MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Castagne!!

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Non vedo le novita di 2011. Come va quest anno? Cinipide? Cancro? Innesti?
    Saluti a tutti.

    Commenta


    • dalle mie parti (salernitano) si prospetta un annata da dimenitcare, prodotto sulle piante vicino allo 0, ormai la maggior parte delle piante sta morendo per colpa del solito parassito, molti produttori nemmeno hanno pulito perche tanto non c'e' niente da raccogliere. credo che tra 5/6 anni da queste parti di castagneti non ci sara' nemmeno l'ombra, ed e' finito un altro mercato.

      Commenta


      • Appennino tosco emiliano Vernio,
        sui 700 m di altezza, quest'anno, raccolte solo per uso personale, marroni piccoli ma sopratutto perché non è piovuto, e speriamo che questi antagonisti facciano un bel lavoro....
        Io sono speranzoso, come con il cancro, vedremo con il tempo...

        Commenta


        • Salve ragazzi, un mio amico mi ha detto l'altro giorno che la forestale si sta attrezzando per eseguire i trattamenti contro il cinipide con dei mezzi aerei. La cosa mi sorprende molto (che una volta tanto l'agricoltura non sia dimenticata da tutto e tutti?).
          Ma voi ne sapete qualcosa?
          PS io abito vicino Ascoli Piceno

          Commenta


          • [QUOTE=Landini Trekker;580028]Salve ragazzi, un mio amico mi ha detto l'altro giorno che la forestale si sta attrezzando per eseguire i trattamenti contro il cinipide con dei mezzi aerei.

            Ciao Landini Trekker
            Non credo che la Forestale possa fare una cosa del genere,
            ci sono gli antagonisti della cinipide da proteggere.
            Per lo meno qui nel Lazio chi fa trattamenti è fuori legge
            ed è perseguibile.
            Pensa quanti danni si farebbero con i mezzi aerei.
            Poi rimane il fatto che è sempre un veleno e come tale.........
            Un saluto
            Baffokid

            Commenta


            • Infatti la cosa ha lasciato parecchio perplesso anche me.
              Ma gli antagonisti dove si reperiscono?Qualche idea sui costi da sostenere?E ci sono aiuti a livelli regionale, ecc?

              Commenta


              • Originalmente inviato da Landini Trekker Visualizza messaggio
                Infatti la cosa ha lasciato parecchio perplesso anche me.
                Ma gli antagonisti dove si reperiscono?Qualche idea sui costi da sostenere?E ci sono aiuti a livelli regionale, ecc?
                Ciao Landini T.
                Dai un'occhiata a questo link magari trovi anche qualche risposta.
                http://www.mieliditalia.it/index.php...agneti-ditalia
                Un saluto
                Baffokid
                Ultima modifica di

                Commenta


                • sono andato a diversi incontri sui castagni, perchè mi appassiona molto la cosa e mi dispiace vederli sofferenti, e danno tutti circa 10 anni per la lotta al cinipide (l'unica è l'antagonista naturale importato e forse qualche altro del posto) comunque ho notato ed è stato anche confermato da altri,anche se non lo dico a voce alta, su piante che ho potato la presenza del cinipide è meno pesante , vale a dire che un getto nuovo ben vigoroso ha subito si attacchi ma in maniera meno aggressiva dei getti piccoli dell'anno in corso o di quello precedente.

                  Commenta


                  • A volte anche la varietà della pianta e l'adattamento alla malattia fa si che la malattia attecchisca di piu o di meno.... speriamo che presto risolveremo questo grave problema !!!!

                    Commenta


                    • ciao a tutti,

                      volevo sapere gentilmente quanto costava di media far raccogliere le castagne e far trinciare il terreno.. poi altra cosa che mi interessava era il prezzo di quest'anno per le castagne e marroni...e la produttività media di un'ettaro... non mi servono valori precisi ma solo approssimativi per farmi un'idea...
                      vi ringrazio e buone feste!

                      Commenta


                      • nessuno che mi può dare qualche info? il fatto è che dovrei prendere un piccolo pezzo di castagneto ma visti i tempi che corrono non sono sicuro al 100% dell'investimento... cmq credo che lavorare un castagneto dovrebbe costare meno di un noccioleto, o sbaglio?

                        Commenta


                        • Come è andata, quest'anno, con il cinipide?.
                          Quì, in val d'Ossola, mi sembra che la situazione sia migliorata. Si vedono alberi selvatici abbastanza carichi di frutti e anche i miei, che l'anno scorso avevano il 90% delle foglie con galle e nessun frutto, quest'anno hanno una discreta produzione. (sarà merito del gelo di gennaio?).
                          Ciao.

                          Commenta


                          • ciao becch dalle parti di bagnaia c'è un castagneto in vendita, appartiene ad un medico che lo ha acquistato pensando di fare un affare ignaro di tutto il lavoro che richiede. se vuoi posso metterti in contatto con lui perche ha il castagneto non lontano dal mio

                            Commenta


                            • Salve,
                              com'è il raccolto di marroni,dalle vostre parti,quest'anno?
                              C

                              Commenta


                              • Neofita

                                Ciao a tutti, sono Claudio di Cuneo e sono un nuovo iscritto,
                                ho letto i messaggi della discussione perche' sono interessato,
                                sto preparando per fare un impianto di castagni.
                                Ho letto che la regione toscana ha stilato un dossier sulla coltivazione, ma il link non e' piu' reperibile... e possibile averlo in pdf?
                                Trattare la corteccia in autunno con il rame puo' aiutare nella prevenzione del cancro?
                                Con quale e quando si concimano?
                                Mi hanno consigliato in primavera l'olio bianco ma nelle discussioni non ne ho sentito parlare, qualcuno sa dirmi qualcosa a riguardo?
                                ringrazio tutti per la disponibilita', a presto, Claudio

                                Commenta


                                • ciao cluaido e benvenuto.anche io sono di cuneo e devo ripiantare qualche pianta di castagno perchè quelle che avevo totalmente malate..sai novità a riguardo?quà dalle nostre zone è ancora molto colpito o è un po migliorata la situazione?

                                  Commenta


                                  • Ciao, per me e' la prima esperienza con la coltivazione del castagno, pero' a sentire chi ne ha, quest'anno le piante hanno portato tanti frutti, sani, e sono stati venduti ad un ottimo prezzo.
                                    Tu quante piante hai?
                                    in pianura o in montagna?
                                    io le ho piantate in pianura, sono innestate su abete e dovrebbero portare castagne abb grandi.
                                    Quali trattamenti gli fai?
                                    Qualcuno conosce il libro "Il castagno" di Giancarlo Bounous?
                                    Ho provato a cercarlo ma risulta esaurito....
                                    A presto Claudio

                                    Commenta


                                    • Originalmente inviato da kloddino Visualizza messaggio
                                      Ciao a tutti, sono Claudio di Cuneo e sono un nuovo iscritto,
                                      ho letto i messaggi della discussione perche' sono interessato,
                                      sto preparando per fare un impianto di castagni.
                                      Ho letto che la regione toscana ha stilato un dossier sulla coltivazione, ma il link non e' piu' reperibile... e possibile averlo in pdf?
                                      Trattare la corteccia in autunno con il rame puo' aiutare nella prevenzione del cancro?
                                      Con quale e quando si concimano?
                                      Mi hanno consigliato in primavera l'olio bianco ma nelle discussioni non ne ho sentito parlare, qualcuno sa dirmi qualcosa a riguardo?
                                      ringrazio tutti per la disponibilita', a presto, Claudio
                                      Nò non aiuta affatto, anzi spesso la pianta ne soffre e il cancro poi ne approfitta...
                                      Leggiti qualche post indietro ci sono dei consigli,
                                      Ho seguito le sperimentazioni l'Università di Agraria di Firenze per circa dieci anni e conosco abbastanza la materia, in generale posso consigliarti a studiare i vari tipi di cancro che ci sono nei castagneti, alcuni ipovirulenti vanno tagliati e bruciati, gli altri invece vanno conservati perchè fanno da (scusa il termine..pratico ... da "vaccino" nel senso che stimolano la pianta a reagire con le sue difese, LE UNICHE CHE FUNZIONANO CON IL CANCRO!
                                      cmq se hai bisogno chiedi pure.
                                      Ultima modifica di

                                      Commenta


                                      • Che io sappia,l'olio bianco non serve asolutamente a nulla.
                                        Il verderame può essere utile per il mal dell'inchiostro,va dato sulle ceppaie.e alla base delle giovani piante.
                                        L'unica "medicina" valida che io conosco è la cura e la pulizia del castagneto,evitando i marciumi e i ristagni di acqua,poi le piante devono essere rade da permettere la ventilazione e il passaggio dei raggi del sole.
                                        Le foglie non adrebbero tolte,solo allontanate un poco dalla pianta,per la faccenda dei marciumi.
                                        C

                                        Commenta


                                        • Grazie per le risposte, proverò a seguire i consigli.
                                          A presto, claudio

                                          Commenta


                                          • ciao Gnacuri, e' possibile avere copia del corso di castanocoltura in versione pdf? ti ringrazio anticipatamente.
                                            Claudio

                                            Commenta


                                            • Kloddino,certo,
                                              mandami un indirizzo mail in privato e con i miei tempi te li invio (magari in piu volte).
                                              Astice,
                                              Vedo che sei di Vernio e hai un castagneto a 700 metri:Potresti,eventualmente,magari in primavera-cedermi qualche marza di marrone per degli innesti? Ho in mente di recuperare qualche pianta.
                                              Ciao
                                              Marco

                                              Commenta


                                              • Ciao, le piante che ho piantato sono tutte alte dai 2 ai 3 metri.
                                                Mi conviene tagliare la punta a più o meno 2metri?
                                                Grazie,claudio

                                                Commenta


                                                • Originalmente inviato da Astice Visualizza messaggio
                                                  Nò non aiuta affatto, anzi spesso la pianta ne soffre e il cancro poi ne approfitta...
                                                  Leggiti qualche post indietro ci sono dei consigli,
                                                  Ho seguito le sperimentazioni l'Università di Agraria di Firenze per circa dieci anni e conosco abbastanza la materia, in generale posso consigliarti a studiare i vari tipi di cancro che ci sono nei castagneti, alcuni ipovirulenti vanno tagliati e bruciati, gli altri invece vanno conservati perchè fanno da (scusa il termine..pratico ... da "vaccino" nel senso che stimolano la pianta a reagire con le sue difese, LE UNICHE CHE FUNZIONANO CON IL CANCRO!
                                                  cmq se hai bisogno chiedi pure.

                                                  scusa Astice, una questione di terminologia...

                                                  ma non sono i ceppi ipovirulenti (=con caratteristiche di bassa virulenza) quelli che vanno conservati???

                                                  appunto avendo effetti come tu dici da vaccino???
                                                  io sto in sicilia ed al mio paese di origine c'erano dei piccoli boschetti di castagni sulle madonie

                                                  adesso parliamo di esemplari superstiti colpiti anc'essi da cancro...
                                                  riesco a tenere in vita i miei soggetti centenari tramite potature e là dove si verifichi la morte tramite innesti ai polloni basali
                                                  uno di 3 anni ha già iniziato la produzione ed ha raggiunto un diametro al tronco di quasi 20cm

                                                  però presenta sintomi dovuti al cancro corticale

                                                  Commenta


                                                  • problema alla corteccia

                                                    Ciao a tutti, vorrei chiedere un parere... : l'impianto che ho fatto, 42 piante innestate su abete piantate questo autunno scorso,
                                                    5 piante( non vicine tra loro) si stanno scorticando, partendo dal basso sale verso l'alto.
                                                    Cosa potrebbe essere?
                                                    Mi hanno detto che potrebbero essere state rosicchiate da animali,
                                                    o, forse il cancro della corteccia?
                                                    come intervenire?
                                                    per adesso non sembrano completamente morte...
                                                    Grazie, Claudio

                                                    Commenta


                                                    • Originalmente inviato da kloddino Visualizza messaggio
                                                      Ciao a tutti, vorrei chiedere un parere... : l'impianto che ho fatto, 42 piante innestate su abete piantate questo autunno scorso,
                                                      5 piante( non vicine tra loro) si stanno scorticando, partendo dal basso sale verso l'alto.
                                                      Cosa potrebbe essere?
                                                      Mi hanno detto che potrebbero essere state rosicchiate da animali,
                                                      o, forse il cancro della corteccia?
                                                      come intervenire?
                                                      per adesso non sembrano completamente morte...
                                                      Grazie, Claudio
                                                      Castagno innestato su abete???
                                                      Questa mi è nuova,parlane.
                                                      Se è una scortecciatura "viva" si tratta certamente di animali.
                                                      Il cancro si presenta con squamature e arrossamenti della corteccia.
                                                      In tutti i casi non c'è nulla da fare se non aspettare.
                                                      C

                                                      Commenta


                                                      • Originalmente inviato da kloddino Visualizza messaggio
                                                        Ciao a tutti, vorrei chiedere un parere... : l'impianto che ho fatto, 42 piante innestate su abete piantate questo autunno scorso...

                                                        Cosa potrebbe essere?

                                                        ...

                                                        Una specie di Frankenstein vegetale, ammesso che mai possano minimamente attecchire (ne dubito fortemente)

                                                        (dalle mia parti c'è chi narra di peschi innestati per scommessa su salici, ma finchè non vedo non credo!)
                                                        – Internet, + Cabernet!

                                                        Commenta


                                                        • castagno su abete....mi devo informare

                                                          poi questa scortecciatura cosa riguarda ?
                                                          il portainnesto (abete)?
                                                          oppure sale dal punto di innesto sul castagno?
                                                          se riguarda il solo castagno molto probabilmente è dovuta al cancro che lo ha attaccato proprio sulla "ferita" dell'innesto.

                                                          Commenta


                                                          • Io ho preso le piante da un vivaio della mia zona abbastanza conosciuto che produce piantini e ha anche alberi grandi...
                                                            Il portainnesto e' un abete perche' dicono che e' piu' forte e si ammala piu' di rado.
                                                            L'innesto e' un ibrido tipo giapponese(penso...).
                                                            La scortricatura parte da 15/20 cm sopra l'innesto e sale..
                                                            Il vivaista mi ha detto di tagliare le piante che seccano, al di sopra delle prime gemme sopra l'innesto, da li la pianta dovrebbe ripartire...
                                                            A presto, klod

                                                            Commenta


                                                            • la scorticatura quasi sicuramente è cancro(specie se la corteccia risulta di colore variabile dall'arancione carico al marroncino, sollevata dal tronco sottostante e tutta crepata in senso verticale)... in quel caso: detto papale papale mi sa di sfiga

                                                              insomma

                                                              sul discorso che questi innesti sarebbero stati fatti su abete (già la cosa mi risultava stranissima)
                                                              ne ho parlato in giro e tutti dicono che è una cosa assai improbabile
                                                              a sentir loro...ma non civuole molto ad immaginarlo... le due tipologie di piante sono troppo differenti affinche ci possa essere affinità tale da permettere un buon attecchimento/riuscita degli innesti ed ammesso che riescano le due (portainnesto ed innesto)hanno trofismi molto differenti che non promettono nulla di buono

                                                              ultima considerazione l'abete è una conifera sempreverde

                                                              il castagno non è un sempreverde

                                                              con questo però non vogliamo mettere limite alla provvidenza divina e fino a prova contraria mi riservo di credere a quanto da te affermato per bocca del tuo vivaista.

                                                              comunque non demordo e mi riprometto di fare,in tal senso, ricerche sul veb ...visto anche che la sperimentazione mi interessa
                                                              e di contattare due tra gli scienziati più importanti in materia che abbiamo qui in Sicilia.

                                                              saluti.

                                                              Commenta

                                                              Caricamento...
                                                              X