) e altra cosa.
                                                              Cmq se mi dite che e proprio impossibile lascio perdere e chiamo il contoterzista ma se e impossibile accetto la scommessa (forse da folle, ma e proprio bello per questo).
                                                              Attached Files

                                                              Commenta

                                                              Annunci usato

                                                              Collapse

                                                              Caricamento...
                                                              X