MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Evoluzione cingolati russi

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Clear All
new posts

  • Evoluzione cingolati russi

    Che ne pensate di questa maccina?........ Mi sa tanto di Fiat (Vedi colore e tetto della cabina) Non ho trovato altro solo la foto..... per me deve essere Russa o Cinese.....
    Attached Files
    Roberto_C.

  • #2
    Il carro é il "solito" russo (Tipo DT75 e compagnia bella), costruito su licenza in Cine e "sapientemente FIATIZZATO"

    Commenta


    • #3
      Evoluzione cingolati russi

      Durante un recente viaggio all'est mi e' capitato di vedere uno strana macchina cingolata.
      Chieste info ho trovato poi la descrizione: e' un belarus con qualche trapianto caterpillar (?)
      Mi interessava in particolare il carro che sembrava influenzato da soluzioni di tipo militare.

      Qualcuno ne sa di piu?

      Asterix

      Commenta


      • #4
        niente male nemmeno le caratteristiche, dalla foto non riesco a capire se è un cingolo in gomma o una via di mezzo, non credo sia un metallico, denuncia una velocita di circa 30 km/h, sollevatore pure anteriore, cabina non male sicuramente climatizzabile, cambio sincronizzato, basta che gli mettano 2, o 3 rapporti power-shift, poi ci fanno le scarpe pure alle industrie italiane che dormono sugli allori delle varie 120c e similia da anni.

        Commenta


        • #5
          I cingoli sembran metallici, ha le sospensioni e il cambio marcia avviene "By synchronized clutches without power flow intermittence".. un FullPowershift?

          Commenta


          • #6
            ho fatto una veloce traduzione col traduttore, sembrerebbe un power-shift sulle marce della gamma impostata.

            Commenta


            • #7
              http://images.google.it/imgres?imgur...lr%3D%26sa%3DN

              Asterix, dai un occhiata a queste foto e noterai che il carro dei Trattori ex CCCP, ora CSI spesso hanno avuto conformazione abbastanza simile a quella della tua foto.
              Eventuale progettazione ambivalente, uso militare e civile, anche se massimo in passato, non mi stupirebbe per niente; non sarebbero stati davvero gli unici a dover recepire disposizioni anche dal Ministero della Guerra.
              Ps.
              Lukashenko potrebbe aver da obiettare sul titolo di questo forum; non russi ma, come riporta del resto anche il nome, Bielorussi.

              Commenta


              • #8
                E' assurdo ma è più bello il belarus del warrior

                Commenta


                • #9
                  Unico neo mi pare di aver intuiro frizioni non a bagno d'olio vero ?

                  SArebbe un vero peccato.

                  Ignoro la fascia di prezzo ....

                  Asterix

                  Commenta


                  • #10
                    Certo, e poi mi pare consumi un po' piu' degli omologhi europei/USA
                    Cmq e' un buon punto di pertenza, mi pare chealmno qualcuno si stia dando da fare senza produrre quei gommati esagerati che tanto s vedono in giro.

                    A.

                    Commenta


                    • #11
                      I cingoli non credo siano metallici perché dice che usa un sistema "unito" di gomma e metallo... ma non ho capito che intende dire

                      Commenta


                      • #12
                        Originalmente inviato da 555-M
                        I cingoli non credo siano metallici perché dice che usa un sistema "unito" di gomma e metallo... ma non ho capito che intende dire
                        nemmeno io ho potuto comprendere appieno cosa intendessero comunicare, dalla foto sembrerebbe un cingolo tipo militare, ma dalla cocezzione piu moderna, presumo che poi il tutto sia stato annegato in una struttura in gomma, praticamente dovrebbe trattarsi presumo di maglie metallice rtese menoi rumorose con dei nastri di gomma di copertura, praticamente si oterrebbe la resistenza del cingolo metallico(e relativo comportamento) con la scorrevolezza del cingolo gommato, un ottimo risultato se cosi fosse, non si avrebbe la cedevolezza del cingolo tipo caterpillar challenger e relativi problemi.

                        Commenta


                        • #13
                          infatti... è probabile...
                          ho visto che pesa 100q.li per 200cv.
                          Unico neo il volante!!
                          ma forse solo per me che sono un purista dei cingolati che uso da sempre... non mi ci vedo proprio a guidare un bestione così senza leve!!

                          Commenta


                          • #14
                            per me il warrior è molto meglio e poi i cingoli in ferro sono in ferro!! poi 100 quintali per 200 cv non mi pare proprio un peso corretto!poi i belarus non mi hanno mai appassionato perchè quelli in zona sono sempre rotti ! pero è gia qualcosa che li fanno delle "mezze" novità. Forse sogno ma un bel tk200 cv con 170 quintali di peso per me è da produrre!

                            Commenta


                            • #15
                              x il conte, a fronte della tua esperienza in cingolati, credi che una simile tipologia di cingolo(cingolo militare in ferro annegato in un nastro di gomma) possa averer successo?, guardando su pharfoto nella voce belarus, tale tipologia di cingolato lo ho visto in tutte le versioni di cingolatura, gomma, ferro, ferro-gomma

                              Commenta


                              • #16
                                xchallenger: qui da noi ogni morte di papa si vede qualche manifestazione con i challenger e guarda caso gli mettono i francizolle a dischi e mai gli arati! questo perchè se piove molto in inverno in estate il terreno diventa tutto affossato non uniforme e duro come il cemento dosato a 400! non metto in dubbio che , chi ha terreni leggeri puo trovare queste mescole comode e che puo anche viaggiare su strada , ma io dico una cosa soltanto se li metti ad una ruspa che lavora in cava ci fai mezza giornata al max.
                                forse qualcuno ci vuole convincere che comprando essi non dobbiamo comprare un carrellone ma se metti ad un challenger apposto di 300cv soli 125 cv della mia fa120 , non fa neanche mezzo punto col mio trivomere da 50cm.
                                a buon intenditore poche parole.........

                                Commenta


                                • #17
                                  comprendo, forse nelle loro terre nere(torba ed affini) l'abrasione e lo sforzo sono limitati.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Un trattore da "Guinness dei Primati"

                                    Scusate l'intrusione...ma ho visto che si parlava di evoluzione dei trattori russi e volevo sottoporvi quello che all'epoca(fine anni'70)era forse il trattore cingolato più grande del mondo(venne progettato dai sovietici in collaborazione con la nostra Comau--quella che produceva i robot che assemblavano la Fiat Ritmo,i "Robogate",per intenderci);leggetevi le sue caratteristiche in questo breve articolo(non è dato sapere però,dal sottoscritto,se questo gigante venne poi effettivamente prodotto o se il progetto rimase solo sulla carta e non andò oltre lo stadio di prototipo)

                                    ciao
                                    Attached Files

                                    Commenta


                                    • #19
                                      x canter, postare la foto senza riferimenti al sito ove è stata reperita ha poco senso, si danno le misure, ma non la potenza, in italia eravamo arrivati a 1300 cv con acco, dubito che il mezzo della foto sia andato oltre.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originalmente inviato da challenger
                                        x canter, postare la foto senza riferimenti al sito ove è stata reperita ha poco senso, si danno le misure, ma non la potenza, in italia eravamo arrivati a 1300 cv con acco, dubito che il mezzo della foto sia andato oltre.
                                        Ma quale sito d'Egitto...è solo un articolo che avevo conservato,ritagliato da una copia della Domenica del Corriere di fine anni'70...Comunque,quando dicevo "da Guinness dei Primati"non mi riferivo tanto alla potenza,ma alle dimensioni del veicolo...però ripeto,l'articolo non dice se ne fu costruito un prototipo marciante,so solo che ci hanno lavorato sopra anche gli italiani insieme ai tecnici russi...non ha un pò l'aspetto di un carro armato senza cannone o un escavatore senza il braccio per la benna???...

                                        ciao

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originalmente inviato da challenger
                                          niente male nemmeno le caratteristiche, dalla foto non riesco a capire se è un cingolo in gomma o una via di mezzo, non credo sia un metallico, denuncia una velocita di circa 30 km/h, sollevatore pure anteriore, cabina non male sicuramente climatizzabile, cambio sincronizzato, basta che gli mettano 2, o 3 rapporti power-shift, poi ci fanno le scarpe pure alle industrie italiane che dormono sugli allori delle varie 120c e similia da anni.
                                          io non me ne intendo di cingolature, ma da vedere sembra una cingolatura simile a quella di un carroarmato quindi non mi stupirei se facesse i 30 con i cingoli in ferro, se non sbaglio i carri arrivano anche a 60 con cingoli in ferro
                                          L55-60
                                          OLF

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originalmente inviato da MCT-ITA
                                            Magari li facesso qui i cingolati che vanno a 30 all'ora
                                            col cingolo militare data la sua tipologia ho sentito da utilizzatori che arrivano fino a 65, il grosso rischio è quando si rompe un cingolo, a quella velocita, dicono che il mezzo si mette a girare come una trottola

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Non lo so se è più stressato perchè quando fanno le corse con quei carri armati non penso che i cingoli sotto se la passino molto bene, visto che il sistema costruttivo del carro è lo stesso, forse vanno bene lo stesso per l'uso agricolo, per esperienza di famiglia ti posso dire che mio padre negli anni 50 per diversi anni ha lavorato con un Kirovetz KD35 dotato di carro di derivazione militare e lui mi ha raccontato che il mezzo nell'insieme era un discreto cesso ed i cingoli qualche volta sono usciti dalle sedi a causa della massa sproporzionata del mezzo rispetto alla sua larghezza ed alla larghezza del cingolo stesso.
                                              Quindi non una grande fama ma credo che 50 anni non siano passati invano, poi a pensarci bene loro cingolati che vanno a 30 km/h con cingoli in ferro l'hanno fatti i nostri grandi costruttori nemmeno ci hanno provato.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originalmente inviato da MCT-ITA
                                                Non lo so se è più stressato perchè quando fanno le corse con quei carri armati non penso che i cingoli sotto se la passino molto bene, visto che il sistema costruttivo del carro è lo stesso, forse vanno bene lo stesso per l'uso agricolo, per esperienza di famiglia ti posso dire che mio padre negli anni 50 per diversi anni ha lavorato con un Kirovetz KD35 dotato di carro di derivazione militare e lui mi ha raccontato che il mezzo nell'insieme era un discreto cesso ed i cingoli qualche volta sono usciti dalle sedi a causa della massa sproporzionata del mezzo rispetto alla sua larghezza ed alla larghezza del cingolo stesso.
                                                Quindi non una grande fama ma credo che 50 anni non siano passati invano, poi a pensarci bene loro cingolati che vanno a 30 km/h con cingoli in ferro l'hanno fatti i nostri grandi costruttori nemmeno ci hanno provato.
                                                Giancarlo, mi piacerebbe approfondire il discorso del cingolato russo che usava tuo padre, e ti spiego perche': al mare questa estate ho fatto un sacco di chiaccherate con il papa' del bagnino che in gioventu' (ora ha ottant'anni!) ha fatto il trattorista, piu' di una volta mi ha parlato di quando nel dopoguerra usava un fantomatico trattore russo derivato da un carro militare a cui era stato trapiantato un motore Caterpillar, lo usavano con un quadrivomere per le arature nelle grandi estensioni, secondo lui si chiamava Ercuz o un nome simile (probabilmente il nome era una storpiatura del nome originale, o qualcosa del genere!), fino ad ora, devo dire la verita' ho dubitato fortemente della sua ormai datata memoria, pero' ora le tue affermazioni sembrano coincidere, potrebbe essere un mezzo simile?

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Il mezzo di cui parlo io è diverso si tratta precisamente di un Kirovetz KD35 il motore era russo aveva circa 35 cavalli, il blocco motore e la barca erano di grandi dimenzioni mentre i carri erano molto leggeri e la carregiata era stretta tanto che si ribaltava facilmente a mio padre successe due volte una volta con un rimorchio che spingendo da dietro lo ribaltò, oppure era talmente pesante che in discesa qualche volta se ne andava avanti con il muso, insomma un mezzo fatto per le pianure russe e non certo per le nostre colline.
                                                  In Italia ne furono importati 18, arrivarono a Bologna e poi furono smistati alle varie cooperative italiane, uno finì al mio paese dove lavorò per diversi anni, comunque non era un fulmine molto meglio il 55 fiat che mio padre prese qualche anno dopo.
                                                  Sull'albumci dovrebbe essere anche la foto del manifesto pubblicitario della casa, fra l'altro veniva anche commercializato con il marchio belarus.
                                                  Se vai sul sito www.mmtitalia.it/rac il mezzo di cui ti parlo lo trovi sul manifesto del I° Rac 2005, mio padre è quello alla guida, la foto è della mietitura del 1955 in loc. marcigliana a Roma.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Nessun granchio MCT; da quel poco che riesco a capire di sicuro inizio produzione con motore Caterpillar ed il tutto congegnato per l'esercito; poi, dopo la guerra un paio di annetti in prova in una fattoria di stato ed in seguito produzione di serie per un totale finale di quasi 40.000 trattori nelle serie LTZ ed MTZ. Ma nella grande produzione il motore è Russo; se sviluppato in base al Cat o di totale nuova concezione qui non riesco a comprenderlo.
                                                    E comunque non penso che in quegli anni gli Usa permettessero che la Caterpillar fornisse motori all'URSS.
                                                    .......mi sa poi che questo è il famoso trattore di Guareschi; nel film è gommato ma nel libro è cingolato.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Bè, su 40.000 prodotti, mezzo non vecchissimo, gli ultimi manco mezzo secolo, vista anche ormai l'intesa mole di traffico commerciale con i paesi dell'ex blocco e relativi agenti, non penso sia difficile reperire in Ucraina od altri stati un trattore simile; anzi....forse, trasporto compreso, vai a spender meno di quel che a volte ti chiedono da noi per un trattore molto meno significativo.
                                                      Mancherà la targa ed il libretto Uma ma i 18 che sono arrivati e quelli rimasti in patria, pari sono.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Guarda che volendo un aggancio informativo potresti già averlo; frequenta la parte mmt industriali ma è un vero appassionato; Aleksej, Russo.
                                                        Prova a mandargli un mp, non fosse altro per avere magari più delucidazioni.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Bè, gli estremi ci sono ; concepito per il traino artiglierie/salmerie, prima motorizzazione Caterpillar, ampissima possibilita, Ralfg, che dalle nostre parti uno degli esemplari sia giunto, rimangono pochi elementi contrari all' ipotesi.
                                                          Kirovetzs ed Ercuvetz ma la storpiatura ci sta tutta ( potrebbero aver storpiato o tradotto anche Ercuvetz con Ercole, nome di battaglia di Togliatti che di sicuro mise mano in questa faccenda del dono dei 18 trattori) e forse l'uso del quadrivomere.
                                                          Mi sa che il tuo bagnino, batte pari, ha buona memoria.
                                                          Per le foto poi MCT non avevo notato che nel mio post n°7 compare nella pagina del link che ho postato; è l'ultimo della prima fila, in alto a dx, colore blu.
                                                          Solo non torna la produzione con la pagina delle specifiche; qui danno 100.000 esemplari prodotti contro i 40.000 della pagina Russa.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Io i cingolati russi li ho sempre visti così, con il carro militare, e probabilmante riescono a fare certe velocità solo per quel motivo....; i carri armati moderni con il cingolo in ferro e le ruote indipendenti fanno ben di più dei 65 all'ora, vedere per credere.
                                                            Comunque è una macchina che probabilmente non va bene qua da noi... soprattutto per il carro; ho la seria paura che faccia proprio come i carri armati, che alzi il muso a dismisura quando la impegni al traino. Viste le caratteristiche della macchina, credo che sia concepita più per le tundre, o comunque terreni simili e ben diversi dai nostri.
                                                            Benatti Emanuele

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X