MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Fili, testine e dischi per decescugliatori - Info & consigli

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • ciao,
    io quest'anno ho utilizzato un disco che va veramente bene perchè taglia e tritura e va bene sia su rovi che su erba, rami erbacce tenaci e sono rimasto veramente soddisfatto. Non so come si chiami ma è formato da 4 lame con le estremità esterne ripiegate a 90 gradi per circa 10 cm
    [size=2]Andrea [/size]

    Commenta


    • Originalmente inviato da Okinonami Visualizza messaggio
      C'è qualcono che possa consigliarmi qual'è il miglior disco (o comunque la migliore lama o la migliore testina) da montare su un decespugliatore a zaino per triturare rovi anche molto grossi cresciuti in un oliveto abbandonato da anni e da ripulire? Conosco il disco MACINONE della Joans, ma ne viene sconsigliato l'utilizzo su decespugliatori a zaino (probabilmente per evitare danni al flessibile).- Grazie
      io per macinare e divorare come una trebbia i rovi anche grossi con cespugli di oltre 2 cm di diametro utilizzo la classica bilama e togliendo la coppa di plastica. non so se il flessibile possa subire danni certo la lama deve arrivare in accelerazione sul ramo e deve essere ben affilata. che dirti attento alle schegge fanno molto male alle gambe e se il rovo è in pendenza verca di prenderlo da sopra sarà molto più semplice.

      Commenta


      • Pratica2

        Ciao a tutti,

        ritorno nella discussione dopo tanto tempo per dire la mia dopo le prime prove pratiche della Pratica 2.

        Fortuna che c'è stata l'EIMA, e finalmente sono riuscito ad avere fra le mani la tanto chiacchierata testina... dalle mie parti non c'è nessun rivenditore per cui non ero finora riuscito a soddisfare la curiosità che i tanti commenti presenti in questo thread avevano suscitato in me (e grazie a Jonni per l'esemplare omaggio per le prove).

        Ho messo la testina sul mio Active da 37cc, e dopo aver verificato su alcuni cespugli il corretto montaggio mi sono cimentato su una zona che da almeno due anni non veniva pulita... presenti spessi rovi verdi e rovi lignificati dell'anno prima + qualche pollone di robinia e via così.

        Prima favorevole impressione è che il motore gira molto più libero, prende giri molto più rapidamente e in generale il tutto è più efficiente... dopo una mezzoretta ho dovuto mettere a posto la carburazione, probabilmente il motore si è dato una ripulita !

        Il filo violetto fornito in dotazione si è ridotto male dopo una mezzoretta buona di uso moolto intenso.

        Ho poi messo del filo tondo da 3 mm, ma è volato via subito.

        Sono così tornato a mettere del filo quadro da 3,3 mm economico e la durata si è ridotta a 20 minuti circa sempre su rovi.

        Provata su erba e qualche infestante per un'ora... il filo era pressochè come appena montato.

        Dopo le prime tre ore di lavoro posso dire che le batti e vai che avevo prima se ne andranno in definitivo riposo.

        Nei prossimi giorni la farò provare anche ad un amico che fa manutenzione del verde per professione e semmai posterò anche le sue impressioni.

        Ciao

        Commenta


        • rich

          Ringrazio Dagri per aver descritto specificando chiaramente le sue impressioni sull'operato con la testina pratica 2 ..........
          attendo altre dichiarazioni sperando siano più o meno positive.
          Grazie a tutti jonni
          www.joans.it

          Commenta


          • Riguardo a quanto detto da Dagri vorrei fare un paio di considerazioni.
            Uno dei maggiori pregi della Pratica è la minore inerzia che ha, quindi di contrappasso si ha un minor dispendio di potenza per farla ruotare, cosicchè sui decespugliatori "piccoli" si nota un effettivo minor affaticamento di motore e frizione.
            E questo oramai è un dato di fatto...
            Detto questo possono andar benissimo tutte le prove che afte, ma arrivare addirittura a voler tagliare dei polloni di robinia mi pare un po' esagerato. Non dico che non ce la faccia, perchè ce la fa...ma logicamente il filo ne verrà molto più cosumato dal continuo impatto contro questo genere di vegetazione.
            Non è una critica, è solo un cercare di capire bene il termine di paragone che si ha tra la pratica ed una batti e vai classica. Logicamente non possiamo pretendere di avere lo stesso risultato dei dischi usando una pratica. Anche perchè altrimenti Jonni non venderebbe più dischi e lame...eheheheeh
            Personalmente non ho ancora avuto modo di provarla, ma sinceramente (come detto anche a Jonni), mi pare troppo macchinoso l'inserimento del filo rispetto all'altra versione.
            Dagri, tu che a quanto pare l'hai cambiato un po' di volte, come ti sei trovato? é facile e rapido?
            ACTROS
            "CB COMINO"

            Commenta


            • Ciao a tutti.
              attualmente uso un decespugliatore a zaino da 42 e mi capita spesso di pulire del terreno da rovi e piccoli arbusti. Per questa operazione uso il disco che si parlava prima (il classico macinone da 4 lame) e funziona benissimo. Quello che io sconsiglio è di usare il disco a due lame ripiegate alle estremità in quanto la vibrazione è eccessiva e potrebbe danneggiare la trasmissione. Questo disco è consigliato per i decespugliatori ad asta dritta. In ogni caso consiglio sempre di usare una protezione per gli occhi (la classica mascherina possibilmente in plexigas) perchè quando si taglia vola di tutto dalle pietre ai piccoli arbusti.
              Pino

              Commenta


              • Originalmente inviato da Okinonami Visualizza messaggio
                C'è qualcono che possa consigliarmi qual'è il miglior disco (o comunque la migliore lama o la migliore testina) da montare su un decespugliatore a zaino per triturare rovi anche molto grossi cresciuti in un oliveto abbandonato da anni e da ripulire? Conosco il disco MACINONE della Joans, ma ne viene sconsigliato l'utilizzo su decespugliatori a zaino (probabilmente per evitare danni al flessibile).- Grazie
                Ciao,
                a mio parere i migliori sono 3, aseconda di che decespugliatore usi e cosa tagli:

                Macinone: taglia veramente di tutto, però va usato solo con movimenti perpendicolari* al terreno e io ne sconsiglierei l'uso su dece spalleggiati, ha una massa non da poco e il flassibile a lungo andare lo vedo male

                Rampante: taglia pure lei di tutto, forse un po' meno del macinone, può essere usata sia con movimenti perpendicolari che paralleli al terreno*, è sicura grazie alle lame flottanti e può essere rigenerata con una spesa minima (se trovi il kit) e questa per uno spalleggiato è già molto meglio del macinone.

                tritatutto: poco conosciuto, è una fusione tra un macinone e 2 dischi a 3 punte da boscaglia sovrapposti, anche lui è molto buono per i rovi, però è un po' meno aggressivo del macinone, mi ha dato anche risultati ottimi nello sfalcio di sterpaglie resistenti e nella pulizia del sottobosco.
                secondo me ottimo su qualsiasi decespugliatore, molto versatile anche se un po' a scapito della "specializzazione" nel taglio di rovi

                disco bilama con ali piegate verso il basso : buonpo per i rovi, ma alcune volte da dei contraccolpi non da poco... a mio parere nettamente inferiore ai 3 articoli sopra citati.

                *espressioni corrette in seguito
                Ultima modifica di Motivo: correzione
                sciusciä sciurbi nu se pö

                Commenta


                • Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
                  Riguardo a quanto detto da Dagri vorrei fare un paio di considerazioni.
                  Uno dei maggiori pregi della Pratica è la minore inerzia che ha, quindi di contrappasso si ha un minor dispendio di potenza per farla ruotare, cosicchè sui decespugliatori "piccoli" si nota un effettivo minor affaticamento di motore e frizione.
                  E questo oramai è un dato di fatto...
                  Detto questo possono andar benissimo tutte le prove che afte, ma arrivare addirittura a voler tagliare dei polloni di robinia mi pare un po' esagerato. Non dico che non ce la faccia, perchè ce la fa...ma logicamente il filo ne verrà molto più cosumato dal continuo impatto contro questo genere di vegetazione.
                  Non è una critica, è solo un cercare di capire bene il termine di paragone che si ha tra la pratica ed una batti e vai classica. Logicamente non possiamo pretendere di avere lo stesso risultato dei dischi usando una pratica. Anche perchè altrimenti Jonni non venderebbe più dischi e lame...eheheheeh
                  Personalmente non ho ancora avuto modo di provarla, ma sinceramente (come detto anche a Jonni), mi pare troppo macchinoso l'inserimento del filo rispetto all'altra versione.
                  Dagri, tu che a quanto pare l'hai cambiato un po' di volte, come ti sei trovato? é facile e rapido?
                  straquoto quanto detto da te dalla prima all'ultima riga

                  non so Dagri, ma io ho già usato le pratiche ultima versione (quella con boccole e quella senza, con 4 o 2 spezzoni di filo) e credo che l'inserimento del filo non sia difficoltoso a patto che non si utilizzino diametri maggiori del 3,3 - 3,5 (3,3 se si usano 4 spezzoni di quadro)
                  forse qualche difficolta la può rappresentare la sfilamento un po' duro.
                  per fortuna jonni ha pensato a tutto e ha fornito pure un semplicissimo attrezzo con cui aiutarsi nell'operazione
                  sciusciä sciurbi nu se pö

                  Commenta


                  • Per l'inserimento del filo nella pratica senza boccole era un pò duretto però certamente non impossibile...in quella nuova con le boccole invece il filo scivola dentro più facilmente e per levarlo con la" magica stecchetta" si stà un attimo!! Stavo pensando...è meglio il doppio filo da 2mm o un filo singolo da 4mm??? Voi cosa pensate?
                    ciao

                    Commenta


                    • inform

                      Ciao, guarda che il filo da 4 mm non ci si mette, per i doppi fili l'ideale sarebbe il 3mm cmq riuscendo a mettere il 3,3 dicesi sia veramente NA BOMBA ........... ciao
                      www.joans.it

                      Commenta


                      • Originalmente inviato da jonni Visualizza messaggio
                        Ciao, guarda che il filo da 4 mm non ci si mette, per i doppi fili l'ideale sarebbe il 3mm cmq riuscendo a mettere il 3,3 dicesi sia veramente NA BOMBA ........... ciao
                        concordo appieno con Giò, l'unico problema del doppio filo da 3,3 mm è che devi avere un buon dece.. altrimenti secondo me il motore sforza un po' troppo, sopratutto se fai lavori pesanti.
                        sciusciä sciurbi nu se pö

                        Commenta


                        • Beh problemidi potenza non ne ho con un 53cc che spinge!!! Proverò allora il doppio 3mm.

                          Commenta


                          • Originalmente inviato da miscela Visualizza messaggio
                            Macinone: taglia veramente di tutto, però va usato solo perpendicolarmente al terreno
                            Perpendicolarmente al terreno?? Mai usato in questo modo.
                            PiGì

                            Commenta


                            • Originalmente inviato da Lumberjack Visualizza messaggio
                              Perpendicolarmente al terreno?? Mai usato in questo modo.
                              beh.. ognuno è libero di usarlo come meglio crede... ma che sia stato costruito per essere utilizzato con quella metodica credo non ci siano dubbi, la prossima volta prova ad utilizzarlo dall'alto verso il basso e viceversa, vedrai che sbriciolerà meglio e avrà una resa impressionante
                              guarda: http://it.youtube.com/watch?v=ytipnTMvgSE

                              anche perchè il macinone ( come qualsiasi altro disco che sfrutta il principio delle lame ricurve ) se usato con movimenti paralleli al terreno finisce per zappare la terra, senza tritare un granchè... senza contare che 1) si rovina 2) si potrebbe rompere 3) ti puoi far del male.. se non per la rottura del disco per lo meno per la roba che ti tira addosso

                              ps: nel video gli ultimi secondi lo utilizzo parallelo al terreno per tagliare i ceppi dei rovi che spuntavano d'una quindicina di centimetri che non avevo tagliato al primo passaggio.
                              Ultima modifica di Motivo: aggiunta
                              sciusciä sciurbi nu se pö

                              Commenta


                              • Utilizzo la stessa tecnica con un disco a tre punte di 3 mm di spessore oppure una doppia catena a profilo quadro che però ha il difetto di sparare molto la trinciatura. Uso per tale motivo un'abbigliamento decisamente pesante. Onde per cui l'inverno è la stagione ideale.
                                Per miscela: con il metodo che hai egregiamente filmato mi trovo meglio tenendo il decespugliatore sbilanciato verso dietro. Ho un husvarna braccio corto però.

                                Commenta


                                • Originalmente inviato da giors Visualizza messaggio
                                  Utilizzo la stessa tecnica con un disco a tre punte di 3 mm di spessore oppure una doppia catena a profilo quadro che però ha il difetto di sparare molto la trinciatura. Uso per tale motivo un'abbigliamento decisamente pesante. Onde per cui l'inverno è la stagione ideale.
                                  Per miscela: con il metodo che hai egregiamente filmato mi trovo meglio tenendo il decespugliatore sbilanciato verso dietro. Ho un husvarna braccio corto però.
                                  Ciao giors,
                                  sarà che ho un raffreddore pauroso e l'antibiotico mi da alla testa ma non riesco a capire cosa intendi con "bilanciato verso il dietro" scusami eh
                                  comunque io cerco sempre si usare il gancio dell'ibrago come un perno d'una bilancia e di alzare il disco, però spesso mi trovo costretto a prendere proprio di peso il dece.
                                  in quel video usavo ancora l'imbrago efco, ma da tempo uso il trio-balance della husqv ( a dirla tutta è quello uguale della jonsered.. ma non ricordo il nome) e devo dire che a tagliare rovi con quell'imbrago faccio un pelo di fatica in più perchè non riesco ad usarlo molto come perno.. comuque è un bell'imbrago di ottima fattura e qualità di materiali
                                  Ultima modifica di
                                  sciusciä sciurbi nu se pö

                                  Commenta


                                  • Originalmente inviato da miscela Visualizza messaggio
                                    beh.. ognuno è libero di usarlo come meglio crede... ma che sia stato costruito per essere utilizzato con quella metodica credo non ci siano dubbi, la prossima volta prova ad utilizzarlo dall'alto verso il basso e viceversa, vedrai che sbriciolerà meglio e avrà una resa impressionante
                                    guarda: http://it.youtube.com/watch?v=ytipnTMvgSE

                                    anche perchè il macinone ( come qualsiasi altro disco che sfrutta il principio delle lame ricurve ) se usato con movimenti paralleli al terreno finisce per zappare la terra, senza tritare un granchè... senza contare che 1) si rovina 2) si potrebbe rompere 3) ti puoi far del male.. se non per la rottura del disco per lo meno per la roba che ti tira addosso

                                    ps: nel video gli ultimi secondi lo utilizzo parallelo al terreno per tagliare i ceppi dei rovi che spuntavano d'una quindicina di centimetri che non avevo tagliato al primo passaggio.
                                    Caro miscela, volevo solo dirti che ti eri espresso male.
                                    Movimenti dall'alto verso il basso è un conto, dire invece "però va usato solo perpendicolarmente" è un altro. Il disco è sempre parallelo (o quasi) al terreno e non perpendicolare! "Usato perpendicolarmente" significa che il piano su cui giace il disco forma con il piano del terreno due angoli di 90°.
                                    Ciao.
                                    PiGì

                                    Commenta


                                    • Originalmente inviato da Lumberjack Visualizza messaggio
                                      Caro miscela, volevo solo dirti che ti eri espresso male.
                                      Movimenti dall'alto verso il basso è un conto, dire invece "però va usato solo perpendicolarmente" è un altro. Il disco è sempre parallelo (o quasi) al terreno e non perpendicolare! "Usato perpendicolarmente" significa che il piano su cui giace il disco forma con il piano del terreno due angoli di 90°.
                                      Ciao.
                                      ahahah
                                      ci rido sopra per non piangere...
                                      hai perfettamente ragione, nello scrivere volevo dire "solo con movimenti perpendicolari al terreno" e non " solo perpendicolarmente al terreno"
                                      mi scuso per l'errore che vado subito a correggere, grazie jack

                                      ps: se sono così a 18 anni non oso immaginare a 80
                                      sciusciä sciurbi nu se pö

                                      Commenta


                                      • Ciao giors,
                                        sarà che ho un raffreddore pauroso e l'antibiotico mi da alla testa ma non riesco a capire cosa intendi con "bilanciato verso il dietro" scusami eh
                                        Si, scusa per la poca chiarezza. Sposto il punto di aggancio dell'imbrago sul decespugliatore verso il disco (in avanti) in modo che la macchina non rimanga bilanciata. In questo modo il peso del motore è prevalente e l'asta tende ad alzarsi da sola. Per quel tipo di lavoro e con quel tipo di impugnatura trovo questa soluzione meno stancante. Altra cosa naturalmente se utilizzi l'impugnatura dritta.

                                        P.S. utilizzo la stessa imbragatura.

                                        ciao

                                        Commenta


                                        • Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
                                          Riguardo a quanto detto da Dagri vorrei fare un paio di considerazioni.
                                          Uno dei maggiori pregi della Pratica è la minore inerzia che ha, quindi di contrappasso si ha un minor dispendio di potenza per farla ruotare, cosicchè sui decespugliatori "piccoli" si nota un effettivo minor affaticamento di motore e frizione.
                                          E questo oramai è un dato di fatto...
                                          Detto questo possono andar benissimo tutte le prove che afte, ma arrivare addirittura a voler tagliare dei polloni di robinia mi pare un po' esagerato. Non dico che non ce la faccia, perchè ce la fa...ma logicamente il filo ne verrà molto più cosumato dal continuo impatto contro questo genere di vegetazione.
                                          Non è una critica, è solo un cercare di capire bene il termine di paragone che si ha tra la pratica ed una batti e vai classica. Logicamente non possiamo pretendere di avere lo stesso risultato dei dischi usando una pratica. Anche perchè altrimenti Jonni non venderebbe più dischi e lame...eheheheeh
                                          Personalmente non ho ancora avuto modo di provarla, ma sinceramente (come detto anche a Jonni), mi pare troppo macchinoso l'inserimento del filo rispetto all'altra versione.
                                          Dagri, tu che a quanto pare l'hai cambiato un po' di volte, come ti sei trovato? é facile e rapido?
                                          Ciao Actros, concordo appieno di aver subito fatto un test oltremodo gravoso ("addirittura" polloni di robinia etc.), tuttavia ho riportato anche tale tipo di utilizzo per sottolineare l' efficienza del sistema. Con Pratica il filo riesce a prendere una tale forza (nel senso fisico del termine) che permette di lacerare e in due o tre toccate tranciare completamente anche infestanti a fusto legnoso.

                                          Ovviamente non è ciò che chiedo normalmente ad una testina a filo, però è comunque un vantaggio poter fare qualche "miniabbattimento" senza dover montare un utensile metallico (che poi magari un piccolo dece potrebbe neanche far girare nel modo dovuto).


                                          L' inserimento del filo mi è sembrato semplice, anche senza dover ricorrere all'utensile allegato da Jonni, dopo qualche cambio ci si prende la mano.
                                          Il miglior risultato lo ho ottenuto con la doppia coppia di spezzoni a sezione quadra:

                                          - per ogni singola coppia da fissare su di un lato della testina, conviene inserire prima i primi 2/3 cm dei due capi del medesimo filo nelle due luci a destra e sinistra del pernino preposto a trattenere il filo stesso

                                          - badare che appoggino bene entrambi i capi sulla superficie del disco inferiore

                                          - inserire poi i primi 2/3 cm dei due capi del secondo filo

                                          - tirare i 4 capi simultaneamente in modo che i fili sporgenti siano tutti allineati

                                          - fare lo stesso sulla parte opposta della Pratica.

                                          Rileggendo ciò che ho scritto... sembra complicato, ma in realtà è solo difficile da spiegare a parole..

                                          Per togliere gli spezzoni una volta che sono diventati troppo corti ho usato una piccola pinza con punta a becco, l'utensile in dotazione va bene quando il filo da rimuovere non è sfilacciato.

                                          Peccato che il filo a sezione tonda, nonostante lo abbia montato anch'esso nel modo sopra descritto, tende a scivolare via.
                                          Ultima modifica di Motivo: chiarezza espositiva

                                          Commenta


                                          • Originalmente inviato da Dagri Visualizza messaggio
                                            Ciao Actros, concordo appieno di aver subito fatto un test oltremodo gravoso ("addirittura" polloni di robinia etc.), tuttavia ho riportato anche tale tipo di utilizzo per sottolineare l' efficienza del sistema. Con Pratica il filo riesce a prendere una tale forza (nel senso fisico del termine) che permette di lacerare e in due o tre toccate tranciare completamente anche infestanti a fusto legnoso.

                                            Ovviamente non è ciò che chiedo normalmente ad una testina a filo, però è comunque un vantaggio poter fare qualche "miniabbattimento" senza dover montare un utensile metallico (che poi magari un piccolo dece potrebbe neanche far girare nel modo dovuto).


                                            L' inserimento del filo mi è sembrato semplice, anche senza dover ricorrere all'utensile allegato da Jonni, dopo qualche cambio ci si prende la mano.
                                            Il miglior risultato lo ho ottenuto con la doppia coppia di spezzoni a sezione quadra:

                                            - per ogni singola coppia da fissare su di un lato della testina, conviene inserire prima i primi 2/3 cm dei due capi del medesimo filo nelle due luci a destra e sinistra del pernino preposto a trattenere il filo stesso

                                            - badare che appoggino bene entrambi i capi sulla superficie del disco inferiore

                                            - inserire poi i primi 2/3 cm dei due capi del secondo filo

                                            - tirare i 4 capi simultaneamente in modo che i fili sporgenti siano tutti allineati

                                            - fare lo stesso sulla parte opposta della Pratica.

                                            Rileggendo ciò che ho scritto... sembra complicato, ma in realtà è solo difficile da spiegare a parole..

                                            Per togliere gli spezzoni una volta che sono diventati troppo corti ho usato una piccola pinza con punta a becco, l'utensile in dotazione va bene quando il filo da rimuovere non è sfilacciato.

                                            Peccato che il filo a sezione tonda, nonostante lo abbia montato anch'esso nel modo sopra descritto, tende a scivolare via.
                                            Ciao mi sembra di aver capito che te aspetti che il filo finisca del tutto , appena ho letto questa cosa mi sn spaventato , mi chiedo ma come fai a lavorare ed a avere la pazienza di consumare del tutto il filo? io non riesco proprio a lavorare se almeno non 20 cm x parte costante e non ce cavoli ! ci tengo a sottolineare che la pratica non ho avuto modo ancora di provarla visto le persistenti pioggie di questi giorni! ma vi faro' sapere. chissa' se jonni la fara sta testina batti e vai maggiorata io son convinto che la venderebbe forse anche piu' di pratica! pero' questa e' solo una mia impressione
                                            Ciao

                                            Commenta


                                            • filo NYLSAW

                                              nessuno usa il filo NYLSAW ?? praticamente è un filo seghettato dovrebbe essere della oregon

                                              l'ho visto per caso e mi ha incuriosito..non l'ho preso perchè non capivo chi lo faceva

                                              Commenta


                                              • rich

                                                Di che colore è ? se è viola potrebbe essere active ma prododotto dalla spitt franz ... o come si chiama..... jonni
                                                www.joans.it

                                                Commenta


                                                • è sul nero..nella confezione non c'era scritto ma a mio parere è proprio quello della sabart l'ho rivisto proprio sul catalogo sabart la confezione era proprio quella

                                                  Commenta


                                                  • inf

                                                    non ti rimane che provarlo, se poi ti risulta buono cosi t'importa di sapere chi lo produce....... qual'è il problema ? jonni
                                                    www.joans.it

                                                    Commenta


                                                    • Originalmente inviato da maxx77 Visualizza messaggio
                                                      Ciao mi sembra di aver capito che te aspetti che il filo finisca del tutto , appena ho letto questa cosa mi sn spaventato , mi chiedo ma come fai a lavorare ed a avere la pazienza di consumare del tutto il filo? io non riesco proprio a lavorare se almeno non 20 cm x parte costante e non ce cavoli ! Ciao
                                                      Ciao Maxx, non mi sembra di aver detto di lavorare fino a che il filo finisce del tutto, forse non mi sono spiegato bene.

                                                      Con il mio dece lavoro bene con il filo da circa 15 cm a circa 10 cm per parte

                                                      Commenta


                                                      • Originalmente inviato da jonni Visualizza messaggio
                                                        non ti rimane che provarlo, se poi ti risulta buono cosi t'importa di sapere chi lo produce....... qual'è il problema ? jonni
                                                        infatti chiedevo lumi se qualcuno lo conosceva e lo usa..io in questi giorni di shopping l'ho visto in un brico e mi ha incuriosito non l'ho caricato per il dubbio che fosse una patacca visto il posto dove era esposto

                                                        Commenta


                                                        • Originalmente inviato da Dagri Visualizza messaggio
                                                          Ciao Maxx, non mi sembra di aver detto di lavorare fino a che il filo finisce del tutto, forse non mi sono spiegato bene.

                                                          Con il mio dece lavoro bene con il filo da circa 15 cm a circa 10 cm per parte
                                                          aaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhh scusami se avevo capito male io , si sotto i dieci cm ci si diventa scemi percio' preferisco la batti e vai.
                                                          comunque ho chiesto a un professionista e la bobina maggiorata carica 4,5 metri di filo , e mi son chiesto ma se la mia che e' normale ne carico 3 3,5 che differenza ce' praticamente quasi nulla!

                                                          Commenta


                                                          • Salve a tutti sono nuovo del forum, volevo chiedervi un consiglio su che disco usare per disboscare un uliveto abbandonato.
                                                            Ho un efco 8535 con lo zaino ereditato da mio nonno, e ho trovato un disco a 3 lame, può andar bene per poter pulire l'uliveto da rovi sterpaglie e pure qualche piante cresciute in mezzo.
                                                            Non riesco ad allegarvi la foto del disco comunque è identica a questa:

                                                            ho visto pure quella testina con le catene da motosega, ma in che occasione va usata?
                                                            Ultima modifica di Motivo: immagine inserita.

                                                            Commenta


                                                            • Originalmente inviato da morpheus106 Visualizza messaggio
                                                              Salve a tutti sono nuovo del forum, volevo chiedervi un consiglio su che disco usare per disboscare un uliveto abbandonato.
                                                              Ho un efco 8535 con lo zaino ereditato da mio nonno, e ho trovato un disco a 3 lame, può andar bene per poter pulire l'uliveto da rovi sterpaglie e pure qualche piante cresciute in mezzo.
                                                              Non riesco ad allegarvi la foto del disco comunque è identica a questa:

                                                              ho visto pure quella testina con le catene da motosega, ma in che occasione va usata?
                                                              io sto bonificando un uliveto di un ettaro abbandonato da circa 5 anni con rovi e sterpaglie varie e sopratutto ginestre del diametro di 2-3 cm. ho impiegato una normale bilama e ho decisamente lavorato bene a parte dei rovi che alla base erano molto secchi e ammassati per via delle nevicate verso i quali ho trovato difficolta ma con un bel fiammifero l'ho sistemato per le feste. sono sempre dell'idea che i rovi vanno tagliati da sopra se il terreno è in pendenza e dalla base e tirare con un gangio ,per le ginestre basta un colpetto di lama affilata fatta arrivare in accelerazione sempre alla base della pianta.

                                                              Commenta

                                                              Annunci usato

                                                              Collapse

                                                              Caricamento...
                                                              X