MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

AUTOCOSTRUZIONE: spaccalegna idraulico a pistone

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    Se quel tecnico che ha visto la pompa,ipotizzando una portata di 20l/min potrebbe aver avuto ragione

    Secondo logica da perfetto igorante.
    Quella che uso io....
    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    sarei portato a dire che una pompa da 11l/min a 1000g/min ed una pompa da 20l/min a 450g/min abbiano la stessa funzione....sbaglio?quindi con una pompa da 11l/min a 1000g/min dovrebbe far funzionare il mio spaccalegna...corretto?.
    Se non và o on sono 20 lt, o le pressioni sono diverse,o il tuo motore non da 6 cv netti.
    A proposito,se 6cv è la potenza del motore applicato su una trasmissione ,alla PTO saranno un pò meno.

    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    Se delle foto con ingombri del corpo,credi che si riesca a risalire al modello?


    B.E.
    Al modello no,ma la tipologia sì.
    Per dire che una foto è inutile,bisogna vederla.
    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    .La pompa originaria non ha moltiplicatori di giri,per questo credo che l'abbiano sovradimensionata,per avere la portata adeguata a bassi regimi.


    Se non ha moltiplicatori,non è stata sovradimensionata,ma semplicemente "dimensionata" come modello e cilindrata per quel n° di giri.
    Originalmente inviato da Babydriver
    ciao, sarebbe piu utile avere le sigle che sicuramente ci sono scrite sopra!
    Siccome ho poteri divinatori(in prova),ti rispondo io.
    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio

    La pompa originale non ha alcuna targa,quindi non posso postare che una sua foto.
    Siccome ero in "trance",non posso sapere cosa ho riportato,spero di non aver scritto sciocchezze....
    Ultima modifica di mefito; 16/02/2008, 08:24.

    Lascia un commento:


  • black.eagle
    ha risposto
    Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
    [/font]

    Altrimenti puoi calcolare le portate /pressioni possibili con il Grillo utilizzando una formula:
    P=V x (Pr /600)
    P=potenza Kw
    V=Portata litri/minuto
    Pr=Pressione in Bar


    avrai che:
    6cv(il tuo grillo) = 4,41Kw x (150/600) =11 lt minuto
    Grazie per la risposta

    si,la formula mi è chiara.La pompa originaria non ha moltiplicatori di giri,per questo credo che l'abbiano sovradimensionata,per avere la portata adeguata a bassi regimi.

    Se quel tecnico che ha visto la pompa,ipotizzando una portata di 20l/min potrebbe aver avuto ragione

    Secondo logica(da perfetto igorante) sarei portato a dire che una pompa da 11l/min a 1000g/min ed una pompa da 20l/min a 450g/min abbiano la stessa funzione....sbaglio?quindi con una pompa da 11l/min a 1000g/min dovrebbe far funzionare il mio spaccalegna...corretto?


    Se delle foto con ingombri del corpo,credi che si riesca a risalire al modello?

    Grazie

    B.E.

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    Buona sera a tutti,


    ho uno spaccalegna con attacco tre punti che veniva azionato tramite la presa di forza di una trattrice da 35 cav. a 450 g/min.
    Possiedo anche un transporter della Grillo con motore benzina da 6HP con presa di forza con max 950 g/min,più o meno.
    Vorrei far funzionare lo spaccalegna con la presa di forza del transporter,valutando che in commercio ci sono spaccalegna da 12t come il mio azionati da un motore elettrico da 3kW/h.
    Ho provato a connettere il tutto in modo diretto,ma ovviamente la pompa ha fatto 2 giri e poi il transporter si è spento.
    portata .
    .



    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    Visto questo, è giusto dire che per funzionare in questa configurazione lo spaccalegna devo sostituire la pompa con una con metà cilindrata e quindi metà portata?
    .
    No,Non sai quanta sia la potenza richiesta in precedenza,quindi anche la metà potrebbe essere troppo.

    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    La potenza del transporter potrebbe bastare a far funzionare la nuova pompa?
    .
    Va calcolata


    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    La pompa originale non ha alcuna targa,quindi non posso postare che una sua foto. Se non ricordo male un tecnico,guardandola “al volo” mi ha detto che doveva essere una 20 l/min....dato da prendere molto con le pinze.
    Originalmente inviato da black.eagle Visualizza messaggio
    Comunque non ti interessa,o almeno se non intendi utilizzare questa è un dato inutile.
    Però tu non hai considerato che la pompa andava con la presa di forza a 450 g/min,ma sicuramente con interposto un moltiplicatore probabilmente 3/1 se non anche 4/1,per cui potresti pensare di provare la pompa accoppiandola direttamente (senza moltiplicatore).
    la portata della pompa potresti cercare di calcolarla calcolando il tempo di riempimento della camera(anche se con grossa approssimazione,
    Altrimenti puoi calcolare le portate /pressioni possibili con il Grillo utilizzando una formula:
    P=V x (Pr /600)
    P=potenza Kw
    V=Portata litri/minuto
    Pr=Pressione in Bar


    avrai che:
    6cv(il tuo grillo) = 4,41Kw x (150/600) =11 lt minuto
    Il tuo motore spremuto al massimo può muovere a 1000 giri di rotazione una pompa da 11 cc a 150 bar,per tutto il resto basta fare le proporzioni(es: metà pressione= doppia portata)
    Certamente dovrai tenere conto di un margine di sicurezza di almeno un 20% ( a spanne).
    Spero sia comprensibile.

    Lascia un commento:


  • black.eagle
    ha risposto
    Cambio pompa circuito idraulico

    Buona sera a tutti,


    ho uno spaccalegna con attacco tre punti che veniva azionato tramite la presa di forza di una trattrice da 35 cav. a 450 g/min.
    Possiedo anche un transporter della Grillo con motore benzina da 6HP con presa di forza con max 950 g/min,più o meno.
    Vorrei far funzionare lo spaccalegna con la presa di forza del transporter,valutando che in commercio ci sono spaccalegna da 12t come il mio azionati da un motore elettrico da 3kW/h.
    Ho provato a connettere il tutto in modo diretto,ma ovviamente la pompa ha fatto 2 giri e poi il transporter si è spento.
    Credo che sia normale,infatti la pompa funzionando al doppio dei giri per i quali è sto dimensionato il circuito,raddoppiandone la portata (spero che gli esperti del settore sorvolino su questa approssimazione) e raddoppiandone,come minimo,la resistenza alla rotazione.


    Visto questo, è giusto dire che per funzionare in questa configurazione lo spaccalegna devo sostituire la pompa con una con metà cilindrata e quindi metà portata?


    La potenza del transporter potrebbe bastare a far funzionare la nuova pompa?



    La pompa originale non ha alcuna targa,quindi non posso postare che una sua foto. Se non ricordo male un tecnico,guardandola “al volo” mi ha detto che doveva essere una 20 l/min....dato da prendere molto con le pinze.


    Ringrazio chiunque partecipi alla discussione


    B.E.

    Lascia un commento:


  • hi 633
    ha risposto
    il serbatoio dell'olio ha minimo 20 lit. di capacita', il pistone non corre su bronzine (purtroppo)............. ma e' 'guidato' tra 2 angolari in ferro e il piantone centrale . per la distanza non e' un problema , ci son gia' 2 possibilita' per regolare l'altezza del piano di lavoro. . per il surriscaldamento dell' olio idraulico che temperatura si intende? anche perche' non c'e' una strumentazione che avverta la soglia critica ...generalmente per il nastro traspotatore alimentato dall'olio idraulico del trattore controllo al tatto le gomme idrauliche ed la scatola ingranaggi che da' movimento posta sul nastro. certamente lavorando d'inverno le basse temperature aiutano Un grazie a tutti da hi 633
    Ultima modifica di hi 633; 10/01/2008, 00:59. Motivo: precisazioni

    Lascia un commento:


  • agriforestal
    ha risposto
    osecondo me deve anche fare due conti se l'olio contenuto nel serbatoio è ancora sufficiente per far funzionare il cilindro.

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Teoricamente se lo sostituisci con un identico pistone (diametro canna e stelo) ma con corsa più lunga non dovresti avere ripercussioni di nessun genere se non un probabile surriscaldamento dell'olio idraulico.
    Ciao

    Lascia un commento:


  • Gioma
    ha risposto
    La prima considerazione che viene da fare è: che distanza hai attualmente tra il cuneo e il piano di lavoro?!?. Se riesci rimuovendo il tavolo di appoggio ad avere i fatidici 120 cm, il piede dello spaccalegna è adoperabile come contrasto dove poggiare il ceppo oppure è la classica lamiera grecata da 3 mm?!?!??. che capacità ha il serbatoio dell'olio del tuo spacca?!?, come è guidato il cuneo nella sua discesa ?!? facci sapere e forse qualche considerazione in più la si può fare. Saluti.

    Lascia un commento:


  • hi 633
    ha risposto
    salve a tutti , posseggo da 6 anni uno spaccalegna prodotto da un artigiano locale a pistone corto ( 60 cm) e vorrei sostituirlo con uno da 100/120 cm , per poter lavorare anche i tronchi piu' lunghi. E' sufficiente sostituirlo? quali altri accorgimenti o modifiche son necessarie? saluti da hi 633

    Lascia un commento:


  • orion-dualsteer
    ha risposto
    vi metto la foto di questo spaccalegna, più che un'autocostruzione di questo e unico modello mio padre ne ha costruiti in 10 anni (nei anni 90) più di 600 esemplari di cui 10 esportati in AFRICA
    Ultima modifica di orion-dualsteer; 31/12/2007, 20:46.

    Lascia un commento:


  • darkgio
    ha risposto
    Per quanto riguarda lo spaccalegna autocostruito,io lo stò assemblando proprio in questi giorni,e ad andarmi bene ho speso 800 euro,ma è un orizzontale con un pistone della madonna,superiore alle 20 t. appena finito metto le foto in linea.

    Lascia un commento:


  • Canapaio Matto
    ha risposto
    Ciao Paolo sicuramente avrete risparmiato ma hai controllato che sia poi una macchina sicura durante il suo utilizzo.?? io sul fai da te sono d'accordo ma spesso ci si dimentica che questo tipo di macchinari devono avere delle protezioni idonee per il loro utilizzo. Visto che le dita non ricrescono io una controllatina la darei. Ciao

    Lascia un commento:


  • Paolo B
    ha risposto
    Ciao a tutti a casa mia lo spaccalegna ce l siamo fatti in casa. Il pistone e la pompa li ha procurati mio padre che all'epoca lavorava in un officina per macchine movimento terra, il telaio lo abbiamo fatto usando le colonne di una tettoia che abbiamo smantellato e le uniche cose che abbiamo comprato sono stati il distributore idraulico e il moltiplicatore per attaccare la pompa alla pdf del trattore.
    Spesa complessiva circa 100 120 euro più qualche elettrodo e un paio di dischi per il flessibile.
    Ho già iniziato a portare a casa la legna e appena lo metto al lavoro farò qualche foto.

    Lascia un commento:


  • darkgio
    ha risposto
    io mi stò costruendo uno spaccalegna orizzontale proprio in questi giorni, prendendo un pistone di un piede di una gru montata su un autocarro, ho saldato la piastra porta pistone su una travetta da costruzione 18 x 18 cm e saldato un coltello in testa, impianto idraulico indipendente con pompa 30 l, moltiplicatore 1:3 e leva doppio eff. - appena lo metto in funzione vi faccio sapere come và......... vista la grandezza del pistone dovrebbe essere una bomba.....

    Lascia un commento:


  • s_riki
    ha risposto
    Gli ho dato 80 euro per il pistone, con la clausola che se non lo impiego in due settimane se lo riprende..contratto strano ma è un mio amico.
    ho capito quello che mi hai spiegato per lo spacca.
    il terzo punto idraulico lo ho già..
    poi quel coso è talmente grosso e pasante da farmi venire un'ernia ogni volta che lo sposto..
    la mia mente malata aveva pensato a una pala tipo forwarder da mettere davanti sul trattore..
    oppure a una cesoia da ataccae al terzo punto per trasformare il trattore in un feller-buncher.
    oppure di riportarlo al tipo e di tenerlo in esposizione in azienda nel reparto "turbe mentali"

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Originalmente inviato da s_riki Visualizza messaggio
    ieri ho recuperato un pistone con circa 400 mm ci corsa, doppio effetto..in ottime condizioni.
    vorrei qualceh consiglio su cosa ci potrei farne.
    Terzo punto idraulico? Ammesso che ti serva...
    Chiusura pinza da esbosco?
    Comunque lo spaccalegna lo puoi fare al "contrario"...ovvero metti il coltello fisso sotto e il pistone sopra con un piattello attaccato allo stelo...metti di lasciare dal pistone "tutto chiuso" al coltello 50 cm, significa che un pezzo si infila nel coltello e posizionandone un altro giusto sopra spingerà quello sottostante finendone lo spacco e iniziando il proprio di spacco.
    Non so se mi sono spiegato...al massimo ti fai uno spaccalegna per ciocchi "da stufa", ovvero 30/35cm...
    Se il pistone è stato recuperato "aggratis" mai riportarlo indietro, perchè dal momemento che lo riconsegni scatta l'idea giusta per il progetto....
    Ciao

    Lascia un commento:


  • centauro
    ha risposto
    Per sapere quante tonnellate sviluppa la formula è: (scusate il foglietto stropicciato, ma non riesco a fare il pigreco con la tastiera e non avevo voglia di riscriverlo ) D è il diametro interno del cilindro
    Attached Files

    Lascia un commento:


  • s_riki
    ha risposto
    ieri ho recuperato un pistone con circa 400 mm ci corsa, doppio effetto..in ottime condizioni.
    vorrei qualceh consiglio su cosa ci potrei farne.
    Il pistone penso sviluppi una forza di almeno 20 tons viste le dimensioni, (il diametro dello stelo è impressionante)..e pure il peso..
    comunque visto che di oleodinamica capisco poco o niente andrò a rivedermi i link postati da actros..
    nel frattempo penserò a cosa possa servirmi..
    spaccalegna?prima ipotesi, ma sinceramente non so nè come farlo,nè che farmene di uno con 40 cm di corsa..
    aspetto altre ipotesi, più o meno strambe che mi convinceranno a riportare il pistone dove l'ho preso...

    Lascia un commento:


  • ferrari 71di
    ha risposto
    Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
    Scusa ma il tuo calcolo mi sembra a dir poco approssimativo se non addirittura fuorviante...
    Se NON sai di che pompa si tratta come diavolo fai a dire che a portarla allo stesso regime di rotazione del "motore" dell'escavatore su cui era montata detta pompa fornisca portata e pressione come ne ha bisogno l'utente?
    Che ne sai che magari già facendola girare a 1000 giri non sia già sufficiente?
    Le piccole pompe (perchè di quello si tratta) che sono montate sugli spaccalegna girando a 540rpm sono già sufficienti...immagina tu una pompa "da ruspa".
    Per favore la prossima volta riflettiamo un po' prima di postare...ora lui sta cercando un moltiplicatore di giri quando magari non è necessario...se poi si rivelasse non necessario che fa? te lo fa pagare a te?
    In casi come questi, oltre che indirizzare l'utente sui vari argomenti riguardanti l'idraulica bisognerebbe richiedere maggiori dati prima di dare consigli....
    ciao
    mi sembra di capire che il moltiplicatore c'è l'ha gia quindi non gli costa niente
    per il resto ho postato le mie idee che possono anche essere sbagliate o approssimative e se qualcuno di più esperto trova un altra soluzione allora sono pronto a rimangiarmi quello che ho detto
    angeloantonio non è obbligato a seguire i miei suggerimenti anzi se vogliamo fare bene le cose lo invito a indicare i dati di pompa e cilindro idraulico così risolviamo il problema

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Originalmente inviato da ferrari 71di Visualizza messaggio
    se la pompa era montata sull' albero motore allora gira a 2000-2500 giri (anche se non sono costanti) la pdp del trattore invece 540-750-1000 quindi secondo me con un pignone e una corona arrivi ai giri giusti
    Scusa ma il tuo calcolo mi sembra a dir poco approssimativo se non addirittura fuorviante...
    Se NON sai di che pompa si tratta come diavolo fai a dire che a portarla allo stesso regime di rotazione del "motore" dell'escavatore su cui era montata detta pompa fornisca portata e pressione come ne ha bisogno l'utente?
    Che ne sai che magari già facendola girare a 1000 giri non sia già sufficiente?
    Le piccole pompe (perchè di quello si tratta) che sono montate sugli spaccalegna girando a 540rpm sono già sufficienti...immagina tu una pompa "da ruspa".
    Per favore la prossima volta riflettiamo un po' prima di postare...ora lui sta cercando un moltiplicatore di giri quando magari non è necessario...se poi si rivelasse non necessario che fa? te lo fa pagare a te?
    In casi come questi, oltre che indirizzare l'utente sui vari argomenti riguardanti l'idraulica bisognerebbe richiedere maggiori dati prima di dare consigli....
    ciao

    Lascia un commento:


  • ferrari 71di
    ha risposto
    Originalmente inviato da angeloantonio Visualizza messaggio
    dovrei avere un moltiplicatore 1 a 3, pero' non vorrei tenere su di giri il trattore, al massimo 1500 giri motore, dici che posso riuscirci? ciao
    se usi la pdp a 1000 giri ti vengono fuori 3000 giri e dovresti starci dentro senza dare tanti giri al motore poi dipende da quanti hp ha il trattore se ne ha pochi meglio che sia un pò su di giri se è più grosso puoi farlo lavorare al minimo o quasi

    Lascia un commento:


  • angeloantonio
    ha risposto
    autocostruzione

    dovrei avere un moltiplicatore 1 a 3, pero' non vorrei tenere su di giri il trattore, al massimo 1500 giri motore, dici che posso riuscirci? ciao

    Lascia un commento:


  • ferrari 71di
    ha risposto
    Originalmente inviato da angeloantonio Visualizza messaggio
    scusate se rispondo solo adesso, la poma dedicata l'avrei, l'ho smontata dalla ruspa, però non riesco a capire se basterebbero i giri della presa di forza oppure bisognerebbe applicare un moltiplicatore di giri; tenete presente che la pompa era montata sull'albero motore. Il raschietto di cui parli andrebbe posizionato davanti alla slitta che corre sulla potrella se ho ben capito. Postate pure delle foto perchè ogni consiglio è ben accetto.
    ciao a tutti
    se la pompa era montata sull' albero motore allora gira a 2000-2500 giri (anche se non sono costanti) la pdp del trattore invece 540-750-1000 quindi secondo me con un pignone e una corona arrivi ai giri giusti

    Lascia un commento:


  • angeloantonio
    ha risposto
    autocostruzione

    scusate se rispondo solo adesso, la poma dedicata l'avrei, l'ho smontata dalla ruspa, però non riesco a capire se basterebbero i giri della presa di forza oppure bisognerebbe applicare un moltiplicatore di giri; tenete presente che la pompa era montata sull'albero motore. Il raschietto di cui parli andrebbe posizionato davanti alla slitta che corre sulla potrella se ho ben capito. Postate pure delle foto perchè ogni consiglio è ben accetto.
    ciao a tutti

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Originalmente inviato da orion-dualsteer Visualizza messaggio
    puoi utilizzare la pompa del trattore però che distributore hai intenzione di utilizzare?
    Penso che prima di tutto andrebbe valutato l'impianto idraulico del trattore (presione e portata olio e via dicendo), anche se a mio avviso è meglio la pompa dedicata con attacco a PDF. Sarà un po' più costoso come impianto ma a mio avviso eviti di stressare organi come la pompa olio del trattore.
    Originalmente inviato da orion-dualsteer Visualizza messaggio
    per le slitte di bronzo le devi farle fare in base alla potrella anche se non sono necessarie a mio avviso.
    Perchè non sarebebro necessarie?
    Tutto ciò che serve a ridurre l'attrito porta giovamento all'attrezzo e inoltre potendole sostituire danno modo di ripristinare i laschi che con l'utilizzo vengono a formarsi.
    Un consiglio per lo spaccalegna orizzontale...sul piattello spintore in basso prevedi una specie di raschietto che tiene pulita la superficie di scorrimento dalla sporcizia che ovviamente viene depositata dal tronco.
    visto che utilizzi un pistone usato, dovresti comunque anche farti quattro conti per poi dimensionare l'impianto idraulico in quanto portata e pressione influiscono e non poco sia sulla velocità di movimento che sulla forza di spinta.
    Anche per questo consiglio la pompa dedicata.
    Ciao

    Lascia un commento:


  • orion-dualsteer
    ha risposto
    Originalmente inviato da angeloantonio Visualizza messaggio
    vorrei costruire uno spaccalegna orizzontale utilizzando un pistone della ruspa, un quesito vorrei porvi: se lo attacco direttamente al trattore utilizzando la pompa del trattore potrebbe funzionare? le " slitte" di bronzo che scorrono sulla piastra si trovano in commercio oppure bisogna farle farein officina?
    grazie dei consigli e ciao a tutti
    puoi utilizzare la pompa del trattore però che distributore hai intenzione di utilizzare?
    per le slitte di bronzo le devi farle fare in base alla potrella anche se non sono necessarie a mio avviso.
    se vuio domani scatto qualche foto alla mia ultima autocostruzione che siamo a metà lavoro

    Lascia un commento:


  • angeloantonio
    ha risposto
    autocostruzion

    vorrei costruire uno spaccalegna orizzontale utilizzando un pistone della ruspa, un quesito vorrei porvi: se lo attacco direttamente al trattore utilizzando la pompa del trattore potrebbe funzionare? le " slitte" di bronzo che scorrono sulla piastra si trovano in commercio oppure bisogna farle farein officina?
    grazie dei consigli e ciao a tutti

    Lascia un commento:


  • agriforestal
    ha risposto
    sinceramente ora con i prezzi che girano non conviene proprio costruirsi uno spaccalegna idraulico. Una decina di anni orsono,quando tali macchine avevano dei prezzi da copogiro e ve ne erano in circolazione poche, ne ho costruito uno con particolari ritrovati in giro per il garage, cilindro rotto della terna, pompa sostituia al camion e così via non è a norma ma funziona ancora molto bene. Di quelli a vite ne ho costruiti alcuni e tutto sommato nessuno di chi me li ha commisionati si è mai lamentato.

    Lascia un commento:


  • ste06
    ha risposto
    per chi e' interessato a costruire uno spaccalegna: innanzitutto occorre dimensionarlo: corsa e forza: per la corsa si decide in base all'altezza del pezzo da spaccare, per la forza, come riferimento, pensate che uno spaccalegna hobbistico esercita una forza di 4 tonnellate peso, mentre uno professionale ha almeno 8-13 tonnellate peso.
    Le soluzioni più diffuse hanno un azionamento con cilindro oleodinamico, alimentato da una centralina con un motore elettrico, meglio se alimentato in trifase, oppure con un collegamento al punto di forza di un trattore o di un'altra macchina a scoppio.
    Ho sperimentato che comperando i pezzi nuovi si spenderebbe di più che non acquistando lo spaccalegna: avendo tempo, si può cercare da un rottamaio un cilindro con la centralina e qualche pezzo di trave per costruire il telaio.
    Sono possibili anche altre soluzioni, ma comunque bisogna esercitare forze molto elevate.

    Ho già incontrato qualcuno che si è costruito lo spaccalegna, funziona ma non ha tutti i dispositivi di sicurezza di un prodotto marcato CE.

    Attenzione, le forze in gioco durante il funzionamento possono creare seri pericoli.
    ciao

    Lascia un commento:


  • mineblu
    ha risposto
    ok.grazie.
    ho copbinato tutto, o preso la moltiplica per la 3.e funziona perfettamente,spacca tutto !!!!!

    Lascia un commento:

Caricamento...
X