MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

AUTOCOSTRUZIONE: spaccalegna idraulico a pistone

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • giumar
    ha risposto
    salve a tutti, sono nuovo e vorrei dei consigli per costruire uno spaccalegna orizzontale; mi servirebbe per spaccare principalmente tronchi di pino con un diametro medio di 45cm in 4 parti:sono inesperto in oleodinamica, l'idea sarebbe di attaccarlo ad un landini 90cv devo procurare un cilindro con stelo che sfili minimo 70 cm quindi vorrei sapere diametro stelo che distributore usare e che tubi servono. L'idea sarebbe di collegare i tubi direttamente al trattore escludendo quindi un serbatoio olio, e fattibile l'idea?? Vi ringrazio anticipatamente

    Lascia un commento:


  • F1964
    ha risposto
    Originalmente inviato da TYRANT
    questo è vero, ma siamo a 2 metri di distanza l' uno dall' altro durante questo lavoro.
    per tyrant,
    sono il costruttore degli spaccalegna nella foto. l'olio dell'escavatore è più che sufficente. pistone stelo 50mm. canna diam est. 92-110 mm. (+ è larga + è lento il movim.
    accorto, rinforza con nervature di piatto sp. 4 mm. x 50 la corsa della piastra fin sotto la lama. altra accortezza i 2 tubi che portano l'olio, quando apri il deviatore e vanno in pressione si muovono. con un percorso lungo puo aiutare una bandierina saluti.
    francesco

    Lascia un commento:


  • ftato
    ha risposto
    Originalmente inviato da TYRANT Visualizza messaggio
    grazie della risposta.

    come misura dei ceppi, variano da 20 a 40 cm di diametro e una lunghezza massima di 60 cm.

    dato che non ho nessun libretto con informazioni riguardo alla mia ruspa e l' indicatore della pressione idraulica ha solo 2 zone rosse e una verde, come faccio a vedere la pressione e la portata dell' olio?

    grazie ancora.

    La pressione di lavoro ti serve per poter calcolare la "forza" del pistone.

    ammettendo di lavorare con una pressione di 200bar e di avere un pistone con una sezione di 100cm² avrai una forza in spinta pari a 200x100x1,0197=20394Kg.
    (1 bar = 1,0197 kg al cm²)
    Se non la sai però la pressione non è un problema.
    Il problema è la scomodità di azionare la leva in cabina da fuori la cabina........

    Lascia un commento:


  • gen
    ha risposto
    un sistema empirico per il giusto dimensionamento nel tuo caso potrebbe essere quello di misurare il diamentro dello stelo del pistone che alza il braccio dell'escavatore e quindi procurartene uno uguale così sei sicuro di avere il giusto flusso d'olio per farlo funzionare; il punto critico è fissare il pistone alla trave: io ho usato due pezzi di profilato ad U molto spesso e quattro bulloni fissati ad una lamiera sladata sulla trave ad H.
    Bisognerebbe poi procurarsi un distrubutore per il comando del movimento, a meno che non usare quello montato sull'escavatore, ma sarebbe necessario l'aiuto di un altra persona che spinge la leva avanti e indietro dalla cabina.

    Mah io mi sono procurato i pezzi da un rottamatore di mezzi industriali: ho preso un pistone da 80mm di diamentro con corsa da 70cm a doppio effetto dove c'erano anche le valvole di sicurezza, una pompa di un ribaltabile da 60lt/min, un distributore a due vie di un carrello elevatore(vecchissimo); tutto per 160euro.
    Ho raccordato la pompa ad un motore elettrico tramite una puleggia a tre gole(tre cinghie), ho comprato due tubi e ho fatto i collegamenti. L'attrezzo funziona ma in totale ho speso circa 400euro senza comprare il motore elettrico.(forse anche di più)
    Considera che se ne trovano di molto validi a circa 700euro, se non ti diverti a costruirtelo, loperazione, a mio avviso, non vale da un punto di vista economico conviene comprarne uno nuovo

    Lascia un commento:


  • TYRANT
    ha risposto
    grazie della risposta.

    come misura dei ceppi, variano da 20 a 40 cm di diametro e una lunghezza massima di 60 cm.

    dato che non ho nessun libretto con informazioni riguardo alla mia ruspa e l' indicatore della pressione idraulica ha solo 2 zone rosse e una verde, come faccio a vedere la pressione e la portata dell' olio?

    grazie ancora.

    Lascia un commento:


  • ftato
    ha risposto
    ti rispondo per quello che so io.

    1) si, è adatta devi vedere i dati di pressione (bar) e di portata dell'olio (l/min).
    2) A parità di portata e pressione della pompa:
    - più il pistone è grande (diametro) più è "potente" ma diminuisce la velocità di avanzamento.
    - più è piccolo minore "potenza" ma più velocità in avanzamento.....

    Da verificare anche la lunghezza dei pezzi che vuoi tagliare per scegliere la lunghezza dello stelo del pistone.

    3) a occhio direi di si ma qui chiderei aiuto anche io. Per il mio autocostruito ho utilizzato una trave da 200 (anche perchè quella avevo.....)

    Fausto

    Lascia un commento:


  • TYRANT
    ha risposto
    aiuto spaccalegna

    salve a tutti.
    spero che possiate aiutarmi.
    ho intenzione di auto costruirmi uno spaccalegna.
    ho necessita di spaccare dei legni con un diametro medio di circa 40 cm di quercia.
    per quanto riguarda l' impianto idraulico avevo intenzione di usare la mia ruspa.
    ho un Fiat FL4 con retro escavatore, quindi ho la possibilità di staccare i tubi dello scavatore e attacarci altre cose.
    dato che non sono molto esperto di meccanica e eleodinamica, volevo sapere:
    1) la pompa della mia ruspa è adatta?
    2) come posso scegliere il pistone da utilizzare?
    3) una trave HEB da 140x140 mm pensate che sia adatta?

    ringrazio tutti coloro che mi aiuteranno.

    volevo costruire qualcosa come quella mostrata nella foto sottostante che ho trovato su internt.
    Attached Files

    Lascia un commento:


  • enrcarto
    ha risposto
    per leo 66
    ciao leo dunque la pompa che hai tu a 1500 giri da 25 litri giusto !
    ora facciamo due conti, se il tuo moltiplicatore 1 a 3,8 gli diamo circa 300 giri della pdf che corrispondono a circa 1350 giri motore che equivalgono a 22,4 litri alla pompa
    invece se prendi una pompa a 1000 giri il tuo trattore starà a circa 1080 giri motore ed a 265 circa alla pdf che moltiplicata per 3.8 del moltiplicatore fa 1007 giri alla pompa = a 25 litri e poi il trattore gira al minimo e lo spaccalegna è a pieno regime .
    ma puoi montare anche la tua pompa basta che il motore lo tieni sempre a 1500 giri altrimenti non arrivi nemmeno a 25 litri , se hai qualche altro dubbio sono felice di aiutarti

    Lascia un commento:


  • leo66
    ha risposto
    rispondo ad @encarto
    ho già comprato una pompa a 1500 giri e da 25 litri, visto che io non ne sapevo niente.
    mi piacerebbe sapere come mai è migliore quella da 1000 giri come dici tu.
    a me manca montare solo la tubazione, ritarare la valvola di massima e poi ...che la sorte me la mandi buona.

    Lascia un commento:


  • compost
    ha risposto
    [IMG][/IMG]

    [IMG][/IMG]

    [IMG][/IMG]

    ...nella seconda foto c'è una ottima pressa, molto robusta e veloce...l'officina che l'ha prodotta ha voluto fare i coltelli fissi e il centramento mobile del bottolo...adesso ci tocca trovare una buona officina in bosnia (dura) che rimetta mani alla macchina e renda il coltello orizzontale mobile. la pompa a pistoni risolve. la prima e la terza sono relative alla pressa più grande che spacca a 8 bottoli fino a metro di diametro e lunghezza max 120 cm. è ancora in fase di completamento: la sto irrobustendo e preparandola per un montaggio in stazione di lavoro fizza con rampa caricatronchi. per ora è verniciata.......penso che una buona officina meccanica pesante, se gli si porta i pezzi e fa solo pochissimo altro lavoro assemblando il tutto può fare una macchina perfetta in una settimana lavorativa max....ma non ci hanno voglia.
    Ultima modifica di Actros 1857; 16/03/2010, 12:53.

    Lascia un commento:


  • enrcarto
    ha risposto
    ciao allora anche io ne ho costruito 1 e ti posso dire che con 35 cavalli puoi montarci la pompa sia da 33 litri che da 40 ma l' importante è che prendi 1 pompa a 1000 giri ed non a 1500 come sono quasi tutte le pompe se hai qualche dubbio fammi sapere
    un appunto senza offesa ma il link qui sopra non è molto veritiero credimi io ci lavoro con i cilindri idrauli ed non è sempre oro quello che luccica

    Lascia un commento:


  • mauriparis
    ha risposto
    ti ringrazio della spiegazione ho ricevuto dalla rotair le stesse tue indicazioni e mi hanno consigliato un 90 con corsa da 60 e dovrebbe essere sufficente il serbatoio dell'olio in possesso alla motocarrette comunque ti ringrazio moltissimo ciao

    Lascia un commento:


  • enrcarto
    ha risposto
    ciao dunque ti spiego un po :con 35 litri se la pompa lo permette puoi arrivare a 250 bar (quindi più potenza ) comunque puoi mettere il cilindri che vuoi tipo 80 mm interno del cilindro oppure 100 ed anche il 120 è solo una questione di velocità di discesa io ti consiglio un 80 mm che con 180 bar hai 9.5 tonnellate oppure a 250 bar hai 12.5 tonnellate .
    un altra cosa quanti giri fa la pompa e quanti giri fa il motore , che moltiplicatore ci monti ? questi dati sono molto importanti , se hai dubbi fammi sapere

    Lascia un commento:


  • mauriparis
    ha risposto
    costruzione spaccalegna

    Salve sto cercando di capire che tipo di pistone idraulico posso applicare a uno spaccalegna con una corsa da 60 cm ad una carretta a motore con 20 cv di potenza ed una pompa che spinge 35 l/min a 180bar, di che diametro devo mettere il pistone? grazie a tutti

    Lascia un commento:


  • arturin
    ha risposto
    ciao ti rispondo io dato che me ne sono costruito uno
    con le stesse caratteristiche.
    allora ti serve un distributore a 1 leva poi la pompa trovane una di 2 categoria ad ingranaggi da 16- 18 litri ed un moltiplicatore maschio è meglio, poi ti serve un serbatoio da una 30ina di litri poi serve anche filtro per olio e porta filtro.....chiaramente i tubi.......un pò di fantasia e buon lavoro!

    prendi spunto http://www.agrieuro.com/catalog/prod...8h6fgqdklp0g60

    Lascia un commento:


  • leo66
    ha risposto
    Consigli su spaccalegna artigianale?!

    Sto costruendo una spaccalegna oledinamica che ha queste caratteristiche:
    - attacco a cardano su trattore da 35 Cv
    - pistone di 8 cm di diametro
    - stelo di 4 cm di diametro
    - apertura stelo di 50 cm
    Vorrei avere un consiglio (magari da qualcuno esperto nel settore) sulla portata della pompa idraulica da adottare, con moltiplicatore di giri con rapporto 1:3,8.
    Grazie in anticipo

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Originalmente inviato da alessandrovialm Visualizza messaggio
    io pensavo di comperare due tubi di acciaio a sezione quadrata, e con quello un po' piu grande fare una specie di manicotto che scorre all'esterno sull'altro tubo piu piccolo. Ovviamente nello spazio che c'è fra i due tubi ci andro a mettere tanti rullini (ottenuti da barra trafilata del diametro opportuno) su tutti e quattro i lati e infine riempito tutto con del grasso:
    In questo modo trasformo l'attrito da radente in volvente e anche se le tolleranze non sono precisissime non è un problema perchè le velocità in gioco sono molto basse..
    Potrebbe essere una buona idea?
    Lascia stare....pessima idea...non tanto per le ridotte velocità in gioco, ma per i disassamenti che prendono le guide durante lo spacco.
    La soluzione teflon o ottone resta la migliore.
    due barre di ottone lunghe 200mm di dimensioni 40x40mm non penso costi un patrimonio...al massimo cambia fornitore....

    Lascia un commento:


  • alessandrovialm
    ha risposto
    Ciao!
    Io ho intenzione di costruirmi uno spaccalegna elettrico da 7-8 tonellate il mio dubbio è riguardo alle guide; al posto di utilizzare piastre in ottone o teflon che costano parecchio io pensavo di comperare due tubi di acciaio a sezione quadrata, e con quello un po' piu grande fare una specie di manicotto che scorre all'esterno sull'altro tubo piu piccolo. Ovviamente nello spazio che c'è fra i due tubi ci andro a mettere tanti rullini (ottenuti da barra trafilata del diametro opportuno) su tutti e quattro i lati e infine riempito tutto con del grasso:
    In questo modo trasformo l'attrito da radente in volvente e anche se le tolleranze non sono precisissime non è un problema perchè le velocità in gioco sono molto basse..
    Potrebbe essere una buona idea?

    Grazie a tutti

    Lascia un commento:


  • tractors52
    ha risposto
    Mi rivolgo a chi ha realizzato un qualcosa di simile o esperto.
    Ho un tigrecar con attacco cardanico posteriore e una circolare taglialegna con pianale che ho sempre usato trainando la lama con la puleggia di un vecchio trattore Nufield. Vorrei adattare un riduttore a cardano con puleggia da piazzare sotto alla circolare e poi trainare il tutto con un cardano dal Tigrecar. Quanto costa un riduttore a cardano?(non so se è corretto chiamarlo così)
    Grazie

    Lascia un commento:


  • falcolibero
    ha risposto
    Autocostruzione

    Ciao a tutti in particolare alle persone a cui romperò le scatole. L'autocostruzione è divenuta una cosa molto complicata perchè:
    a) con il DL 81/08 l'azienza agricola è parificata a ogni altra azienda.
    titolo 1 :
    b) «datore di lavoro»: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell'organizzazione
    stessa o dell'unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa.)
    titolo II
    Luoghi di lavoro, capo 1, disposizioni generali
    Art. 62.
    Definizioni

    1. Ferme restando le disposizioni di cui al titolo I, unicamente ai fini dell'applicazione del presente titolo, si intendono per luoghi di lavoro:
    a) i luoghi destinati a ospitare posti di lavoro, ubicati all'interno dell'azienda o dell'unità produttiva, nonché ogni altro luogo di pertinenza dell'azienda o dell'unità produttiva accessibile al lavoratore nell'ambito del proprio lavoro;
    b) i campi, i boschi e altri terreni facenti parte di un'azienda agricola o forestale
    Per cui il titolare dell'azienda agricola, anche se LAVORATORE IN PROPRIO, deve comportarsi come qualsiasi altro imprenditore.
    Titolo III
    USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE
    INDIVIDUALE
    Capo I
    Uso delle attrezzature di lavoro
    Art. 69.
    Definizioni

    1. Agli effetti delle disposizioni di cui al presente titolo si intende per:
    a) attrezzatura di lavoro: qualsiasi macchina, apparecchio, utensile o impianto destinato ad essere usato durante il lavoro;
    b) uso di una attrezzatura di lavoro: qualsiasi operazione lavorativa connessa ad una attrezzatura di lavoro, quale la messa
    in servizio o fuori servizio, l'impiego, il trasporto, la riparazione, la trasformazione, la manutenzione, la pulizia, il montaggio,
    lo smontaggio;
    c) zona pericolosa: qualsiasi zona all'interno ovvero in prossimità di una attrezzatura di lavoro nella quale la presenza di
    un lavoratore costituisce un rischio per la salute o la sicurezza dello stesso;
    d) lavoratore esposto: qualsiasi lavoratore che si trovi interamente o in parte in una zona pericolosa;
    e) operatore: il lavoratore incaricato dell'uso di una attrezzatura di lavoro.
    Art. 70.
    Requisiti di sicurezza

    1. Salvo quanto previsto al comma 2, le attrezzature di lavoro messe a disposizione dei lavoratori devono essere conformi alle
    specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto.
    Tutto questo sigifica che nell'azienda agricola devono entrare solo macchine in regola con la certificazione CE. Il che vuol dire che per ogni macchina (due organi in movimento reciproco comandati non da forza umana) deve essere costituito:
    Fascicolo tecnico per le macchine
    La parte A del presente allegato descrive la procedura per l'elaborazione del fascicolo tecnico. Il fascicolo tecnico
    deve dimostrare la conformità della macchina ai requisiti della presente direttiva. Esso deve riguardare, nella misura
    in cui ciò sia necessario a tale valutazione, la progettazione, la fabbricazione ed il funzionamento della macchina. Il
    fascicolo tecnico deve essere redatto in una o in varie lingue ufficiali della Comunità; le istruzioni della macchina
    costituiscono un'eccezione a tale norma; ad esse vanno infatti applicate le disposizioni particolari previste
    dall'allegato I, punto 1.7.4.1.
    (ecc.)
    Tutto questo per evitare (o minimizzare) gli incidenti sul lavoro.
    Chiaro che qualcuno si fa male usando una macchina non certificata, può essere soggetto a sanzioni penali (costi di avvocati ecc.)
    L'assicurazione poi, cosa fa?
    Ciao a tutti e scusate per aver rotto le scatole


    Lascia un commento:


  • Selva
    ha risposto
    Ciao Cioccospak, vediamo se ti posso essere di aiuto...allora per il dimensionamento premettendo che non sono un esperto di oleodinamica quindi prendi con le pinze i miei calcoli (sicuramente interverrà qualcuno più esperto!): con una pompa da 33cc e mettendo un moltiplicatore con rapporto 1:3 a 1200 giri motore avresti una portata di circa 100 Lt/min ottima direi per uno spaccalegna ma questo vuol dire un serbatoio da 60/90 Lt di olio .Per quanto riguarda il pistone mi sembra un pò sottile anche perchè con 1 Mt di corsa se la guida non è fatta più che bene e si incastra qualcosa rischi di stortare il pistone....Per dove comprare, io prendo i pezzi in questo sito e mi sono trovato bene http://www.cilindri-oleodinamici.com/oleoshop/.
    Avevo fatto anche io il pensierino di autocostruire lo spacca ma se devi comprare tutti i componenti e il ferro non credo che ti conviene..se recuperi buona parte da rottamai e o altro allora credo che ci puoi pensare tranquillamente.Spero di essere stato di aiuto ciao

    Lascia un commento:


  • cioccospak
    ha risposto
    grazie della rapida risposta dato che ho sbagliato i calcolo per il pistone idraulico saranno sbagliati anche quelli per la pompa (a quanto pare non ho letto bene il manuale).
    a questo punto ci sarebbe qualcuno che mi può dare una formula per il carcolo della cilindrata della pompa (c'era un manuale di oleodinamica fatto da un utente del forum che avevo scaricato ma che non sono riuscito a ritrovare ne nel mio computer ne nel forum qualcuno mi può aiutare a ritrovarlo)
    secondo me è meglio metere una nuova pompa invece di sfruttare quella del trattore (per quello che so ,ma ho anche visto che in giro quasi tutti i produttori usano un' altra pompa e non quella del trattore)

    Lascia un commento:


  • feder
    ha risposto
    La usi spesso? secondo te è possibile sfruttare l'olio del trattore senza comperare un'altra pompa?

    E comunque mi sa che non ci sei con i conti..a che pressione intendi lavorare?
    Se non sbaglio il conto è questo: pressione per area = forza

    Quindi ad esempi con 100 bar devi fare 11000Kg/100=110 cmq di area
    Cioè uno stelo di circa 12cm di diametro... (6*6*3.14=113cmq)

    Giusto?

    Lascia un commento:


  • cioccospak
    ha risposto
    richiesta parere a esperti di oleodinamica

    ciao a tutti, ho deciso di costruirmi uno spacca legna orrizontale ora sto valutando il suo costo ( e cosi decidere se conviene o no continuare con queso progetto).
    considerando di comprare nuovi tutti i componenti ho cercato di dimensionare i vari componenti oleodinamici ( pompa e pistone),
    dopo un' po di conti mi è venuto fuori un cilindro con un alesaggio da 50 e stelo da 25 e un pompa da 33 cm^3 (i miei dubbi sono sono sopratutto sul dimensionamento della pompa).
    lo spacca legna dovrebbe avere una corsa di 1000 mm nua forza di spacco di 11 t e verrebbe azionato dall' pdf di un trattore con relativo moltiplicatore ( per arreivare intorno ai 1200).
    ringrazio tutti quelli che mi potranno aiutare dicendomi dove ho sbagliato e dandomi consigli preziosi per queta realizzazione, indicandomi anche siti dove poter comprare materiale oleodinamico a buon prezzo.

    Lascia un commento:


  • ftato
    ha risposto
    Originalmente inviato da mectractor71
    anche con un riduttore non puoi fare girare la pompa che diversamente viene azionata dalla pto del trattore, almeno a vuoto di sicuro ce la fa' ma quando lo pianti nel legno ti ferma il motore a meno che tu a casa hai il 380 e ci metti su un bel motore da 5 o 6cv,un mio amico ne ha uno con doppio funzionamento e nonostante il motore a 380 è lentissimo quando spacchi elettricamente com ha un'altra pompa direttamente flangiata al motore e poi un rubunetto x selezionare il funzionamento
    Mi sono spegato male.
    Le pompe che monta lo spaccalegna che ho visto sono due, una azionata dalla presa di forza e una azionata dal motore elettrico.

    Io l'ho visto in funzione a 230V e non mi sembrava lento.....

    Nel mio spaccalegna autocostruito non c'è la pompa. Per farlo andare mi derivo direttamente dal distributore idraulico della motoagricola diesel.... che però non posso usare al chiuso. Per questo che mi serve una pompa "elettrificata".

    Originalmente inviato da olimar
    Fausto sei un pò troppo generico, prova a controllare i dati che riporta la targhetta metallica che c'è sul tuo motore elettrico (il numero di giri che fa il tuo motore la potenza etc etc).....poi da lì si può partire con un ragionamento.
    qui sul forum sicuramente troverai tutto l'aiuto che ti serve

    1400 giri/min 2CV mi sa che ci faccio poco........

    Tieni presente che non mi serve velocità (non lo faccio per lavoro).

    Grazie

    Fausto
    Ultima modifica di Potionkhinson; 26/01/2009, 15:17. Motivo: il regolamento vieta di inserire post consecutivi nell'arco di 24 ore (utilizza la funzione "Modifica Messaggio"!).

    Lascia un commento:


  • ftato
    ha risposto
    Ho visto uno spaccalegna funzionante sia tramite cardano e relativa pompa che tramite motore elettrico 230V e relativa pompa.
    Siccome ho in giro un motore 230V gli vorrei accoppiare una pompa per "elettrificare" il mio spaccalegna.
    il punto è questo: la pompa va collegata direttamente all'albero motore oppure devo interporre un riduttore/moltiplicatore di giri?

    Guardando lo spaccalegna di cui sopra ho notato che la pompa non era in asse con l'albero del motore ma era spostata e tra motore e pompa era presente un qualcosa che a me è sembrato appunto un riduttore.

    grazie dei lumi.

    Fausto

    Lascia un commento:


  • ROBY 78
    ha risposto
    Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
    Già un martinetto da 4 cm avrà una spinta probabilmente insufficente,una pompa (di che tipologia)come la colleghi?
    Hai anche il distributore?
    Per quel che è la mia limitatissima esperienza in queste attrezzature,ho visto in vendita spaccalegna a prezzi di assoluta convenienza rispetto all'autocostruzione,con il non indifferente vantaggio di essere anche certificati ed a norma.
    la pompa arriva da un fiat , domani torno in officina e ti dico qualcosa di piu'.

    ho anche il distributore.

    LA POMPA E' AD INGRANAGGI, PENSO DI COLLEGARLA CON UN ATTACCO CARDANICO E SE LO TROVO (CHE DOVREI AVERLO )ANCHE CON TAMPONE PARA STRAPPO

    per quanto riguarda gli spaccalegna in vendita hai perfettamente ragione , pero' le componenti le ho e se riesco a fare una cosa accettabile è un peccato non utilizzarle, pensa che in alternativa volevo fare un banco idraulico per l'officina o una pressina per radrizzare gli alberi motore dei rasaerba
    Ultima modifica di ROBY 78; 08/01/2009, 12:22.

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da ROBY 78 Visualizza messaggio
    domanda ! io devo costruire uno spaccalegna con attacco cardanico e 3 punti per trattore , ho tutto tranne il rinvio moltiplicatore per la pompa ,secondo voi se attacco il cardano direttamente alla pompa risulterà troppo lento il movimento? calcolanto che ho una pompa da 50 l min , serbatoio 15l e martinetto con stelo diametro 4 cm lunghezza 80.

    mi scoccerebbe comprare il moltiplicatore avendo già quasi tutto
    Già un martinetto da 4 cm avrà una spinta probabilmente insufficente,una pompa (di che tipologia)come la colleghi?
    Hai anche il distributore?
    Per quel che è la mia limitatissima esperienza in queste attrezzature,ho visto in vendita spaccalegna a prezzi di assoluta convenienza rispetto all'autocostruzione,con il non indifferente vantaggio di essere anche certificati ed a norma.

    Lascia un commento:


  • ROBY 78
    ha risposto
    domanda ! io devo costruire uno spaccalegna con attacco cardanico e 3 punti per trattore , ho tutto tranne il rinvio moltiplicatore per la pompa ,secondo voi se attacco il cardano direttamente alla pompa risulterà troppo lento il movimento? calcolanto che ho una pompa da 50 l min , serbatoio 15l e martinetto con stelo diametro 4 cm lunghezza 80.

    mi scoccerebbe comprare il moltiplicatore avendo già quasi tutto

    Lascia un commento:


  • ftato
    ha risposto
    Le mia prima autocostruzione

    Lo spaccalegna.
    Sono riuscito a costruirmi uno spaccalegna praticamente a costo 0 (elettricità esclusa) recuperando tutto il materiale.
    Ho utilizazto un pistone di uno stabilizzatore di una gru da camion fissato in testa ad una putrella ad H da 200x200x10mm

    La base è stata fatta con del ferro a L da 120x120x12mm tagliato e saldato....

    L'impianto idraulico (tubi e distributore) è stato preso da un muletto demolito....

    La lama l'ho ricavata da un blocco di ferro tagliato con la troncatrice a mo' di cuneo.

    Il tutto è azionato dalla pompa del ribaltabile della motoagricola a cui ho modificato il distributore per avere più prese.....Non è velocissimo nella discesa e salita (per fortuna) ma il suo lavoro lo svolge egregiamente.


    L'unico problema è il peso complessivo.......per spostarlo uso una capretta da meccanico....ma devo fare solo 10 mt dalla cantina a giardino.....


    Stasera posto le foto.

    Lascia un commento:

Caricamento...
X