MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

►[RESTAURO] Trattori Goldoni

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • ►[RESTAURO] Trattori Goldoni

    Ciao a tutti,
    sto cercando di restaurare l'impianto elettrico di un trattore goldoni snodabile anni 70'. Qualcuno ha uno schema dell'impianto?
    Grazie

  • #2
    Originalmente inviato da maxiteris Visualizza messaggio
    Ciao a tutti,
    sto cercando di restaurare l'impianto elettrico di un trattore goldoni snodabile anni 70'. Qualcuno ha uno schema dell'impianto?
    di un qualunque trattore forse si, da vedere se qualcuno possiede quello del tuo trattore, che modello è il tuo trattore?

    Commenta


    • #3
      Cmq preso dalla cosa ho dimenticato ....mi chiamo Massimo scrivo dalla provincia nord di Roma e ho un trattore goldoni snodabile modello GM4C che era di mio padre.
      Ora voglio rimmetterlo a nuovo e premetto che è del tutto funzionante apparte le luci, il claxon
      e le spie della dinamo e del quadro.
      In particolare ho dubbi al momento su:
      • non vedo fusibili di sicurezza


      • non riesco a capire come è collegato il motore di avviamento che ripeto funziona correttamente


      • sopra al motore di avviamento c'e una scatola di plastica con scritto bosch che sembra scollegato e non so a cosa serve


      • il claxson collegato direttamente alla batteria da segni di vita ma non suona, serve un volteggio adeguato o semplicemente non funziona?


      Mi potete aiutare?
      Grazie

      Commenta


      • #4
        il claxoson è da cambiare
        ho trovato i fusibili
        rimane l'oggetto misterioso bosch.



        Commenta


        • #5
          Il clacson prova ad aprirlo,attenzione alla guarnizione di carta che si rompe facilmente,poi vedi se c'è eventuale ruggine,e pulisci i contatti che sono certamente ossidati,rimonta se poi non ti sodisfa il funzionamento puoi sempre cambiarlo.
          Riguardo all'oggetto misterioso,trattasi di un regolatore di tensione elettromeccanico,per i collegamenti la cosa è più ardua.

          Commenta


          • #6
            Al momento il regolatore di tensione elettromeccanico non è collegato e il trattore funziona correttamente. Posso tralasciarlo?
            Ho ripristinato la spia del quadro. Mi manca la spia della dinamo. Come funzione?
            Si accende se l'alternatore non funziona o basta dargli alimentazione come per la spia del quadro? A proposito come funziona la spia del quadro? Quando il motore è spento si accende quando è acceso si spegne? Come si ottiene questo funzionamento?
            Grazie

            Commenta


            • #7
              La spia del generatore è una lampadina posta tra il piu della batteria e l'uscita del generatore.
              Quando il generatore non eroga corrente la lampadina si viene a trovare a massa tramite il generatore,e si accende,mentre quando il generatore funziona ,alimentata da due tensioni positive si spegne.
              Questo impianto non lo conosco,pertanto in via generale un morsetto di uscita dal generatore,il più grande,deve andare al positivo della batteria,e dovrebbe passare attraverso il regolatore ( se dinamo),direttamente se alternatore.
              Un morsetto piu piccolo del generatore è il punto in cui deve arrivare la corrente dal regolatore,il regolatore riceve la tensione d'alimentazione dal contatto del quadro,cioè quando quest'ultimo è aperto o spento,non fornisce l'alimentazione al regolatore,che a sua volta non fornisce corrente d'eccitazione al generatore che a sua volta non eroga corrente.

              Commenta


              • #8
                Originalmente inviato da maxiteris Visualizza messaggio
                Al momento il regolatore di tensione elettromeccanico non è collegato e il trattore funziona correttamente. Posso tralasciarlo?
                Sarebbe il caso di ripristinarlo, sostituirlo se necessario.
                La funzione del regolatore è di interrompere la carica della batteria oltre una determinata soglia, lavorando senza di esso la troppa tensione potrebbe rovinare la batteria in breve tempo.
                Sul regolatore stesso ci sono delle sigle o numeri, se le posti sarà più facile individuare il modello ed i relativi collegamenti.
                Marco B

                Commenta


                • #9
                  Ok,
                  guarda sul quadro c'e una spia con una etichetta con scritto "DINAMO". In realtà questa spia non l'ho mai vista accesa neanche in passato e il regolatore è da tempo che è scollegato come in figura.
                  Ascolta E355 hai uno schema generale di impianto elettrico considera che questo impianto è veramente molto semplice.( non per me chiaramente che sono alle prime armi ) . Pensi che posso trascurare il regolatore?

                  Commenta


                  • #10
                    Come ha detto Marco B. vedi di trovare il numero o sigla del regolatore.
                    Sempre in linea generale,all'interno ci stanno due rele,uno è l'interruttore di minima , cioè è questo che chiude il circuito tra la dinamo e la batteria,e spegne la spia.
                    L'altro rele è il regolatore della dinamo,la sua funzione è indispensabile al fine di mantenere la tensione di carica ad un valore di 14 volt,altrimenti con l'aumentare dei giri del motore,aumenta anche il valore della tensione della dinamo,che provoca la rovina della batteria,come giustamente ha fatto presente Marco B.
                    Inoltre la presenza del regolatore impedisce alla corrente della batteria di scaricarsi sulla dinamo,in definitiva è indispensabile al fine di un corretto uso dell'impianto.

                    Commenta


                    • #11
                      Allora Ragazzi se mi date una mano avete una fresatura gratis . Ci serve uno schema generale di impianto.
                      Purtroppo sul regolatore c'e scritto solo Bosch e Made in Germany
                      La cosa assurda che il motore di avviamento risulta solo collegato alla massa tramite armatura del motore... e il polo positivo???
                      Di seguìto un altro foto di aiuto:

                      Commenta


                      • #12
                        Hai solo invertito motorino di avviamento????????con il relativo relè che chiami dinamo e la dinamo.
                        Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                        Commenta


                        • #13
                          Originalmente inviato da maxiteris Visualizza messaggio
                          Purtroppo sul regolatore c'e scritto solo Bosch e Made in Germany
                          Controlla sulla parte posteriore (magari c'era qualche targhetta andata persa).
                          Comunque almeno i morsetti dovrebbero essere marchiati (D+,Gnd,50,30, ecc)
                          Marco B

                          Commenta


                          • #14
                            Originalmente inviato da maxiteris
                            Cosa vuoi dire ? Non capisco
                            vuol dire che quello che chiami motore avviamento invece è la dinamo, quella che chiami dinamo è l'eletromagnete relè/innesto pignone del motorino d'avviamento e quello che tu hai indicato con i ????? è il motorino avviamento.
                            Vuol dire anche che purtroppo non hai le conoscenze minime (non è una colpa e neanche motivo per scoraggiarsi) per mettere mano sull'impianto, hai due scelte:
                            1) documentarti (anche attraverso il forum) sulla costituzione e sul funzionamento e poi (quando tutto ti è chiaro) cominciare con qualche piccolo intervento;
                            2) affidarti ad un abile elettrauto

                            Sotto la dinamo (quella vera) vi è un componente, potresti fotografarlo?

                            Commenta


                            • #15
                              Sono perfettamente d'accordo infatti in realtà oltre all'evidente valore affettivo c'e anche una certa intenzione didattica ricordo infatti che al momento il trattore è perfettamente funzionante. Quindi direi:
                              1) documentarti (anche attraverso il forum) sulla costituzione e sul funzionamento e poi (quando tutto ti è chiaro) cominciare con qualche piccolo intervento;
                              Per questo infatti non ho toccato nullo e mi sono solo limitato a ripulire alcuni contatti.
                              Aggiorno l'immagine:


                              E quindi l'impianto attuale non è dotato di dinamo (ecco perchè era staccata forse si sarà bruciata in passato e per questo sarà stato staccato anche il regolatore di tensione. Considerate che il mio lavoro annuale sarà di 20 ore e onestamente ricomprare un regolatore ok ma la dinamo non so se è il caso.... Ad ogni modo vale la pena comprendere bene come funziona l'impianto e quindi
                              come posso reperire del materiale utile?
                              Per il momento abbiamo:
                              • accumulatore
                              • dinamo
                              • motore di avviamento
                              • regolatore di tensione
                              • utilizzatori vari (luci, claxon ...)
                              • commutatore
                              • "scatola fusibili"

                              i realtà vanno capiti come collegare e perchè: accumulatore,
                              dinamo, motore di avviamento e regolatore di tensione.
                              Appena posso faccio le foto richieste.
                              A presto

                              Commenta


                              • #16
                                Intanto attualmente come viene ricaricata la batteria?
                                Ogni volta che avvio il motore,col motorino d'avviamento,scarico la batteria,da qui la necessità di ridare l'energia consumata alla batteria.
                                Le parti elettriche possono tranquillamente essere ancora valide,visto la posizione poco felice del regolatore,i cui fili che vanno verso l'esterno,si possono essersi impigliati nelle sterpaglie in campagna e di conseguenza estirpate dai relativi morsetti.
                                Per incominciare a fare dei controlli necessiti almeno di un tester,per fare qualche controllo.
                                Per la dinamo,staccati i due fili,ponticellando i relativi morsetti la dinamo deve generare corrente con tensione progressiva all'aumentare dei giri,assodato che il generatore funziona si può passare ad altri controlli,viceversa tutto il discorso è inutile e si opta per altre soluzioni.

                                Commenta


                                • #17
                                  Intanto attualmente come viene ricaricata la batteria?
                                  Non credo venga ricaricata in quanto ripeto la dinamo non ha alcun filo collegato.
                                  Appena posso testo la dinamo e poi vediamo

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Ti allego un po' di materiale:
                                    Schema1 Schema2
                                    Sono due schemi di impianti semplici che potrebbero fare al caso tuo.
                                    Albe, www.albe.tk

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Allora,
                                      ho testato la dinamo e come ci aspettavamo a motore acceso il potenziale preso sui morsetti è nullo. Quindi la dinamo non funziona e qualsiasi carico va a gravare sulla batteria a partire dalla candela per la combustione ad eventuali luci e claxon. Considerando che farò al massimo 40 ore di lavoro all'anno possiamo procedere con la soluzione alternativa anche se a questo punto credo sia sufficiente dare alimentazione ai carichi ed il gioco è fatto.
                                      Attendo indicazioni

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Tra quali punti hai misurato la tensione?
                                        Albe, www.albe.tk

                                        Commenta


                                        • #21
                                          I morsetti cerchiati in rosso, dopo averli sbucciati per bene.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originalmente inviato da maxiteris Visualizza messaggio
                                            I morsetti cerchiati in rosso, dopo averli sbucciati per bene.
                                            non credo sia il posto giusto.

                                            resto ancora in attesa della fotografia della scatola visibile (appena) sotto la dinamo

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Come si vede dalla foto nella parte inferiore della dinamo non c'e alcun dispositivo elettrico

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Ci sono i numeri dei contatti sul regolatore e la dinamo?
                                                Per fare le prove bisogna che colleghi il regolatore, cortocircuitando il due morsetti si rischia di rovinare la dinamo. Purtroppo non conosco la teoria riguardante le dinamo e non ti so consigliare con sicurezza.
                                                Prova per curiosità a fare due misure di tensione tra il telaio e i terminali (prima l'uno poi l'altro) della dinamo e motore in moto.(metti il tester in 20V in continua).
                                                Mi raccomando: attenzione alle parti meccaniche in movimento.
                                                Albe, www.albe.tk

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originalmente inviato da maxiteris Visualizza messaggio
                                                  Come si vede dalla foto nella parte inferiore della dinamo non c'e alcun dispositivo elettrico
                                                  si, ora è chiaro, e mi sono pure accorto che i fili non sono collegati a nulla!
                                                  Difficilmente potrai trovare tensione con la dinamo non eccitata, per farlo bisogna collegarla correttamente all'impianto, o riesci a trovare i numeri che ti sono stati chiesti o ti devi avvalere di un elettrauto; eventuali errori possono casusare grossi danni

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    La dinamo è un generatore di corrente largamente impiegato sui veicoli fino alla meta degli anni sessanta,poi è stata sostituita dagli alternatori.
                                                    Questa scelta nasce perchè la dinamo non è in grado di fornire energia alla batteria ai regimi minimi del motore.
                                                    La dinamo ha un avvolgimento fisso sullo statore che sono i campi,ed un avvolgimento sul rotore che tramite le spazzole porta l'energia generata all'esterno,strutturalmente è simile ad un motore elettrico come quello di un trapano elettrico.
                                                    Il funzionamento della dinamo,differisce da quello di un alternatore,dove è necessario fornire una tensione per creare il campo magnetico necessario per far produrre corrente,in quanto ha un magnetismo residuo che gli consente di generare una corrente iniziale,che tramite il regolatore,viene trasferita ai campi della dinamo.
                                                    E' evidente che la dinamo funziona in corto circuito,tra il morsetto d'uscita e quello dei campi,questo fino a quando con l'aumentare della velocità di rotazione,cresce la tensione che fa chiudere l'interruttore di minima,che collega la dinamo stessa con la batteria,è questo il momento in cui si spegne la spia,al successivo aumento di giri interviene il regolatore che interrompe il collegamento ai campi,producendo una immediata caduta di tensione,che a sua volta provoca una nuova chiusura del contatto.
                                                    Questo descritto è un regolatore a contatti vibranti o Tirril,usato nei regolatori delle dinamo,in passato,e poi usato anche per il controllo dei primi alternatori.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ma quindi il test fatto è seignificativo???

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Quindi ragazzi,
                                                        visto che la dinamo è fuori uso direi che si può dare alimentazione agli utilizzatori
                                                        e il gioco è fatto.
                                                        Che ne dite?

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originalmente inviato da maxiteris Visualizza messaggio
                                                          Quindi ragazzi,
                                                          visto che la dinamo è fuori uso direi che si può dare alimentazione agli utilizzatori
                                                          e il gioco è fatto.
                                                          Che ne dite?
                                                          Fai quello che ritieni più giusto, ma io aggiusterei l'impianto di ricarica.
                                                          Albe, www.albe.tk

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Ciao a tutti,
                                                            è passato un po di tempo ma con immenso piacere condivido con voi la conclusione dei lavori di restauro del trattorino. E' evidente il valore affettivo che sta dietro all'intero lavoro di circa 1 mese tra ricambi, impianto elettrico, pulizia, rifiniture e verniciatura
                                                            Di seguito il prima:

















                                                            Il Dopo











                                                            Grazie a tutti per l'attenzione.
                                                            Max

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X