MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Contratti d'affitto: stipula & revoca

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
    Non ho ben inteso il senso. Puoi essere più chiaro?
    Non vorrei dare una personale interpretazione alle situazioni che citi.
    infatti...non conosco quale azione possa intraprendere un affittuario che non soddisfa le "nuove" condizioni e non vuole mollare l'osso (te le definisci azioni meschine, io furberie, il senso è lo stesso)


    Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
    Imporre? E' forte come affermazione.
    Io affitto al miglior offerente il fondo,rispettando la prelazione.
    Perchè dovrei rinunciare ad un maggior guadagno?
    immagino a proposte troppo impegnative per mettere fuori gioco la prelazione dell'affittuario che intende continuare con l'affitto, però effettivamente se c'è un mercato libero può essere o sbaglio e ho capito male?

    Commenta


    • allora mi spiego meglio..

      il fondo è affittato a degli agricoltori che danno (esempio) 100 all'anno di canone..
      scade il contratto.. per combinazione trovo un altro vicino che mi offre 150 all'anno di canone..

      io lo comunico 3 mesi prima a quello vecchio.. e se accetta i 150 all'anno RIMANE lui...
      sennò lo affitto all'altro... giusto?

      sembra semplice.. però mi hanno detto che "cacciare" via agricoltori che sono in quel fondo da 1+ generazioni è difficile...

      e se dovessi accordarmi con l'altro nuovo che mi da 150 .. le associazioni di categoria possono non firmare? se non firmano il contratto è nullo per la DURATA...
      ossia:
      se litighiamo e si finisce dal giudice.. questo vede che non c'è il timbro delle associazioni.. (ass fondiaria e unione agricoltori..) e il contratto viene prorogato per 12 anni mi sembra...

      il timbro delle associazioni ha valore per la DURATA....

      dicono che è sempre meglio averlo.. nei contratti in deroga..


      cmq.. a cosa si possono attaccare gli agricoltori per non lasciare un fondo?

      avete esempi? perchè mi sarebbero molto utili...

      grazie amici

      ma le migliorie di solito nei contratti.. c'è scritto che devono essere notificate al proprietario con lettera raccomandata...
      perciò senza raccomandata.. non hanno valore... almeno credo..,

      Commenta


      • Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
        allora mi spiego meglio..

        il fondo è affittato a degli agricoltori che danno (esempio) 100 all'anno di canone..
        scade il contratto.. per combinazione trovo un altro vicino che mi offre 150 all'anno di canone..

        io lo comunico 3 mesi prima a quello vecchio.. e se accetta i 150 all'anno RIMANE lui...
        sennò lo affitto all'altro... giusto?
        è quello che ho sempre pensato, ovviamente in occasione della scadenza del contratto degli agricoltori che danno 100

        Commenta


        • Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
          è quello che ho sempre pensato, ovviamente in occasione della scadenza del contratto degli agricoltori che danno 100
          si esatto.. ho l'affito con l'agricoltore che mi da 100... mettiamo LUPO

          quando scade il contratto con LUPO.. mettiamo che trovo VOLPE che mi da 150 .. io mando lettera 3 mesi prima della scadenza a LUPO che ho trovato VOLPE che mi da 150 ..

          e LUPO decide che fare..

          Commenta


          • Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
            allora mi spiego meglio..

            il fondo è affittato a degli agricoltori che danno (esempio) 100 all'anno di canone..
            scade il contratto.. per combinazione trovo un altro vicino che mi offre 150 all'anno di canone..

            io lo comunico 3 mesi prima a quello vecchio.. e se accetta i 150 all'anno RIMANE lui...
            sennò lo affitto all'altro... giusto?
            andiamo per gradi.
            Comunico la disdetta (cioè il mancato rinnovo tacito se previsto) l'annata agraria precedente a quella di fine contratto.
            Poi comunico la mia volontà di voler fittare il fondo a xxxxxx euro.

            Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
            sembra semplice.. però mi hanno detto che "cacciare" via agricoltori che sono in quel fondo da 1+ generazioni è difficile...
            Dipende da chi hai di fronte.

            Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
            e se dovessi accordarmi con l'altro nuovo che mi da 150 .. le associazioni di categoria possono non firmare? se non firmano il contratto è nullo per la DURATA...
            Se non firmano le associazioni di categoria significa che non vi sono clausole conformi alla normativa vigente.
            Perchè non dovrebbero sottoscrivere un normale contratto chiaro e sincero?

            Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
            ossia:
            se litighiamo e si finisce dal giudice.. questo vede che non c'è il timbro delle associazioni.. (ass fondiaria e unione agricoltori..) e il contratto viene prorogato per 12 anni mi sembra...
            il timbro delle associazioni ha valore per la DURATA....
            dicono che è sempre meglio averlo.. nei contratti in deroga..
            cmq.. a cosa si possono attaccare gli agricoltori per non lasciare un fondo?
            avete esempi? perchè mi sarebbero molto utili...
            La controfirma del rappresentante serve per dimostrare la consapevolezza delle parti delle clausole introdotte. Senza non è un contratto in deroga alla normativa vigente. Le clausole non riguardano solamente la durata.

            Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
            ma le migliorie di solito nei contratti.. c'è scritto che devono essere notificate al proprietario con lettera raccomandata...
            perciò senza raccomandata.. non hanno valore... almeno credo..,
            Non descrivo come attuare azioni vessatorie.
            Il mondo è già pieno di delinquenti.
            Per difendersi da questi vi sono gli organi competenti.

            Commenta


            • si invece il timbro delle associazioni. che serve per i contratti in deroga.. ha valore ed importanza per quanto concerne la DURATA...
              almeno cosi mi ha detto (posso citare le fonti? un funzionario dell'agricoltura provinciale e un funzionario dell'unione agricoltori provinciale...)
              ossia il contratto lo puoi anche fare senza il timbro.. però se litighi con l'affittuario.. il giudice può dare ragione ad esso e prorogartelo di 12 anni il contratto..

              Perchè non dovrebbero sottoscrivere un normale contratto chiaro e sincero?
              perchè il canone se è troppo alto destabilizza tutti gli agricoltori vicini.. e in questo caso potrebbero non fartelo passare... (sempre cosi mi hanno detto fonti attendibili)

              Commenta


              • 90c sai per caso motivazioni o azioni (magari le più comuni) cui gli agricoltori si possono attaccare per non lasciare un fondo?
                cioè a che clausole si possono attaccare? o cosa possono tirare fuori per fare casino?

                mi sarebbe molto utile visto che tra poco credo succederà al caso che sto seguendo ....

                Commenta


                • Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                  Non descrivo come attuare azioni vessatorie.
                  Il mondo è già pieno di delinquenti. Per difendersi da questi vi sono gli organi competenti.
                  questa cosa non mi torna...
                  è un giudizio soggettivo, anche l'usucapione (che l'ho vissuto moooooooolto bene con un procedimento durato 10 anni superando 2 gradi di giudizio) è una gran bastardata che non dovrebbe esistere!!la legge lo permette punto.
                  quindi può essere che il legislatore preveda azioni che permettono all'affittuario in scadenza di contratto di continuare il rapporto pur non soddisfando le nuove condizioni



                  Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
                  90c sai per caso motivazioni o azioni (magari le più comuni) cui gli agricoltori si possono attaccare per non lasciare un fondo?
                  cioè a che clausole si possono attaccare? o cosa possono tirare fuori per fare casino?

                  mi sarebbe molto utile visto che tra poco credo succederà al caso che sto seguendo ....
                  è quello che sto chiedendo anch'io

                  Commenta


                  • Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
                    Con ciò i passaggi saranno (o potrebbero essere) questi:
                    ci sarà l'episodio (come si scriveva sopra) nel momento in cui gli "estranei" entreranno nel terreno per la raccolta della frutta (a breve), i testimoni saranno i carabinieri chiamati dall'affittuario; a questo punto verrà intrapresa la possessoria da parte dell'affittuario.

                    E' ovvio che l'affittuario dovrà trovarsi in una posizione forte, quindi capisco che:
                    nel frattempo sarà meglio che attribuisca al contratto d'affitto (stipulato in data 19.04.2002) pieno valore, chiedendo un incontro con l'Agenzia delle Entrate per la registrazione del contratto d'affitto pagando l'imposta agevolata (giovane imprenditore) e sanare per la mancata registrazione entro i termini previsti dalla normativa vigente (ravvedimento operoso con l' Agenzia delle Entrate?)
                    Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                    No. Il reato è furto di frutti pendenti. Io infatti attenderei la sottrazione dei frutti.



                    Sarebbe opportuno.
                    di questi giorni la richiesta di Guido, proprietario, di poter avere copia del contratto di affitto (richiesta attraverso il suo legale)

                    immagino che Michela (affittuaria) sia obbligata a fornire

                    Commenta


                    • Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
                      si invece il timbro delle associazioni. che serve per i contratti in deroga.. ha valore ed importanza per quanto concerne la DURATA...
                      perfetto

                      Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
                      il giudice può dare ragione ad esso e prorogartelo di 12 anni il contratto..
                      Perchè 12?

                      Originalmente inviato da Elicrisio Visualizza messaggio
                      Perchè non dovrebbero sottoscrivere un normale contratto chiaro e sincero?
                      perchè il canone se è troppo alto destabilizza tutti gli agricoltori vicini.. e in questo caso potrebbero non fartelo passare... (sempre cosi mi hanno detto fonti attendibili)
                      Quali sarebbero queste fonti attendibili?
                      Se io su quel terreno ho intenzione di coltivare orticole, o impiantare un pioppeto, quindi coltivazioni con redditività più alta rispetto, ad esempio, ad un orzo, non posso offrire una cifra notevolmente più elevata?
                      Allora qua in zona, ove stanno nascendo impianti di biogas a destra e a manca, le associazioni di categoria non dovrebbero sottoscrivere i contratti di affitto dei conduttori che poi utilizzeranno il trinciato nel biogas...visto che offrono il triplo (almeno) di quanto offrono gli agricoltori che coltivano per fare granella. E invece li sottoscrivono.
                      Roger Federer

                      Commenta


                      • Sempre a proposito di contratti d'affitto. Ho un contratto in deroga che scade alla fine di giugno stipulato in presenza dei sindacati. L'affittuario mi chiede di rinnovare a marzo cioè 3 mesi prima della scadenza un nuovo contratto. Gentilmente chiedo se è possibile una cosa del genere. Nel ringraziarvi porgo distinti saluti. Falcone

                        Commenta


                        • Registrazione contratto affitto

                          Il mio limitiere mi chiede in affitto il mio terreno , chiede tuttavia anche che il contratto venga stilato presso un agronomo e giustamente registrato e che non necessita la firma dei sindacati. Io voglio fare le cose nel pieno delle regole e vorrei la stipula presso i sindacati e dopo la registrazione. Qual è la via giusta pe cortesia? Grazie. falcone1944

                          Commenta


                          • Serve la controfirma delle associazioni di categoria per stipulare i contratti in deroga.
                            Se non hai particolari clausole da inserire,non necessita la controfirma.
                            Puoi trovare nella discussione molti riferimenti simili al tuo caso.

                            Commenta


                            • contratto d'affitto

                              Fac-simile del contratto

                              Detti comparenti convengono e stipulano quanto segue:
                              1) il signor xxxx concede in affitto al sign. Yyy che accetta il fondo rustico in contrada sss particelle 1,2,3,4, di tumoli 15.
                              2) Il presente contratto ha la durata di un anno e decorrerà……Alla scadenza l’affittuario dovrà lasciare al conced. Il fondo libero da persone e cose ;
                              3) Il terreno dovrà essere destinato esclusivamente alla coltivazione di ortaggi esso in pieno campo o in tunnells con divieto assoluto di eseguirvi impianti fissi aventi altezza superiore ad un metro e 1,70 e di apporvi migliorie o addizionali di qualsiasi genere senza il consenso del concedente pena immediata la risoluzione del contratto;il canone di comune accordo viene stabilito , sempre in derogaalle vigenti disposizioni, in euro …ed è versato oggi stesso alla firma del presente contratto con assegno bancario nr………….( in realtà poi mi hanno pagato dopo il primo raccolto)
                              4) Sono a carico dell’affittuario le spese per l’approvvigionamento dell’acqua per l’irrigazione delle culture nonché quelle necessarie a ripristinare al termine del contratto, l’originale conformazione del terreno concesso in affitto.
                              5) Le spese del presente contratto sono a carico delle parti in ragione di metà di ciascuno.
                              6) E’ vietata ogni forma di subaffitto o di sub concessione a terzi.
                              7) Non è permesso all’affittuario l’utilizzo dei locali o terreno al di fuori di quanto oggetto del presente
                              Del presente atto è data lettura ecc

                              Commenta


                              • E' presente una clausola sulla durata del contratto. Devi necessariamente convalidare il contratto con la controfirma di un'associazione di categoria.
                                Devi specificare orticole stagionali (esclusi quindi i carciofi, asparagi, etc....)
                                Specifica meglio la provenienza dell'acqua (pozzo privato?consorzio?)

                                Commenta


                                • Gentili moderatori saluto voi tutti ed anche gli amici frequentatori del forum. Un consiglio: il conduttore del fondo che ho dato in affitto in deroga per un anno è divenuto invalido e vorrebbe far subentrare nel contratto il figlio....studente che forse metterà su azienda. Il padre tuttavia è moroso per quanto riguarda la cura dei confini abbandonati a se stessi da più anni (sempre con contratto annuale) il figlio subentrante in corso d'anno si assumerebbe sempre in sede sindacale la morosità del padre che non ha gestito da buon padre di famiglia le parti confinanti del terreno ed ha avuto solo riguardo al coltivato. Credete possibile una manovra del genere?Grazie

                                  Commenta


                                  • Provare per un anno, poi rescindere il contratto in caso d'inadempienza, mettendo, ovviamente tutto per iscritto.

                                    Commenta


                                    • Grazie Cinghiale,ma dimmi a chi spetta l'incompesa della registrazione all'uff.di registro dei contratti di affitto fondi agricoli in genere?
                                      In mancanza di registrazione chi si prende la mazzata più grossa in caso di accertamento fiscale ? Saluti.

                                      Commenta


                                      • Per quanto riguarda la registrazione dei contratti, dolente di non poter fornire alcuna informazione.

                                        Commenta


                                        • Originalmente inviato da turi44 Visualizza messaggio
                                          Grazie Cinghiale,ma dimmi a chi spetta l'incompesa della registrazione all'uff.di registro dei contratti di affitto fondi agricoli in genere?
                                          In mancanza di registrazione chi si prende la mazzata più grossa in caso di accertamento fiscale ? Saluti.
                                          Una delle parti contraenti.L'imposta va divisa tra le parti.
                                          Circa l'accertamento fiscale dipende da chi omette la dichiarazione.
                                          Circa la mancata registrazione sono sanzionabili entrambe le parti.

                                          Commenta


                                          • Scusami 90 C ma non basta che la faccia uno dei due?

                                            Commenta


                                            • Certo, non sono stato chiaro?
                                              Una della parti che sottoscrivono il contratto.
                                              Il conduttore o il locatore.
                                              La spesa va divisa.

                                              Commenta


                                              • Originalmente inviato da 90 c
                                                Specifica meglio la provenienza dell'acqua (pozzo privato?consorzio?)
                                                L'acqua in questione proviene da un suo pozzo sito in un terreno viciniore di sua proprietà.. Ma cosa cambia considerato che nel contratto c'è scritto che l'approvvigionamento dell'acqua compete a lui. Il mio terreno tra l'altro ne è sprovvisto. Cordialmente . Salvatore

                                                Commenta


                                                • Originalmente inviato da turi44 Visualizza messaggio
                                                  L'acqua in questione proviene da un suo pozzo sito in un terreno viciniore di sua proprietà.. Ma cosa cambia considerato che nel contratto c'è scritto che l'approvvigionamento dell'acqua compete a lui. Il mio terreno tra l'altro ne è sprovvisto. Cordialmente . Salvatore
                                                  Se invece pagavi un canone annuo ad un consorzio di bonifica era opportuno specificare a chi si voleva far competere le spese.
                                                  Oppure se avevi un tuo pozzo e ne concedevi l'utilizzo.
                                                  Nel tuo caso non necessitano ulteriori clausole.

                                                  Commenta


                                                  • Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                                    La manutenzione ordinaria di fossi, scoline, canali, etc.....spettano al conduttore del fondo.
                                                    Riprendo questo vecchio post per chiedere: se il proprietario consegna al conduttore un terreno con un canale di scolo non manutenzionato nella parte che gli compete,ed il conduttore lo accetta così com'è con l'impegno, in clausola di contratto in deroga, di provvedere lui al ripristino e alla manutenzione del canale stesso , pensi che tale clausola possa essere considerata vessatoria?Grazie
                                                    Cordialmente.Falcone

                                                    Commenta


                                                    • Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                                      Allora sei in una botte di ferro.
                                                      Rivolgiti alle autorità competenti. Dovrebbe esserci tutto nero su bianco nel regolamento comunale di polizia rurale.




                                                      Una clausola vessatoria, per essere tale, deve imporre sproporzione tra le parti (esempio: ad ogni rinnovo il canone si raddoppia, etc....). Nel tuo caso è molto difficile perchè tale clausola, formalmente, è tra i "doveri" del conduttore.
                                                      Qualora ritieni in buona fede che la manutenzione sia molto gravosa per precedenti trascorsi, può scrivere nel contratto che la manutenzione è stata contrattata singolarmente, valutata in un costo xxxxxx del quale se ne fa carico il conduttore interamente.
                                                      La clausola è vessatoria se nonostante la buona fede, una delle parti è in difficoltà tali da rendere vana la volontà di contrarre l'impegno.
                                                      Infine specificare che il canone è frutto di una negaziazione che tiene conto delle clausole precedenti.
                                                      Le tue spiegazioni, gentilissimo 90 C, mi sono giunte particolarmente gradite...sono in ambascia...domani il padre conduttore del terreno da circa dieci anni con contratto in deroga rinnovato annualmente (tipo da prendere con le pinze) vuole che il contratto si intesti al figlio attualmente studente e nullatenente considerato che esigo la registrazione all'uff. del Reg. perchè voglio dormire tranquillo. E, considerato che lascerebbe il terreno messo male sia per i confini sia per il canale di scolo che è anche confine sto cercando come meglio fare perchè domani il figlio non mi dica anche lui : lei me l'ha dato così, e non rispondere a danni verso terzi; il padre non può dirlo perchè in 10 anni non ha mai fatto pulizie dei confini ed io per non tenere il terreno sfitto ho lasciato correre. Ma quel che più mi interessa è lo scolo acque. Non mi dilungo....è difficile da spiegare il tutto. Una ultima cosa: considerato che il figlio è nullatenente posso far intervenire il padre nel contratto a garenzia del pagamento? Cordialmente. Falcone

                                                      Commenta


                                                      • Se non vuole pagarti il figlio, non ti pagherà nemmeno il padre.
                                                        Solitamente si fa firmare il figlio a garanzia del padre , non il contrario,perchè visti i tempi biblici dei tribunali, ad una certa età possono venire strani pensieri.
                                                        Ritengo poco efficace il tutto.

                                                        perchè più semplicemente non ti informi circa il costo della manutenzione?
                                                        Pattuite il costo. Fagli eseguire il lavoro di manutenzione al prezzo concordato e lo paghi. Naturalmente il costo di fitto sarà maggiore perchè non necessita più la manutenzione.

                                                        Commenta


                                                        • Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                                          Se non vuole pagarti il figlio, non ti pagherà nemmeno il padre.
                                                          Solitamente si fa firmare il figlio a garanzia del padre , non il contrario,perchè visti i tempi biblici dei tribunali, ad una certa età possono venire strani pensieri.
                                                          Ritengo poco efficace il tutto.

                                                          perchè più semplicemente non ti informi circa il costo della manutenzione?
                                                          Pattuite il costo. Fagli eseguire il lavoro di manutenzione al prezzo concordato e lo paghi. Naturalmente il costo di fitto sarà maggiore perchè non necessita più la manutenzione.
                                                          ...ma essendo un contratto in deroga posso chiedere che il canone di fitto venga pagato alla firma del contratto o per il pagamento la deroga non vale?
                                                          Non si tratta di povera gente che deve guadagnarsi la pagnotta!l'anno passato ho dovuto fare la questua per avere il pagamento....dai non è possibile che da lì esce migliaia di euro di primizie ed io debba elimosinare 2 mila euro! A questo punto domani andrà a finire che non se ne fa niente !O avevo l'obbligo di comunicargli prima che non lo fitto,ma è stato affittato per un anno per cui il contratto è scaduto.Ciao e grazie...vedrò

                                                          Commenta


                                                          • Originalmente inviato da falcone1944 Visualizza messaggio
                                                            ...ma essendo un contratto in deroga posso chiedere che il canone di fitto venga pagato alla firma del contratto o per il pagamento la deroga non vale?
                                                            Puoi richiedere il pagamento anticipato.

                                                            Originalmente inviato da falcone1944 Visualizza messaggio
                                                            O avevo l'obbligo di comunicargli prima che non lo fitto,ma è stato affittato per un anno per cui il contratto è scaduto.Ciao e grazie...vedrò
                                                            Se domani scade il contratto, vi incontrate innanzitutto per la riconsegna del bene. La stipula del nuovo contratto è il passaggio successivo. Il contratto è il frutto di una negoziazione tra le parti.
                                                            A quanto può ammontare la manutenzione?

                                                            Commenta


                                                            • Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                                              Puoi richiedere il pagamento anticipato.



                                                              Se domani scade il contratto, vi incontrate innanzitutto per la riconsegna del bene. La stipula del nuovo contratto è il passaggio successivo. Il contratto è il frutto di una negoziazione tra le parti.
                                                              A quanto può ammontare la manutenzione?
                                                              Il mio trattorista mi ha detto poco fa che la manutenzione dello scolo acque completamente occluso da canneto per chilometri( la mia quota è 80 metri)verrebbe a costare circa 600 €. Ma il punto non è questo: il padre attuale conduttore in teoria mi consegna il bene, ma restano in essere archetti metallici e tubi di irrigazione che trasferirebbe così come sono al figlio. In parole povere il figlio pare sia un prestanome ed il padre continuerà la conduzione.
                                                              Comunque con i tuoi consigli ho approntato la seguente clausola:
                                                              lL conduttore signor.....dichiara di aver preso atto dello stato del terrenoe lo accetta così come si trova e si impegna a rilasciarlo libero da plastica, archetti metallici e materiale vario necessario alla coduzione del terreno. Dichiara ,inoltre, che è a conoscenza di essere responsabile della pulizia e dell'ordine, non soltanto del terreno espressamente coltivato, ma di tuuto quello avuto in affitto come da particelle citate al punto x compresi i limiti con i vicini proprietari nonchè i canali di raccolta e deflusso acqua(saie) e che il tutto deve essere gestito da buon padre di famigliai sensi dell'art. 1587 c.c(giusto?) e che pertanto, gli interventi di sistemazione e manutenzione dei limiti (lo scolo acqua è un limite)sono a suo totale carico e responsabilità.

                                                              Il contratto del padre scade il 31.07.2012
                                                              Quello del figlio dovrebbe, iniziare il g.01.08.2012
                                                              In parole povere non ci sarebbe un mio ritorno del terreno. Così dice il sindacato...Mah!

                                                              Commenta

                                                              Annunci usato

                                                              Collapse

                                                              Caricamento...
                                                              X