MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Motocoltivatore Carrarino di A. Carraro

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Motocoltivatore Carrarino di A. Carraro

    Salve a tutti. sto smontando la fresa di un motocoltivatore marca Carraro spa modello Carrarino. Non capisco come sfilare l'asse trasversale (quello a cui sono attaccati gli alberi portacoltelli). Il mio scopo è alla fine cambiare i cuscinetti che hanno preso gioco ed i relativi paraoli.
    Contanto in un vostro aiuto, vi ringrazio antocipatamente e vi saluto


  • #2
    Originalmente inviato da pilade Visualizza messaggio
    Salve a tutti. sto smontando la fresa di un motocoltivatore marca Carraro spa modello Carrarino. Non capisco come sfilare l'asse trasversale (quello a cui sono attaccati gli alberi portacoltelli). Il mio scopo è alla fine cambiare i cuscinetti che hanno preso gioco ed i relativi paraoli.
    Dalle foto non si vede nulla di significativo,non si vede se vi sono grani, ghiere o seger,oppure se la ritenuta fosse affidata al fisssaggio degli alberi esterni.
    Per capire come fare,forse dovresti capire come è fatto,ma come fai a capire come è fatto se manco lo pulisci?
    Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

    Commenta


    • #3
      Il carter è uno stampo unico, quindi io penso che si deve in qualche modo sflilare l'albero. Non esistono seger o simili, quindi penso che vadano fatto uscire i cuscinetti dall'esterno. Ho provato con il martello ma non si muove nulla.
      Chiedevo a voi qualche idea per analogia di casi di altre frese di motocoltivatori simili.....

      Commenta


      • #4
        controlla che l'albero nn abbia qualche fermo all'esterno del carter. Probabilmente per togliere i cuscinetti e paraoli, bisogna sfilare l'albero e la corona.

        Commenta


        • #5
          Problema risolto!
          Vanno tolti i paraoli che avendo l'esterno metallico si confondono con il carter stesso della fresa.
          Dopo vanno tolti i seger che fermano i cuscinetti.
          Per quanto riguarda l'alberino di trasmissione che proviene dalla presa di forza il concetto è analogo. La cosa interessante è che tutti i cuscinetti sono dello stesso tipo: sigla 6205.
          Spero che questo possa essere di aiuto a chiunque abbia da restaurare una fresa del motocoltivatore Antonio Carraro modello Carrarino.
          Saluti.

          Commenta


          • #6
            smontaggio cambio carrarina (o carrarino?)

            salve!

            come al solito sono alle prese con i miei catenacci nell'inutile tentativo di disporre di una macchina efficiente.
            a causa di una serie di accidenti di vario genere, mi trovo oggi a dover smontare il cambio della carrarina (o carrarino) che, insieme al relativo rimorchio, costituisce la motoagricola indicata sul libretto di circolazione come "tipo ERREPI Romagnoli & P RD 920 RTS 120 V".
            ovviamente, avendo acquistato la macchina usata ed "attempata" non ho nessuna documentazione circa le sue caratteristiche tanto che non so neppure se il "trattore" sia una carrarina o un carrarino... (di sicuro è un motocoltivatore carraro!)

            COME CAVOLO SI SMONTA QUESTO CAMBIO !!!

            qualcuno ha un esploso o qualche disegno tecnico o, magari, il manuale di officina di questo coso.
            mi accontento anche di qualche buon consiglio...

            allego qualche immagine dell'oggetto

            Commenta


            • #7
              Per me è una vera novità!
              Vediamo: dalle fotografie evinco che al differenziali ci si arriva smontanto i supporti dei mozzi ruote.
              Nella terza foto sta la soluzione dell'arcano: vedi quel coperchio laterale va smontato,prima però recupera l'olio!
              E' da quella parte che si possono estrarre gli ingranaggi; un consiglio ti conviene fotografare i vari passaggi dello smontaggio,ti sarà utile per rimontare!

              Commenta


              • #8
                perfetto E355!
                e come si smontano i supporti dei mozzi delle ruote?
                come avrai notato mancano TUTTI i bulloni che fissano i mozzi alla scatola del cambio ma i semiassi non si sfilano.
                potrebbe esserci qualche altra vite sotto il coperchio che sta al centro dell'estremità del mozzo ma neanche quello viene via (e, per inciso, non sono neppure sicuro che sia un coperchio)
                penso che per coperchio laterale tu intenda quello dal quale esce l'albero con il "millerighe" (che poi sarebbe il "didietro" e non il lato della scatola del cambio)
                anch'io ho fatto lo stesso ragionamento: tolgo il coperchio, sfilo l'albero e così, forse, si liberano anche i semiassi...
                niente da fare!
                tolti i bulloni del coperchio e fatta delicatamente forza con un cacciavite, il coperchio cede per un centimetro e poi non vuol più saperne di venire via.
                probabilmente la soluzione è banale: qualche seger che blocca l'albero o qualche coperchietto che nasconde una vite... ma senza un disegno o una dritta qui non si cava un ragno dal buco!
                l'alternativa sono sempre due sane martellate ma di pezzi di ghisa, ultimamente ne ho rotti anche troppi ed ho imparato a mie spese quanto costano!

                Commenta


                • #9
                  Capisco i tuoi ragionevoli timori tanto più che non sei l'unico ad aver fatto esperienze negative con smontaggi di parti maccaniche; a me è capitato di fare smontaggi già in precedenza effettuati e di trovare resistenze nelle aperture delle parti o di aver dimenticato una vite da svitare!
                  Per quello che vedo dalle fotografie,non ci possono essere segger o viti di sorte,perchè poi il problema è : come c'è l'avrebbero montati?
                  La spiegazione più ovvia e con l'uso, determinati particolari meccanici si usurano ed altri si bloccano,causa a volte sollecitazioni termiche,ossidazioni ecc.
                  ( Al riguardo si è discusso di fresco in :" motoseghe problemi e soluxioni" di una frizione che si è praticamente come saldata sul rispettivo albero motore,e dei danni causati per forzarla.)
                  Se il coperchio si apre di un centimetro,forzerei con una leva o due,per queste operazioni mi sono sempre affidato all'ausilio di due leve cacciacopertoni,avendo le punte arcuate permettono meglio di applicare il vecchio detto di Archimede.
                  L'importate è sapere che la ghisa ha ottima resistenza statica ma pessima resistenza dinamica: in pratica si rompe con estrema facilità con gli urti,
                  Tradotto nella pratica quotidiana:NON si fà uso del MARTELLO !!!!!!

                  Commenta


                  • #10
                    salve giulietto, mi sono appena registrato al forum .. non ho visto sviluppi sulla tua attività di smontaggio del cambio del carrarino .. spero tu abbia risolto .. Io ho un problema abbastanza simile e speravo di poter avere un supporto a riguardo..., il mio carrarino super 714 non si muove più .. ho smontato il motore e visionata la frizione ho scoperto che è da sostituire perchè è bruciata era imbrattata d'olio (sembrerebbe arrivare dal cambio) e quindi dovrei smontare il carterino che protegge il cambio ma non sò bene come procedere .. sembrerebbe essere necessario un estrattore ..nel caso fossi riuscito sai darmi qualche dritta? ciao e grazie

                    Commenta


                    • #11
                      ciao max!
                      innanzitutto auguri di buona Pasqua a tutti!
                      io ho risolto il problema dello smontaggio ma non quello del guasto: il semiasse è rotto...
                      mi sono procurato, tramite il concessionario di zona, il manuale di officina del carrarino serie 42 - 43 - 44 ed ho scoperto che il semiasse va estratto con uno specifico strumento che altro non è che una "massa battente" ovvero un'asta sulla quale è infilato un peso e che va avvitata sui bulloni delle ruote.

                      Commenta


                      • #12
                        Originalmente inviato da giulietto Visualizza messaggio
                        ... uno specifico strumento che altro non è che una "massa battente" ovvero un'asta sulla quale è infilato un peso e che va avvitata sui bulloni delle ruote.
                        Si chiama "estrattore a percussione"

                        Commenta


                        • #13
                          comunque è l'implicita conferma che due sane martellate sono la soluzione di molti problemi!

                          (ovviamente sto scherzando...)

                          Commenta


                          • #14
                            grazie .. proverò a dargli "qualche martellata" ;-) e vediamo se riesco a risolverla .. stò verificando se il cambio è lo stesso ..

                            Commenta


                            • #15
                              fresa carrarino

                              Buona sera complimenti al gruppo, ho acquistato un motocoltivatore carrarino con una perdita da un paraolio, vorrei fare il lavoro a casa secondo voi é troppo complicato? non ho problemi di attrezzatura in quanto lavoro in una torneria. ora posto delle foto. grazie
                              Attached Files

                              Commenta


                              • #16
                                cambio carrarino

                                Buona sera chi mi sa dire a cosa serve la levetta orizzontale che ora posto? grazie.
                                Attached Files

                                Commenta


                                • #17
                                  Secondo me è un lavoro che si può fare tranquillamente ma non conosco le tue abilità meccaniche Non servono strumenti particolari, al massimo un estrattore se vuoi/devi cambiare un cuscinetto già che apri il gruppo fresa.
                                  Stacchi la fresa dopo averla lavata per bene, togli il cassone/carter, rimuovi i coltelli mediani (quelli più vicini al gruppo fresa), svuoti dall'olio il gruppo, disassembli l'asse delle flange protacoltelli (ora, non conosco quel modello ma dovrebbe esserci un bullone per parte dentro all'asse, lo vedrai una volta smontati i coltelli), apri e stacchi il coperchio a cerchio del gruppo fresa e sei arrivato. Questa la procedura alla buona, potrebbe esserci qualcosa di diverso ma non troppo. Se ti senti in grado di farlo puoi tentare.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    salve sqno nuovo ho visto che sei in difficoltà con il carrarino io ho gli esplosi ricambi e il libretto inoltre ho una certa dimestichezza visto che le ho smontate più di una volta avendone in famiglia più di una quasi tutta la gamma dal 70 in poi

                                    la leva che hai postato non è altro che un sincronizzatore della pto per usare le presa di forza con rimorchio trazzionato

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Buongiorno a tutti , anche io ho il problema di smontare il carter di alluminio ( presa di forza ) per cambiare la guarnizione , sono in possesso dell'esploso ma ho dei dubbi sul tipo di estrazione : un modo è usando leve direttamente nello spazio tra carter e carcassa di ghisa , l'altro è usare un estrattore autocostruito che consiste in un piatto di acciaio con due fori per imbullonarlo ai due prigionieri del carter e la vite centrale che preme sulla testa della presa di forza . Il dubbio è che usando il secondo sistema il nottolino interno che serve da selettore potrebbe ( ? ) incastrarsi con note conseguenze al carter . Potete aiutarmi ? Grazie .

                                      Commenta


                                      • #20
                                        salva per smontare il coperchio , se hai gli esplosi noterai che dietro il coperchio cè un dado da 8 mm che tiene in sede il cuscinetto dopo avar rimosso tutti i dadi del coperchio e la leva pto con 2 leve facendo molta attenzione scosterai quel tanto per infilare la chiave per rimuovere il dado di 8 dopo di che continui l'apertura fino alla fine se però devi sostituire solo il paraolio lo fai semplicemente levando quello vecchio con un cacciavite forandolo e reiserendo quello nuovo ciao

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Ciao, no non devo cambiare il paraolio ma la guarnizione che sull'esploso ha il n° 12 , se ho ben capito devo togliere il dado che ha il n° 8 e la rondella con il n° 4 ma questo è all'interno del carter e lo vedo perchè ho scostato e ho uno spazio di circa un cm è quello che devo togliere ? Per essere sicuro la tavola dell'esploso è: TAV.B3-10
                                          e il coperchio è il n° 14 , grazie ciao .

                                          Commenta


                                          • #22
                                            esattamente quel dado perchè tiene fermo il cuscinetto che a sua volta è bloccato su l'albero con un sege tieni un po forzato il tappo con dei cunei per scostarlo qual tanto da inserire la chiave di 13 e man mano lo apri noterai che ti rimane il tappo libero per il rimontaggio procedi inversamente aiutandoti con un mazzuolo di gomma o con un pezzo di legnio aiutati con un po di pasta da guarnizione (poca ) sia sul tappo che sulla guarnizione non metterla sul carter altrimenti quando rimonti per stingere il dado di 8 nel iserire la chiave porti tutta la pasta dentro la guarnizione la fai con la carta non superiore a 1,5 mm ciao

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Wow ! Capito quasi perfettamente dati i miei limiti . A questo punto quando vado a smontare foto e registro il tutto per documentare , grazie sei un grande ! Ovviamente quando ho fatto tutto ti/vi faccio sapere come è andata , grazie ancora , mandi !!!!!!!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                una "carrarina rv330" me l'hanno regalata, ed è ferma da un bel po' di anni... non saprei da dove incominciare ...il motore non è bloccato si può dire che ha lavorato poco...o la butto?


                                                Commenta


                                                • #25
                                                  selve intanto ti hanno fatto un grandissimo regalo , perchè è una grande macchina a vederla ha lavorato veramente poco io purtroppo non ho gli esplosi di quel modello ma se mandi una mail a ANTONIO CARRARO sicuramente avrai tutte le delucidazioni necessarie .Per quanto riguarda i prigionieri attacco fresa rovinati è molto semplice sostituirli ma devi comprare i prigionieri alla carraro perchè hnno diametri e passi diversi dai prigionieri in commercio se decidi bi venderla o buttarla contattami grazie

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    l'ho lavata/ ingrassata e messo un pò di benzina.... partita!! ma non riesco a capire quelle leve come vanno adoperate...
                                                    1)ci sono due "piccole "una per parte e ruotandole innescano la trazione sulla ruota ... motivo?
                                                    2) una leva lunga riporta la numerazione 1-2-5 ma ci sono 5 scanalature ...sono le marce?
                                                    3) l'altra leva lunga ha diverse scanalature ma a cosa serve... retro?
                                                    4) altra leva corta .. e questa l'ho capita... mette in funzione il perno
                                                    millerighe
                                                    5) cosa significa: inserire il fermo 5° marcia per l'uso di attrezzi frontali?
                                                    chiesto e ri-chiesto alla Carraro ma.... non mi hanno mai risposto.



                                                    https://www.youtube.com/watch?v=F6RDW_vlSbw

                                                    quando oramai non ci speravo più la Carraro gentilmente mi ha inviato le istruzioni per l'uso
                                                    c'è nessuno che ha questo modello di motocoltivatore?
                                                    "carrarina rv330 df "

                                                    avrei bisogno di alcune spiegazioni...

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      ti chiarisco le idee intanto la leva lunga del cambio come hai detto tu ti seleziona le marce 1-2-5 il fermo sulla 5 serve quando usi la guida reversibile ruotando il manubrio di 180 gradi per uso falciatrice,trincia, frontali usando l'INVERSORE DI MARCIA POSTO SULL' altra leva lunga che ti seleziona le ridotte dove cè la tartaruga e le veloci sulla la lepre. Come ti dicevo quella levettina è la sicurezza che devi usare in caso di guida reversa per evitare che accidentalmete di si innesti perchè altrimenti vieni inevitabilmente investito dalla macchina chiaro. Le due leve ricurve poste sui mozzi ruota servono ruotandole entrambi a disinzerire totalmente la trazione , a inserire la trazione su una o l'altra ruota o inserire il bloccaggio di differenziale operazione che puoi scoprire a macchina spenta ruotando entrambi le levette una in su e una in giù tutte e due su o tutte e due giù provando a muovere la macchina noterai che secondo la posizione delle leve la macchina o non la muovi neanche in folle perchè ce il bloccaggio differenziale o risultera libera e la sposti con un dito, ultima cosa sulla leva di innesco presa di forza ci deve essere un dispositivo di sgancio leva quando azioni la retromarcia mi raccomando non rimuoverlo e se non cè vai al più vicino concessionario e compralo costa circa 17 € ti salva la vita mi raccomando la macchina divnta mortale se hai ancora dubbi posta una foto che ti risponderò ciao a tutti

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        ti ringrazio per la cortesia ... allora, la leva delle marce pur sforzandola non centra l'ultima tacca (n°5) c'è la possibilità di registrarla?

                                                        poi, l'altra leva penso che manchi qualche cosa.. perché nel ,manuale
                                                        parlano di" leva comando presa di potenza sincronizzata" : permette l'innesto della presa di potenza sincronizzata con il movimento delle ruote ed è provvista di un dispositivo che né impedisce l'innesto quando è inserita la retromarcia. alzando la leva, la presa di potenza viene inserita, abbassandola viene riportata in folle. questo è quello che riporta.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          per inserire la quinta non devi pare altro che ruotare il fermo di 180 gradi, come vedi è provvisto di una molla con l 'aiuto di una pinza lo tiri leggermente in fuori e lo ruoti dall'altra parte la quinta sicuramente non è stata mai usata quindi per le prime volte farà un pò di fatica ma sicuramente nel giro di poco tempo funzionerà benissimo attenzione la macchina in quinta risulterà velocissima sarà difficile stagli dietro non lasciartela scappare .per quanto riguarda il fermo sicurezza presa di forza come vedi sulla leva del cambio cè una piccola sede in quella sede ci va una piastrina fissate con una brugola che staccherà la presa di forza ogni qual volta inserisci la retro mi raccomando non usare la fresa senza il fermo sono morte tantissime persone per quanto riguarda la presa sincronizzata con le ruote non tutte ne sono provviste perchè un opscional devi sapere che la scatola cambio e differenziale è uguale per tutte le macchine da 8 hp a 16 comunque staccando la trazione dal differenziale puoi usare la macchina come un normale motore per usare un albero cardanico aumentando i giri della pto sincronizzando le marce se non ricordo male si parte da 540 fino a 2700 giri circa saluti

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            salve! chiedo... è possibile applicare un piccolo aratro? se affermativo come e dove agganciarlo? altra cosa... vorrei se possibile aggiungere ruotino/sedile tipo falciatrice bcs per non andare a piedi... come e dove posso agganciarmi? ma... avendo applicato la barra falciante, per il senso di marcia è "indietro " giusto? ma và piano anche mettendo la seconda con l'altra leva... ci si mette un'eternità tagliare l'erba! grasssssie a chi mi risponderà

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X