MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Targhe e passaggi di proprietà

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da ORSOALVOLANTE Visualizza messaggio
    diciamo che il concessionario è stato un pochino vago, ma si dai sistemo tutto io ma dopo il 25 di agosto perchè adesso siamo in ferie. per ora il trattore circola con una targa di prova che mi ha dato il concessionario. siccome voglio sistemarmi targa e libretto anche da solo sono alla ricerca di informazioni.

    ciao
    ok.allora vai alla motorizzazione e non sbagli!ma sinceramente, anche come consiglio ad altri che si ritroveranno in situazioni analoghe, meglio indubbiamente affidare queste pratiche al concessionario, visto che per un trattore si sborsano parecchi denari ed è sicuramente meglio arrivi in azienda targato e immatricolato correttamente.saluti. Gabriele

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da ORSOALVOLANTE Visualizza messaggio
    . per ora il trattore circola con una targa di prova che mi ha dato il concessionario. siccome voglio sistemarmi targa e libretto anche da solo sono alla ricerca di informazioni.

    ciao
    Attenzione,la targa prova è valida solo se utilizzata dal titolare o da un dipendente dell'officina a cui è rilasciata.
    se ti fermano rischi il sequestro del mezzo e non hai copertura assicurativa.

    Lascia un commento:


  • ORSOALVOLANTE
    ha risposto
    Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
    Buondì! Dai e ridai, un po' alla volta, le informazioni escono tutte!Non per essere rompiscatole, ma di solito quando si pone un quesito, a maggior ragione su un forum dove non vi è contatto diretto, si forniscono anche le informazioni di dettaglio.
    Allora se il trattore è nuovo ed esiste un concessionario, prima di portare a casa il trattore (se non è targato, immatricolato ed assicurato solitamente da queste parti non lo porti a casa...ma non si sa mai) esponi le tue esigenze a chi ti ha venduto il landini e loro provvederanno a reperire tutte le informazioni. Che per un trattore nuovo debba andare tu alla motorizzazione, all'agenzia di pratiche auto e altro mi sembra esagerato. Poi se vuoi complicarti le cose o avere più pareri puoi farlo, ma il concessionario deve saperti dare tutte le risposte. saluti. Gabriele

    diciamo che il concessionario è stato un pochino vago, ma si dai sistemo tutto io ma dopo il 25 di agosto perchè adesso siamo in ferie. per ora il trattore circola con una targa di prova che mi ha dato il concessionario. siccome voglio sistemarmi targa e libretto anche da solo sono alla ricerca di informazioni.

    ciao

    Lascia un commento:


  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da ORSOALVOLANTE Visualizza messaggio
    sul libretto vecchio del landini non c'è scritto proprio niente, il trattore è nuovo di stecca quindi non ha nessun libretto.

    ciao

    luigi

    livello di emissioni tier3
    Buondì! Dai e ridai, un po' alla volta, le informazioni escono tutte!Non per essere rompiscatole, ma di solito quando si pone un quesito, a maggior ragione su un forum dove non vi è contatto diretto, si forniscono anche le informazioni di dettaglio.
    Allora se il trattore è nuovo ed esiste un concessionario, prima di portare a casa il trattore (se non è targato, immatricolato ed assicurato solitamente da queste parti non lo porti a casa...ma non si sa mai) esponi le tue esigenze a chi ti ha venduto il landini e loro provvederanno a reperire tutte le informazioni. Che per un trattore nuovo debba andare tu alla motorizzazione, all'agenzia di pratiche auto e altro mi sembra esagerato. Poi se vuoi complicarti le cose o avere più pareri puoi farlo, ma il concessionario deve saperti dare tutte le risposte. saluti. Gabriele

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
    visto che non sono aggiornato sui limiti di emissioni attuali, ma visto che il powerfarm è un trattore recente, può effettuare questa operazione?
    Se rientra nel limite attuale delle emissioni(così sembrerebbe),è possibile reimmatricolare diversamente(salvo eventuali vincoli fiscali).

    Lascia un commento:


  • ORSOALVOLANTE
    ha risposto
    Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
    Bisogna vedere cosa si intende per attrezzature!se si considerano solo quelle portate, tipo la lama spazzaneve come riporta Orso, non ci siamo a mio avviso.
    Sarei curioso di sapere cosa c'è scritto sul libretto vecchio del landini!
    Inoltre: siamo sicuri che Orso possa immatricolare come vuole il trattore?non credo proprio.
    sul libretto vecchio del landini non c'è scritto proprio niente, il trattore è nuovo di stecca quindi non ha nessun libretto.

    ciao

    luigi

    livello di emissioni tier3

    Lascia un commento:


  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
    Se non rientra nel limite di emissioni attuale, non può più reimmatricolare nulla.
    visto che non sono aggiornato sui limiti di emissioni attuali, ma visto che il powerfarm è un trattore recente, può effettuare questa operazione?

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
    Inoltre: siamo sicuri che Orso possa immatricolare come vuole il trattore?non credo proprio.
    Se non rientra nel limite di emissioni attuale, non può più reimmatricolare nulla.

    Lascia un commento:


  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
    Sempre da http://www.aci.it/index.php?id=579

    E' da qui evidente che Orsoalvolante debba omologare il "trattore" come macchina operatrice industriale in quanto non esegue lavorazioni agricole.
    Bisogna vedere cosa si intende per attrezzature!se si considerano solo quelle portate, tipo la lama spazzaneve come riporta Orso, non ci siamo a mio avviso.
    Sarei curioso di sapere cosa c'è scritto sul libretto vecchio del landini!
    Inoltre: siamo sicuri che Orso possa immatricolare come vuole il trattore?non credo proprio.

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Sempre da http://www.aci.it/index.php?id=579
    "Nuovo codice della strada", decreto legisl. 30 aprile 1992 n. 285 e successive modificazioni.

    TITOLO III - DEI VEICOLI

    Capo I - DEI VEICOLI IN GENERALE

    Art. 57. Macchine agricole.
    [...]
    2) macchine agricole operatrici a due o più assi: macchine munite o predisposte per l'applicazione di speciali apparecchiature per l'esecuzione di operazioni agricole;
    E' da qui evidente che Orsoalvolante debba omologare il "trattore" come macchina operatrice industriale in quanto non esegue lavorazioni agricole.
    Logicamente poi detto trattore non potrà essere utilizzato per scopi non inerenti l'attività industriale. Ovvero non ci ari manco il "giardino Zen".

    Lascia un commento:


  • ORSOALVOLANTE
    ha risposto
    Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
    Scusate, ma leggendo il CdS alla voce macchine operatrici recita:


    Tratto da http://www.aci.it/index.php?id=819

    Evidentemente anche le macchine operatrici in alcuni casi possono trainare...bisogna solo capire in quali....
    tra le informazioni che sono riuscito ad ottenere pare che serva una relazione tecnica riguardante il sistema frenante per poter trainare un rimorchio su strada.

    domani proverò a sentire un'agenzia pratiche auto e spero di avere informazioni chiare. comunque in zona da noi ci sono tre trattori che puliscono le strade in inverno e non sono di proprietà di persone che hanno azienda agricola

    ciao

    e grazie a tutti.

    se provo alla mtc sportello macchine agricole pensate mi possano dare informazioni

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Una differenza non si potrà cercare fra :
    Macchine operatrici agricole e:
    Macchine operatrici(industriali)
    Per le macchine operatrici agricole ogni singola attrzzatura deve essere omologata in accoppiata alla trattrice, per quel che mi risulta è escluso il traino.

    Lascia un commento:


  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
    Scusate, ma leggendo il CdS alla voce macchine operatrici recita:


    Tratto da http://www.aci.it/index.php?id=819

    Evidentemente anche le macchine operatrici in alcuni casi possono trainare...bisogna solo capire in quali....
    Incuriosito non poco dalla riflessione di Actros sto "sgarfando" (friulano per dire "cercare") qua e là per dare una mano all'amico Orso (che altrimenti mi sa che si ritroverebbe con un pugno di mosche in mano)

    allora:

    https://www2.ilportaledellautomobili.../modTT2119.pdf

    http://www.servizipoliziamunicipale....nline.asp?ID=5

    Nel primo link potete trovare il famoso modello TT2119 che possiamo ritenere il re di questo thread. Leggendo nella seconda pagina, nella "tabella riassuntiva delle operazioni" si legge, fra le altre, l'immatricolazione di macchina operatrice trainata, che a mio avviso viene trainata da una macchina operatrice semovente (il Landini di Orso, se così immatricolato).
    Nel secondo link, che riporta estratti dal codice della strada (per la verità non aggiornato) si parla di carrelli e loro circolazione stradale.

    A mio avviso potrebbe essere il punto di partenza per analizzare la situazione. Anche se forse andiamo al di fuori della sezione "Leggi e normative agricole", ma se il moderatore chiude un occhio....
    saluti. Gabriele

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Scusate, ma leggendo il CdS alla voce macchine operatrici recita:

    TITOLO III - DEI VEICOLI

    Capo IV- CIRCOLAZIONE SU STRADA DELLE MACCHINE AGRICOLE E DELLE MACCHINE OPERATRICI

    5 - CIRCOLAZIONE DELLE MACCHINE OPERATRICI (ART. 114 C.S.)

    Art. 300. - Organi di traino delle macchine operatrici ed accertamento della massa massima rimorchiabile (art. 114 C.s.).

    1. Le macchine operatrici semoventi, qualora abilitate al traino, e le macchine operatrici trainate devono essere equipaggiate con idonei organi di traino secondo le prescrizioni dettate dal Ministro dei trasporti con proprio provvedimento. Con lo stesso decreto sono dettate le modalità di accertamento della massa massima rimorchiabile.
    Tratto da http://www.aci.it/index.php?id=819

    Evidentemente anche le macchine operatrici in alcuni casi possono trainare...bisogna solo capire in quali....

    Lascia un commento:


  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
    Attenzione,se immatricolato come macchina operatrice,non può trainare nulla.
    oserei dire puntuale come la morte....

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da ORSOALVOLANTE Visualizza messaggio
    a dir la verità il conce me l'ha messa giù più problematica. essendo una trattrice non immaticolata come trattore agricola sembra servano parecchie scartoffie in aggiunta, mi parla di una relazione giurata di un perito......

    ciao
    Attenzione,se immatricolato come macchina operatrice,non può trainare nulla.

    Lascia un commento:


  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da ORSOALVOLANTE Visualizza messaggio
    a dir la verità il conce me l'ha messa giù più problematica. essendo una trattrice non immaticolata come trattore agricola sembra servano parecchie scartoffie in aggiunta, mi parla di una relazione giurata di un perito......

    ciao

    Altolà!che non sia immatricolata come trattrice agricola lo scopro solo in questo post. Sei in possesso del libretto (vecchio)?in che categoria è inserito il landini (macchina operatrice?) ?

    Lascia un commento:


  • ORSOALVOLANTE
    ha risposto
    Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
    semplice, la procedura è identica a quella che hai seguito (o che ha seguito per te il concessionario) per il nuovo T4000 che hai appena acquistato:

    http://www.forum-macchine.it/showthr...t=20561&page=3

    saluti. Gabriele
    a dir la verità il conce me l'ha messa giù più problematica. essendo una trattrice non immaticolata come trattore agricola sembra servano parecchie scartoffie in aggiunta, mi parla di una relazione giurata di un perito......

    ciao

    Lascia un commento:


  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da ORSOALVOLANTE Visualizza messaggio
    ho acquistato un trattore landini powerfarm105. ho una ditta come muratore, p.iva cciaa e tutto il resto. il trattore lo uso con rimorchio per spostare un'escavatore e per trasposrti inerenti l'attività di muratore.
    sapete darmi una dritta su come targare ed ottenere il libretto del trattore intestao alla mia ditta, finora ne ho sentite di tutti i colori.....

    grazie

    ciao
    semplice, la procedura è identica a quella che hai seguito (o che ha seguito per te il concessionario) per il nuovo T4000 che hai appena acquistato:

    http://www.forum-macchine.it/showthr...t=20561&page=3

    non vedo quali problemi ci siano, avendo tu regolare azienda agricola. il problema nasce però trasportando sul carrellone un mezzo non inerente l'attività agricola.
    saluti. Gabriele
    Ultima modifica di Motivo: aggiunta spiegazione

    Lascia un commento:


  • ORSOALVOLANTE
    ha risposto
    libretto nuovo trattore

    ho acquistato un trattore landini powerfarm105. ho una ditta come muratore, p.iva cciaa e tutto il resto. il trattore lo uso con rimorchio per spostare un'escavatore e per trasposrti inerenti l'attività di muratore.
    sapete darmi una dritta su come targare ed ottenere il libretto del trattore intestao alla mia ditta, finora ne ho sentite di tutti i colori.....

    grazie

    ciao

    Lascia un commento:


  • B 225
    ha risposto
    Ringrazio Gabriele B. per la risposta Solo una cosa non mi è chiara: sul sito della camera di commercio di treviso ho visto che per aziende con meno di 7000 € di "fatturato" non serve 'iscrizione alla cciaa. Quindi non dovrebbe servire neanche per i trasferimenti di proprietà?? Dovrebbe servire solo se si vuole chiedere il gasolio agevolato.
    Ultima modifica di Motivo: corretto il nome dell'utente (si chiama Gabriele...). ;-)

    Lascia un commento:


  • GabrieleB.
    ha risposto
    Originalmente inviato da B 225 Visualizza messaggio
    Salve a tutti, avrei qualche domanda da farvi, spero possiate aiutarmi
    Mio nonno dovrebbe vendermi/ regalarmi il fiat 450 che vi ho precedentemente mostrato. So per certo che è necessaria la partita iva agricola, e qui vi chiedo:
    Quanto terreno serve per aprire la P IVA? Chiunque può aprirla? anche se ancora studente?
    Inoltre mi sembra non serva l'iscrizione alla camera di commercio, giusto?
    Altra questione: mio nonno non può più emettere fatture perchè in regime di esonero, quindi che documento bisogna fare per provare la vendita?? Vi ringrazio anticipatamente
    Ciao
    Buondì!Innanzitutto torna indietro al post 53, dove trovi un interessante allegato che può chiarirti alcuni dubbi. Per quanto riguarda l'apertura della p.iva non vi sono impedimenti di sorta, nè vi sono contrasti fra lo status di studente e di lavoratore. Sempre dall'allegato che ti ho segnalato invece emerge l'obbligo di iscrizione alla camera di commercio, compilando l'apposito modulo e pagamendo 23 euro di diritti di segreteria. Inoltre si versa il diritto annuale contestualmente all'iscrizione oppure entro 30 gg, di 88 euro. Consiglio il versamento immediato in quanto successivamente devi rivolgerti ad uno studio o professionista abilitato ad effettuare i versamenti telematici. Tale diritto si versa poi annualmente entro il 16 giugno o 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%.
    Per quanto riguarda il documento idoneo ad attestare l'acquisto del trattore, essendo tuo nonno in regime di esonero, sarà l'acquirente, cioè tu, che emetterà regolare autofattura. Quest'ultima altro non è che una normalissima fattura , con la tua intestazione e indirizzata all'azienda agricola di tuo nonno. eventualmente prossimamente posso spedirti un fac-simile. saluti. Gabriele

    P.S.: rileggendoti tutta la discussione, dove trovi spunti particolarmente interessanti, noterai che vi sono anche "strade semplificate", possibilità di essere intestatario ma non proprietario del mezzo, ecc.... e troverai che le varie motorizzazioni non sempre richiedono la stessa documentazione. Alcune motorizzazioni richiedono addirittura una semplice scrittura privata fra le parti comprovante vendita e acquisto del mezzo. Io riporto la mia esperienza basata su passaggi di proprietà riguardanti aziende agricole a tutti gli effetti. Un salto alla motorizzazione della tua provincia può essere utile come inizio per capire effettivamente cosa sia necessario. Se poi è tua intenzione fare l'agricoltore di professione, consiglio di seguire la prassi in maniera puntuale e corretta.
    Ultima modifica di Motivo: modificato p.s.

    Lascia un commento:


  • danieledc
    ha risposto
    Ciao grazie di aver risposto... ma sul libretto del motoagricoltore e messa sotto la vove di azienda agricola!! e mi hanno detto ke per fare il trapasso bisogna dichiarare di avere un terreno e di possedere la partita iva!!! come posso fare per fare questo benedetto trapasso?

    Lascia un commento:


  • B 225
    ha risposto
    Salve a tutti, avrei qualche domanda da farvi, spero possiate aiutarmi
    Mio nonno dovrebbe vendermi/ regalarmi il fiat 450 che vi ho precedentemente mostrato. So per certo che è necessaria la partita iva agricola, e qui vi chiedo:
    Quanto terreno serve per aprire la P IVA? Chiunque può aprirla? anche se ancora studente?
    Inoltre mi sembra non serva l'iscrizione alla camera di commercio, giusto?
    Altra questione: mio nonno non può più emettere fatture perchè in regime di esonero, quindi che documento bisogna fare per provare la vendita?? Vi ringrazio anticipatamente
    Ciao

    Lascia un commento:


  • ferrirotor
    ha risposto
    Il punto e' che l'attuale codice e' abbastanza chiaro su chi puo' immatricolarsi un trattore agricolo, anche se, come sempre in Italia, spesso ognuno poi le interpreta in modo diverso.

    In questo momento sto cercando di immatricolarmi un trattore e mi sono trovato un muro di gomma.

    Tutto e' nato dal fatto che per circolare su strada serve l'assicurazione, che puo' essere fatta solo al legittimo intestatario del libretto.

    Premetto che il trattore e' stato acquistato regolarmente con fattura ed e' munito di tutto quello che serve alla circolazione stradale ( fanali,freni, lampeggiante, cabina,mancano solo le cinture) anche se e' del 1982.

    La legge ti dice che i mezzi agricoli possono essere immatricolati a chi e' iscritto come agricoltore, contoterzista agricolo,manutentore di verde pubblico,noleggiatore di attrezzature agricole,comuni, province ed altri enti pubblici .
    Chi, come nel mio caso,costruttore di macchine agricole, non e' ammesso. Eventualmente si puo fare domanda per la targa prova come anche i rappresentanti di macchine agricole.

    Ho provato a chiedere di essere iscritto come agricoltore, ma essendo il terreno di mia proprieta' non agricolo ma industriale questo non e' possibile.

    Se il trattore avesse meno di 10 anni potrei provare la strada del cambio d'uso. Cioe' rifare l'immatricolazione da macchina agricola a macchina industriale, ma in questo caso e' da scartare.

    Al ministero dei trasporti qualcuno ha gia posto il quesito e probabilmente in futuro qualcosa cambiera' anche perche' e' un problema che tocca il collezionista di trattori d'epoca (che non sempre e' un agricoltore) ma anche il privato proprietario di un giardino che voglia portarsi l' erba tagliata alla discarica comunale con il suo trattorino e rimorchietto, o anche solo tagliare l'erba al di fuori della propria cancellata.

    Il massimo e' che il mio trattore e' assicurato dentro la mia proprieta' per danni conto terzi,ma appena metto il muso fuori dal portone sono gia fuorilegge.

    Questo e' quello che succede in provincia di Mantova,ma poiche' si va ad interpretazione appena passato il confine provinciale le cose possono cambiare.

    Lascia un commento:


  • apozzo
    ha risposto
    Riporto la situazione della mia Motorizzazione civile.
    La motorizzazione di Campobasso non impone tassativamente la partita IVA per intestare un trattore agricolo. Occorre semplicemente autocertificare che il trattore venga impiegato per uso personale.
    Per effettuare il passaggio di proprietà è però tassitivamente richiesta una scrittura autenticata da un notaio (vendita tra privati) oppure una regolare fattura di vendita di un soggetto autorizzato (rivenditore).
    Saluti
    apozzo

    Lascia un commento:


  • vito52
    ha risposto
    Salve:A proposito passaggi di proprieta sa qualcuno come si svolge la prassi.Perche mio padre e morto 25 anni fa e siccome noi figli (2) siamo tutt`ora all´estero uno di noi vorrebbe intersarsi trattore rimorchio cosa si deve fare. ho gia esiste un argomento aperto su questo.Grazie

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da cbacci Visualizza messaggio
    Ma allora come mai pur essendoci una norma le motorizzazioni (che sono uffici statali) la applicano a discrezione! Ed inoltre che significato ha tutta la procedura nel momento in cui posso richiedere una partita IVA senza troppi problemi?...non capisco il significato.....Io sono dell'idea che se una regola c'è va applicata, ma se io che non sò nulla, mi rivolgo all'ufficio competente e mi consentono di fare in un certo modo....che colpa ne ho! Siamo Italiani, non c'è nulla da fare!Ciao
    Non è che per caso hai firmato un autocertificazione?

    Lascia un commento:


  • cbacci
    ha risposto
    Ma allora come mai pur essendoci una norma le motorizzazioni (che sono uffici statali) la applicano a discrezione! Ed inoltre che significato ha tutta la procedura nel momento in cui posso richiedere una partita IVA senza troppi problemi?...non capisco il significato.....Io sono dell'idea che se una regola c'è va applicata, ma se io che non sò nulla, mi rivolgo all'ufficio competente e mi consentono di fare in un certo modo....che colpa ne ho! Siamo Italiani, non c'è nulla da fare!Ciao

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da Cinghiale Visualizza messaggio
    Sarebbe, comunque, opportuno fare una proposta per abrogare o modificare il secondo comma dell'articolo 110 del Codice della Strada: è una pastoia burocratica assurda, ancorché il legislatore abbia voluto impedire un eventuale uso improprio delle macchine agricole, che avrebbero rallentato eccessivamente il traffico.
    Cera già una proposta di un parlamentare,In questa discussione ci occupiamo solo delle normative esistenti.

    Lascia un commento:

Caricamento...
X