MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Nuovo agricoltore: quale coltura consigliate ?

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da francopippo50 Visualizza messaggio
    Ok mi sono convinto a seminare soia.
    Ora chiedo:
    meglio seminare sul sodo oppure estirpare visto che posso farlo da
    solo e non mi crea problemi,solo un po' di gasolio come spesa.
    Poi se mi spiegate in linea di massima le modalita' per avere
    buoni risultati con la soia ve ne sarei grati.

    Ciao ciao
    La semina su sodo,permette un maggior controllo dell'umidità,impedendo una rapida evaporazione dell'acqua che si avrebbe lavorandolo,ed essendo la soia seminata superficialmente,questo aspetto assume un importanza determinante per le semine effettuate in periodi normalmente molto caldi.
    L'unica avvertenza agronomica stà in un accurato controllo delle infestanti

    Lascia un commento:


  • francopippo50
    ha risposto
    vada per la soia allora

    Ok mi sono convinto a seminare soia.
    Ora chiedo:
    meglio seminare sul sodo oppure estirpare visto che posso farlo da
    solo e non mi crea problemi,solo un po' di gasolio come spesa.
    Poi se mi spiegate in linea di massima le modalita' per avere
    buoni risultati con la soia ve ne sarei grati.

    Ciao ciao

    Lascia un commento:


  • jag
    ha risposto
    se hai la possibilità di bagnare semina soia sul sodo.

    Lascia un commento:


  • arnaldof
    ha risposto
    faccio anch'io la doppia coltura orzo/mais. il mais lo uso per trinciato semino generalmente un ciclo lungo sui 130 giorni e lo raccolgo a meta fine ottobre secondo me dipende cosa ci vuoi fare se lo semini per raccogliere granella lascia perdere perchè l'umidita alla raccolta è troppa alta e di mangia tutta la resa forse meglio puntare sulla soia però non vedo questa gran convenienza economica

    Lascia un commento:


  • francopippo50
    ha risposto
    Il mio terreno e' in pianura

    Innanzitutto grazie per l'interessamento
    il mio terreno è situato in pianura,il mio babbo
    diceva sempre che è terra buona,lui aveva un frutteto
    composto da piu' varietà di peschi,ciliegi e peri,anche
    un vigneto ma essendo in pianura il vino non alzava più
    di 11 gradi.
    Ribadisco anche che posso irrigare perchè abbiamo un
    consorzio che ci permette di usare le acque del fiume foglia.
    Il responsabile del consorzio agricolo locale mi ha consigliato
    anche il girasole.

    Comunque per seminare soia bisogna preventivamente
    interessarsi per la trebbiatura e per chi la ritira??

    Grazie di nuovo

    P.S. in mezzo all'orzo vedo che c'è parecchia avena specialmente
    in un punto,questa mi danneggierà la prossima coltura? se si , esiste
    un modo per eliminarla??

    Ciao

    Lascia un commento:


  • Sandro82
    ha risposto
    ciao
    visto che c'è un anticipo nella raccolta dell'orzo, si puoi seminare mais precoce un 110-115 giorni, oppure soia.
    Che tipo di terreno hai?

    Lascia un commento:


  • francopippo50
    ha risposto
    Doppia coltura

    Salve a tutti i membri di questo forum
    Sono nuovo del forum e anche neoagricoltore,
    Premesso che ho 3 ha di terreno volevo chiedervi
    cosa ne pensate di piantare mais subito dopo aver
    trebbiato l'orzo che ho attualmente?
    Dispongo di condotte irrigue.
    Se pensate che ne valga la pena mi sapreste
    indicare quale tipo di mais seminare,oppure
    se siete a conoscenza di colture più appropriate.

    Grazie anticipate

    Ciao

    Lascia un commento:


  • gigipuglia
    ha risposto
    c'è da dire che per gli ortaggi ci vuole molto più lavoro rispetto a del frutteto...cmq anche un vigneto nn è male, poi si riuscirebbe anche a vendere più facilmente...per la decisione finale rimane a te decidere, perchè incominciano a esserci di mezzo il tempo che si utilizza per il terreno e quanto si è disposti a spendere per l'attrezzatura e manutenzione...
    ciao

    Lascia un commento:


  • T.D.K.12
    ha risposto
    Originalmente inviato da mv89 Visualizza messaggio
    Chi di voi fà colture tipo, mais da seme, bietole da seme, soia da seme, ecc.
    Conviene fare queste colture?
    In confronto ad altre colture tipo la barbabietola da zucchero,sorgo,grano conviene di più soprattutto le bietole da seme ma c'è anche l'erba medica da seme che costa!!Per quanto riguarda il mais è una coltura come le altre e ormai non è che costi più di altre tipo grano o sorgo, mentre le soie non ne ho idea!
    CIAO

    Lascia un commento:


  • Sandro82
    ha risposto
    ciao
    più che frutti di bosco io ti consiglierei di un altra pianta da frutto! perchè non provi l'ulivo? o la vite?
    Ultima modifica di

    Lascia un commento:


  • daniel
    ha risposto
    Buonasera,

    Premetto che sono coltivatore di frutti di bosco in Trentino a tempo pieno, volevo dirti che fare questà attività come hobby solo nel week end è impossibile, perchè è una tipologia di coltura che va seguita giorno per giorno e porta via moltissimo tempo, inoltre durante il periodo della raccolta per riuscire a raccogliere tutti i giorni( per avere prodotti apprezzabili)per i tuoi 3000m ti servirebbero come minimo 7/8 persone e quindi secondo me più che in un hobby si trasformerebbe in una enorme spesa.
    Anche l'investimento iniziale inoltre non è indifferente, perchè tra serre, nylon,rete antigrandine, irrigazione, piante, macchinari ecc.. spendi una fortuna.
    Inoltre un altro problema sarebbe la vendita del prodotto, perchè se non hai una cooperativa d'appoggio (es. Consorzio S.Orsola x il Trentino) che ti fornisce gli imballi e che si occupa della vendita, risulta difficilissimo piazzare tutto il tuo raccolto.
    In conclusione io ti consiglio di tenere questa bellissima passione, sciegliendo però un settore dove non servono così grossi investimenti di tempo e denaro.

    Lascia un commento:


  • bibo
    ha risposto
    secondo me, se puoi dedicare solo il week-end alle lavorazioni , ti sconsiglio sia i frutti di bosco che l'allevamento in genere.
    Purtroppo i frutti di bosco quando arrivano a maturazione vanno raccolti tutti i giorni , se lo fai settimana per settimana ti ritrovi con della porcheria mista tra il crudo e lo stra-maturo che chiaramente farai molta fatica a piazzare se non per fare marmellate casalinghe ( di bassa qualità).
    L'allevamento è forse ancora peggio, capre e pecore non possono essere munte ogni 5 giorni......volendo puoi provare con dei conigli o con delle anatre ( oppure oche ) ma ugualmente hanno bisogno di cure giornaliere anche se di minor entità...e poi non si cibano solo di erba ma devi integrare la loro dieta con mais orzo ecc.ecc.
    Qualcuno ti ha consigliato di fare un bell'orto, ma un orto di 3000 mq non lo gestisci solo nel week-end perchè tra innaffiature , lavorazioni,pulizie e raccolte dovresti lavorarci almeno 25 ore al giorno.. ( sempre calcolando il lavoro di una sola persona).
    Io ti consiglierei di trovarti un aiutante residente in zona che ti possa sostituire nei giorni in cui tu non puoi essere presente ( pagato con parte dei proventi )

    Lascia un commento:


  • Mau1969
    ha risposto
    3000mt a frutti di bosco... conviene...?

    Salve a tutti,
    Premetto che non capisco niente di coltivazioni,
    E lavorerei per passione solo nel week end (faccio l'architetto)
    Ho 3000mt di terra dove c'è anche la mia casa....(zona Roma sud)
    E' redditizia una coltivazione a frutti di bosco per vendere i prodotti ai ristoranti della zona...?
    Quanto costa l'attività...?
    Quanto tempo porta via..?

    Grazie a tutti....
    Maurizio

    Lascia un commento:


  • DKC
    ha risposto
    direi proprio di si cara cecilia,tu sei sulla strada giusta,tu devi fare una bottega alimentare devi dare cio' che le gente vuole latte fresco uova,carne verdure cio' che trova normalmente all'ipermercato, ma con piu' garanzie ed ad un prezzo piu' alto!

    si esatto tu devi vendere frutta verdura carne latte tutto genuino senza esagerare,non devi fare il mega allevamento devi proporre cose semplici senza troppi investimenti con entrate sicure . vai con calma..............................
    Ultima modifica di Motivo: unione post consecutivi

    Lascia un commento:


  • boccia7
    ha risposto
    le prugne dipende dalla zona dove sei dall'altitudine comunque io ho qualche pianta per casa non lo faccio professionalmente comunque penso che ti rendono qualcosa ma se la terra è poca perché non fare un misto tra orto frutta per autoconsumo o se so troppe le cose magari venderle a qualche fruttivendolo?

    Lascia un commento:


  • dadebla
    ha risposto
    mamma mia, un terreno del genere sarebbe una manna per le api!!! so che a fini apistici si coltivano lavanda, colza,erba medica... il problema è scoprire cosa sia sfruttabile avendo a disposizione un fazzoletto di terra...

    Lascia un commento:


  • Cecilialeucci
    ha risposto
    Si esatto! Io vorrei fare una vendita diretta,non un allevamento in grande. Avere due/tre mucche credo sia possibile in 3 ettari...o no?Io che ho molte più esigenze di una mucca vivo in una casa di 70mq...una vacca si potrà accontentare no???? :-)

    Lascia un commento:


  • FEDELE83
    ha risposto
    Informazioni

    SALVE A TUTTI MICHIAMO FEDELE E VORREI SAPERE A QUANTO AMMONTA L'INTEGRAZIONE AD ETTARO DI VIGNA DI TREBBIANO.IO SONO IN PROCINTO DI AQUISTARE UN' AZIENDA IN PROVINCIA DI FOGGIA CHE è FORMATA ANCHE DI QUESTI 12 ETTARI DI VIGNA DI TREBBIANO.ASPETTO UNA VOSTRA RISPOSTA

    Lascia un commento:


  • pederz_
    ha risposto
    qualcuno che fa coltivazioni ad hoc per le api c'é , mi avevano anche detto i nomi delle piante e dei fiori, ma io me li dimentico..... e poi sono i nomi locali, non quelli scientifici.
    nel mio terreno non serve, perché su 250000 metri quadri, circa 240000, ad oggi sono tecnicamente incolti, in realtá pieni di qualunque cosa dai peri alle arance dai caki alle banane, senza contare tutte le piante autoctone della mata atlantica.

    Lascia un commento:


  • LorenzVigna
    ha risposto
    No, affatto... la soccida è viva e vegeta alla grande!

    Lascia un commento:


  • jonnyr
    ha risposto
    la soccida non era stata eliminata dalla legge del 1982?

    Lascia un commento:


  • DKC
    ha risposto
    come azienda agricola alimentare io penso che cecilia intenda fare una vendita diretta in azienda non un mega allevamento. Se cosi' e' ti auguro tantissima fortuna e........buon lavoro!!!!!!!

    Lascia un commento:


  • brentford
    ha risposto
    Sono cose molto diverse.
    Se hai strutture (capannoni) puoi vedere se qualche industriale (tipo Amadori) puo' darti polli da allevare (soccida). Loro ti danno i polli e il mangime e tu li allevi (soccida). Allevare polli conviene solo per numeri dell'ordine delle migliaia. Lo stesso dicasi per i conigli.
    Per i bovini il numero e' inferiore, ma con 3 ettari di terra non ci fai nulla.
    Originalmente inviato da Cecilialeucci Visualizza messaggio
    Salve, mi chiamo Cecilia e sono salentina. Vivo in campagna e ho un appezzamento di terreno di circa 3 ettari o giù di lì. Il mio sogno è quello di creare un'azienda agricola/alimentare.Cioè, vorrei produrre latte, uova...e quindi prendere delle mucche,delle galline,dei conigli. Purtroppo non ho idea di dove partire.Non ho mai fatto questo genere di cose e vorrei sapere a chi mi devo rivolgere,che tipo di permessi devo richiedere, da dove inizio a prendere gli animali.......sono veramente ignorante in materia e ho bisogno di qualcuno che mi indirizzi passo passo. Anche nel caso ci fossero finanziamenti o contributi a fondo perduto sia per l'apertura di un'azienda agricola,sia per l'imprenditoria femminile. Non so a chi rivolgermi.Spero di ricevere presto aiuto!
    Grazie
    Cecilia

    Lascia un commento:


  • dadebla
    ha risposto
    x dul: sono andato sul sito, sembra molto interessante sia sotto l'aspetto apistico che sotto quello della silvicoltura! grazie mille x la segnalazione!

    x sandro82: le leguminose potrebbero essere una valida soluzione! mentre x angurie e meloni temo che qui faccia un po' freddo, non so...

    Lascia un commento:


  • Sandro82
    ha risposto
    ciao puoi fare colture orticole come ad esempio leguminose o meloni e angurie cosi ti avvantaggi che hai le api che ti aumentano la produzione!!!!!!!!!!!!!!!
    Sandro82

    Lascia un commento:


  • jonnyr
    ha risposto
    ciao cecilia, considera che ci sono dei finanziamenti( bassi, ma sempre meglio di niente) per i giovani agricoltori sotto i 40 anni. cmq come ti hanno suggerito affidati ad una associazione di categoria per i primi passi soprattutto.

    Lascia un commento:


  • Sandro82
    ha risposto
    ciao Cecilia sono Sandro e sono veneto. Ho letto il tuo messaggio e ti consiglio di andare a informarti a qualche associazione agricola come ad esempio la Coldiretti del tuo paese o li vicino. Gli esponi la tua proposta e quello che vuoi fare e loro ti diranno cosa fare e a chi rivolgerti.
    Fagli vedere che sei determinata in quello che vuoi fare
    Un saluto!
    Sandro

    Lascia un commento:


  • dul
    ha risposto
    si parla molto anche della paulownia (http://www.paulownia.it/), sembra sia una ottima fonte nettarifera per le api e che il legname sia molto ricercato. Dalle nostre parti non ho ancora visto impianti, non so se cresce bene.

    Lascia un commento:


  • Cecilialeucci
    ha risposto
    Cerco aiuto - Azienda agricola/alimentare

    Salve, mi chiamo Cecilia e sono salentina. Vivo in campagna e ho un appezzamento di terreno di circa 3 ettari o giù di lì. Il mio sogno è quello di creare un'azienda agricola/alimentare.Cioè, vorrei produrre latte, uova...e quindi prendere delle mucche,delle galline,dei conigli. Purtroppo non ho idea di dove partire.Non ho mai fatto questo genere di cose e vorrei sapere a chi mi devo rivolgere,che tipo di permessi devo richiedere, da dove inizio a prendere gli animali.......sono veramente ignorante in materia e ho bisogno di qualcuno che mi indirizzi passo passo. Anche nel caso ci fossero finanziamenti o contributi a fondo perduto sia per l'apertura di un'azienda agricola,sia per l'imprenditoria femminile. Non so a chi rivolgermi.Spero di ricevere presto aiuto!
    Grazie
    Cecilia

    Lascia un commento:


  • dadebla
    ha risposto
    ciao boccia7! le prugne sono un?ottima idea! non ne so molto in materia ma vedo di documentarmi! sai se hanno un buon mercato?

    Lascia un commento:

Annunci usato

Collapse

Caricamento...
X