MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Fiat - OM 300 fine serie

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • #31
    Enrico, missà proprio che ci tocca un viaggetto fino ad Alba.....a meno che non lo lascino in giro con le porte aperte come fa qualcuno di nostra conoscenza
    Fede, BID Division Member

    Commenta


    • #32
      om330

      Oggi sono andato a visionare l om 330! mi sa che altro che prototipo.... trakker-marcella hai ragione!!!! ho paura proprio di un bel tarocco! sotto la mascherina non vi sono scritte ... il camion era sicuramente rosso arancio prima ed è stato ritargato percè sul paraurti c è il vecchio segno della targa piccola.
      balestre,filtri e cabina non lasciano dubbi:300 puro!!!!
      ecco alcuni particolari: balestre, scritta cassone(carrozzauto) e sponda idrauluca manuale(secondo me artigianale). unico dubbio la scritta om330 in un pezzo unico !
      Enrico

      Commenta


      • #33
        forse visto che gli ultimi 300 avevano il potenziale di 330 q.li e questo è stato uno degli ultimi ad essere prodotti, magari in parallelo ai primi 330, hanno creato questo ibrido, che però è in tutto e per tutto un 300, taroccato poi dal proprietario...

        Commenta


        • #34
          cmq è sicuro che ha avuto alcuni passaggi di mano.....
          anche secondo me come avevo già detto la sponda idraulica è artigianale
          i cassoni Carrozzauto non li avevo proprio mai sentiti....per quello che mi sembrava diverso dal solito
          Fede, BID Division Member

          Commenta


          • #35
            Carrozzauto è un allestitore di Stradella(PV) attivo dal 1947, qui ad Imperia vedo sempre uno Stralis 540 con semirimorchio Piacenza con cassone in lega leggera Carrozzauto che trasporta granaglie per il pastificio Agnesi...

            Commenta


            • #36
              Come accennavo nella discussione sul Pellicano, ho qualche novità sul 300 con giunto idraulico:
              fu presentato al salone di Torino 1975 ed uno dei primi "campi di prova" per valutarne il funzionamento furono le cave di Carrara, dove poteva manovrare sui tornanti più stretti in salita senza cambiare marcia, ma semplicemente retrocedendo riducendo il gas.

              Altra cosa curiosa è che il passo era diverso dal 300 normale:
              A 3400mm e B 3800mm. Il passo corto era allungato, mentre quello lungo era accorciato.

              Commenta


              • #37
                Per poter montare il giunto, nel primo caso veniva allungato, nel secondo accorciato per problemi di manovrabilità... è vero che si poteva fare la manovra in quel modo.. ma povero giunto e povere temperature....

                Commenta


                • #38
                  Immagino l'olio...dopo ci si potevano fare le patatine!!!
                  A proposito di Hydro, sai che su uno dei numeri che ho preso (11/80) c'è la prova del 330.26 Hydrotrans: non sapevo che fosse esistito anche il 26 col giunto.

                  Commenta


                  • #39
                    Si, ed esistette anche la versione Sivi... 330F26Hydro ez180

                    Commenta


                    • #40
                      Oltre il 300 idromeccanico furono fatti anche alcuni esperimenti con il cambio automatico allison per alcuni mercati esteri.io ricordo di un'impresa che possedeva un 697np con guida a sx con cambio automatico a 4 marce mi ricordo che si lamentavano per i consumi esagerati.ricordo inoltre che mi fu raccontato che alcuni soluzioni come il ponte posteriore cantilever derivate dall om 260 di derivazione unic furono sperimentate anche su alcuni 300 dati in prova ad alcune imprese assieme ad qualche prototipo di fiat 300 con cabina ribaltabile tipo unic e motore del 35

                      Commenta


                      • #41
                        A proposito del cantilever del 260, hai qualche disegno o foto per vedere bene com'era fatto?

                        Commenta


                        • #42
                          Motore del 330.35?
                          BENATI 1887-1995

                          Commenta


                          • #43
                            Sul 260 om era molto più semplice installare il v8 del 35 essendo il 260 già dotato di cabina ribaltabile originalmente montata un pò più in alto rispetto quella del 300.nelle foto infatti si notano le differenze della cabina ribaltabile infatti si nota il cofano interno della cabina molto più basso e fisso rispetto il cofano smontabile in due parti della cabina fissa.
                            Attached Files

                            Commenta


                            • #44
                              om300betoniera

                              X Barnaba: non mi sono dimenticato di fare le foto a quell'OM300 betoniera, solo che quando sono andato a farle mi hanno detto che il mezzo si trova dalla c&b2 a Bene Vagienna (CN) e stanno pensando di demolirlo, anche perchè le condizioni non erano molto buone... Friz e Enrico, se un giorno non sapete cosa fare...

                              Commenta


                              • #45
                                Ciao!

                                Rispolvero questo argomento perchè ho curiosità a cui non riesco a trovare risposta!

                                Sicuramente i primi 300 avevano le frecce nel paraurti a fianco dei fari (come il 697) e lo provano le foto ufficiali Fiat di fine 1974/inizio 1975.

                                La maggior parte dei 300 che ho visto in giro avevano questa configurazione delle luci.

                                Tuttavia su Vado e Torno del 1976 è stato provato un 300 idromeccanico che aveva già le frecce sotto la calandra.

                                Allora mi chiedo: le frecce sotto la calandra nel 1976 sono state estese a tutta la produzione del 300? Da un lato sarebbe logico così: perchè impiegare sull'idromeccanico le frecce sotto la calandra e sugli altri le frecce nel paraurti!
                                Dall'altro lato mi sembra strano, perchè non credo sia possibile che tutti i 300 che ho visto negli anni con frecce nel paraurti siano stati costruiti solamente tra il 1975 e il 1976! (salvo le solite modifiche apportate dai propreitari, anche se dubito che tanti cambiassero la cabina!!). Quindi mi verrebbe da dire che le frecce sotto la calandra nel 1976 fossero una prerogativa del solo idromeccanico e magari solo in seguito sono state estese anche al resto dlla produzione.
                                La sola cosa è che nelle due foto certe di Idromeccanico che ho visto entrambi avevano le frecce sotto la calandra.

                                Altra domanda: la versione indicata con "300 PC/U-80" in cosa differisce dal normale 300? Sicuramente "U" indica la cabina corta, ma l'"80" cosa indica?
                                Da quanto mi risulta è stata introdotta verso il 1982/1983 ed è rimasta in produzione fino al 1988 (listino di Tuttotrasporti), anno in cui è definitivamente uscito di scena il 300 dopo la sua gloriosa carriera.

                                Dopo il nuovo codice della strada del 1976/1977 (non ricordo mai l'anno!!) il 300 poteva essere immatricolato come mezzo d'opera. Il peso totale era di 33 tonnellate. E il rimorchiabile? Cioè: non poteva più trainare il rimorchio, oppure aveva un complessivo di 44 ton o un complessivo di 56 ton nonostante i soli 260 CV??

                                Ultima domanda: il cambio Fuller sul 300... Ho guardato sul catalogo "INUFA" svizzero del 1977 e effettivamente si dice che il 300 ha il cambio Fuller! Era una versione per l'esportazione? E' stato adottato anche in Italia?

                                Allego qualche foto di 300:

                                Gondar, Etiopia, 2006


                                Esemplare con cabina lunga e una verniciatura bianca un po' invasiva, Milano, 2003


                                Forno di Zoldo (BL), 2002 (Ciao FiatAllis )


                                Lipari, 2002


                                Benghasi, Libia, 2001


                                Ciao ciao!

                                Commenta


                                • #46
                                  ciao 343 sempre foto grandiose......2 cose da chiederti:
                                  -ma il 300 etiope ha la guida a sinistra e i tergicristalli per la guida a destra? cabina sostituta?
                                  -oltre a far foto al 300PC a Forno di Zldo hai fotografato anche ciò che sembra un Laltesi che si vede dietro?

                                  Commenta


                                  • #47
                                    esattamente escavatore Laltesi serie LS e case-poclain!!!!
                                    BENATI 1887-1995

                                    Commenta


                                    • #48
                                      La storia frecce nel paraurti-frecce nei cantonali della cabina sugli ultimi 300 mi pare molto incasinata, però credo che una foto potrebbe essere esplicativa:
                                      mi pare che provenga da una pubblicità Iveco con due 300 a Carrara; il Fiat ha le frecce nei cantonali, mentre l'OM le ha nel paraurti. Il che mi fa pensare che siano coesistiti e che il primo sia un IMZ, il secondo no.
                                      Nell'articolo del 76 sugli IMZ a Carrara invece anche l'OM ha le frecce nei cantonali.

                                      Commenta


                                      • #49
                                        Come da me detto in altre occasioni (basterebbe prestare attenzîone a quello che scrivono gli altri) il 300 Hydro essendo l'ultimo 300 prodotto montava la cabina del 160F26, in molto casi i 300 furono rimaneggiati montando la cabina e i paraurti dei 160 (incodenti in cava e corrosione), il 300 normalmente aveva indicatori e luci di posizione nel araurti al pari dei 697, ma molti erano destinati all'export ed avevano la cabina con le luci nell'angolare..
                                        Ritornando alla prima frase, io stessa tempo fa dissi che per l'estero il 300 montava anche il Fuller, e alcuni sono arrivati anche in Italia da usati (300FU).. e devo diere la verità andava molto meglio che non con il cambio E100

                                        Commenta


                                        • #50
                                          Bellissime foto come sempre 343! Complimenti per quella fatta in provincia di BL! Molto bello quel 300,di che ditta era???

                                          Ma davvero??? Il 300 fino all'88??? Questa non l'avevo mai sentita.....e si che le ho sempre lette le discussioni a riguardo....credevo fosse uscito di scena intorno all'80-'81.....invece a quanto pare ha convissuto col 330 per quasi un decennio.....questa proprio non la sapevo. Curiosità : come mai?? Era un po' l' "Entry level" della gamma M.O. ??

                                          Belli i racconti riguardanti questi modelli strani e rari con il cambio Fuller...... In Casa Fiat-Iveco si son proprio divertiti a far tutti 'sti modelli diversi,così,con questo casino,si crea un'alone di mistero intorno ai modelli,e li rende ancor più affascinanti per noi appassionati (almeno per me eh)

                                          ....fortuna che c'è in circolazione qualche guru stile Trakker,Junker & C. che ci svelano tanti misteri
                                          IL TRUCIOLATORE

                                          Commenta


                                          • #51
                                            Ciao!

                                            In questi giorni sono di frettissima, però volevo:
                                            1)ringraziare Marcella per la risposta e per la sua conoscenza enciclopedica. Orami limito a ringraziare, nei prossimi giorni guarderò con più attenzione l'argomento.
                                            2)rispondere a FiatAllis dicendo che non so esattamente di che ditta fosse quel 300. L'unico indizio è che era targato Trapani! Se veramente è venuto da laggiù si è fatto un bel viaggio! Comunque l'anno dopo l'ho riincontrato al passo di Cimabanche a Cortina, quindi evidentemente si trattiene in zona.

                                            Ciao ciao!

                                            Commenta


                                            • #52
                                              300U/80 sta per 300Unficato post 80.. mi spiego, prima del 1980 esisteva il 300Fiat, il 300 Om e il 300 Unic (che differivano per le cabine oltre che per i loghi)dal 1980, in casa Iveco, si adotto' la cabina unificata comune ai 619-160 guida sx (non 684, era diversa..guoda dx.. anche se il 684 export aveva anche la guida sx) tranne che per il 300Hydro che usava la cabina Unic del 160F26 (infatti il 300hydro non portava la dicitura U) e quindi TUTTI, tranne i 190 i 300Hydro e i 160F26), avevano la stessa cabina Fiat con al centro del mascherino la "I" stilizzata e cambiava SOLO il mascherino e nulla piu, i passi, e quant'altro tra le varie versioni (OM, Fiat, Unic) erano uguali, insomma gemelli in tutto. Come detto anche il altri post del 300 furono sperimentate versioni a cabina ribaltabile, cantilever ed addirittura balestre paraboliche al tandem..Insomma se vedete bene, dell'ultima serie dei 300.. a momenti (in barba alla sigla "Unificato" ogni camion poteva essere unico.... Io stessa ho visto 2 300OM/U-80 gemelli.. avere uno il cantilever ed uno la balestratura classica.. e la differenza di numero di telaio era di un solo numero... fossero esistiti i telefonini cellulari di oggi.. Erano nello stesso cantiere, della stessa ditta, un solo numero di differenza della targa, stesso cassone e stesso colore.. peccato che quello con il cantilever, lo ribaltarono.. stette li fermo per mesi.. non so poi cosa ne fecero

                                              Commenta


                                              • #53
                                                Ecco, adesso rispondo con più calma.

                                                Per DaveFuma: no, non ho fotografato il Laltesi....

                                                Per Fiat Allis: sul listino di Tuttotrasporti il 300 ci è rimasto fino a metà 88! Poi non so di fatto fino a quando sia rimasto effettivamente in produzione. Magari potrebbe essere stato tolto di produzione un anno prima perchè 1)credo ch i listini venissero aggiornati non tutti i mesi; 2)magari per un po' di tempo hanno venduto esemplari già realizzati e rimasti invenduti (è una mia supposizione, non ho nessun dato!! Però per esempio o sempre sentito dire che i camion Lancia e Alfa Romeo spesso rimanevano ancora in vendita anche un'anno o due dopo che la produzione finiva per esaurire quelli rimasti sul piazzale). Immagino anche che negli ultimi anni il 300, come il 682, venisse venduto più all'estero che in Italia. In Yemen ce ne sono tanti, ma purtroppo non sono riuscito a fotografarne nessuno.

                                                Last but not least: grazie mille Marcella per la risposta articolata! soprattutto la seconda mi ha tolto un sacco di dubbi! Però mi ha fatto sorgere un'altr domanda: veramente prima dell'80 la cabina OM era diversa da quella Fiat (oltre ovviamente alla calandra?) Non sapevo assolutamente! Purtroppo non ho le foto di un Fiat e un OM completamente originali da confontare, né sono mai salito in cabina (di un Fiat sì, per 5 minuti, di un OM mai).

                                                Ciao e grazie ancora!

                                                Commenta


                                                • #54
                                                  Erano diffrenze minime (in alcuni casi gli Om montavano le "frecce" nell'angolare, il tetto e le sue nervature.. e altri artocöari minori.. ci sta chi diceva che l'OM300 fosse meglio rifinito...e da non scprdare che agli inizi il 300Om era nato solo per l'export soprattutto verso la Svizzera dove aveva il marchio Saurer.. che originariamente, anceh se molti negano, era la casa "madre" dell'OM ), se non ricordo male, poi, il 300 Om era solo a cabina lunga.. Ma considera che moltissimi 300 furono rimaneggiati molte volte (cabine sostituite per corrosione o incidenti).. per cui ogni 300 puo avere na storia per conto suo.. OM o Fiat che sia

                                                  Commenta


                                                  • #55
                                                    Correva l'anno.................................1978
                                                    Attached Files
                                                    BENATI 1887-1995

                                                    Commenta


                                                    • #56
                                                      piccola puntualizzazione: quella della foto mi sembra un OM260, non un OM300P.
                                                      l'OM300P era uguale al 300PC Fiat, invece il 160 era un modello antecedente
                                                      Fede, BID Division Member

                                                      Commenta


                                                      • #57
                                                        Mamma mia che occhio Fede.. tu frequenti troppe cattive compagnie finirai con ammalarti..ma da quel che vedo frequentiamo sempre la stessa spacciatrice.. e digitiamo male.. volevi dire 260 magari .. quante volte ti ho detto che anche se è carina ci vende porcherie? Comunque confermo essere l'ultima serie degli Om260.. (come so stata "ministeriale" qui)

                                                        Commenta


                                                        • #58
                                                          si Trakker, volevo scrivere 260......ho visto adesso che avevo scritto 160

                                                          sai com'è ormai non posso più farne a meno di quella roba
                                                          Fede, BID Division Member

                                                          Commenta


                                                          • #59
                                                            ciao ragazzi vedo che voi conosciete l'Om 260 avrei un problema con un OM 260 ho rotto un assale e non riesco a trovarlo è diverso da quello del 697 fiat e del 300 mi sapreste dire quale macchina lo monta uguale perche di 260 non ce ne in giro spero mi rispondiate ciao

                                                            Commenta


                                                            • #60
                                                              Purtroppo non posso aiutarti. Hai rotto uno dei ponti o l'assale anteriore?
                                                              Una curiosità: ha ancora il suo motore o è stato sostituito con un Fiat?

                                                              Commenta

                                                              Annunci usato

                                                              Collapse

                                                              Caricamento...
                                                              X