MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Ripristini Ambientali In Cava

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Clear All
new posts

  • Ripristini Ambientali In Cava

    Ciao ragazzi

    volevo parlare un pò di questa attività che da un pò di anni ormai viene fatta,per recuperare le vecchie cave lasciate andare alla rovina,insomma dite un pò cosa sapete...e se ci sono anche foto,cosi da poter approfondire bene questo argomento...

    dove abito io ad esempio le ex cave di argilla sono diventate dei pioppeti...
    ...demolire per riqualificare...

  • #2
    Ciao Aw02. Io sono di ct e alle mie parti ci sono molte cave di pietra lavica. Siccome è molto difficile recuperarle molto spesso vengono abbandonate...finora non ne ho visto mai una recuperata...

    Commenta


    • #3
      Ciao Angelo90 e benvenuto.

      qui è una attivita che si fa spesso sfruttando fondi regionali o statali,la natura dell opera puo variare a seconda dei casi,qui in genere l obbiettivo è rentigrare lo stato naturale precedente alla cava o comunque ridurre il danno ambientale...

      rimane da capire il come...
      ...demolire per riqualificare...

      Commenta


      • #4
        Quì dalle mie parti stanno iniziando il recupero di alcune cave.
        Da quel che ho potuto capire il recupero consiste nella risistemazione delle rive, creazione di canali di scolo per le acque, ripiantumazioni varie ecc....certo devo anch'io capire ancora quali sono i criteri e le tecniche per il recupero di una cava perchè non ho mai visto un operazione del genere da vicino.
        Comunque penso che riuscirò ad ottenere qualche info in più nel fine settimana.
        Operatore...fiero di esserlo

        Commenta


        • #5
          a pusiano vicino a lecco so che hanno recuperato una cava di estrazione di materiale per fare il cemento di proprietà della Holcim.dalla superstrada milano-sondrio si riesce a vedere perckè c'è la montagna tagliata a fette e si vede che c'è della vegetazione che sta rifiorendo.
          quando andavo alle superiori delle persone della ditta erano venuti alla mia scuola a parlarne di questo recupero con foto e modalità varie xò purtroppo ora non mi ricordo più niente!se può interessare nella cava in questione fanno anche delle mostre o dei concerti xò non ci sono mai andato giusto x vedere come è e se c'è qualche mezzo dismesso..se un giorno riesco a passare faccio un pò di foto e le metterò.
          ciao

          Commenta


          • #6
            si la Holcim investe molto sul recupero delle cave...per svariati motivi
            ((preso da sito della Holcim Italia))

            RECUPERI AMBIENTALI


            In accordo con la nostra Politica Ambientale ci preoccupiamo di ridurre gli impatti ambientali anche attraverso il recupero delle aree estrattive legate alla produzione di cemento e di aggregati.
            Gli interventi vengono eseguiti sin dalla fase di escavazione secondo le più moderne tecnologie di ripristino e di messa in sicurezza al fine di restituirne quanto prima la disponibilità e fruibilità alla comunità.
            Parlando di cave/miniere attive per la produzione cemento (Alpetto, Brenno, Dossena, Lisso, S. Marta, Faraona e Fabrik) negli ultimi 6 anni sono stati realizzati tutti gli interventi “ordinari” di recupero ambientale previsti nei relativi progetti autorizzati (idrosemina,..), mentre nei siti non attivi (Valle Oscura, Rio Gambaione e Moleto) abbiamo realizzato interventi di manutenzione del verde.
            Negli stessi anni abbiamo effettuato due interventi rilevanti che meritano di essere menzionati:
            • Miniera di Alpetto: sistemazione della frana e recupero morfolo-gico/ambientale del settore ovest.
            • Oasi di Baggero: chiusura e messa in sicurezza e definizione di un accordo con il Consorzio del Parco Regionale Valle del Lambro ed i Comuni interessati per la sua gestione, con programmi e interventi specifici, ridando così valore e fruibilità collettiva al sito.
            ...demolire per riqualificare...

            Commenta


            • #7
              ripristini

              Qui a Bologna anni fa in una ex cava vi costruirono un acqua parco bellissimo ma a causa di alcuni materiali utilizzati ha lavorato 7-8 anni poi non hanno più avuto i permessi a quanto pare a causa di infiltrazioni inquinanti.Tra qualche mese vicino all'aereoporto utilizzeranno il buco lasciato da una cava per fare un parcheggio sotterraneo.

              Commenta


              • #8
                Questo argomento direi che fà a caso mio! partiamo dicendo che oggi alla base di una società estrattiva vi è il ricupero ambientale ,poichè l'impatto sul territorio deve essere minimo e predeterminato.L'azienda dove lavoro è anche inserita nel http://nqa.it/CV_NQA.pdf che si occupano specificamente di ricuperi ambientali.Ora vi accenno qualcosa sul progetto al quale lavoro io ,cosa non da poco del progetto riguarda il ricupero del 50% del territorio, penso che poche aziende varino un progetto dove la metà del territorio venga usato per estrazione e un altra metà per il ricupero ambientale ,per ricupero ambientale noi intendiamo creare un ecosistema naturale integrato con il parco fluviale del po.Ciò vuol dire che da un terreno incolto privo di vegetazione verrà creata una zona di acque basse con canali navigabili ,laghetti ,zone paludose, rive attorno al lago di esrtazione con circa 300 tipi di piante reinserite.http://www.ocs.polito.it/paesaggio/d...germaire_p.pdf / http://www.ocs.polito.it/paesaggio/d..._ceretto_r.pdf sulsito http://www.cavegermaire.it/si potrà dare un occhiata al link Ambiente .http://maps.google.com/maps?f=q&hl=i...07513,0.029011 in questa ultima foto dall'alto si può notare come all'interno vi sia la macchina che estrae materiale dal lago artificiale mentre tutto attorno vi sia il ricupero già effettuato e come si potrà già ben vedere come sia ben intergrato con l'ambiente.
                Attached Files
                Barcollo ma non mollo !!

                Commenta


                • #9
                  Aggiungo alcune cose, ad esempio la tipologia di lavorazione consiste nel sculturare la terra che in parte viene ricuperata e in parte viene riutilizzata per il reinterro e la conseguente creazione delle parti di acque basse , dopo di chè si estrae il naturale in superficie e in un secondo momento tutto il naturale che si può ricuperare sotto falda, e così in successione un lotto alla volta.La parte del reinterro viene modellata con escavatore e pala dopo di che la natura fà da sè.
                  Attached Files
                  Barcollo ma non mollo !!

                  Commenta


                  • #10
                    dalle mie parti molte cave sono diventate delle vere e proprie discariche per immondizzia.che schifo da altre invece sono stati creati veri e propri posti giardini enormi con piante laghi ecc
                    Costruttore meccanico

                    Commenta


                    • #11
                      Nella cava dove lavoro (32 ettari) sono quasi ultimati i lavori di recupero ambientale. Diventera' oasi naturalistica; sono stati modellati e piantumati i vari argini, sistemati i fondali, creato piste ciclabili e postazioni x osservare la fauna. Gli uffici riconvertiti in ristorante e in 3 vasche sara' possibile effettuare pesca sportiva.
                      Proprio un bel lavoro!
                      Vendo Ls78 e Ls 98!!

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao a tutti

                        ma qualcuno sa con che criteri vengono recuperate le cave??

                        cioè ogni cave è a se,esite uno schema logico su cui si decide come recuperare la cava??

                        Ciao
                        ...demolire per riqualificare...

                        Commenta


                        • #13
                          Sempre di concerto con le autorità competenti.
                          Possono comunque variare a seconda delle legislazioni Regionali e Provinciali.
                          In una di nuova concessione nella convenzione ti stabiliscono anche e quali essenze arboree tipiche del luogo ed erbacee per eventuale idrosemina devi poi mettere a dimora.
                          Ti possono anche dar prescrizione che se vai a interessare Xm2 con gli scavi oltre che a ripiantumare questi devi ripiantumare Y x Xm2 di terreno fuori di area cava.
                          Sempre ti potranno dare preferenza a estrazione di tot M3 e conseguente ripristino in una cava dismessa ma non ripristinata che pari M3 in una di nuova apertura.
                          In ambito fluviale ti potranno far lasciare i laghi risultanti per eventuale risorsa idrica periodo estivo e/o attingimento con elicottero e mezzi protezione/antiincendio.
                          Potrebbero venir destinati gli invasi a cassa di espansione in caso di piena secolare o di minor arco temporaneo.
                          Come vedi le soluzioni sono molteplici.

                          Commenta


                          • #14
                            scusate la mia ignoranza...le cave vengono ripristinate quando nn si può + estrarre il materiale?forse è per questo che da noi sull'etna non vengono mai ripristinate, da noi si può sempre estrarre...il territorio è tutto composto da lava

                            Commenta


                            • #15
                              Angelo, le tipologie sono diverse come già detto; ovviamente il ripristino è nella maggioranza dei casi definitivo ma può essere globale, polo di estrazione esaurito, o parziale;
                              Questo ultimo caso se in loco continua l'estrazione su altri fronti, sistemando quelli esauriti progressivamente hai meno impatto visivo e quando giungi all'esaurimento finale ti troverai con poche zone da sistemare ed il resto è già sistemato.
                              Ogni convenzione prevede sempre una fidejussione bancaria rilasciata dall'esercente a favore dell'ente pubblico; insolvibilità, fallimento, malavolontà etc etc vengono così superati in quanto se il titolare non ripristina il pubblico ha i denari per eseguire le operazioni.
                              Poi devi guardare il contesto generale in cui è inserita la cava; se la morfologia del territorio è di un dato tipo, queste spese sono più o meno forti in relazione a questo.
                              Se le cave che tu citi sono inserite ad esempio in un panorama arido e scabroso, logicamente con poco le sistemi.
                              Una piantumazione forzata dove mai non è esistita sarebbe una forzatura inutile.
                              Rimanendo in argomento recuperi possiamo poi anche citare le migliaia di costruzioni civili/industriali sorte in vecchi siti di cave.
                              In tantissime città vi erano le cave/fornaci di argilla nell'immediata periferia che poi sono diventate terreno edificabile, idem per le cave usate per i porti ( ad esempio Genova e dintorni ) destinate poi all'allargamento urbano.

                              Commenta


                              • #16
                                Originalmente inviato da junker Visualizza messaggio

                                Potrebbero venir destinati gli invasi a cassa di espansione in caso di piena secolare o di minor arco temporaneo.
                                Come vedi le soluzioni sono molteplici.
                                Esattamente ciò che hanno fatto nell'area che va da Ro Ferrarese ad Alberone di Ro durante i lavori di rafforzamento e rinfianco dell'Argine del fiume Po. La terra per i lavori veniva estratta dall'area golenale mediante escavatori dragline che caricavano la terra sui dumper, i quali a loro volta la andavano a scaricare a destinazione. I laghi sono stati lasciati così come sono proprio perchè in caso di forti piene agiscono da casse di espansione. Notare che dalla zona di Pontelagoscuro (FE) in poi, prima che il Po cominci a diramarsi, il Grande Fiume comincia ad allargarsi notevolmente, fino a raggiungere il proprio apice di larghezza massima nella zona di Berra (FE) dove tra l'altro non vi sono aree golenali.
                                http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=63096

                                Commenta


                                • #17
                                  Ciao a tutti

                                  A Pavia quando hanno fatto la tangenziale est,avevano creato una cava vicino al ticino,dopo pochi anni hanno deciso di lasciarla per sfruttare iol bacino in caso di piena,cosi dicono.

                                  Quindi in un ripristino ambientale vengono anche introdotti degli strati di terra adatti per la sopravivenza delle piante??
                                  per intenderci come fanno per quando scavno i gasdotti,che durante lo scavo separano e le varie tipologie di terreno che trovano.

                                  Discorso che se non ho capito male aveva fatto E485..sbaglio?

                                  X ANGELO90: sul etna non fanno recuperi perchè sfruttano gli scavi per fare bacini di racolta della lava,comunque qualcosa di recuperi sentivo che inizieranno a fare,lo so perchè mio zio lavora in quelle cave.
                                  ...demolire per riqualificare...

                                  Commenta


                                  • #18
                                    X Superman , se riuscissi a mettere qualche foto del sito ultimato sarebbe interessante !!! X AW02 , pensa che in montagna usano dei prodotti che riescono a creare della vegetazione sulle pareti di morfologia rocciosa , creando una zona molto verde , se ho un attimo di tempo vado ad indagare su qualche sito tra l'altro vi è un azienda delle mie parti che è specializzata in questo.
                                    Barcollo ma non mollo !!

                                    Commenta


                                    • #19
                                      avevo sentito di una cosa simile pure io...che usano nelle cave rocciose...mi avevano detto che esite un altra tecnica più naturale,ma non saprei descrivere le fasi, chiedero...comunque propio oggi leggevo sul giornale che dalle nostre parti iniziera un recupero ambientale di uandelle più grosse cave di argilla e le vecchie fornaci saranno in aprte demolite e in parte recuperate a fini ambientali...vedremo...
                                      ...demolire per riqualificare...

                                      Commenta


                                      • #20
                                        le cave utilizzate per bacini sono solo quelle alle pendici proprio prima dei centri abitati ma cmq ce ne sono molte altre in zone + lontane...
                                        x AwO2: sai in che zona lavora tuo zio?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          http://www.pierretec.com/chi_siamo.php
                                          In questo sito ci sono delle notizie interessanti.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ciao togno

                                            Non ho molto capico l idrosemina,cioè seminano mediante un getto d'acqua?????perchè??
                                            ...demolire per riqualificare...

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Per quanto riguarda l'idrosemina e tutto ciò che vi ruota attorno esiste questa discussione...troverete molte cose interessanti.

                                              http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=10706

                                              Effettivamente i "lavori idrogeologici" sono dei evri e propri "ripristini ambientali"...
                                              Ciao
                                              ACTROS
                                              "CB COMINO"

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Ciao a tutti
                                                in questi giorno ho visto un possibile ripristino...inpratica un Ex-cava di argilla a livello strada e praticamente un lago tutto l anno..allora il comune a pensato bene di creare deglia argini non tanto alti parlo di 3/4m e fare attorno un parco verde con piste in terra battuta e il lago sfruttarlo per irrigare i campi nei periodi di secca...devo dire un gran bel lavoro!!un lavoro di questo genre puo essere considerato un ripristino ambientale in cava???
                                                ...demolire per riqualificare...

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Perchè no? D'altronde è difficile riportare una cava alle condizioni precedenti il suo sfruttamento....quindi ripristino non credo che sia inteso come riportare esattamente il luogo allo stato iniziale, ma renderlo ecologicamente compatibile con ciò che lo circonda. Anche qui nella mia zona hanno creato una riserva di pesca(tra l'altro dei volontari a spese proprie) in una ex cava di argilla formata da diversi laghetti. E in un laghetto vicino degli speculatori hanno tentato di portare rifiuti industriali tossico nocivi senza avere le necessarie autorizzazioni(era llo studio la VIA per una discarica, che tra l'altro sarebbe stata di proprietà di una società controllata dalla vicina fornace che si serviva delle cave....come dire: finito un business, bisogna reinventarsi....). Glieli hanno fatti portare via fino all'ultimo bidone....per una volta chi ha fatto il furbo l'ha pagata....

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    non so se sia in tema o meno...però.....

                                                    al mio paese esiste un sito in cui negli anni passati la cava del paese ha estratto materiali inerti, quindi ora c'è un grosso scavo aperto.
                                                    ora questo terreno è andato all'asta ed è stato acquistato da una cava di un paese vicino.

                                                    siccome la vena di materiale inerte è esaurita, chq motivo può avere una cava per acquistare questo terreno?
                                                    Fede, BID Division Member

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Aprirci una discarica di inerti, boh potrebbe essere un motivo,credo....

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        dice bene togno,anche qui una ditta ha comprato una Ex cava per farci una discarica che poi affitta alle ditte del recupero RSU...oppure una altra cosa che viene fatta è quella di piantarci pioppi dentro alle cave di argilla,perchè data la profondita le piante riescono tutto l anno ad avere l acqua,anche nei periodi di secca più forti...
                                                        ...demolire per riqualificare...

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          penso anche io vogliano fare un deposito o una discarica di inerti.....perchè non vedo che altri motivi potrebbe avere una cava di acquistare dei terreni già scavati.

                                                          però non saprei che materiale possano portare, dato che di demolizioni non ne fanno......a sto punto penso gli serva come sito di stoccaggio per gli inerti.
                                                          cosa che però non mi sembra troppo sensata, dato che disterà 5km dal loro impianto...quindi un deposito di materiale mi pare troppo scomodo..boh?!
                                                          Fede, BID Division Member

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Le ditte che smaltiscono rifiuti inerti si fanno pagare per accogliere il materiale e stoccarlo, quindi il guadagno potrebbe essere semplicemente li. Probabilmente sul mercato non c'è richiesta di inerti provenienti da riciclaggio, quindi la ditta decide di accumularli e seppellirli li oppure usarli all'occorrenza in caso di riempimenti, sottofondi ecc., in questo secondo caso ci guadagnerebbe 2 volte(facendosi pagare per lo smaltimento e poi risparmiando materia prima per eseguire l'opera: occhio che però non si potrebbero usare TUTTI i rifiuti inerti, ma solo quelli con determinate caratteristiche( che non so)).

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X