MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Capre e Pecore

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Capre e Pecore

    c'è qualcuno di voi che alleva in modo professionale della capre da latte, se si vorrei sapre alcune cose, come il prezzo del latte al litro, ovviamente quando non lo si trasforma in azienda.
    ciao e grazie

  • #2
    Domanda

    ciao a tutti, ho trovato il post di lupo60 tutto solo e ho pensato di allargare l'argomento a tutto il discorso capre, magari riusciamo ad approfondire il tread.

    Rileggendo i commenti rispetto alle capre nell'argomento mucche brade mi sono incuriosito. Perchè alcuni di voi sono così riluttanti di fronte all'idea di un allevamento di capre? Io personalmente vorrei metterne un pò in due zone dove mi son rotto di lavorare col decespugliatore e dove le pendenze sono realmente esagerate, cintando il tutto con filo elettrificato come ho visto fare da amici.
    Anche il mulo decespugliatore (originariamente segnalato da Johndin) non mi dispiace......

    Voi che mi dite? Suggerimenti sulle razze decespugliatrici?

    Ciao!
    Tom - assente

    Commenta


    • #3
      col filo eletrificato ho visto anche maiali e non stavano proprio male .............
      venivano aiutati con farine ed erano propio grassottelli poi quando d'inverno le erbe sono a riposo si cambia decespugliatore e si riparte per la stagione successiva.............
      c.b. robertino

      Commenta


      • #4
        Ciao,
        io ho un allevamento biologico di 120 capre da latte, le razze allevate sono camosciate e saanen. Per quanto riguarda i recinti per le capre è meglio scartare la soluzione del filo elettrico, non è sufficiente, bisogna utilizzare la rete per recinti, quella a maglie quadrate per intenderci.
        Il filo elettrico va bene per le vacche ed i cavalli, ma le pecore e le capre... passano!!!
        Per il prezzo di vendita del latte dipende dalla zona, a chi lo vendi..
        A me lo pagano circa 70 cent al litro (quello bio)
        Ho avuto anche i maiali con il recinto all'aperto: quelli arano, altro che decespugliare....
        Francesco

        Commenta


        • #5
          Io allevo pecore ma possiedo anche tre capre (gentilmente regalatemi in cambio di un favore).
          Attento perchè i danni che potrebbe fare un gregge di capre sfuggite dal recinto potrebbero rovinarti.
          Ilo mio vicino mi ha tolto il saluto quando nella sua vigna le mie caprette hanno pasteggiato con i germogli della vite, nel giro di un ora hanno sfrondato tre filari di 150 metri.
          Poi si sono coricate a ruminare tranquillamente all'ombra.
          Comunque il recinto secondo mè deve essere sicuro anche per i randagi altrimenti capretti zero.
          Basterebbe un pastore abbruzzese a custodirle e randagi zero.

          Commenta


          • #6
            ciao a tutti
            quella coppola del mio vicino ogni tanto le libera (6 o 7) secondo voi li mangiano gli alberelli di olivo appena impiantati
            cosa ne pensate di una recinzione tipo pecora alta 120 con tre fili di filo spinato,fino a cm 180?

            Commenta


            • #7
              A proposito A TUTTI GLI ALLEVATORI:
              Volete una difesa sicura da cani randagi, volpi, ladri, orsi, lupi ecc.. adottate un cane PASTORE ABRUZZESE, ho sentito che agli allevatori vengono affidati cuccioli di questo cane dalle innate doti di difesa per le greggi ma anche per gli altri animali con i quali vengono abituati a convivere (vacche, cavalli).
              Attached Files

              Commenta


              • #8
                Originalmente inviato da fortesque
                A proposito A TUTTI GLI ALLEVATORI:
                Volete una difesa sicura da cani randagi, volpi, ladri, orsi, lupi ecc.. adottate un cane PASTORE ABRUZZESE, ho sentito che agli allevatori vengono affidati cuccioli di questo cane dalle innate doti di difesa per le greggi ma anche per gli altri animali con i quali vengono abituati a convivere (vacche, cavalli).
                Il pastore ha sicuramente la meglio nei confronti di nocivi volpi etc, ma nulla puo' nei confronti di una minaccia piu' subdola e spietata: Il boccone avvelenato.
                Quest'inverno mi sono morti due cani, di cui una cucciola di labrador di soli 4 mesi, sterminata in meno di mezz'ora. Ora, i superstiti, sono costretto a tenerli legati o a liberarli solo con la museruola!
                Tornando alle caprette, mi piacerebbe tenerne una o due, sapreste dirmi come vanno tenute? Come alimentarle durante l'inverno?

                Commenta


                • #9
                  Miii

                  ciao a tutti,
                  ma mi state dicendo che devo recintare con la rete? A 3,50 al metro 1 km mi costa 3500 euro: alla faccia del latte! Poi devo aggiungere i pali e caspita!
                  Io volevo cintare la zona per fargli decespugliare un bosco, ma se mi dite così....eppure ho amici che hanno una 15 na di capre cintate con l'elettrificato e non hanno quasi mai avuto problemi.
                  L'idea era quella di usare pali da con 1,5m fuoriterra e tre fili di quelli da vigna dove far passare la corrente (loro fanno così9 che genra l'appostio generatore.
                  Aiuto!!!!
                  Tom - assente

                  Commenta


                  • #10
                    La rete sicuramente è la migliore...... si, lo so che costa, ma... con quella stai sicuro.
                    Certo, se metti diversi fili elettrici ( secondo me è meglio anche + di 3) potrebbe andare bene, ma così c'è un inconveniente: visto che il primo filo dovrebbe andare a circa 20- 30 cm dal suolo, (sennò c'è il rischio che passino sotto), appena l'erba diverrà un po' alta andrà a toccare il filo e scaricherà a terra abbassando notevolmente l'efficacia dell'impianto, se poi è bagnato (ad es. se piove oppure al mattino) scarica tutta la corrente e.....
                    Certo se si passa a tagliare l'erba si ovvia a questo inconveniente, ma bisogna mettere in conto un giro di tutto il recinto col decespugliatore o colla falce anche ogni 15 giorni...
                    Colla rete nn hai questo problema, e se i pali sono ben piantati dura anche parecchi anni.
                    Francesco

                    Commenta


                    • #11
                      Un'altra soluzione potrebbe essere :
                      Al posto della rete di ferro, utilizzare quel tipo di rete di platica arancione (bucherellata) utilizzata nei cantieri edili. 1,60 cm di altezza basterebbero.
                      Per esperienza diretta le capre e le pecore la vedono come un ostacolo insormontabile.
                      Per i pali non è necessario (sempre esperienza diretta) spendere soldi perchè si possono riutilizzare tubi dagli impianti idrici dismessi di casa, oppure ferri per le armature del cemento piantati con la "mazzetta" (grosso martello) e rifinire nei punti nevralgici tipo in basso del recinto con del filo di ferro e ancoraggi come grossi sassi legati o simili.
                      L'arte di arrangiarsi è il pane dei pastori

                      Commenta


                      • #12
                        Un'altra cosa, le capre come le pecore sono selettive cioè non mangiano tutto quel che è verde quindi utilizzarle come "decespugliatori" è un pò azzardato.
                        oltretutto mangiano solo i germogli freschi ma di certo non i rami, quindi ti troveresti con dei cespugli spennacchiati.
                        Forse ti conviene comprare una roncola è divertirti

                        Commenta


                        • #13
                          ?

                          Ben venga l'arte dell'arrangiarsi ma non dimenticatevi che l'occhio (io ho un agriturismo) vuole la sua parte quindi lasciamo perdere il riciclaggio di tubi e rete edile, che comunque resta un ottimo sistema per chi non ha problemi di estetica.
                          Per quanto concerne i problemi sollevati da 26rs, concordo appieno col fatto di dover passare col dece lungo il percorso della rete, ma non mi crea fastidi, in un'ora mela sbroglio col filo.
                          Non capisco quando dici scaricare tuta la corrente, ma forse ti riferisci agli impianti alimentati a batteria? Io voglio mettere un alimentatore che trasforma direttamente dalla rete a 220 volt, quindi al max mi assorbe l'elettricità....spiegati meglio.
                          Col tempo magari poi passo al recinto, ma iniziare subito con quella spesa non mi va: voglio vedere come mi trovo con i decespugliatori viventi.
                          A proposito, ma puliscono davvero così bene? Se le mando in un bosco incolto da 30 anni mi fanno davvero pulito???
                          Tom - assente

                          Commenta


                          • #14
                            Codice PHP:
                            ciao a tutti
                            quella coppola del mio vicino ogni tanto le libera 
                            (6 o 7secondo voi li mangiano gli alberelli di olivo appena impiantati:mad:
                            cosa ne pensate di una recinzione tipo pecora alta 120 con tre fili di filo spinato,fino a cm 180
                            Beh! secondo me si che li mangiano, io le frasche di olivo le faccio mangiare anche ai conigli
                            Carlo

                            Commenta


                            • #15
                              x cascina

                              La rete fissa non elettrificata è piuttosto dispendiosa. Io per recintare 4000 mq per le pecore/capre ho iniziato con 6 recinti mobili elettrificati a maglie quadre da 110 di h. La soluzione è buona, ma occorre parecchia manutenzione per asportare l'erba e i cespugli che vi crescono addosso è che creano un assorbimento di corrente abbassando l'amperaggio della corrente (che sia a batteria o col trasform.)

                              Adesso sono passato ad una recinzione eletttrica fissa della Gallagher, e devo dire che sono contento. 5 fili orizz. di acciaio inox (o zincato ) intervallati da paletti di sostegno e un trasformatore. Per me è la soluzione ideale perchè non ha bisogno di manutenzione dato che capre e pecore riescono ad arrivare nei 10 cm che separano il 1° filo da terra, evitando che il recinto si inerbisca (o inerbi??? ).

                              Il costo è pittosto alto se il recinto è piccolo ma scende parecchio se stiamo nell'ordine dei 500/1000 m lineari.

                              Distributore per l'italia é www.ghislandi.it di Covo -BG-

                              Lo conosco, quindi se vuoi posso farti avere un buon preventivo.

                              Credo che spedisca in tutta italia.

                              Per quanto riguarda la capacità decespugliatrice l'ideale è associare capre e pecore. Le prime mangiano preferibilmente in alto, le altre muso a terra.
                              E' chiaro che dopo il primo periodo di pascolo dovrai eliminare gli arbusti più grossi che sono morti perchè scortecciati, ma sono rimasti in piedi.
                              Dopo quest'operazione tutti i nuovi germogli hanno vita dura, vedrai che pulizia.
                              I momenti di maggior efficienza decespugliatrice sono l'autunno e linverno, quando non ci sono germogli freschi e si devono accontentare di ciò che d'estate scartavano.
                              Io avevo circa 1000 mq di ortiche che sono arrivate a 50 cm di h, e da ottobre a novembre me le hanno rase al suolo.



                              Gera

                              Commenta


                              • #16
                                Anch'io stavo valutando la possibilità di mettere una pecora nel giardino dietro casa (che per fortuna è già cintato con muretto di cemento + rete).
                                Non ci sono cespugli, ma solo erba (ci faccio fieno).
                                Gera andrebbe bene una pecora da sola o è meglio averne 2??

                                Una pecora quanto potrebbe costare? (sia giovane che già coperta?)
                                Paoljno

                                Commenta


                                • #17
                                  a parte che l'allevamento di capre fatto da uno che si chiama lupo60 è tutto un programma

                                  ma mi chiedevo: cosa si intende con allevamento biologico delle capre?
                                  la domanda è rivolta a 26rs che lo effettua già... e anche a tutti voi che sapete qualcosa in merito

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originalmente inviato da Gera-Brianza
                                    ......Adesso sono passato ad una recinzione eletttrica fissa della Gallagher, e devo dire che sono contento. 5 fili orizz. di acciaio inox (o zincato ) intervallati da paletti di sostegno e un trasformatore. Per me è la soluzione ideale perchè non ha bisogno di manutenzione dato che capre e pecore riescono ad arrivare nei 10 cm che separano il 1° filo da terra, evitando che il recinto si inerbisca (o inerbi??? ).

                                    Il costo è pittosto alto se il recinto è piccolo ma scende parecchio se stiamo nell'ordine dei 500/1000 m lineari.

                                    Distributore per l'italia é www.ghislandi.it di Covo -BG-

                                    Lo conosco, quindi se vuoi posso farti avere un buon preventivo.

                                    Credo che spedisca in tutta italia.
                                    Grazie per la disponibilità.
                                    Ho dato un occhi veloce al catalogo, articoli molto belli: ma penso che comincerò col sistema del mio amico, con 5 fili tipo uso vigna collegati ai pali con filo di ferro rivestito di gomma e comprerò solo l'alimentatore. Fammi capire una cosa, ogni quanto devo mettere un paletto?
                                    Grazie ciao!
                                    Tom - assente

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Grazie Per Le Risposte

                                      io mi sono informato un po sull'allevamento delle care, allo scopo di produrre latte destinato alla caseificazione, mi sono orientato sulla razza sannen, a quanto dicono la più produttiva, un'altra cosa per avere una produzione alta di latte occorre allevare le capre come si allevano le vacche frisone, con il vantaggio che non ci sono quote, almeno per ora, oltre alla caseificazione, so che sta prendendo piede il consumo del latte di capra fresco, se qualcuno ha delle notizie in merito.
                                      alcuni allevamenti di capre da latte di razza sannen hanno una medi di kg 900 per lattazione, se poi come l'amico del forum si riesce a fare un allevamento bio, con un prezzo medio del latte a € 0,70 il litro credo che sia ancora un'attività degna di considerazione.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        ciao scusa ma a sentir parlare te ,mi sembra di sentire mio fratello,secondo me il problema è venderlo il latte,e non produrlo
                                        quanto riguarda le recinzioni.penso se facciamo la prima parte bassa,in rete tipo pecora,ed il resto elettrico con filo zincato il costo dovrebbe essere contenuto
                                        e così si risolve il problema di sfalcio frequente,secondo me ci sono diverse tipologie di recinti,c'è quello antilupo,da risolvere con un cane da pastore(buono per la guardia,da sconsigliare pastore del caucaso,guardia troppo)
                                        poi ci sono i classici da pecora ,un palo anche ogni 5 metri ,ecc..ecc..
                                        secondo me il recinto và fatto secondo la portata del portafoglio
                                        quindi studiare i costi dei materiali ed eventuale messa in opera
                                        volevo porgere una domanda a chi diserba:diserbare è nocivo agli animali?
                                        altrimenti si risolve il problema sfalcio

                                        Commenta


                                        • #21
                                          x giovanni e cascina,avete mai preso in considerazione l'idea di passare con gliphosate, o in alternativa dare un nanizzante sotto ai fili del recinto,con una semplice spruzzata locale con una pompa a spalla dovreste riuscire a risolvere il problema dell'erba che tocca il filo.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            x cascina: se non hai problemi x falciare... allora puoi fare anke così.
                                            Io dicevo scarica a terra nel senso ke si disperde tutta la corrente a terra e l'animale non la sente +. (il gliphosate io nn lo darei: se hai un agritur vedere tutta l'erba rinsecchita sotto al recinto da un'aspetto desolante...)
                                            x 555 m : l'allevamento bio vuol dire che ti devi usare mangimi e foraggi bio (certificati!!) ed inoltre ci sono limitazioni sulle operazioni sanitarie sugli animali,
                                            poi devi iscrivere su un registro tutti gli animali (x poi avere la certificazione del latte bio).
                                            Naturalmente fare il biologico conviene se hai una latteria ke tratta prodotti bio (come nel mio caso), altrimenti può essere conveniente nel caso ti lavorassi il latte in proprio ( a far questo ci stò pensando...)
                                            Un'ultima considerazione: scordatevi di avere una buona produzione di latte solo con gli animali al pascolo..... per avere buone produzioni ci vuole....... l'unifeed!!
                                            Francesco

                                            Commenta


                                            • #23
                                              produzione

                                              ciao 26rs, qual è la produzione media in lattazione delle tue capre.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Dipende dal periodo........ Tu intendi la media della produzione di tutta la lattazione, cioè dal parto a fine lattazione? dovrei fare 2 conti......
                                                comunque ora (giugno) riesco a fare sui 3 l di latte al di per capo...
                                                Francesco

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  per R26

                                                  Originalmente inviato da 26rs
                                                  Dipende dal periodo........ Tu intendi la media della produzione di tutta la lattazione, cioè dal parto a fine lattazione? dovrei fare 2 conti......
                                                  comunque ora (giugno) riesco a fare sui 3 l di latte al di per capo...
                                                  si R26 intedevo la produzione media per capo a lattazione, mi hanno detto che si possono raggiungere delle medie di lt 800 per capo oviamente allevando le capre con un pasto unico, senza pascolo, un altra cosa tu utilizzi insilati nell'alimantazione dei capi ciao

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ciao,
                                                    gli insilati io li sconsiglio,
                                                    all'inizio si aveva provato coll'insilato di mais ma questo ha dato molti problemi, a causa di batteri e muffe... le vacche invece sono meno sensibili a questo....
                                                    io non uso insilati, uso solo fieno, medica disidratata, schiacciato di mais, mangime bio... il carro viene preparato a secco e poi bagnato con acqua.
                                                    X la lattazione controllerò un po' le carte..... poi ti saprò dire
                                                    Francesco

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      ok

                                                      Originalmente inviato da 26rs
                                                      Ciao,
                                                      gli insilati io li sconsiglio,
                                                      all'inizio si aveva provato coll'insilato di mais ma questo ha dato molti problemi, a causa di batteri e muffe... le vacche invece sono meno sensibili a questo....
                                                      io non uso insilati, uso solo fieno, medica disidratata, schiacciato di mais, mangime bio... il carro viene preparato a secco e poi bagnato con acqua.
                                                      X la lattazione controllerò un po' le carte..... poi ti saprò dire
                                                      grazie per la conferma, gia mi avevno accennato che gli insilati, creano dei notevoli problemi per la caseificazione, quindi fai una miscela a secco, un'altra cosa ti chiedo e ne approfitto, ti trovi meglio con la camosciata o con la saanen, quest'ultima è stata paragonata, alla frisona del mondo caprino.
                                                      il latte da quello che ho capito, lo consegni ad un caseifico, come pratichi la mungitura? ciao

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ciao, il carro lo preparo si a secco, però poi la miscela va bagnata...
                                                        Oltre ai problemi alla caseificazione con gli insilati bisogna stare attenti ai problemi con gli animali.........
                                                        Comunque per quanto riguarda le razze posso dire che colle saanen ho avuto meno problemi, e d'ora in po pensavo di allevare solo questa razza, come produzione mi sembra che le due razze diano risultati abbastanza simili.
                                                        Che vadano trattate come le frisone non c'è dubbio, forse bisogna anche stare più attenti...
                                                        x la mungitura io ho una sala di mungitura a 24 poste.
                                                        Francesco

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          allevamenti caprini

                                                          qualcuno cura allevamento di capre?
                                                          avete informazioni da condividere?

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Ciao gdc c'e' gia' l'argomento:

                                                            http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=3006
                                                            Paoljno

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X