MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Importante traguardo per società Italiana.

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Importante traguardo per società Italiana.

    Sono venuto a conoscenza di una notizia davvero incoraggiante per l'economia Italiana, che in questo periodo è fortemente in crisi.
    La Ormet pare che sia giunta alla 10.000° gru per autocarro installata nell'arco di 35 anni di presenza sul mercato.

    So che CarloDG ci lavora, sarebbe bello avere più informazioni possibili (con la raccomandazione di non scadere ovviamente nel commerciale e nella pubblicità!), però se anche altri utenti hanno informazioni a riguardo si poytrebbe avere una bella discussione in tema.

    Carlo, puoi confermare o smentire la notizia?
    http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=63096

  • #2
    Ciao
    ti confermo tutto, purtroppo anche il periodo di crisi in generale, al quale si cerca di venirne fuori al meglio, soprattutto se hai solidità finanziaria, un buon prodotto-servizio, e un buona nomea sul mercato. Speriamo che il momento peggiore delle borse sia passato e che qualcuno, visti i prezzi, ricominci a investire.

    Ma venendo alla notizia, metto giù solo due righe su come è nata, poi risponderò alle eventuali domande degli utenti del forum, ok? Non chiedetemi di fare l'elenco delle gru, perchè, pur se ce l'abbiamo (davvero!!!) sarebbe una noia ..... dico solo che tra nuove e usate abbiamo trattato più di 30 marche diverse. Ci tengo a precisare che nel conteggio delle gru vi sono anche quelle delle società collegate a Ormet Group S.p.A. e cioè Ormet S.p.A., IMAI srl , Fercos srl , RCM srl.

    Come è nata Ormet? E qui mi aiuta un volumetto pubblicato 5 anni fa in occasione dell'apertura di una nuova sede.

    ORMET: Officina Riparazioni Meccaniche e Trattori

    L'idea:
    Ormet nasce ancora in Libia, nel biennio 1967-68 da una idea di Dario Piccin e di Sergio Tomasella.

    “Feci venire Sergio in Libia, dalla Spagna dove si trovava, perché lì avevamo dei problemi che poteva darmi una mano a risolvere. Avevo una mezza intenzione di aprire un’officina a Tripoli, per aggiustare non soltanto autovetture, ma qualsiasi tipo di macchina. Pensavo di mettere a nuovo - per poi rivenderli – i fuoristrada e gli altri tipi di macchina che in Libia erano abbandonati lungo le strade”.
    (Dario Piccin - attuale Presidente)


    L'apertura nel 1972
    Per rendere credibile che l’azienda fosse veramente di tipo artigiano, anch’io vi lavorai per alcuni mesi, indossando la tuta da lavoro e prestando la mia opera in officina. A quel tempo c’eravamo soltanto Giovanni Casagrande, Sergio Tomasella ed io. Mi hanno insegnato anche a lavorare al tornio; ero molto orgogliosa di lavorare in una azienda che avrebbe potuto essere tutta mia. Purtroppo, il progetto di far figurare Ormet come azienda artigiana non andò in porto, probabilmente perché il tipo di attività non era compatibile con questa classificazione.”
    (Margherita Fop - fondatrice ed ora socia)


    La prima gru
    I tempi erano duri: quasi tutti noi che lavoravamo in Ormet eravamo ex emigranti. All'inizio facevamo manutenzione alle attrezzature (martelli per edilizia) ed alle macchine delle varie imprese edili della zona. Non avevamo nemmeno un’insegna ed eravamo degli sconosciuti. Finalmente, intorno al 1972-73, un cliente - di mestiere trasportatore di legname - è arrivato da noi con un autocarro equipaggiato con una gru. È stato lui a spronarci, spingendoci a iniziare l'attività di manutenzione degli autocarri e delle gru”.
    (Sergio Tomasella - socio e primo capo officina, attualmente con mansioni diverse nelle varie sedi).

    La prima idea concreta sul futuro aziendale
    Noi avevamo capito che l’officina serviva da trampolino di lancio per traguardi commerciali che non conoscevamo neanche noi.”
    (Pierluigi Tonon - Socio e Resp. commerciale)

    E chiudo le citazioni con Gabriele Gallio (socio e amministratore Delegato), che è stato in grado di rappresentare il punto di riferimento per tutti nel corso di questo trentacinquennio; uno dei suoi meriti è senza dubbio anche l'aver saputo coordinare gli uomini con avvedutezza. Per esprimere quest’idea, nel volumetto vi è la colorita espressione veneta: “l’ha savest morsegarse la lengua pi de tuti".

    ==
    Io sono arrivato la prima volta in azienda al momento della Certificazione per la Qualità ISO 9000 nel 1997, come esterno. Poi mi hanno chiamato nel 2004.
    Per la ridotta esperienza che ho, credo che l'essenza della Società sia stata e sia tuttora:

    Una combinazione vincente tra uomini con competenze diverse, che non hanno mai prevaricato l'uno sull'altro, ma che si sono sempre fidati del lavoro dei soci.
    A questo aggiungi:
    - Scelta di partners seri e affidabili con cui lavorare in comakership
    - Dipendenti in gamba e fedeli
    - Mettere sempre la propria faccia di fronte ai Clienti e ammettere eventuali errori
    - Clienti esigenti che ci stimolano continuamente
    - Non svendere il prodotto, magari con risparmi che alla fine per il Cliente non lo sono perchè li andrà a pagare in futuro, a costo di perdere, come è capitato, il contratto
    - Anticipare i tempi, pur facendo un passo alla volta

    Credo che, anche se molto fieri dei risultati, i soci abbiano sempre mantenuto i piedi per terra e che sappiano ancora cosa vuol dire "ascoltare con umiltà", pur senza essere remissivi e dando spazio ai giovani.

    ==
    Inserisco la foto della prima gru del 1976, di una delle prime PLE e quella di un biglietto di auguri di Natale della fine anni '70 con gru installata su Gatto delle nevi in Marmolada e poi rimango a disposizione dei più curiosi.

    Ti ringrazio per aver ricordato questo traguardo, ciao
    Carlo
    Attached Files
    Ultima modifica di

    Commenta


    • #3
      Lo sapevo che avresti risposto....

      Ovviamente le domande curiose son le solite: qual'è la gru più grossa che avete installato? E la più piccola??? Intanto cominciamo con queste, poi si vedrà....
      http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=63096

      Commenta


      • #4
        Originalmente inviato da Nico-Terex Visualizza messaggio
        Ovviamente le domande curiose son le solite: qual'è la gru più grossa che avete installato? E la più piccola??? Intanto cominciamo con queste, poi si vedrà....
        • La prima gru installata una HIAB 950 AEWP (allego il contratto perchè la foto è sul messaggio precedente)
        • La più piccola gru una Maxilift M 50 elettrica
        • La più grossa gru una Fassi 1500 XP con Jib (in realtà ancora in fase di installazione)
        Ciao
        Carlo
        Attached Files
        Ultima modifica di

        Commenta


        • #5
          Ciao
          purtroppo sono a continuare questo Thread per un lutto che ci ha colto di sorpresa: ci ha lasciato il Presidente geom. Dario Piccin.

          Tutti i dipendenti e i collaboratori, di oltre 40anni di attività, in questi giorni partecipano al dolore della signora Margherita, di Barbara e Massimo e del piccolo Tommaso, e porgono un sincero grazie per le opportunità che il Loro Caro ha dato a tutti.

          Leggi notizia

          Nella foto il primo dalla vostra sinistra
          Attached Files
          Ultima modifica di

          Commenta


          • #6
            Sentite condoglianze alla famiglia ed a chi gli volle bene.
            http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=63096

            Commenta


            • #7


              ed ecco il 45°

              Commenta

              Annunci usato

              Collapse

              Caricamento...
              X