MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Lavanda: agronomia e tecniche colturali

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Lavanda: agronomia e tecniche colturali

    qualcuno ne sa qualcosa?

    i fini commerciali sarebbero per alcune erboristerie della zona che ne ricaverebbero profumi e oli essenziali poi, chissà!
    la superficie che intenderei dedicare sarebbe di qualche migliaio di mq.
    tanto per cominciare.
    tuttavia, non ne so nulla circa le varietà , tecniche culturali ecc.

    benvenuti consigli!

    pria

  • #2
    Io non ne so proprio nulla.....

    C'è nessuno che pratica la coltivazione di questa e/o altre erbe officinali?
    Benatti Emanuele

    Commenta


    • #3
      Originalmente inviato da Benny69
      Io non ne so proprio nulla.....

      C'è nessuno che pratica la coltivazione di questa e/o altre erbe officinali?
      In Francia tale coltura è praticata; era apparso tempo fa un articolo su l'Informatore agrario: mi ricordo di una foto che per la raccolta usavano una trincia Jaguar con una particolare testata di raccolta; se non erro dalla foto mi sembrava fosse seminata a file binate.

      Commenta


      • #4
        C'è una cooperativa di Bologna che è interessata a impiantare Lavanda se ho ancora il nome te lo mando
        Tosi Alessandro

        Commenta


        • #5
          ok, grazie...
          mi si dice che veniva anche coltivata in sardegna ed anche a col di nava...

          Vorrei anche andare a vedere, qua dove sono io viene bene, ma parlo di "ambito" domestico di qualche filare a bordura.

          grosse piantagioni qua dove sono io devo escluderle... terreno a fasce e accessi difficoltosi ai mezzi meccanizzati.

          tuttavia la fioritura è cominciata a maggio e non ha ancora smesso... e fra le varie coltivazioni all'antica ( a mano ) potrebbe aver buona rendita, visto che pare che non la coltivi nessuno!


          ... le ricerche continuano... chi più ne sà è, è ben accetto!

          ciao

          pria

          Commenta


          • #6
            intendi raccoglierla per uso mazzetti e tipologie simili oppure procedere all'estrazione dell'essenza in proprio per poi vendere il distillato?

            Commenta


            • #7
              la seconda che hai detto! : oli essenziali,
              anche se una erboristeria mi ha lanciato l'idea del prodotto integro sia fresco che essiccato ( credo per pout pourry e centro tavola ),
              noi si pensava invece per il distillato e alla vendita diretta dell'olio essenziale ( l'idea è di mia moglie ) insieme a produzioni ricercate e particolari, non so se l'estrazione del distillato però rientra tra le attività agricole.

              il prodotto finale alla vendita deve avere un discreto valore aggiunto, se no il gioco no mi vale la candela... devo fare tutto a mano!

              pria

              Commenta


              • #8
                il tutto dipende dalla superficie impegnata nella coltivazione e dai concreti sbocchi commerciali, l'estrazione dell'essenza se hai un discreto sbocco commerciale in teoria dovrebbe dare piu valore aggiunto(dall'essenza puoi passare sucessivamente, a derivati tipo saponette, candele profumate e chi ne ha piu ne venda di idee, tipo l'ultima sentita ieri al telegiornale della carta igienica nera profumata creata da un bergamasco e che sembra stia spopolando negli states), ma anche mazzetti e affini se la superficie è piccola possono dare interessanti risultati(ovviamente richiedono piu manodopera)

                Commenta


                • #9
                  carta igienica nera almeno non si sporca ma pensa che mondo strano

                  Commenta


                  • #10
                    wow! carta igenica! che idea!
                    l'aggancio americano ce l'ho, ma alla carta igenica non avevo mai pensato!

                    scherzi a parte, in mazzetti i fiori essiccati vengono veduti sfusi nelle erboristerie, ma quella dell'essenza e del distillato mi attira di più, anche se eventuali ed ulteriori lavorazioni complesse le lascio a decisioni da prendere più in là...

                    quello che non so è ad esempio : quanto ci tiro fuori da una superficie di 5000 mq, e quali varietà sono più indicate ?
                    posso andare oltre con la superfice, solo che impegnare ettari lo faccio se vedo che trovo richiesta, per ora pensavo ad un a vendita diretta, e diversificare l'offerta anche con altre officinali, esempio estratto di calendula, ed altre che in parte sono già spontanee: malva, melissa (citronella) origano ( che qui chiamano cornabuggia) rosmarino che crescono a macchia.


                    le possibilità sono molteplici, oltre vendita diretta, mercati rionali, erboristerie considero anche il fatto di risiedere a 15-20 minuti dall'acquario di genova e buona piazza, quando in stagione, può essere anche quella della vendità "volante" che tanto piace nei centri delle citta internazionali ( l'ho visto in Parigi, Monaco ...) peccato che in italia si faccia solo l' 8 marzo con la mimosa.

                    ditemi la vostra, che ci ho bisogno di buoni consigli!

                    ciao

                    pria

                    Commenta


                    • #11
                      Eccomi finalmente ho trovato il link:
                      http://www.bluigea.it
                      http://www.bluigea.it/documenti/lavanda.pdf
                      http://www.bluigea.it/documenti/scheda%20tecnica.pdf
                      Tosi Alessandro

                      Commenta


                      • #12
                        Sperimentiamo...

                        grazie a tutti, per il momento.

                        Ho contattato bluigea di Gaggio Montano (BO), dove ho avuto indicazioni precise, e conosciuto persone competenti.

                        Mi hanno invitato a Sassomarconi il 29.10 per un corso, e consigliato di provare una sperimentazione.

                        Sono stato anche al Colle di Nava, dove c'era una produzione "storica" della lavanda ( ora ne è rimasto solo il marchio ) e mi hanno indicato prezzi intorno alle 110 € / l e che se ne producessi me lo ritirerebbe volentieri.

                        Ad oggi i lavandeti in italia sono pochi ma sembrerebbero crescere! vanno ad occupare anche terreni espiantati dai vigneti in abbinamento con l'apicoltura.

                        Tuttavia come per quasi tutta l'agricoltura che produce reddito, i risultati migliori si ottengono con la meccanizzazione, cosa alquanto difficile nel territorio ligure ( terrazzamenti e fasce )...
                        Qualche speranza comunque ce l'ho:
                        hanno selezionato dei cloni da mazzeria ( scelti x il colore, non profumati ) che vanno da 1,20/1,40 € al mazzo , e ogni pianta ne fa 2, per un reddito che si aggirerebbe sui 3.500 € /ha.
                        Sono intenzionato a provare una sperimentazione con un modesto impianto iniziale e poi l'hanno prossimo vedremo.

                        ciao

                        Commenta


                        • #13
                          Ho piantato lavanda ed altre erbe officinali in un progetto di sperimentazione con l'università in cui è previsto anche la distillazione degli oli essenziali, le parti di pianta che contengono i principi attivi sono le infiorescenze che puntualmente devono essere recise per non far seccare la pianta stessa, non ho riscontrato particolari problemi oltre al fatto che teme ristagni d'acqua, per i mercati di sbocco ti conviene vendere il prodotto essiccato o distillare l'olio e piazzarlo alle erboristerie, non credo sia conveniente rivolgersi a grandi aziende come la Specchiasol, sempre pronte a preferire le materie prime provenienti da paesi a più basso costo di produzione.
                          Carlo

                          Commenta


                          • #14
                            ciao a tutti!
                            sono un apicoltore e siccome ho qualche pezzetto di terra da sfruttare stavo pensando alla lavanda per vedere se riesco a ricavarne l'ottimo miele che, ora come ora, è prodotto pressochè solo in francia... leggendo i post mi son venute due domende...
                            1- ma la distillazione di oli essenziali è libera o bisogna esser erboristi o simili per farlo? non so, avevo letto qualcosa in merito ma non mi ricordo bene, potrei aver detto una solenne boiata...
                            2- !! la raccolta delle infiorescenze si fa solo a mano?
                            che voi sappiata ci sono corsi per imparare la distillazione degli oli essenziali e le tecniche per una corretta trasformazione del prodotto?
                            grazie mille!

                            Commenta


                            • #15
                              quà da noi, è partito recentemente un progetto con ARPA, OSMER università ecc...

                              si chiama lavanda di venzone, ed è già diventata molto famosa...io sono andato ad ascoltare un loro convegno...la lavanda è una pianta che ha un ciclo di circa 10-15 anni. è stata selezionata una pianta autoctona che si adatta benissimo al clima del nord....bhe le tecniche colturali non sono molte. la lavanda si può raccolgliere a macchina, facendo dei mazzetti di fiori. i fiori possono essere distillati per ottenere un olio profumatissimo che è usato in erboristeria, oppure i fiori essicati possono essere usati in cucina. vi assicuro che i piatti a base di lavanda sono fantastici, ha un sapore buonissimo, non per niente, il gelato alla lavanda che ci è stato gentilmente offerto dalla ditta ha vinto il primo premio come gelato migliore d'italia. l'unico problema di queste associazioni è che vorrebbero avere un numero molto elevato di agricoltori, a cui fornire un massimo di 500 piante. vi ricordo che con 500 piante fate 1/10 di ettaro. il guadagno che ne otterrete non è male, adesso a voi la decisione

                              Commenta


                              • #16
                                ciao a tutti.
                                anch'io sono in zona FVG e vorrei piantare nel nostro terreno la lavanda.
                                Matteo sapresti dirmi come contattare Venzone e se hai qualche suggerimento da darmi per poter richiedere le piante di lavanda a quella associazione?
                                ciao a presto.

                                LdE
                                Luna dell'Est

                                Commenta


                                • #17
                                  Originalmente inviato da lunadell'est Visualizza messaggio
                                  ciao a tutti.
                                  anch'io sono in zona FVG e vorrei piantare nel nostro terreno la lavanda.
                                  Matteo sapresti dirmi come contattare Venzone e se hai qualche suggerimento da darmi per poter richiedere le piante di lavanda a quella associazione?
                                  ciao a presto.

                                  LdE
                                  se vuoi, domani posso procurarti il contatto dell'associazione, puoi andarla a vedere. cmq a mio modesto parere non so quanto possa convenire a piantare lavanda.... ti farò sapere...ciao

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Sarei interessato anche io a provare a piantare lavanda.
                                    Ho visto che nella mia provincia, precisamente fra Bellaria ed Igea Marina (Rn, magari chi è della zona mi può dare conferma) un appezzamento di tale coltura.
                                    Mi è sorto un dubbio però:
                                    -Mi sembra di aver capito che si trapiantino le piantine, ma che macchina ci vuole? Va bene anche una comunissima trapiantatrice, come quelle impiegate per l'insalata ad esempio?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      si, almeno nella nostra zona, si trapiantano le piantine, ma la macchina, o meglio il lavoro lo fa l'associazione a cui ti iscrivi... la macchina è simile, ma solo più grande, perchè da noi mettono giù le piante già grandine....

                                      Commenta


                                      • #20
                                        siamo in procinto di avviare in provincia di arezzo la coltivazione di lavanda,vogliamo sapere se conoscete voi qualcuno che la possa ritirare e che tipi di lavanda esistono

                                        PAOLO E OLIVIA
                                        <!-- / message -->

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originalmente inviato da matteoFVG Visualizza messaggio
                                          se vuoi, domani posso procurarti il contatto dell'associazione, puoi andarla a vedere. cmq a mio modesto parere non so quanto possa convenire a piantare lavanda.... ti farò sapere...ciao
                                          Ma come?Se solo due giorni prima hai scritto questo messaggio....
                                          Originalmente inviato da matteoFVG Visualizza messaggio
                                          . vi ricordo che con 500 piante fate 1/10 di ettaro. il guadagno che ne otterrete non è male, adesso a voi la decisione
                                          --------------------------------------------------------------------------------------------------
                                          Originalmente inviato da Balla2 Visualizza messaggio
                                          siamo in procinto di avviare in provincia di arezzo la coltivazione di lavanda,vogliamo sapere se conoscete voi qualcuno che la possa ritirare e che tipi di lavanda esistono
                                          PAOLO E OLIVIA
                                          Non capisco,siete "in procinto di avviare" e ancora non sapete se c'è qualcuno che la ritira e neppure la tipologia?
                                          Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                                          Commenta


                                          • #22
                                            si, ma devi interpretare le mie parole, il guadagno non è male se pianti 500 piante, ma è pari a 1/10 di ettaro, il cioò significa che non puoi impostare, almeno dalle nostre parti, un azienda solo a lavanda, e nei momenti delle lavorazioni e della raccolta, per un azienda a indirizzo misto è una rottura di scarole interrompere i lavori per un'apezzamento così piccolo!

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originalmente inviato da matteoFVG Visualizza messaggio
                                              il guadagno che ne otterrete non è male, adesso a voi la decisione
                                              Se non vado errando la formula è la seguente Ricavo-Spese=Guadagno
                                              Ovvero il guadagno si ha al netto del costo delle lavorazioni...e se il guadagno non è male come dici, vuol dire che i conti li hai fatti e per una qualsiasi azienda che intendesse piantare solo 1/10 di ettaro ne avrebbe sempre convenienza....pensa poi se ne pianta di più...
                                              Originalmente inviato da matteoFVG Visualizza messaggio
                                              si, ma devi interpretare le mie parole, il guadagno non è male se pianti 500 piante, ma è pari a 1/10 di ettaro, il cioò significa che non puoi impostare, almeno dalle nostre parti, un azienda solo a lavanda, e nei momenti delle lavorazioni e della raccolta, per un azienda a indirizzo misto è una rottura di scarole interrompere i lavori per un'apezzamento così piccolo!
                                              Elio diceva..." sento come un rumore di gatto che si arrampica sugli specchi"....e sinceramente pare anche a me di udirlo....
                                              ACTROS
                                              "CB COMINO"

                                              Commenta


                                              • #24
                                                si, ma nella formula, lo sai benissimo che nelle ore morte di un'azienda devi considerare il tempo che ti occorre per organizzare il lavoro... e sai, noi dovremmo fare, 40km solo per andare a prendere la macchina che raccolgie la lavanda, poi ammesso che nel periodo della raccolta vengano a prendertela su quando vuoi, poi altri 40 per riportarla e lo stesso tragitto per portare i mazzi di fiori, quindi se non erro sono 40+40=80 per due viaggi sono 160kg, con una trattirce vai a 40km/h sono 4 ore di tempo perso, senza considerare il carburante ecc.....
                                                ecco adesso dimmi del guadagno cosa ne ricavi????
                                                forse vai alla pari??
                                                e nel momento della raccolta devi stare a perdere 2-3 giorni per andare a pari con una coltura quando ne hai altre che ti danno reddito, e le trascuri!!!!
                                                da NOI non conviene, fare investimenti e prendere tutte le attezzature è improponibile, perchè non guadagneresti MAI, e adesso dimmi tu che sei tanto bravo in estimo, se conviene o no! grazie ciao

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Sei stato tu a dire che il guadagno "non è male", sono parole tue....
                                                  Ora ritratti dicendo che non è redditizio....
                                                  E comunque se uno dice che il guadagno non è male significa che alla voce SPESE, ha già considerato i 160Km e le 4 ore (che però valgono solo per la tua situazione)....
                                                  Io non ho affatto studiato estimo, ma sto solo facendo considerazioni logiche su ciò che scrivi....prima dici che si guadagna e ora che vai FORSE alla pari...vedi un po' di deciderti...
                                                  ACTROS
                                                  "CB COMINO"

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Actros eccoti la risposta
                                                    Originalmente inviato da matteoFVG
                                                    ,poi io non ho un azienda,
                                                    Il ragazzo non ha un azienda, quindi le sue considerazioni sono delle semplici illazioni su basi teoriche e sentito dire

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      è vero, sono tutte illazioni!!!!!!!!!!!!
                                                      io ho detto che il guadagno che ricavi dalla coltivazione normale della lavanda non è male!!
                                                      questi dati sono stati forniti dall'associazione che ti vende le piante e ritira il prodotto ecc.. quandi i calcoli li hanno fatti loro, io li ho smeplicemente rapportati alla mia zona e alla distanza da percorrere dal luogo dove lavorano (lavoriamo) all'associazione!!!!!!!!!!!!
                                                      mi sa che un po di estimo non ti farebbe male actros1857

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originalmente inviato da matteoFVG Visualizza messaggio
                                                        mi sa che un po di estimo non ti farebbe male actros1857
                                                        Posso rigirati l'invito a praticare un po' quello che studi e non a rapportarlo tale e quale ti viene "raccontato" da altri...
                                                        Nel tuo primo post hai scritto che il guadagno non è male...così dicendo hai ingannato tutti quelli che l'hanno letto dato che poi guarda a caso sei venuto a dire che nella TUA azienda la lavanda diverrebbe solo una perdita di guadagno che a quanto pare si "volatilizza" SOLO per i 40Km di strada da farsi....
                                                        Giustamente come dici tu le tue sono solo illazioni e spero che per tale vangano prese dai lettori, così come tutte le altre informazioni che stai dispensando per il Forum con il "piglio" di un esperto coltivatore
                                                        ACTROS
                                                        "CB COMINO"

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          io parlo più per esperienza che per teoria, che la teoria, vale poco e niente!
                                                          io mi sono informato riguardo alla lavanda, perchè quest'associazione proponeva una valida alternativa hai soliti cereali, e secondo i loro conti, questa sembrava fondata.
                                                          ma dopo la riunione, abbiamo costatato, che essendo gli unici della zona disposti a mettere la lavanda, la raccolta sarebbe stata difficoltosa, il centro di raccolta lontano, e il macchinario non subito disponibile, visto che avrebbe avuto un solo appezzamento da fare.
                                                          quindi concludendo, dico che la lavanda, sarebbe un'ottima cultura, se relazionata a un associazione vicina all'azienda che riduce i tempi di trasporto, e accorcia quelli di raccolta!

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            coltivazione della lavanda

                                                            salve a tutti

                                                            da poco tempo ho trapiantato la lavanda 60 piante per provarla volevo chiedervi se qualcuno la gia provata e che sviluppo fa.
                                                            O messo 3 tipi di lavanda spiga,nana,dentata,quale e' piu' idonea per la commercializzazione del fiore?
                                                            Nel mio terreno situato a 600 metri ho visto che tutte e 3 questi tipi di piante siano venienti volevo la vostra opinione.

                                                            Ciao

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X