MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Società cooperative: applicazione del requisito mutualistico

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Clear All
new posts

  • Società cooperative: applicazione del requisito mutualistico

    Inizio questa discussione, esponendo prima un esempio pratico a cui voglio riferirmi.

    - Una società cooperativa agricola "X" acquista un' attrezzatura tecnica per distribuire un prodotto Y.

    - Il C.d.A. stabilisce che l' utilizzo, riservato ai soli soci, potrà essere effettuato solo tramite contoterzista.

    - I soci che utilizzano grandi quantitativi del prodotto Y lamentano che l' utilizzo permesso solo al contoterzista ha costi troppo alti;

    - Il C.d.A. decide allora che l' attrezzatura "X" può essere utilizzata dal singolo socio, purchè consumi almeno un tot di prodotto e pagando un canone in base alla quantità;

    - Il socio che non raggiunge quella soglia di consumo deve ricorrere obbligatoriamente al contoterzista, pagando in base alla superficie distribuita e comunque superiore a chi può utilizzare in proprio l' attrezzatura.



    Alla luce di quanto esposto sopra, il fatto che i soci sono trattati in modi diversi può essere in contrasto con il principio della mutualità previsto per una società cooperativa?
    Ho provato una ricerca d' informazione tramite la rete, ma non ho trovato risposte certe.
    Ceppi c'è!

  • #2
    Serve innanzitutto il regolamente interno. Bisogna inoltre conoscere dettagliatamente la convenzione che interessa la singola prestazione.
    Circa la modalità mutualistica possono essere ammesse restrizioni qualora quest'ultime sono mirate alla miglior razionalizzazione delle risorse.

    Commenta


    • #3
      Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
      Serve innanzitutto il regolamente interno. Bisogna inoltre conoscere dettagliatamente la convenzione che interessa la singola prestazione.
      Grazie per la risposta.
      Ho cercato tra la documentazione varia che ho in casa, ma l' ultimo statuto che ho, è aggiornato a prima dell' acquisto attrezzatura.
      Appena reperisco documentazione aggiornato, riporto nella discussione.

      Ulteriore info, che ho tralasciato nel primo messaggio....la cooperativa di cui siamo soci, non è singola a se stante, ma fa parte di un gruppo di cooperative (CAPAC Piemonte), sparse nel territorio.
      Lo spandicalce in questione non è stato acquistato dalla singola cooperativa, ma dal gruppo.
      Ceppi c'è!

      Commenta


      • #4
        Originalmente inviato da cepy75 Visualizza messaggio
        Grazie per la risposta.
        Ho cercato tra la documentazione varia che ho in casa, ma l' ultimo statuto che ho, è aggiornato a prima dell' acquisto attrezzatura.
        Appena reperisco documentazione aggiornato, riporto nella discussione.

        Ulteriore info, che ho tralasciato nel primo messaggio....la cooperativa di cui siamo soci, non è singola a se stante, ma fa parte di un gruppo di cooperative (CAPAC Piemonte), sparse nel territorio.
        Lo spandicalce in questione non è stato acquistato dalla singola cooperativa, ma dal gruppo.
        Ho provato a cercare in rete ma non trovo il sito.
        Servirebbe lo statuto ed il regolamento interno di entrambe.

        Commenta


        • #5
          Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
          Ho provato a cercare in rete ma non trovo il sito.
          Servirebbe lo statuto ed il regolamento interno di entrambe.
          Purtroppo non hanno sito internet, se non per uso interno.
          Dopo la pausa natalizia ed inventario di fine anno, andrò a reperire anche statuto e regolamento del Capac, oltre alla delibera menzionata sotto.
          Allo stato atuale, so di una delibera del C.d.A. che regolamenta l' utiizzo dell' attrezzatura.
          Tale delibera regolamenta anche la fornitura del materiale, vincolando l' approvigionamento della calce viva allo spandimento con la suddetta attrezzatura. Approvigionamento che non ha vincoli sulla quantità.
          Ceppi c'è!

          Commenta


          • #6
            Originalmente inviato da cepy75 Visualizza messaggio
            Purtroppo non hanno sito internet, se non per uso interno.
            Dopo la pausa natalizia ed inventario di fine anno, andrò a reperire anche statuto e regolamento del Capac, oltre alla delibera menzionata sotto.
            Allo stato atuale, so di una delibera del C.d.A. che regolamenta l' utiizzo dell' attrezzatura.
            Tale delibera regolamenta anche la fornitura del materiale, vincolando l' approvigionamento della calce viva allo spandimento con la suddetta attrezzatura. Approvigionamento che non ha vincoli sulla quantità.
            I vincoli sulla quantità sono impliciti nelle modalità per utilizzare l'attrezzatura. Dopo aver visionato statuo e regolamento interno delle due cooperative ne parliamo nel dettaglio.

            Commenta

            Annunci usato

            Collapse

            Caricamento...
            X