MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

contraccolpo accensione a strappo

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • contraccolpo accensione a strappo

    ciao a tutti.
    possiedo un motocoltivatore bcs 755 con motore ACME a benzina VT88 15 cavalli, che finziona benissimo, ma ha un problema:
    in fase di accensione (a strappo con la corda) ogni tanto produce un contraccolpo all'indietro (rispetto al senso di trazione della corda) piuttosto pericoloso. Ieri in particolare mi ha messo fuori uso una mano (non riesco piu a chiuderla bene). Il fenomeno si verifica piuttosto spesso con esiti che sono dolorosi in modo direttamente proporzionale alla forza con cui viene impugnato il manico della corda).
    qualcuno mi sa dire se c'è un metodo particolare per risolvere il problema?
    un grazie anticipato ed un saluto a tutti.
    gguarda

  • #2
    Il contraccolpo si verifica quando il tiro è troppo "fiacco".
    se poi ti viene paura rischi solo di essere ancora meno deciso .
    Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

    Commenta


    • #3
      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
      Il contraccolpo si verifica quando il tiro è troppo "fiacco".
      se poi ti viene paura rischi solo di essere ancora meno deciso .
      il fatto che mi abbia danneggiato la mano dimostra però ( e te lo garantisco) che ero molto deciso. infatti più sei deciso e più stringi e più il contraccolpo è pericoloso.
      Tanto per capirci sono 184 cm x oltre 80 kg, faccio sport e molta attività manuale in campagna e non sono mai stato particolarmente debole.
      Il BCS l'ho comprato usato ( 15 anni fa ) da un signore che lo cambiava proprio per questo problema e alla fine contraccolpi o no l'ho sempre acceso ( si accende sempre al secondo colpo).
      Comunque il fatto che a parità di energia utilizzata , alle volta faccia il contraccolpo e altre volte no mi fa pensare che ci debba essere un punto di partenza del volano che evita il problema

      Commenta


      • #4
        Se arrivi ad avere il contraccolpo,probabilmente c'é qualcosa da rivedere nella procedura.
        Certamente devi partire dal punto più lontano della compressione,ruotando indietro il volano fino al punto di resistenza, per avere più energia dinamica
        (se appoggi il martello al dito non ti fa nulla,se lo lasci cadere da 30 cm.....).
        Difficile capire cosa ci sia di sbagliato senza poter vedere.
        Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

        Commenta


        • #5
          il punto più lontano dovrebbe essere quello subito dopo la compressione (essendo monocilindrico) proverò a verificare togliendo la candela...
          vi farò sapere
          un saluto a tutti

          Commenta


          • #6
            No,non devi togliere la candela. Se muovi il volano
            "avanti indietro" dovresti trovare
            ​una parte in cui ruota liberamente,torni indietro finché trovi resistenza,da lì parti con il tiro.
            comunque se scrivi. *"infatti più sei deciso e più stringi e più il contraccolpo è pericoloso."
            Parti già con una condizione di paura che aumenta la probabilità di fallimento.
            Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

            Commenta


            • #7
              Fermo restando che non è impossibile avviare motori di quella potenza, pur richiedendo l'operazione un minimo di perizia per evitare spiacevoli inconvenienti come quello descritto, con queste potenze, si dovrebbe seriamente valutare l'opportunità di applicare un elettroavviatore.

              Commenta


              • #8
                continuo a pensare che , al di là del buon funzionamento del mezzo il comportamento in questione non sia "fisiologico", ma indotto da qualcosa che non so e che interviene imprevedibilmente con una forza che non è accettabile

                Commenta


                • #9
                  Io ho un ferrari72s diesel motore ruggerini monocilindrico. Anni 80. Ti dico sinceramente che nel mio mezzo SE non tiri mezzo acceleratore... il piolino decompressione... avvolgi la corda COME SI DEVE... giri il volano dolcemente all'INDIETRO (come dice mefito).. non partirà mai.
                  l'unica è la procedura precedente + sputo sulle mani + decisione nel tiro senza "...azzate" (chiacchiere con gente. sigaretta in bocca... attorcigliamento corda sui polsi e/o altro che ho visto fare ... per farsi male) parte di sicuro entro 2 tentativi SE il mezzo è a posto. . 13..14.. 16 cv a strappo non sono un gioco.. ma ci si riesce. Ovvio.. in inverno e la 1à accensione son tosti.. ma da caldo è un gioco. Parere mio... il tubo ha procedure spiegate col tira e molla... mai fatto io. Sempre colpo secco

                  Commenta


                  • #10
                    Dopo tante prove credo di aver capito.Sbagliavo perchè avvolgevo la corda alla manovella troppo poco e "dondolavo" il volano avanti e in dietro sempre di più fino a dare lo strattone finale che alle volte restituiva il contraccolpo. In questo modo non sfruttavo a fondo l'inerzia del volano. Ora faccio fare alla corda un giro supplementare , posizionandomi a ridosso della compressione che supero "dolcemente" la prima volta e utilizzo successivamente l'inerzia conservata dal volano per sferrare il colpo decisivo, intercettando così la seconda copressione con l'energia necessaria a evitare il contraccolpo. Se il futuro dovesse darmi torto mi rifarò vivo. Grazie a tutti ed in paricolare a mefito che mi ha dato lo spunto per capire.

                    Commenta


                    • #11
                      Bravo,a distanza senza poter vedere,si puó solo immaginare,il resto lo hai fatto tu.
                      Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                      Commenta


                      • #12
                        È possibile montare un alzavalvole su un acme vt 88?

                        Commenta


                        • #13
                          Salve, ho un problema con una bcs che monta vt88 acme : non parte. ho cambiato candela, filo candela, puntine, bobina e condensatore ma niente. mi hanno detto di smontare il magnete per provarlo a banco da un elettrauto. il problema e che il magnete è fissato al motore da tre bulloni, il terzo dado lato motore non c'è chiave che riesca a prenderlo, praticamente non c'è spazio di manovra e davanti ha chiusa via con la carcassa del magnete. ho delle foto prese dal web. qualcun uomo di immensa bontà dirmi come lo posso smontare ?Click image for larger version

Name:	$_58.jpg
Views:	736
Size:	50,3 KB
ID:	1281527
                          Attached Files

                          Commenta


                          • #14
                            dimenticavo si tratta di una falciatrice bcs

                            Commenta


                            • #15
                              Ho lo stesso problema non è che non devo accelerare al massimo,se invece non fosse quello cosa potrebbe essere ?

                              Commenta


                              • #16
                                Originalmente inviato da Ferte Visualizza messaggio
                                Ho lo stesso problema non è che non devo accelerare al massimo,se invece non fosse quello cosa potrebbe essere ?
                                Ovviamente riferito a motozappa cordina che a tirarla rimane dura

                                Commenta

                                Caricamento...
                                X