MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Elicicoltura

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Clear All
new posts

  • #61
    Partire col giusto numero di riproduttori da la possibilità di produrre quantità accettabili già dalla prima annata, quindi è necessario per avviare un impresa che si regga in piedi da sola il più presto possibile. Per quanto riguarda l'appoggio e il sostegno dell'istituto di Cherasco io sono un pò delusa.. Valutate bene e soprattutto ricordate che non è tutto oro quel che vi viene presentato luccicante..
    Inoltre fino a qualche anno fa non si firmava il contratto (che ho letto in bozza sul sito) con l'istituto, che mi pare un pò "spigoloso", che obbliga ad acquistare tutto da loro (dalle reti la prima volta via via fino ai semi ogni anno) in cambio del ritiro franco Cherasco della merce al prezzo all'ingrosso


    Scusa Cawa, sono un pò svampita.. mi trovi a Fontaneto d'Agogna, al Cascinetto, zona Piano Rosa insomma. Faccio un pò di vacanze dalla prossima settimana però.. Passa a settembre, tempo di raccolta! Così mi trovi di certo.

    Una domanda: voi che ne pensate del marchio Lumache Italiane?

    Ciao a tutti!
    Sabbbri.

    Commenta


    • #62
      Grazie per tutte le preziose informazioni, effettivamente i vincoli di Cherasco sono un po' restrittivi, ma in cambio hai il marchio Lumache Italiane che ti garantisce che i prodotti sono biologici dato che sono alimentati con i loro sementi e poi per il ritiro hai libertà di scelta, nel senso che se riesci a venderli da sola meglio, altrimenti hai comunque la garanzia del loro ritiro, più onerose sono effettivamente le reti...
      Noi andiamo in vacanza qualche giorno, poi a settembre verremo sicuramente a trovarti, così vediamo come funziona la raccolta.
      Ciao e grazie ancora...

      Commenta


      • #63
        Originalmente inviato da Fets Visualizza messaggio
        Ciao Sabbbri, sono felice di aver trovato questo forum e di conseguenza le tue preziose informazioni sull'elicoltura, noi siamo una famiglia che vuole cambiare strile di vita e dedicarci a questa attività, abbiamo a disposizione un terreno di 6300 mq circa con un fabbricato e una zona adibita ad orto di circa 500 mq, mio marito ed io intendiamo lavorare a tempo pieno e abbiamo anche l'aiuto di uno zio e di mio papà, abbiamo già preso contatto con l'ente di Cherasco e a settembre abbiamo un incontro con loro. Oltre al fatto di procurarci da soli i materiali senza fornirci dall'ente, pensi che i guadagni siano soddisfacenti?, noi non vogliamo diventare ricchi, solo vivere tranquilli a contatto con la natura. Io ho un impiego statale che manterrò.
        Per quanto riguarda i teli anti grandine è meglio prevederli da subito?
        Il tuo allevamento dove si trova? Ci piacerebbe molto venire a trovarti se possibile.
        Siamo una family che vive nell'immediata periferia di milano (Senago),abbiamo a disposizione il terreno a Cassano d'Adda e per ora l'ipotesi più gettonata è l'elicicoltura.
        Siamo aperti a consigli , suggerimenti , avvertimenti o quant'altro vi venga in mente ..noi non siamo esperti ma appassionati di natura , giardinaggio nonchè di fai da te ..non abbiamo paura di lavorare e di far fatica , la nostra intenzione e di dedicarci alla nuova attività a pieno ritmo .
        Ciao
        Stefania
        Ciao,
        siete riusciti poi a mettervi in contatto con Cherasco?
        Ho visitato il loro sito e ci sono un po' di vincoli, tipo l'acquisto delle reti....come valutate l'investimento?

        Commenta


        • #64
          ciao
          siamo stati al festival della lumaca e all'incontro con il presidente che spiega la filosofia dell'Istituto di Cherasco, a nostro avviso l'idea è interessante, i vincoli ci sono ma viene anche data molta assistenza e disponibilità nell'impostare tutto, e secondo noi è molto importante dato che è un campo abbastanza sconosciuto

          Commenta


          • #65
            Ciao a tutti, ho appena scoperto questo forum e sono molto interessato ad avviare un'attivita' di elicicoltura in Sardegna (a circa 30 km da Cagliari). Pensavo di iniziare con un terreno di circa 5000 mq per poi eventualmente ampliarmi. Mi consigliate di rivolgermi al centro di Cherasco?

            Originalmente inviato da Fets Visualizza messaggio
            ciao
            siamo stati al festival della lumaca e all'incontro con il presidente che spiega la filosofia dell'Istituto di Cherasco, a nostro avviso l'idea è interessante, i vincoli ci sono ma viene anche data molta assistenza e disponibilità nell'impostare tutto, e secondo noi è molto importante dato che è un campo abbastanza sconosciuto

            Commenta


            • #66
              Dal mio punto di vista senz'altro

              Commenta


              • #67
                Ciao Fets, prima di tutto grazie per la risposta. Posso chiederti se tu hai gia' un allevamento di lumache? Se si mi puoi dire di che dimensioni e quanto tempo ti impegna?



                Originalmente inviato da Fets Visualizza messaggio
                Dal mio punto di vista senz'altro

                Commenta


                • #68
                  Vorrei provare anch'io a fare un impianto elicicolo ''sperimentale'' per vedere realmente com'è questa elicicoltura che tanto mi affascina,quindi parto con un pò di domande:
                  Dopo aver fatto analizzare il terreno,sperando che sia idoneo,che tipi di lavorazione devo fare?
                  Per poter avere della rete elitex bisogna per forza associarsi al centro di Cherasco?Dove posso trovarla?A che prezzi?
                  Io pensavo di fare i due classici recinti per riproduzione e ingrasso,che dimensioni devono avere per....divertirsi un pò e allevare realmente questo mollusco?

                  Commenta


                  • #69
                    Se scordo qualcosa perdonatemi, è passato un pò di tempo ma più o meno va così:
                    dopo le analisi del terreno ci sono una prima disinfestazione, eventuali 'Ritocchi' per carenze ad esempio di calcio o altri minerali, una seconda disinfestazione, poi la creazione dei recinti, la semina...
                    Io le reti le ho acquistate tramite una ferramenta della zona che ha ordinato direttamente da un produttore -se non ricordo male- siciliano, io ho risparmiato un pochino facendo così.
                    Sabbbri.

                    Commenta


                    • #70
                      Originalmente inviato da sabbbri Visualizza messaggio
                      Se scordo qualcosa perdonatemi, è passato un pò di tempo ma più o meno va così:
                      dopo le analisi del terreno ci sono una prima disinfestazione, eventuali 'Ritocchi' per carenze ad esempio di calcio o altri minerali, una seconda disinfestazione, poi la creazione dei recinti, la semina...
                      Io le reti le ho acquistate tramite una ferramenta della zona che ha ordinato direttamente da un produttore -se non ricordo male- siciliano, io ho risparmiato un pochino facendo così.
                      Sabbbri.
                      Ciao Sabbbri io sono il ragazzo di fara.Ci eravamo sentiti in mp per venire a vedere la tua azienda ma purtroppo non ho avuto troppo tempo in questo periodo.Magari se avrai voglia e tempo questa primavera?
                      Senti ora ti chiedo che prodotti utilizzi per disinfestare?Che lavorazioni del terreno hai effetuato se ne hai effettuate?Mi diresti il nome della ferramenta in mp così m'informo?
                      Grazie ancora ciao ciao

                      Commenta


                      • #71
                        Salve sono nuova di questo forum, sono interessata ad avviare un allevamento di lumache nella provincia di siracusa, vorrei avere se e' possibile informazioni sui costi di impianto, se bisogna essere un impenditrice agricola e se esistono dei finanziamenti per avviare tale attivita', per sapere chi era il produttore delle reti in sicilia come posso fare?grazie a tutti per le risposte

                        Commenta


                        • #72
                          Salve PEGASO,
                          Benvenuta!
                          per evitare O.T. (alias "fuori tema") è bene affrontare ogni singolo argomento nelle sezioni & discussioni opportune..
                          Originalmente inviato da PEGASO91A Visualizza messaggio
                          se bisogna essere un impenditrice agricola
                          la risposta è:
                          "no" (se l'allevamento è amatoriale....)
                          "si!" (se vuoi commercializzare).... la discussione che ti segnalo è:
                          IAP: Imprenditore Agricolo Professionale e chiarimenti legislativi
                          Originalmente inviato da PEGASO91A Visualizza messaggio
                          ... se esistono dei finanziamenti per avviare tale attivita'
                          la risposta è "si!".... la discussione più adatta è:
                          Giovane agricoltore.... Che fare? Contributi, Bandi, etc-etc...
                          Originalmente inviato da PEGASO91A Visualizza messaggio
                          ... informazioni sui costi di impianto, ....per sapere chi era il produttore delle reti in sicilia...
                          questa parte (invece) va trattata nella presente discussione.
                          Saluti

                          Commenta


                          • #73
                            salve a tutti,
                            io volevo chiedere dove si può reperire del materiale informativo valido, che non tratti solo l'aspetto pratico ma anche la biologia del mollusco.
                            grazie a chiunque voglia rispondere
                            matteo

                            Commenta


                            • #74
                              coltivare lumache

                              ciao raga!
                              Volevo coltivare lumache oltre ad altre cose.
                              visto che fino ad adesso mi siete stati di enorme aiuto, vi scrivo questo post sperando che qualcuno di voi ne sappia qualcosa.
                              a presto

                              Commenta


                              • #75
                                Consigli su elicicoltura?

                                Buongiorno, amici! Per eventuale integrazione del reddito, mi piacerebbe allevare lumache e chiocciole. All'uopo, essendo totalmente digiuno dell'argomento, gradirei porgervi alcune domande:
                                1) Quali sono le migliori razze di lumache e chiocciole per un'alta resa produttiva?
                                2) Quanta superficie minima è consigliabile destinare per una buona e remunerativa produzione?
                                3) Dove acquistare (con le dovute garanzie sanitarie) i primi animali da inserire nell'allevamento?
                                Mille grazie per i Vs. consigli e/o suggerimenti !

                                Commenta


                                • #76
                                  Originalmente inviato da rumino Visualizza messaggio
                                  c' è qualcuno che alleva lumache?
                                  io ho iniziato da poco,ma se vuoi sapere qualcosa non hai che da chiedere

                                  Originalmente inviato da Angelo25 Visualizza messaggio
                                  Ciao,
                                  siete riusciti poi a mettervi in contatto con Cherasco?
                                  Ho visitato il loro sito e ci sono un po' di vincoli, tipo l'acquisto delle reti....come valutate l'investimento?
                                  scusa se mi intrometto,sono giacomo,ho visto che sei aperta a qualsiasi tipo di consiglio o aiuto.bene prova a contattare l'impianto di sicilia "www.lalumacamadonita.it"sono molto esperti ed hanno una tecnica di allevamento molto più facile di quelli della cherasco.
                                  fammi sapere se vuoi. auguri apresto
                                  giacomo

                                  Commenta


                                  • #77
                                    qualcuno al centro nord produce, o conosce qualcuno che produce, NON con il "metodo cherasco"
                                    grazie
                                    Daniele

                                    Commenta


                                    • #78
                                      Originalmente inviato da ilgipeto Visualizza messaggio
                                      qualcuno al centro nord produce, o conosce qualcuno che produce, NON con il "metodo cherasco"
                                      grazie
                                      Daniele
                                      Finalmente qualcuno che vuole conoscere qualcosa di più sulle tipologie di allevamento diverse da quella proposta dall'Istituto di Cherasco!!
                                      Pensavo fossi il solo, come sempre, a volerne sapere su altre tipologie!!
                                      Sembra quasi che quello di Cherasco sia il solo e unico metodo!!
                                      Attendo anch'io interessanti interventi.

                                      Commenta


                                      • #79
                                        Mi sa Gianvi, che l'unico modo per saperne di + sarà trovare un buon volo economico per la Sicilia....
                                        Tu di dove sei?
                                        daniele

                                        Commenta


                                        • #80
                                          Al di là della visita in sicilia, comunque viene utilizzato il sistema all'aperto. Secondo me ci potrebbe essere una migliore gestione dell'allevamento, perchè non si effettua il passaggio dai recinti di riproduzione a quelli da ingrasso. Ma al di là di questo, elicicoltori che utilizzano il sistema in serra proposto dall'Une (www.une.it)?

                                          Commenta


                                          • #81
                                            Certo Gianvi, il sistema in serra è sicuramente interessante, si avranno produzioni, penso, superiori ma a che costi di partenza, per chi non ha già strutture? personalmente ho messo in disparte Une perchè non ho letto cose molto positive....
                                            daniele

                                            Commenta


                                            • #82
                                              Io vorrei.....

                                              Attivare un'allevamento di lumache.

                                              Mi sto già informando su costi, tipologia, canali di vendita, analisi del terreno e tutto quanto.
                                              Si può fare... ma mi manca di sapere un unica cosa.

                                              Ci sono finanziamenti a fondo perduto?
                                              Io abito in umbria, e la regione facciamo conto che nn esista.Sul PRS non se ne parla, nemmeno so se per aprire questa attività bisogna iscriversi come ColDiretti oppure no....

                                              Se c'è qualcuno che ha qualche impianto già in fase operativi mi può dare qualche dritta?

                                              Grazie mille a tutti

                                              Aniron

                                              Commenta


                                              • #83
                                                non conosco le normative della tua regione, ma in emilia non se ne parla. anche io mi sto informando per iniziare ma di contributi non c'è l'ombra. tu con quanta superficie intendi iniziare, a dire il vero per allevamenti medio piccoli le spese non sono tantissime, la spesa più importante è l'immissione dei riproduttori
                                                ciao
                                                daniele

                                                Commenta


                                                • #84
                                                  Penso sia difficile attingere a finanziamenti comunitari tipo psr, a meno che non ci sia un insediamento di un giovane agricoltore.
                                                  Che sistema di allevamento pensi di adottare?

                                                  Per ilgipeto.
                                                  Colgo l'occasione e ti chiedo: perchè hai messo in disparte Une? All'estero il sistema al coperto, o comunque misto (a seconda delle fasi di allevamento) è molto diffuso. In Italia non si fà che parlare di sistema all'aperto,anche se, ad esempio nella mia zona, alcuni allevatori hanno chiuso. Devo ammettere che chiedendo se conoscessero il sistema al chiuso, mi hanno pure risposto negativamente. E forse questo dice già qualcosa (non voglio parlar male di nessuno!!) sulla loro preparazione o impreparazione sul settore!!

                                                  Commenta


                                                  • #85
                                                    Gianvi, ho letto qualcosa del metodo coperto, bisogna dire subito che i costi sono notevolmente diversi. io penso che se l'allevamento all'aperto ha un buon sviluppo si potrà prendere in considerazione, fra qualche anno. hai ragione la preparazione, di molti allevatori è approssimativa, è per questo che ci siamo presi un anno di studio per la fattibilità, ma c'è anche da dire che le prove e quindi l'evoluzione degli allevamenti è continua, dagli allevamenti "standard" e tutti fotocopia che si costruiscono nel nord, alle varie evoluzioni che si stanno sviluppando al sud, con diminuzione dei costi e forse anche migliore reddittività.
                                                    ciao

                                                    Commenta


                                                    • #86
                                                      Originalmente inviato da Aniron Visualizza messaggio
                                                      Ci sono finanziamenti a fondo perduto?
                                                      Io abito in umbria, e la regione facciamo conto che nn esista.Sul PRS non se ne parla, nemmeno so se per aprire questa attività bisogna iscriversi come ColDiretti oppure no...
                                                      Originalmente inviato da ilgipeto Visualizza messaggio
                                                      non conosco le normative della tua regione, ma in emilia non se ne parla. anche io mi sto informando per iniziare ma di contributi non c'è l'ombra.
                                                      Originalmente inviato da Gianvi Visualizza messaggio
                                                      Penso sia difficile attingere a finanziamenti comunitari tipo psr, a meno che non ci sia un insediamento di un giovane agricoltore.
                                                      tutto è possibile... ma vi invito a restare in tema "zootecnia".

                                                      Relativamente all'aspetto "fondi, finanziamenti & Co. dei P.S.R." c'è già questa discussione Ammodernamento delle aziende agricole

                                                      Saluti

                                                      Commenta


                                                      • #87
                                                        Originalmente inviato da ilgipeto Visualizza messaggio
                                                        ma c'è anche da dire che le prove e quindi l'evoluzione degli allevamenti è continua, dagli allevamenti "standard" e tutti fotocopia che si costruiscono nel nord, alle varie evoluzioni che si stanno sviluppando al sud, con diminuzione dei costi e forse anche migliore reddittività.
                                                        ciao
                                                        Sinceramente non sto vedendo grande evoluzione, mi trovi d'accordo nel dire che gli allevamenti sono tutti "fotocopia", ma quali sono le "evoluzioni che si stanno sviluppando al sud, con diminuzione dei costi"?

                                                        Commenta


                                                        • #88
                                                          ma quali sono le "evoluzioni che si stanno sviluppando al sud, con diminuzione dei costi"?
                                                          1) cambio della recinzione esterna dalle costose lamiere a semplici reti
                                                          2)reti dei recinti senza balze pre-assemblate ma con solo una balza superiore autocostruita
                                                          3) non spostare le chiocciole nate da poco in altri recinti con evidenti perdite di tempo e soprattutto esemplari
                                                          4) il ciclo di allevamento portato da 2 anni ad 1 solo
                                                          e se ti sembra poco!!!
                                                          unica spesa maggiore, si prevede la conservazione nei mesi di letargo in cella frigorifera, quest'ultima cosa da valutare se necessaria al nord dove le temperature sono diverse.
                                                          ciao
                                                          daniele

                                                          Commenta


                                                          • #89
                                                            Certo che queste sono evoluzioni interessanti.
                                                            Siccome sono abbonato, per capire meglio, alla rivista dell'istituto di Cherasco, e di queste novità, mi sembra non se ne sia parlato, credevo che il sistema da loro proposto non avesse avuto evoluzioni. Ti posso allora chiedere la tua fonte di informazione? Hai qualche abbonamneto in corso? Personalmente, del sistema all'aperto non mi convince il dover apportare alimento supplementare, tra l'altro girasole, che, nel sud povero di acqua, mal si concilia con la richiesta di irrigazioni.

                                                            Commenta


                                                            • #90
                                                              Originalmente inviato da Fets Visualizza messaggio
                                                              perciò partendo con un buon quantitativo di riproduttori e appogginadosi all'istituto di Cherasco per la vendita dovrebbe essere più redditizio?
                                                              Ciao a tutti, mi chiamo Roberto e sono della provincia di Torino.
                                                              Ho intenzione di iniziare l'allevamento delle lumache e stavo per prendere contatto con Cherasco (ANE) per i vari accordi. PER FORTUNA ho visitato il sito dell'UNE e ho parlato con il presidente: mi sono salvato. Vi siete mai chiesti perchè nel metodo di Cherasco (all'aperto) non siano previste coperture di sorta per i volatili ? Avete idea delle migliaia e migliaia di chiocciole che ogni anno verrebbero divorate ? In soldoni migliaia di euro. E questo perchè? Perchè il business dell'ANE (Cherasco) consiste nell'obbligare gli affiliati a comprare tutto (sementi, impianto, reti, disinfestanti) da loro e a l prezzo che dicono loro!!! In cambio ritirano (da contratto su WEB) circa il 25% della produzione. E il resto ? Il marchio lumache italiane equivale praticamente a quello di principe di "Molto Molto Lontano" di Shreck : carino, pomposo ma praticamente finto. Pensate che per avere una produzione di 2,5 tonnellate occorrono 6500mq con un rendimento netto (calcolati i costi che se vorrete vi esporrò) di 2,38€ al kg, mentre con il metodo dell'UNE bastano 540mq con un rendimento netto di 4,2€ al kg ! Inoltre nessun obbligo di acquisti vari (tipo "pizzo") e con inoltre l'impegno a piazzare TUTTA la produzione !!!
                                                              Inoltre credevo che in Italia il metodo di Cherasco fosse pressochè diffuso ovunque, invece.... circa il 3% del totale !!!! E la percentuale rimane praticamente invariata perchè per ogni nuova affiliazione c'è un allevamento che CHIUDE !!!
                                                              Sono a vostra disposizione per ogni suggerimento, critica o richiesta di informazioni, ma se date retta a me, PRIMA informiamoci bene.

                                                              Originalmente inviato da Cawa Visualizza messaggio
                                                              Vorrei provare anch'io a fare un impianto elicicolo ''sperimentale'' per vedere realmente com'è questa elicicoltura che tanto mi affascina,quindi parto con un pò di domande:
                                                              Dopo aver fatto analizzare il terreno,sperando che sia idoneo,che tipi di lavorazione devo fare?
                                                              Per poter avere della rete elitex bisogna per forza associarsi al centro di Cherasco?Dove posso trovarla?A che prezzi?
                                                              Io pensavo di fare i due classici recinti per riproduzione e ingrasso,che dimensioni devono avere per....divertirsi un pò e allevare realmente questo mollusco?
                                                              Ciao sono Roberto da Torino.
                                                              OCCHIO: il metodo di Cherasco è fallimentare!!! La percentuale di allevamenti in Italia che utilizzano il loro metodo è.... il 3% !!!! Sono dei bravissimi banfoni e tra le altre cose, tutto il materiale che sei obbligato a comprare da loro è, che stranezza, di loro proprietà, e le consulenze tanto pubblicizzate, LE PAGHI !!! Inoltre da contratto (lo trovi sul loro sito ANE) ti ritirano il 25% della produzione, e il resto ?
                                                              Io sto per iniziare, ma sicuramente non lo farò con loro, piuttosto dai un'occhiata al sito dell'UNE, niente obblighi e un rendimento netto assolutamente superiore.
                                                              Un esempio sulla nebulosità di certe dissertazioni da professoroni di quelli di Cherasco: la rete posta a copertura come protezione non va bene in quanto impedisce il corretto riciclo dell'ossigeno e la stagnazione dell'anidride carbonica!!! CERTO: UN GAS (notoriamente spesso almeno come una noce) NON può fuoriuscire da una rete VERO? Al cospetto Newton era un fesso! Inoltre l'anidride carbonica è PIU' PESANTE dell'ossigeno, quindi il problema è piuttosto mantenere le aree a terra NON eccessivamente fitte!!!! Altro che balle, probabilmente quelli di Cherasco amano i volatili e li vogliono ingrassare con i NOSTRI soldi !!!
                                                              Roba da non credere!
                                                              Sono a vostra disposizione per ogni commento.
                                                              Ciao
                                                              Io sto per iniziare

                                                              Originalmente inviato da CristianP Visualizza messaggio
                                                              Bhe le cifre al dettaglio sono quelle, pero quanto devi girare per vendere 50 quintali di lumache? Secondo, le lumache sono molto delicate e magari quando ti accorgi che c'è qualcosa che non và è troppo tardi.

                                                              Qui in paese uno che conosco ci ha provato su un terreno di due ettari, ma alla fine ha chiuso baracca. Non è cosi facile come sembra.
                                                              Ciao a tutti. Può aver chiuso per molti motivi, ma se ha seguito i DIKTAT di Cherasco il motivo è ovvio: immagina di avere un campo, lo riempi di lumache e NON metti coperture, risultato: gli uccelli più grassi della provincia saranno quelli vicini al tuo allevamento. Magari dai un'occhiata al sito dell'UNE.
                                                              Fammi sapere

                                                              Commenta

                                                              Annunci usato

                                                              Collapse

                                                              Caricamento...
                                                              X