MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Feijoa da talea autofertile di cui non sanno dirmi la varietà: lascio perdere?

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Feijoa da talea autofertile di cui non sanno dirmi la varietà: lascio perdere?

    Vorrei acquistare delle piante di Feijoa.
    Leggo che ci sono diverse varietà,Triumph, Colidge, Mammoth, Apollo, Gemini, Moore, Superba e di norma leggo che ne esistono di autofertili innestate.
    Alcuni vivai però vendono, oltre alle varietà innestate anche una generica "feijoa sellowiana" di cui non si fa chiarezza sull'origine se da seme o meno e mentre alcuni non specificano altro, qualcuno dice che è autofertile o parzialmente autofertile.
    Per esempio un vivaio che ho interpellato ha detto che le sue sono ottenute da talea e sono autofertili.
    Alla domanda su che varietà fosse la risposta è stata all'incirca "è da tempo che non vengono fatte per innesto per cui non si sa"...
    Ora, che risposta è?
    Cioè siccome sono da talea e non da innesto non conosci la varietà?
    In ogni modo, siccome il prezzo è abbastanza basso sono tentato ad acquistarne un paio, ma non vorrei ritrovarmi alla fine con due piante che di frutti non ne fanno.
    Detto questo, chi sa rendermi più chiare le cose?
    Cioè, la feijoa autofertile esiste?
    A dire il vero lessi che l'unico modo per avere una autofertile era innestare sulla stessa pianta più varietà però altrove leggo che le varietà autofertili sono Apollo, Coolidge e Superba.

  • #2
    Originalmente inviato da hereistay Visualizza messaggio
    Vorrei acquistare delle piante di Feijoa.
    Leggo che ci sono diverse varietà,Triumph, Colidge, Mammoth, Apollo, Gemini, Moore, Superba e di norma leggo che ne esistono di autofertili innestate.
    Alcuni vivai però vendono, oltre alle varietà innestate anche una generica "feijoa sellowiana" di cui non si fa chiarezza sull'origine se da seme o meno e mentre alcuni non specificano altro, qualcuno dice che è autofertile o parzialmente autofertile.
    Per esempio un vivaio che ho interpellato ha detto che le sue sono ottenute da talea e sono autofertili.
    Alla domanda su che varietà fosse la risposta è stata all'incirca "è da tempo che non vengono fatte per innesto per cui non si sa"...
    Ora, che risposta è?
    Cioè siccome sono da talea e non da innesto non conosci la varietà?
    In ogni modo, siccome il prezzo è abbastanza basso sono tentato ad acquistarne un paio, ma non vorrei ritrovarmi alla fine con due piante che di frutti non ne fanno.
    Detto questo, chi sa rendermi più chiare le cose?
    Cioè, la feijoa autofertile esiste?
    A dire il vero lessi che l'unico modo per avere una autofertile era innestare sulla stessa pianta più varietà però altrove leggo che le varietà autofertili sono Apollo, Coolidge e Superba.
    é che in italia nessuno le conosce bene, probabilmente.
    E`una pianta tipica della mata atlantica tra santa catarina e rio grande do sul, normalmente nasce da seme, come la goiaba o guava, che é una sua parente, é abbastanza infestante, la germinazione dei semi é alta.
    Il fatto di essere innestata o no non c'entra nulla con l'autofertilitá, é che se innesti un ramo maschio e uno femmina sulla stessa pianta hai la pollinizzazione con una sola pianta, se no devi piantarne diverse sperando che una sia maschio e le altre femmina (per le varietá dioiche, per quelle unifere il problema non c'é).
    Ne esistono decine di cultivar, alcune non sono esplorate commercialmente e le trovi solo nelle foreste, a volte il gusto é buonissimo, ma i frutti piccoli, o durano poco....

    io nel dubbio ne pianterei alcune di diverse specie, tanto anche durante la fioritura é molto bella

    Commenta


    • #3
      Da sette anni ho una "sellowuiana", solo quella, e produce una gran quantità di frutti. L'anno scorso ne ho innestato (per esperimento) uno dei rami con una feijoa della varietà "mammouth" ed ora attendo di vedere che come sono i frutti della varietà innestata.

      Commenta


      • #4
        Originalmente inviato da cincinnato Visualizza messaggio
        Da sette anni ho una "sellowuiana", solo quella, e produce una gran quantità di frutti. L'anno scorso ne ho innestato (per esperimento) uno dei rami con una feijoa della varietà "mammouth" ed ora attendo di vedere che come sono i frutti della varietà innestata.

        Per gli interessati che capiscono il portoghese:
        http://www.scielo.br/scielo.php?scri...52011000100042

        Commenta


        • #5
          Si può leggere anche in inglese.
          Non da informazioni nè sulle varie cultivar, nè sulle modalità di coltivazione, impollinazione ecc..

          Commenta


          • #6
            Originalmente inviato da cincinnato Visualizza messaggio
            Si può leggere anche in inglese.
            Non da informazioni nè sulle varie cultivar, nè sulle modalità di coltivazione, impollinazione ecc..

            scrivere a gmc@epagri.sc.gov.br con 10 R$ circa 2,5 euro mandano il manuale da loro elaborato

            Commenta


            • #7
              comunque oggi ho preso una pianta da quel vivaio che citavo.
              Mi aspettavo una pianta monofusto, come in effetti erano le piante più costose e più grandi, quella che ho preso io (più pccola e più economica) è però una sorta di cespuglio.
              Ci sono più getti, alcuni molto piccoli, altri medi e uno o due un po' più grandi.
              Potete vedere in foto!
              A questo punto voi cosa fareste?
              la piantate così?
              Eliminate i getti più piccoli?
              Lasciate solo il getto più grande?

              Commenta


              • #8
                Eccola messa a dimora, posizione sud-est dove prenderà sole durante buona parte della giornata.

                Commenta


                • #9
                  nessuno sa dirmi se togliere o meno i getti?

                  Commenta


                  • #10
                    in ogni modo, dato che vorrei crescerla a mo' di albero, posso eliminare i getti ogni quando o c'è un periodo specifico?

                    Commenta


                    • #11
                      Io l'ho lasciata crescere a cespuglio. A mo' di nocciolo. Ho lasciato che si sviluppasse
                      su quattro grandi branche

                      Commenta


                      • #12
                        Avrei una domanda.
                        Mi sta balenando l'idea di provare ad innestare più varietà di feijoa sulla mia unica pianta dato che non scoprirò mai se metterà davvero frutti, se non aspettando chissà quanti anni.
                        Dato che ho un amico che ha piante ultradecennali che fruttificano ogni anno di ben 3 varietà e dato che la mia pianta ha diversi getti, pensavo di innestarne almeno due.
                        Leggo però che il tasso di attecchimento non è altissimo.
                        In ogni modo la domanda è: che metodo utilizzare e in che periodo?
                        Ho letto che il doppio spacco inglese va bene e che essendo una sempreverde si potrebbe innestare anche da metà agosto a metà settembre.
                        Che ne dite?
                        So già che qualcuno dirà che è più semplice fare talee ma sinceramente non ho molto spazio per piantare altre piante e ritrovarmi con 3 o 4 varietà da una singola pianta mi alletta moltissimo!

                        Commenta


                        • #13
                          Scusate se torno a scrivere...
                          Tra Mammoth e Triumph quale è secondo voi migliore?

                          Commenta

                          Annunci usato

                          Collapse

                          Caricamento...
                          X