MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Targhe e passaggi di proprietà

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • vvds
    ha risposto
    grazie
    non credo che voglia un trattore radiato, dice che la fara
    ce una legge che obbliga chi compra a fare l'intestazione?
    perche quando si compra un trattore usato ci danno libretto e fattura e scarico dal'uma, ma se l'acquirente non fa mai il passaggio noi non lo sapremo mai?

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da vvds Visualizza messaggio
    Ciao dovrei vendere un trattore a un privato senza partita iva, lui dice che si può, il commercialista anche basta usare il codice fiscale. e se non se lo puo intestare e non puo andare in strada sono affari suoi. si deve mettere in regola lui.
    ma io sono perplesso
    perche dalla carta di circolazione io risulto l'ultimo propietario.
    mi potete aiutare a capirne qualcosa
    Intestazione e proprietà sono legate ma indipendenti,per essere intestatario devi essere proprietario,ma non l'opposto.
    La proprietà deriva da un atto formale di vendita,potrebbe anche essere una scrittura privata,in cui si identifica il mezzo(modello e matricola) e la relativa vendita .
    non gli consegnerai libretto e targa,probabilmente puoi farlo "radiare"/cancellare alla motorizzazione.

    Lascia un commento:


  • vvds
    ha risposto
    Ciao dovrei vendere un trattore a un privato senza partita iva, lui dice che si può, il commercialista anche basta usare il codice fiscale. e se non se lo puo intestare e non puo andare in strada sono affari suoi. si deve mettere in regola lui.
    ma io sono perplesso
    perche dalla carta di circolazione io risulto l'ultimo propietario.
    mi potete aiutare a capirne qualcosa

    Lascia un commento:


  • tizianof
    ha risposto
    Uso esclusivo del mezzo agricolo su terreno privato

    Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
    No...se non vuoi immatricolare il trattore per poter circolare su strada pubblica non ti serve partita IVA

    Ho acquistato da un rivenditore, con regolare fattura emessa in riferimento a mia P.IVA in esonero, un trattore cingolato usato per coltivare esclusivamente il mio pezzetto di terreno.
    Il cingolo non andrà mai su strada (non ha i pattini anche se in fattura per errore ci sono finiti e cmq sono citati nel libretto di circolazione).
    La mia domanda é: posso evitare di fare variazione di immatricolazione (variazione intestatario), visto che non circolerà mai su strada?
    Sembrerebbe di no perchè violerei l'obbligo di aggiornamento dati alla MTCT citato nel forum; corretto?
    Quali conseguenze, in questo caso,per l'originale intestatario del veicolo?
    Se in futuro cessassi la P.IVA: sembra di capire che rimarrei solamente proprietario, ma non più intestatario del veicolo.
    A quali conseguenze andrei incontro comunicando questo dato alla MTCT ? Ritiro della carta di circolazione e della targa? Declassamento del veicolo da agricolo a macch.operatrice? Oppure è sufficiente non circolare più su strada e lasciare invariati i dati della carta di circolazione?
    In fondo va bene che non si circola più su strada, ma il mezzo mantiene sempre uso agricolo (anche se esclusivamente su terreno privato chiuso al traffico pubblico).
    Ultima modifica di Motivo: tolta la digressione

    Lascia un commento:


  • azzeccagarbugli
    ha risposto
    Originalmente inviato da Marco giardini Visualizza messaggio
    sono giardiniere artigiano, posso intestarmi un trattore agricolo per i miei lavori in aree private ma con circolazione su strada?
    forse lo devi reimmatricolare come mezzo industriale
    per intenderci quello con la targa gialla ed i numeri rossi mentre le trattrici agricole hanno i numeri neri

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da Marco giardini Visualizza messaggio
    sono giardiniere artigiano, posso intestarmi un trattore agricolo per i miei lavori in aree private ma con circolazione su strada?
    Dovresti rientrare nella casistica ammessa.
    In una discussione è ben specificato.

    Lascia un commento:


  • Marco giardini
    ha risposto
    sono giardiniere artigiano, posso intestarmi un trattore agricolo per i miei lavori in aree private ma con circolazione su strada?

    Lascia un commento:


  • castagnetto
    ha risposto
    Originalmente inviato da ilcorsaro Visualizza messaggio
    E possibile fare tutto da privato..e se si, dove bisogna recarsi, e quanto si risparmia? grazie
    Per la P.I. bisogna andare alla sede dell'Agenzia delle entrate della tua provincia.
    La voltura si fa alla motorizzazione o all'ACI.
    Se non sei vicino a questi uffici,considerato tempo e benzina,ci si rimette

    Lascia un commento:


  • ilcorsaro
    ha risposto
    Originalmente inviato da ilcorsaro Visualizza messaggio
    Avendo da re-immatricolare un trattorino comprato usato e con libretto e targa a posto, e non essendo io c.d., sono passato dagli uffici della coldiretti della mia zona.

    Mi hanno detto che (come si sapeva) devo avere la P.I., fanno tutto loro, con un costo di "apertura P.I, 35€, voltura 112€, tessera coltivatori 35€, non essendo troppo pratico di queste cose, il costo è ecquo? grazie
    E possibile fare tutto da privato..e se si, dove bisogna recarsi, e quanto si risparmia? grazie

    Lascia un commento:


  • ilcorsaro
    ha risposto
    Avendo da re-immatricolare un trattorino comprato usato e con libretto e targa a posto, e non essendo io c.d., sono passato dagli uffici della coldiretti della mia zona.

    Mi hanno detto che (come si sapeva) devo avere la P.I., fanno tutto loro, con un costo di "apertura P.I, 35€, voltura 112€, tessera coltivatori 35€, non essendo troppo pratico di queste cose, il costo è ecquo? grazie

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Per effettuare il passaggio di prorpietà DEVI aprire una p.iva...
    Su questo argomanto;
    http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=25058
    Trovi tutte le info a riguardo.
    Poi per il passaggio di proprietà con la p.iva e la fattura di acquisto o la scrittura privata tra venditore ed acquirente vai in motorizzazione e fai il tutto.
    Leggendoti questo argomento troverai tutte le info a riguardo.

    Lascia un commento:


  • True92
    ha risposto
    Salve a tutti, ho un quesito da porvi: qualche tempo fa ho acquistato un vecchio trattorino isodiametrico goldoni, corredato di targa e libretto (era stato evidentemente reimmatricolato nel 2008). Il libretto è ancora intestato al vecchio proprietario (io l'ho acquistato da una specie di rivenditore). La mia domanda è: per effettuare il passaggio di proprietà (oltre ad eventualmente aprire una P.IVA), cosa devo fare?
    Vi ringrazio,
    Francesco

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Originalmente inviato da ik7qpb Visualizza messaggio
    in effetti la domanda corretta è per il solo fatto di aver comprato un trattore per lavorare la mi terra per bisogno personale, devo aprire partita iva?
    grazie per la risposta
    No...se non vuoi immatricolare il trattore per poter circolare su strada pubblica non ti serve partita IVA

    Lascia un commento:


  • Daniele96
    ha risposto
    si hai ragione però ho letto sul web che dipende la tipologia del trattore ci sono diversi documenti e\o diverse "cose" da fare per esempio ho letto ( re mi ricordo bene) che per guidare un motocoltivatore a un'asse non c'è bisogno della patente ma, di un certificato che ti garantisca di guidare il motocoltivatore per strada comunque ho moltissimi dubbi e curiosità da svelare, per questo domani vado all'ACI per ricevere informazioni, vi terrò aggiornati...

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da Daniele96 Visualizza messaggio
    Salve a tutti,vorrei avere informazioni riguardanti la messa in regola di un motocoltivatore il quale ha 4 ruote motrici, è molto vecchio, e traina un rimorchio ( carrello)che pesa meno di 100 kg. in particolare mi interesserebbe sapere, quale patente si dovrebbe avere, se necessita di una targa,assicurazione,revisione,libretto ecc. e se il rimorchio dovrebbe essere munito di qualche documento.
    Aspetto con ansia una risposta...
    Grazie!
    purtroppo se non hai documenti ,non puoi circolare su strade pubbliche,puoi sempre usarlo sul tuo terreno però.

    Lascia un commento:


  • Daniele96
    ha risposto
    Mettere in regola un motocoltivatore

    Salve a tutti,vorrei avere informazioni riguardanti la messa in regola di un motocoltivatore il quale ha 4 ruote motrici, è molto vecchio, e traina un rimorchio ( carrello)che pesa meno di 100 kg. in particolare mi interesserebbe sapere, quale patente si dovrebbe avere, se necessita di una targa,assicurazione,revisione,libretto ecc. e se il rimorchio dovrebbe essere munito di qualche documento.
    Aspetto con ansia una risposta...
    Grazie!

    Lascia un commento:


  • ik7qpb
    ha risposto
    ciao actros, in primis per tenerla sempre pulita sempre pulita 2800 mq poi per fare un po di orto per la famiglia.

    in effetti la domanda corretta è per il solo fatto di aver comprato un trattore per lavorare la mi terra per bisogno personale, devo aprire partita iva?
    grazie per la risposta
    Ultima modifica di

    Lascia un commento:


  • vvds
    ha risposto
    Vi ringrazio delle risposte.
    Allora sono stato in motorizzazione ci sono tre bollettini da pagare in posta per un valore totale di 56,3 euro. e ti danno un foglio con scritto i documenti da portare, piu l'allegato da compilare ma bastano praticamente dati dell'azienda e numero di matricola, e caso mai un aiuto te lo danno.. certo che almeno i dati dell'azienda e sapere che documenti hai in mano bisogna saperlo fare. masse, portate,ecc. (le cose difficili) le compilano loro.
    Targa subito in mano.
    certo bisogna fare 3 giri uno per prendere l'allegato e bollettini, uno per riportarli la compilati, ed dopo un mese andare a prendere il libretto perche subito ti danno un foglio provvisorio.
    Agenzia fanno tutto loro targa in 4 giorni lavorativi costo 160 euro.
    Un mio collega dai " sindacati caa di zona" sono passati 15 giorni siamo in vendemmia ha un mezzo rotto e gli serve ed è ancora senza targa. questo non vuol dire che siano tutti cosi ma questi di questo ufficio.
    questa e la mia ricerca di stamattina non la norma di costi e tempi.

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
    Oppure, più semplicemente, ci vai di persona in Motorizzazione e fai ancora prima...e naturalmente risparmi...
    Se ha il tempo e la capacità di gestire la pratica si,data per scontata la seconda, se già la motorizzazione non gli è vicina,si deve prendersi ferie,magari fà la fila e poi gli manca qualcosa,costringendolo a ritornare........

    Certamente può farlo direttamente,se ritiene sia per per lui conveniente e sappia gestire in proprio la pratica.

    P.S. il "risparmio" è da valutare caso per caso.

    Lascia un commento:


  • Actros 1857
    ha risposto
    Oppure, più semplicemente, ci vai di persona in Motorizzazione e fai ancora prima...e naturalmente risparmi...

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da vvds Visualizza messaggio
    .. perchè se aspetto i tempi del mio caa forse per natale..
    Un agenzia di pratiche auto lo fa di professione.
    Con i documenti vanno in motorizzazione e ti danno targa e permesso provvisorio di circolazione,in attesa del libretto.

    Lascia un commento:


  • vvds
    ha risposto
    buona sera a tutti vorrei chiedervi secondo voi qual'è il modo più veloce per aver nel piu breve tempo possibile la targa di un trattore nuovo. la vendemmia si avvicina il trattore sta per arrivare ma poi mi serve alla svelta.. perchè se aspetto i tempi del mio caa forse per natale..

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da multicar Visualizza messaggio
    Ma l'illegalità esiste, è una realtà.
    Ri-ribadisco il concetto,al forum(come a me agricoltore/allevatore) interessa solo evidenziare quali siano le norme da seguire e le procedure corrette,tutto il resto esiste ed è off-topic..

    Lascia un commento:


  • multicar
    ha risposto
    Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
    Sembrerebbe sottile,ma è sostanziale,come forum ci preoccupiamo di identificare le procedure corrette e le norme da seguire,l'illegalità non la vogliamo neppure considerare..
    Ma l'illegalità esiste, è una realtà.
    [/QUOTE]

    Ok,ma in questo caso è tutto da verificare e dimostrare.
    [/QUOTE]


    Ovviamente le indagini seguiranno il loro corso.

    Aho!
    Me sembra de sta a parlà co er mio commercialista

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da multicar Visualizza messaggio
    Beh che non riguardi il forum è relativo, sono realtà che esistono e bisogna sottolinearle anche in un forum,
    in modo che a nessuno venga in mente di emularle..
    Sembrerebbe sottile,ma è sostanziale,come forum ci preoccupiamo di identificare le procedure corrette e le norme da seguire,l'illegalità non la vogliamo neppure considerare.

    Originalmente inviato da multicar Visualizza messaggio
    No, il fondo vittime della strada interviene anche se il veicolo non è assicurato,
    se il conducente non può pagare con i propri beni i danni a persone.
    Ok,ma in questo caso è tutto da verificare e dimostrare.

    Lascia un commento:


  • multicar
    ha risposto
    Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
    Questo non riguarda il forum,ognuno è responsabile per le proprie azioni.
    Beh che non riguardi il forum è relativo, sono realtà che esistono e bisogna sottolinearle anche in un forum,
    in modo che a nessuno venga in mente di emularle.

    [QUOTE=No,il fondo vittime della strada interviene solo nel caso il responsabile non sia stato identificato [/QUOTE]

    No, il fondo vittime della strada interviene anche se il veicolo non è assicurato,
    se il conducente non può pagare con i propri beni i danni a persone.

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da multicar Visualizza messaggio
    Alcuni. addirittura,
    non potendo piu' avere la targa agricola o addirittura non avendola mai avuta,
    circolano irresponsabilmente senza nessuna targa.

    senza farsi tanti problemi di assicurazione!.
    Questo non riguarda il forum,ognuno è responsabile per le proprie azioni.
    Originalmente inviato da multicar Visualizza messaggio
    Se succedesse un incidente grave, visto le somme elevate per i risarcimenti ai danni a persone,
    alla fine dovrebbe intervenire il fondo delle assicurazioni,
    ovvero dovremmo alla fin fine poi pagare noi.Bah! Ignoranza al cubo.
    No,il fondo vittime della strada interviene solo nel caso il responsabile non sia stato identificato.

    Lascia un commento:


  • multicar
    ha risposto
    Alcuni. addirittura,
    non potendo piu' avere la targa agricola o addirittura non avendola mai avuta,
    circolano irresponsabilmente senza nessuna targa.

    senza farsi tanti problemi di assicurazione!

    Per esempio , in un paese sopra il lago di Como, in zona Faggeto Lario,
    dove mi sono recato per un certo periodo per motivi vari,
    ho potuto constatare con i miei occhi, situazioni di questo genere.

    Vedevo sempre un signore anziano che abitava (o abita) lungo la strada principale, dove c'è una normalisssima circolazione stradale, con tanto di bus di linea,

    che circolava (e magari circola ancora), senza farsi problemi con un trasporter Errepi senza nemmeno l'ombra di targa!

    Incredibile, ma i vigili della zona possibile che non l'avessero mai visto?

    Se succedesse un incidente grave, visto le somme elevate per i risarcimenti ai danni a persone,
    alla fine dovrebbe intervenire il fondo delle assicurazioni,
    ovvero dovremmo alla fin fine poi pagare noi.

    Bah! Ignoranza al cubo.

    Lascia un commento:


  • mefito
    ha risposto
    Originalmente inviato da RocchiLuciano Visualizza messaggio
    Per Gabriele. Grazie della risposta. Ti chiedo: potrebbe, siccome io uso la sopradetta trattrice, sei o sette volte l'anno, trattandosi di una prestazione saltuaria non ci sia bisogno di alcuna partita IVA? A presto, Luciano.
    Seguendo la tua logica,per sei o sette volte l'anno non dovrebbe essere necessarria neppure la patente.......
    Comunque nel messaggio che segue di azzeccagarbugli trovi tutte le risposte
    Originalmente inviato da azzeccagarbugli Visualizza messaggio
    Punto 2 - partiva iva cessata
    Premesso che non esiste una partita iva agricola (come non esiste una partita iva idraulica o una partita iva meccanica) ma solo una partita iva il cui codice attività sia "agricolo", il regolamento di esecuzione del codice della strada dice all'art. 110 comma 2 :
    "2. La carta di circolazione ovvero il certificato di idoneità tecnica alla circolazione sono rilasciati dall'ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri competente per territorio; il medesimo ufficio provvede alla immatricolazione delle macchine agricole indicate nell'art. 57, comma 2, lettera a), punto 1) e punto 2), e lettera b), punto 2), ad esclusione dei rimorchi agricoli di massa complessiva non superiore a 1,5 t ed aventi le altre caratteristi che fissate dal regolamento, a nome di colui che dichiari di essere titolare di impresa agricola o forestale ovvero di impresa che effettua lavorazioni agromeccaniche o locazione di macchine agricole, nonché a nome di enti e consorzi pubblici."
    Più chiaro di così !!!!!!!!!

    Inoltre ammesso che sia vero che "ciò che non è vietato è consentito" (cosa che non condivido pienamente) è anche vero che se un fatto è ammissibile a determinate condizioni, quando quelle condizioni vengono a cessare, il fatto non è più ammissibile e decade.

    Ergo se l'immatricolazione è ammissibile solo per aziende agricole, quando l'azienda agricola è cessata, quell'immatricolazione è illegittima.
    Che poi nessuno venga a verificare che un soggetto abbia mantenuto i requisiti è un altro discorso.

    Ma mettiamo il caso che circolando su strada con un mezzo agricolo qualsiasi, che so, un Pasquali ad esempio, succeda un incidente stradale grave, molto grave, gravissimo, risarcimento milionario, chi vieterebbe alla compagnia di assicurazione di esercitare il diritto di rivalsa verso il proprietario della trattrice considerato che risulta immatricolata a nome di un soggetto che non è titolare di impresa agricola o forestale ? Non solo, quel soggetto non ha provveduto a comunicare agli uffici competenti che quanto dichiarato con la dichiarazione sostitutiva al momento dell'immatricolazione non corrisponde più al vero (ahi ahi ahi !!!! DPR 445/2000 art. 76 comma 2 - codice penale ).

    e poi esiste l'art 82 comma 8 del CdS che cita:
    8. Ferme restando le disposizioni di leggi speciali, chiunque utilizza un veicolo per una destinazione o per un uso diversi da quelli indicati sulla carta di circolazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 80 a euro 318.
    l'uso di una trattrice è perfettamente indicato dopo la serie di XXXXXXX
    AZIENDA AGRICOLA NNNNN MMMMMM WWWW
    E questa non è l'intestazione, ma l'indicazione dell'uso della macchina agricola.

    In conclusione, se un fatto non viene controllato non significa che sia lecito.
    Sei libero di fare ciò che vuoi,anche di dover rispondere delle conseguenze però...............

    Lascia un commento:


  • RocchiLuciano
    ha risposto
    Per Gabriele. Grazie della risposta. Ti chiedo: potrebbe, siccome io uso la sopradetta trattrice, sei o sette volte l'anno, trattandosi di una prestazione saltuaria non ci sia bisogno di alcuna partita IVA? A presto, Luciano.

    Lascia un commento:

Annunci usato

Collapse

Caricamento...
X