MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Coltivazione di antiche varietà di cereali

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • #31
    Originalmente inviato da ilMarzio Visualizza messaggio
    io la puleggia l'ho pagata 400 e devo far fare ancora la flangiatura per il mio trattore.
    Allora richiedo la deroga con la dicitura magica...
    Maaa si fa uno scambio a raccolto avvenuto?
    Salutoni
    Marzio
    Quando trebbieremo va bene,ciaoAntonio
    Antonio Bocchi

    Commenta


    • #32
      Originalmente inviato da antonio.bocchi@ Visualizza messaggio
      Anch'io mi sono visto negare la deroga all'Ense, ma poi ho imparato a scrivere nella deroga stessa la dicitura "Trattasi di coltura sperimentale" e dopo me le hanno sempre accettate, altrimenti telefonaci e spiega la tua situazione. I miei grani antichi compreso il farro monococco e dicocco sono tutti certificati bio regolari. La puleggia io l'ho trovata usata per 50 €. Saluti e auguri Antonio
      scusate, ma cos'è questo ense?

      Originalmente inviato da ilMarzio Visualizza messaggio
      Ciao Antonio, io sto nell'alto appennino in provincia di Arezzo a 750m le parco nazionale delle foreste Casentinesi, ho seminato due anni fa circa un ettaro di Verna che ho mietuto a mano e mietuto a mano perchè da me la mietitrebbia non arriva.Allora ho poi cercato una mietilega e una battitrice a fermo che sto ancora sistemando.pi ho dovuto trovare la puleggia per la pdf, ma ancora non l'ho provata è dura la strada del piccolo coltivatore...
      ciao e auguri, quest' anno ho seminato un pò di grano terminillo, ho lo stesso problema con la mietitrebbia. Per mieterlo non penso di avere problemi, ma per trebbiarlo a mano ho qualche dubbio... puoi darmi qualche consiglio?
      Ultima modifica di

      Commenta


      • #33
        Originalmente inviato da ninno Visualizza messaggio
        scusate, ma cos'è questo ense?
        ciao e auguri, quest' anno ho seminato un pò di grano terminillo, ho lo stesso problema con la mietitrebbia. Per mieterlo non penso di avere problemi, ma per trebbiarlo a mano ho qualche dubbio... puoi darmi qualche consiglio?
        L'ENSE o Ente nazionale sementi elette, è un ente ,di Milano credo, al quale bisogna inviare un modulo compilato dall'agricoltore(DEROGA), che è in agricoltura biologica, per poter usare seme convenzionale, cioè non bio. Questo si fa quando l'agricoltore deve usare seme non bio perché quest'ultimo non è disponibile. L'ENSE ha un certo periodo di tempo per accettare o no la tua richiesta, in caso negativo tu non puoi usare quella semente altrimenti il raccolto che si farà di questa non sarà certificato come biologico.Per tutte le sementi antiche che mi hanno dato i vari appassionati(che non potevano quindi garantirmele per legge bio) ho dovuto chiedere quindi la deroga altrimenti non mi erano poi certificate bio. Spero di essere stato chiaro.

        Per trebbiare poca roba io uso una trebbietta funzionate col cardano del trattore ma che ora nuova costa credo sui 6000 €. Altrimenti potresti comprare una vecchia trebbia di legno (di quelle piccole con battitore da 60 in giù, io l'avevo pagata 350 €) però ci vuole il trattore con la puleggia per fare andare il cinghione.
        Oppure trovare una mietitrebbia usata, abbastanza piccola (come ho fatto io) con la quale si trebbia di tutto (ceci, lenticchie,farro,grano, ecc..). Io ho speso per un autolivellante con barra da 3,60 m, circa 10000 €.
        Antonio Bocchi

        Commenta


        • #34
          Originalmente inviato da antonio.bocchi@ Visualizza messaggio
          L'ENSE o Ente nazionale sementi elette, è un ente ,di Milano credo, al quale bisogna inviare un modulo compilato dall'agricoltore(DEROGA), che è in agricoltura biologica, per poter usare seme convenzionale, cioè non bio. Questo si fa quando l'agricoltore deve usare seme non bio perché quest'ultimo non è disponibile. L'ENSE ha un certo periodo di tempo per accettare o no la tua richiesta, in caso negativo tu non puoi usare quella semente altrimenti il raccolto che si farà di questa non sarà certificato come biologico.Per tutte le sementi antiche che mi hanno dato i vari appassionati(che non potevano quindi garantirmele per legge bio) ho dovuto chiedere quindi la deroga altrimenti non mi erano poi certificate bio. Spero di essere stato chiaro.

          Per trebbiare poca roba io uso una trebbietta funzionate col cardano del trattore ma che ora nuova costa credo sui 6000 €. Altrimenti potresti comprare una vecchia trebbia di legno (di quelle piccole con battitore da 60 in giù, io l'avevo pagata 350 €) però ci vuole il trattore con la puleggia per fare andare il cinghione.
          Oppure trovare una mietitrebbia usata, abbastanza piccola (come ho fatto io) con la quale si trebbia di tutto (ceci, lenticchie,farro,grano, ecc..). Io ho speso per un autolivellante con barra da 3,60 m, circa 10000 €.

          Caro antonio le faccio tanti auguri e la ringrazio delle sue risposte.
          Non avevo mai sentito parlare dell' ense.... e avevo paura che uno non fosse più libero di metter un pò di grano senza qualche permesso! Invece è un ente per il bio certificato.
          Io è il primo anno che metto il grano, sono un piccollo! Quest' anno provo per capire come fare e nel giro di due tre anni vorrei arrivare a fare il grano per usarlo in due tre famiglie. Quest' anno abbiamo messo 50 kg di terminillo.... quindi e' pochssimo!Se facesse pensavo di tenerlo come senza per l' anno che verrà.
          Quindi per batterlo volevo fare propio a mano, mi sembra che mio nonno mi raccontasse che lo facevano sull' aia con due bastoni tenuti insieme da una catena e poi lo pulivano con un vallo a mano... qui vicino a casa mia avrei trovato anche una Bubba da 90 apparentemente in buon stato e a circa 1000 euro.... è che prende un pò tanto posto! Se ne trovassi una di quelle piccole da montagna la prenderei subito!
          Ancora tanti Auguri e grazie per i consigli.

          Commenta


          • #35
            Posto una foto della spiga del grano Poulard
            Attached Files
            Antonio Bocchi

            Commenta


            • #36
              Seminato 300g di grano tenero Inallettabile!
              Saluti a tutta la lista
              Marzio

              Commenta


              • #37
                Ciao a tutti

                sapreste darmi dei consigli riguardo la coltivazione di queste varieta di grano?

                Quanti chili di semi occorrebbe avere per seminare circa 200 metri quadrati di terreno e qual' e la tecnica migliore per poter effettuare la semina manuale?

                Commenta


                • #38
                  Originalmente inviato da antonio.bocchi@ Visualizza messaggio
                  Da noi nell' Appennino Parmense una volta seminavano a spaglio e per non ripassare dove si era già seminato venivano delimitate le file con dei bastoncini. Col trattore e lo spandiconcime vedi le tracce delle gomme, però bisogna farci su la mano altrimenti la semina non è omogenea. Qui il 90% usa la seminatrice trainata col trattore a cingoli che pesta molto meno e quando si gira a fondo campo è velocissimo; anche i campi non sono tutti regolari e spesso ci sono ostacoli come siepi o alberi. Poi con la seminatrice il lavoro è finito (a parte i solchi acquaioli per salvare il seminato quando poi piove), mentre a spaglio bisogna coprire la semina con l'erpice a denti fissi che tira fuori dal terreno un sacco di sassi o rullarla,ma in questo caso resta scoperto molto frumento e corvidi e piccioni fanno man bassa.
                  Quest'anno col bagnato ho tribolato molto anche con la seminatrice(sempre intasata di terra e radici). Voglio cambiarla con una a dischi, la mia essendo a stivaletto.
                  I grani antichi accestiscono molto di più dei moderni, vanno seminati più radi, senza concimi, altrimenti allettano facilmente. Per il Terminillo,l'Autonomia B e Mentana faccio almeno un grado in meno con la seminatrice rispetto ai moderni Bolero e Taylor. Addirittura col Poulard di Ciano che oltrepassa i due metri chiudo una bocchetta si e una no.
                  per antonio bocchi.
                  Sto rimettendo in piedi una azienda a 750 mt .sopra imperia ,vista mare.
                  Oltre all'olio volevo seminare grani duri e grani per fare pane e torte.
                  Gradirei molto se non disturbo vedere la sua azienda ,anche per scambiarci un po di informazioni.
                  Conosco il settore poco,pur avendo fatto agraria ed essendo stato direttore coldiretti.
                  Vivo a Piacenza ,ma ho due aziende di montagna,una a PC a 1000 mt, paese di mia moglie,e una più grossa entroterra ad IM, di famiglia,dove coltivo colture di nicchia,assai reditizie.
                  ........
                  Ultima modifica di Motivo: Rimosso numero di telefono: i dati sensibili vanno scambiati usando i messaggi privati!

                  Commenta


                  • #39
                    Originalmente inviato da pietro alberti Visualizza messaggio
                    per antonio bocchi.
                    Sto rimettendo in piedi una azienda a 750 mt .sopra imperia ,vista mare.
                    Oltre all'olio volevo seminare grani duri e grani per fare pane e torte.
                    Gradirei molto se non disturbo vedere la sua azienda ,anche per scambiarci un po di informazioni.
                    Conosco il settore poco,pur avendo fatto agraria ed essendo stato direttore coldiretti.
                    Vivo a Piacenza ,ma ho due aziende di montagna,una a PC a 1000 mt, paese di mia moglie,e una più grossa entroterra ad IM, di famiglia,dove coltivo colture di nicchia,assai reditizie.
                    ........
                    Al momento c'è poco da vedere se non i terreni arati in attesa delle semine. Comunque venga pure,meglio nei festivi, ....... Saluti
                    Ultima modifica di Motivo: Rimosso numero di telefono: i dati sensibili vanno scambiati usando i messaggi privati!
                    Antonio Bocchi

                    Commenta


                    • #40
                      Originalmente inviato da antonio.bocchi@ Visualizza messaggio
                      Il Poulard è un frumento per appassionati e al momento non conosco nessuno che lo semini. Puoi sentire l'azienda sperimentale Stuart di Parma,ciao Antonio
                      come è andata quest'anno con la raccolta del poulard?saluti franco

                      Commenta


                      • #41
                        Originalmente inviato da sancrist Visualizza messaggio
                        come è andata quest'anno con la raccolta del poulard?saluti franco
                        Ne avevo solo 400 mq, quindi non ne ho preso tanto, ma lo semino più che altro perché sono appassionato di biodiversità, anche se è ottimo da pane, insieme col Taylor, perché altrimenti la farina non ha molta forza.
                        Saluti
                        Antonio Bocchi

                        Commenta


                        • #42
                          Originalmente inviato da antonio.bocchi@ Visualizza messaggio
                          Metto una foto scattata ieri di 2 frumenti antichi: quello di sinistra si chiama Poulard di Ciano (originario della prov. di Reggio Emilia e del 1800) ; a destra l'Autonomia B del 1938. Notare l'altezza del Poulard (io sono alto 1,83 cm) la cui paglia molto lunga e grossa veniva anche usata per coprire tetti.
                          Ciao Antonio.
                          Sono interessato anch'io al Poulard ed al farro piccolo (Triticum monococcum) e sono arrivato casualmente su questo Forum, durante una ricerca. Sto appunto cercando antiche varietà di cereali per fare alcuni esperimenti di coltivazione. Non ho esperienza in questo settore, ed ho letto un po' qua e là per cercare di capire e di apprendere. Per favore, mi sapresti indicare dove rivolgermi per trovare una piccola quantità (1 kg ) di queste sementi?
                          Grazie
                          Dino

                          Commenta


                          • #43
                            Originalmente inviato da Dino2014 Visualizza messaggio
                            Ciao Antonio.
                            Sono interessato anch'io al Poulard ed al farro piccolo (Triticum monococcum) e sono arrivato casualmente su questo Forum, durante una ricerca. Sto appunto cercando antiche varietà di cereali per fare alcuni esperimenti di coltivazione. Non ho esperienza in questo settore, ed ho letto un po' qua e là per cercare di capire e di apprendere. Per favore, mi sapresti indicare dove rivolgermi per trovare una piccola quantità (1 kg ) di queste sementi?
                            Grazie
                            Dino
                            Se abiti vicino a casa mia passa da me, altrimenti mandami una busta con dentro un'altra busta affrancata e con l'indirizzo tuo.
                            Abito a Carpaneto di Tizzano (Parma).
                            Antonio Bocchi

                            Commenta


                            • #44
                              Ciao antonio
                              sto cercando anch'io una varietà di grani antichi per tentare un esperimento di semina estiva che ho trovato per caso navigando sulla rete ( metodo bonfils).
                              Non sono ancora riuscito a trovare nè sulla rete ne da coltivatori locali.
                              Mi sono imbattuto in questo forum ed ho letto il tuo messaggio a dino2014.
                              Ti chiedo se potessi darmene una manciata per iniziare questo mio tentativo.
                              Non sono un contadino, ma ne sono figlio, e mi piace sperimentare in particolar modo ciò che riguarda la terra e la coltivazione biologica. Se non sono indiscreto: hai dell'orzo ?
                              Saluti
                              Ignazio

                              Commenta


                              • #45
                                Come grano antico posso darti il Terminillo, ottimo per il pane, che è un grano del 1907 ottenuto da un incrocio da segale e Rieti da Nazzareno Strampelli. Che tipo di orzo cerchi, nudo o vestito? Poi leggi la risposta che ho dato a Dino 2014.
                                Antonio Bocchi

                                Commenta


                                • #46
                                  Il Poulard e' indicato come grano idoneo al metodo bonfils. Poiché di terreno ne ho abbastanza potrei provare sia il Terminillo che il Poulard . Come orzo cerco un orzo vestito distico.
                                  Ignazio Amato

                                  Commenta


                                  • #47
                                    Come orzo vestito io ho sempre seminato il Baraka con ottimi risultati.
                                    Comunque io il Poulard e il Terminillo li semino nella seconda decade di ottobre con ottimi risultati. Certo io sono in bio quindi rispetto le rotazioni. Una semina subito dopo il 21 giugno, secondo me, in alta collina Parmense a 600 m dove risiedo, non dovrebbe funzionare: 1°) se semino in quell'epoca e non piove come spesso succede, come fa il grano a nascere regolarmente? 2°) Nel periodo invernale il grano avrebbe un fusto molto alto quindi soggetto a coricarsi con la neve e dopo non si rialza più.
                                    Antonio Bocchi

                                    Commenta


                                    • #48
                                      Io abito in Sicilia in provincia di Palermo. Credo che la neve per me non sia un problema. Il mio problema sarà invece il caldo, tanto che dovrò irrigare certamente le prime volte.
                                      L'orzo Baraka va bene.
                                      Ti mando la busta con dentro la busta.

                                      Ignazio Amato

                                      Commenta


                                      • #49
                                        Originalmente inviato da antonio.bocchi@ Visualizza messaggio
                                        Come orzo vestito io ho sempre seminato il Baraka con ottimi risultati.
                                        Comunque io il Poulard e il Terminillo li semino nella seconda decade di ottobre con ottimi risultati. Certo io sono in bio quindi rispetto le rotazioni. Una semina subito dopo il 21 giugno, secondo me, in alta collina Parmense a 600 m dove risiedo, non dovrebbe funzionare: 1°) se semino in quell'epoca e non piove come spesso succede, come fa il grano a nascere regolarmente? 2°) Nel periodo invernale il grano avrebbe un fusto molto alto quindi soggetto a coricarsi con la neve e dopo non si rialza più.
                                        Ciao Antonio. Secondo il metodo Bonfils il grano seminato in giugno/luglio può essere tagliato/pascolato fino a due mesi prima delle gelate. L'importante è che all'arrivo delle gelate abbia almeno 7-8 foglie, perchè questo è lo stadio in cui ha la massima resistenza. Ho trovato un documento in rete, in francese, in cui viene spiegato il metodo in questione. Ho anche trovato documenti in italiano, sostanzialmente delle traduzioni, in cui però manca questo dettaglio, che non mi pare trascurabile. Anch'io sto conducendo una sperimentazione con questo metodo, però descrivere tutta la faccenda diventa lungo... se sei d'accordo, potremmo sentirci via skype o per telefono... posso anche inviarti il documento in francese.
                                        Fammi sapere. Grazie

                                        Commenta


                                        • #50
                                          Ci siamo sentiti per telefono oggi, ciao
                                          Antonio Bocchi

                                          Commenta


                                          • #51
                                            Ciao a tutti,
                                            sono Matteo della provincia di Brescia.

                                            Anch'io in questi anni sto reintroducendo la coltivazione di cereali antichi al mio paese, Malonno.
                                            Cosi' come Ignazio vorrei iniziare anch'io degli esperimenti di coltivazione con il metodo fukuoka-bonfils.

                                            Per ora, ho reintrodotto la coltivazione di segale e grano saraceno, recuperati tramite un amico della valtellina.

                                            Contribuiro' anch'io a tener viva questa discussione e ad aggiornarvi sui miei esperimenti.

                                            Grazie,
                                            Matteo

                                            Commenta


                                            • #52
                                              Ragazzi come stanno andando le colture?
                                              Io anche quest'anno passo, sono all'estero a lavorare, percui... se avete foto...
                                              postate!!!
                                              Così sogno lo stesso come fossero i miei campi!!!!

                                              Commenta


                                              • #53
                                                Buongiorno,
                                                c'è qualcuno che sa indicarmi un grano adatto per la Maremma?

                                                Commenta


                                                • #54
                                                  Grano Mentana

                                                  Riporto in auge questo tread visto che ci avviciniamo al periodo della semina.
                                                  In particolare sto cercando del seme di grano Mentana da seminare in una superficie di circa 1 ettaro nell' appennino modenese per uso famigliare.

                                                  Se qualcuno ha questo tipo di seme da vendere mi faccia sapere, anche con messaggio privato.

                                                  Grazie a tutti
                                                  Federico

                                                  Commenta


                                                  • #55
                                                    AAA Semenze di Grani Antichi Cercasi

                                                    Salve a tutti e grazie per le informazioni che ad oggi avete condiviso in questa discussione.
                                                    La mia domanda è.
                                                    ad oggi come è messa la situazione sementi di grani antichi?
                                                    Ci sono aziende o referenti a cui rivolgersi per chi vuole iniziare a seminarli?
                                                    Io mi sto interessando ad esempio a sementi di Gentilrosso, Saragolla, Miracolo, Inallettabile

                                                    Mi chiamo Andrea e sono una agricoltore di Correggio (RE).
                                                    Sto iniziando a cercare i semi per questo che sarà il mio primo anno di semina di grani antichi e sono molto affascinato dalla possibilità di recupero di un cereale base per alimenti sani e fatti come si deve finalmente!

                                                    Grazie a tutti e un caro saluto.
                                                    Andrea

                                                    Commenta


                                                    • #56
                                                      Salve a tutti, io l'anno scorso ho seminato un po di grano serena, varietà che ho poi scoperto che si coltiva solo oramai pochissimo,, sapete qualche informazione su questo tipo di grano?

                                                      Commenta


                                                      • #57
                                                        Si tratta di una varietà locale di grano tenero coltivata a Campodimele, piccolo borgo montano dei Monti Aurinci, in provincia di Latina. Località famosa anche per lo scalogno, la cicerchia e la longevità dei suoi abitanti. Quindi grano a taglia alta molto interessante.

                                                        Commenta


                                                        • #58
                                                          We ragazzi, ma nessuno quest'anno ha mietuto?
                                                          Vi tenete tutto per voi?
                                                          Via giù raccontateci qualcosa...

                                                          Commenta


                                                          • #59
                                                            Le superfici dedicate a questi grani sono in sensibile aumento. Oltre alle singole varietà, si stanno diffondendo diversi miscugli. Per le varietà storiche è interessante la riscoperta del San Pastore.

                                                            Commenta

                                                            Caricamento...
                                                            X