MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Novità al Consorzio Agrario di Milano

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Novità al Consorzio Agrario di Milano

    Sono lieto di informare che il Consorzio Agrario di Milano e Lodi ha assunto la distribuzione dei prodotti JCB per le province di Milano, Lodi, Cremona, Piacenza, Lecco, Novara e Verbania.

    Verrà assicurata per i prossimi anni l'assistenza e la fornitura dei ricambi per tutti i marchi precedentemente distribuiti.

    A ottobre grande inaugurazione e porte aperte !!!

    Vi terrò informati, magari con un altro nickname.

    Buone ferie a tutti.

  • #2
    E new holland da chi sarà commercializzata??????? MAIE??????

    Commenta


    • #3
      Ammazza che notizia!! Ovviamente ad ottobre andró all'inaugurazione.
      Non sai x quanti anni distribuirá ricambi FIAT-NH??

      ps x il nick se vuoi il Gianni Palma te lo puó cambiare...
      Paoljno

      Commenta


      • #4
        Caspiterina, crolla un mito, da sempre i prodotti Fiat, e successivamente FA, FH FK e NH erano legati ai consorzi agrari... Negli anni del boom si legarono le 2 cose.. quanti ricordi.. ed ora un altro capitolo della storia italiana che si chiude.. Claudio, ma vale solo li a voi, o è per tutti i Cc.Aa.

        Commenta


        • #5
          non x essere polemici, ma come mai questo cambiamento?dovuto a problemi con new-hollando altro ?insomma che è successo=?

          Commenta


          • #6
            ...........da diversi anni era nell'aria.........
            EXCAVATOR'S MAN

            Commenta


            • #7
              Ma è una cosa riguardante il solo consorzio agrario di Milano o succederà anche altrove? Perchè anche quì in Veneto ho sempre visto consorzi agrari con fuori macchinari del gruppo Fiat...
              [B]IL TRUCIOLATORE[/B][B][/B]

              Commenta


              • #8
                Un caldo benvenuto a JCB-MI .....
                Paolo Raffaelli

                Commenta


                • #9
                  Io rimango sempre più stupito delle strategie di mercato della New Holland. Dopo aver perso già molti dealer (tra cui noi) ora perde anche il Consorzio, ma che fine farà.......

                  Commenta


                  • #10
                    Temo che il dealer-mercato sia appena iniziato, entro l'anno mi sà che vedremo parecchi cambi di tonalità gialle

                    Commenta


                    • #11
                      lubro67 dov'eri finito????

                      c'e' una discussione sui lubrificanti che necessita del tuo intervento


                      x quanto riguarda NH-CAP....come dicevo e' dal 2001 che se ne parlava....

                      NH e' destinata , praticamente, a vendersi le macchine in proprio
                      EXCAVATOR'S MAN

                      Commenta


                      • #12
                        LA decisione dei vertici NH è di affidare la distribuzione dei prodotti anche alla rete IVECO in affiancamento e sovrapposizione ai Dealer già esistenti. Pertanto niente MAIE ma concessionari IVECO !!!

                        Il Consorzio Agrario di Milano e Lodi continuerà comunque come concessionario NH agricolo.

                        Noi non concordavamo con questa politica ed abbiamo preso la decisione di cambiare con un marchio di importanza mondiale come JCB !!!

                        PS nonostante siamo in periodo preferiale ( a proposito sono in partenza anche io di conseguenza non aspettatevi risposte per il prossimo periodo ) sul nostro piazzale di Melegnano ci sono già molte macchine del nuovo marchio JCB.

                        Vi aspetto a settembre .

                        per quanto riguarda ricambi originali e assistenza ai prodotti FA FH FK NH ... ( a proposito JCB ha lo stesso nome da oltre 50 anni !!! ) garantita per TANTI E TANTI anni.... venite a vedere il nostro magazzino ricambi !!!

                        Per quanto riguarda gli altri CA non penso che cambi nulla, solo il CA di Siena è legato al prodotto NH MMT .

                        Commenta


                        • #13
                          Adesso capisco.
                          Da qualche giorno è esposto un escavatore NH sul piazzale di un concessionario Iveco di Varese.

                          Commenta


                          • #14
                            E' una notizia che sapevo da tempo ma mi era stato ufficialmente chiesto di non dire nulla sul forum....visto che ora lo annunciate ufficialmente voi...ben venga!
                            Benvenuto a JCB-MI anche da parte mia!...
                            La mano di Fenoglio, comunque, si sta facendo sentire...massima fiducia ai concessionari che avevano lavorato bene con lui in Iveco...a quanto pare la strategia del gruppo Fiat è quella di fare percepire a tutti i consumatori (e dico veramente tutti!!!...) che l'azienda non è solo auto ma anche veicoli industriali e movimento terra....
                            Penso che andremo sempre più verso la volontà di affermarsi come marchio globale a 360°.....un po' come Volvo...con una strategia comune di comunicazione.
                            ...e vedremo anche, prossimamente, delle novità importanti riguardo l'apparizione e il coinvolgimento del marchio NH verso sperimentazioni nella distribuzione....soprattutto con le macchine compatte!!!....la nuova dirigenza è molto ma veramente molto determinata e i numeri gli stanno dando ragione in pieno!!....
                            Costantino Radis

                            Commenta


                            • #15
                              A Costantino...

                              Oddio ... dubito che i risultati già si possano vedere. per il momento su Milano NH ha perso un concessionario che per tanti e tanti anni ha fatto più che degnamente il proprio dovere con risultati per anni apprezzabili.

                              Vedremo cosa farà la rete IVECO e come si potrà affermare in un campo che non è profondamente conosciuto da chi normalmente tratta autocarri.

                              Forse il compatto se NH cambierà la politica commerciale.

                              Comunque è più facile demolire che costruire delle reti commerciali !!!

                              Il Consorzio Agrario rimarrà comunque al servizio della propria clientela con la disponibilità che lo ha sempre contraddistinto.... e questo non è un fatto che deve essere dimostrato, se mi permettete la presunzione

                              Saluti a tutti chiudo per ferie !!!

                              Commenta


                              • #16
                                Concordo con l'amico JCB-CA (non era meglio MI ) .... la strategia di NH non mi sembra molto "centrata" visto che il comparto MMT non è per nulla come le auto ed i commerciali ....
                                Qui si parla di rapporti fiduciari .... che vanno persi e basta !!
                                Il fatto che noi guardiamo sempre e solo in Italia non ci avvantaggia di certo ... nel mondo NH non compete con nessuno e non arriverà di certo ai livello di Volvo, CAT, KOM, etc etc (purtroppo per la nostra azienda nazionale).
                                Paolo Raffaelli

                                Commenta


                                • #17
                                  Io non sarei distruttivo ma semplicemente "criticamente costruttivo"....buttare fango su NH sembra diventato l'attività preferita degli ultimi tempi.
                                  In molti hanno capito che legare NH con Fiat non è assolutamente facile e quindi nulla di meglio che unire gli forzi verso una comunicazione globale che faccia comprendere quanto il gruppo stia facendo.
                                  Ci sono poi rapporti di fiducia (se così vogliamo chiamarli...) che magari più di fiducia non sono...mentre forze nuove vengono fuori e, proprio per l'entusiasmo e la determinazione di una nuova sfida, forniscono garanzie maggiori. Io sono sempre dell'idea che i conti si fanno solo alla fine. Certe strategie erano state criticate anche in Iveco ma poi.....chi ha avuto ragione?...
                                  La politica di riorganizzazione commerciale di NH è di lungo respiro...ma forse questo inizia a dare fastidio. I fuochi di paglia sono stati molti e già ora il mercato sta dando i suoi responsi. Ci sono macchine che hanno di colpo invaso il mercato grazie a prezzi forsennati e a politiche di appoggio dirette della casa madre, spesso drogando il mercato e creando false illusioni.....ora però non è più così. Chi si è lasciato attirare dalle chimere adesso sta piangendo lacrime salate....anche perchè i clienti si sono spesso resi conto dell'abbaglio di certi mezzi che li hanno devastati con i consumi.
                                  Si può dire tutto ciò che si vuole ma i mezzi che escono da San Mauro sono gli attuali dopo che è giunto Fenoglio. Lo stabilimento è tornato a lavorare al massimo, da Imola escono quasi 11.000 macchine all'anno fra terne e mini (e sappiamo che i mini devono ancora farsi un'immagine sul mercato)....da quel sito produttivo esce un buon 20% del mercato europeo delle terne....vogliamo parlarne?
                                  Non so perchè si debba sempre essere così distruttivi: le critiche vanno bene quando sono "criticamente costruttive" ma dire che NH non compete proprio con nessuno a livello mondiale mi sembra anche un po' un commento gratuito...le strategie finalmente hanno un respiro di un certo tipo e prevedono una visibilità a 360°....se poi si decide che non si vuole vedere le cose. Prima NH veniva criticata perchè non aveva concessionarie all'altezza del marchio, adesso che cerca di cambiare le cose dando fiducia a chi ha già fatto bene viene criticata di nuovo.....mi sembra di assistere alla partite della nazionale, dove tutti vogliono fare il CT...
                                  Lavorandoci in mezzo, caro Pablo, sappiamo molto bene che nessuno....e dico nessuno...è esente da critiche....da CAT, a Volvo, a JCB, a Komatsu, a Terex, a Bobcat, a Kubota, a Yanmar, a Liebherr e chi più ne ha più ne metta....ognuno cerca un po' di barcamenarsi come meglio riesce....teniamo conto che NH ha attraversato una unione dei marchi e un cambiamento di prodotti che sono stati difficilissimi...ora che si sta delineando una seria politica di promozione che sta dando dei risulati via a criticare.....non sono per nulla d'accordo con questo modo di vedere le cose.
                                  Volvo, in alcuni casi, vende all'estero con concessionari unici che propongono auto, veicoli industriali e MMT, anche nel noleggio....e noi giù a tessere lodi....proviamo a farlo noi in Italia....e siamo degli stupidi.....non so proprio cosa dire. Tutti dicono poi che il mondo agricolo e quello delle MMT sono due cose ben distinte ma va bene quando una stessa struttura propone in vendita entrambe le linee....(cosa secondo me giustissima!)....ma quando si parla di V.I. e MMT la cosa non va più bene.....
                                  Magari sono io che non capisco nulla....vorrei a questo punto che mi si spiegasse dove sbaglio.....ma soprattutto dove sta sbagliando NH visto che la nuova politica ha fatto sì che stabilimenti in forte crisi si siano ripresi al 100% e che il prossimo anno vengano lanciati sul mercato tutta una nuova serie di prodotti di primo piano...e quando qualcuno vedrà le architetture di certi prodotti voglio proprio vedere se avrà ancora critiche da fare visto che parecchie nuove macchine si pongono con caratteristiche e architetture di avanguardia.....tipiche anche di un costruttore tedesco molto apprezzato...anche e soprattutto dal sottoscritto...ma non solo.
                                  La critica maggiore cui è stata sottoposta NH è stata quella di aver perso molti concessionari verso Hitachi: teniamo però anche conto che in certe decisioni contano anche le persone che sono alla controparte e SCAI ha preso una sua ben precisa strada non solo per il marchio ma anche per convenienze di altro tipo. Gli Hitachi hanno invaso il mercato....spinti però da prezzi non normali....oggi in Piemonte fanno fatica a vendere perchè quei prezzi di aggressione non li possono più praticare perchè non sono più supportati....e l'illusione che il cliente comprasse la macchina per le sue caratteristiche è finita.....i consumi sono molto elevati, le prestazioni non sono così entusiasmanti e...ora che devono sostenere i prezzi "normali" la pacchia è finita....soprattutto a fronte di scelte costruttive dettate dal risparmio e non dalla sostanza (vedi motore & c.).
                                  Non vorrei essere preso per polemico o sostenitore a tutti i costi di NH...ma secondo me la verità sta sempre nel mezzo...con tutti i pro e i contro che la cosa comporta.

                                  Con JCB sicuramente il Consorzio non sbaglia....ma quando un cliente vorrà un trattore ad alte prestazioni gli si proporrà un NH o un Fastrac?.....anche questi sono aspetti che possono disorientare...
                                  Costantino Radis

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Come sempre Costantino, pur amante del marchio NH fa un intervento al di sopra delle parti e obiettivo che ci porta a ragionare con lucidità al di fuori di ogni schieramento.
                                    grazie

                                    Un benvenuto a JCB-MI!!
                                    Ciao
                                    peppo

                                    Commenta


                                    • #19
                                      In parte sono d'accordo con te (x Costy) ... sai che sono abbastanza critico (abbiamo lavorato insieme e, sempre insieme, abbiamo testato mezzi in diverse condizioni ricavandone impressioni ed evidenziandone i limiti.
                                      Ora, sai che non parteggio per NH ma nemmeno per altri (non faccio mai il tifo per nessuno ed ammetto quando un prodotto è buono e quando no ), con il post di prima volevo muovere una critica diretta alla politica commerciale ed alla scelta dei dealers a livello nazionale: il passaggio diretto alla linea Iveco non sarà così indolore: ti invito a riflettere sulla diversità dei listini (auto+ camion=listino reale ... MMT=listino gonfiato ... secondo te quali cambieranno e come faranno????).
                                      Per quello che riguarda gli stabilimenti italiani che vanno a pieno ritmo (mi fa piacere perchè così i nostri connazionali lavorano ) è così perchè è stata spostata la produzione degli stabilimenti tedeschi e francesi chiusi da NH (dovresti ricordarti Intermat ed Imola .....)
                                      Chiudo qui la discussion per non alimentare polemiche, ma sarebbe molto carino che NH legegsse questi post .... usando critiche ed appunti per migliorare i prodotti e l'azienda in se stessa. A chi non piacerebbe fregiarsi di un marchio al top nel movimento terra globale?? Sarei super orgoglioso se questo accadesse ... primo perchè sono italiano e secondo perchè finalmente potremmo tornare a far scuola nel mondo (adesso facciamo i ripetenti e basta).
                                      PS se continui ti buco un altro radiatore della LR632B
                                      Paolo Raffaelli

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Per Peppo:...a dire la verità se dovessi scegliere fra un trattore qualsiasi e il Fastrc sceglierei quest'ultimo....per cui non solo NH ma anche altri marchi... ....a me ad esempio è piaciuta molto la scelta, economicamente svantaggiosa per JCB, di installare motori Isuzu 6 cilindri ad alta cilindrata sui propri escavatori piuttosto che seguire quanto ha fatto Hitachi con i 4 cilindri: non è vero, come dicono alcuni, che Isuzu non fa motori Tier III a 6 cilindri in quella specifica fascia...solo che costano 5.000 euro in più esatti all'acquisto in fabbrica...con la differenza di un motore, installato sul JS190, che lavora a pochissimi giri, è silenziosissimo e consuma un'inezia!.....questo per dire cosa?....per dire che dietro le scelte strategiche e commerciali ci sono decisioni importanti che seguono determinati obiettivi. Nessuno ha la sfera di cristallo e nessuno sa come sarà il futuro ma avere un unico concessionario non significa avere tutto messo insieme con una struttura commerciale unificata: significa avere un'impatto economico maggiore e maggiore forza anche nei confronti del produttore che, non dimentichiamolo mai, VENDE le proprie macchine al conc. che poi, a sua volta, le rivende a noi acquirenti. Ovvio che poi all'interno, anche per la complessità che avrebbe una struttura del genere, le varie famiglie sarebbero distinte tra loro....quindi listini o non listini la cosa importante è dare una comunicazione di immagine che sia efficace. Le dinamiche dei vari mezzi ovviamente sono del tutto autonome ma alla fine ne giova il cliente che ha un approccio univoco con un gruppo industriale...tutte le linee ne possono beneficiare.
                                        Si tratta comunque di un modo del tutto personale, e forse molto extraeuropeo, di vedere il "problema distribuzione".A me ad esempio affascina la Volvo anche perchè posso avere in azienda l'auto, il camion e la MMT con lo stesso marchio...anche questo è un fattore da non sottovalutare.
                                        Costantino Radis

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Pablo, si vede che la tua ottica è moooooollto limitata, e non è vero che non si nota che parteggi per costruttori stranieri, ma all'estero trovare in un solo conecssionario, dall'auto al camion passando per l'escavatore e il trattore è cosa normale.. ma è fatta all'estero e va benissimo, se lo fa in Italia un gruppo come la Fiat, per te antiitaliano e disfattista non va... eppure stranamente la nostra nuova Volvo viene seguita da un tizio che viene in un auto Volvo.. e nella concessionaria vendono anche le auto.. e parlando con il tecnico ha detto che entro il 2007 probabilmente avranno anche i camion.. Bene, Bravi, ma sono in Svizztera e sono un marchio straniero.. la Fiat, per te e gente come te, ottusamente deve affondare.. ma la Fiat, sia a livello di MMT tramite la CNH, sia a livello di camion con la Iveco sia a livello di Auto all'etero fa numeri.. ma questo a te non importa.. basta parlar bene di macchine come le Liebherr, che a livello di pale gommate sarebbe ora imparasse a farle bene.. dato il calo del 35-40% qui in Svizzera, o di Volvo che una pala consegnata da poco piu di 2 settimane ha avuto ben 4 interventi o come la nostra che con neanche 120 ore di lavoro perde olio.. e non sanno a quale santo voltarsi.. o la Mêrcedes che qui in Svizzera sta rimettendoci l'osso del collo per il loro vecchio-nuovo aborto... l'Actros, che fatte alcune migliaia di chilometri le magagne vengon fuori a 3 a 3... costando fior di migliaia di SFr.. Ma ripeto, come al solito gli italiani abbiamo i paraocchi... Stranamente qui la Iveco vende camion ma in alcune concessionarie anche auto Fiat ed AlfaRomeo.. (che son comprate non dall'emigrato legato alla sua terra.. ma bensi dai cauti dagli svizzeri) e trattori NH (che stranamente insieme ai JD sono i piu venduti... chissà poi perchè...,) e su richeista anche le Ferrari e le Maserati perchè appartengono a quel gruppo industriale... Caro Pablo, muoviti, informati.. il mondo non è solo l'Italia... ed all'estero si va senza paraocchi.. E ripetero' all'infinito che se ditte da sempre fedeli a Cat, stanno passando ad NH.... un motivo ci sarà....

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Brava Miss Trakker ... visto che abbiamo una esponente straniera on-line ... posta qualcosa sui listini che ci sono in Svizzera, sono tutti puliti od ancora sporchi ? oppure sono come quelli in Italia ? Visto che si parla di NH dì un pò quanto cotsa un 245 o quello che vuoi .....
                                            Dicci un pò come è la rete commerciale e quanti numeri fa NH a livello europeo (ti ometto quello mondiale) sicuramente potrai postare le varie percentuali che hanno divulgato 3 mesi orsono .... spiega spiega che la cosa si fa interessante.
                                            Per quanto riguarda Fiat, di cui non penso tu conosca nemmeno l'assetto societario, non ho criticato i prodotti quanto la scelta commerciale distributiva che in Italia non è ancora pronta ad un tale sistema.
                                            Per Costy: scherzavo prima ... il tuo radiatore è al sicuro
                                            Paolo Raffaelli

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Che mi dite del progetto di Nh di vendere la sezione mmt ???
                                              http://www.portpictures.nl/ ღaritime world

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Che era un progetto di CNH ... su direttive della proprietà ... ma che attualmente pare in alto mare, NH sta cercando appunto di rivalutare il suo brand !!!
                                                Il consolidamento del marchio è dovuto fatto che, al momento, NH resta di CNH e non viene ceduta.
                                                Anche Liebherr ha seguito la stessa via ... resta in mano alla proprietà !!
                                                Paolo Raffaelli

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Si infatti Pablo , sono anni che dentro la cnh girano queste voci ....
                                                  http://www.portpictures.nl/ ღaritime world

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Per Trakker: prima la Liebherr.....adesso la Volvo....ma non è che qualcuno da voi in azienda porta un po' sfortuna???.... .....secondo me l'idea che avevo dato di un pellegrinaggio a Lourdes non è poi così campata per aria!!!! .....

                                                    Sicuri che siete capaci di usare la pale gommate...?.... ...
                                                    Costantino Radis

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Da noi vabbè.. e alla Toggenburger che di Volvo ne ha prese na 30ina? Comunque da noi era l'O.R. interno ad raccordo che si era schiacciato quando hanno costruito la pala... Sto avendo occasione di provarla, bhè, non c'è che dire, va bene, sai solo cosa, se non dai un po di gas è lenta nel sollevamento in partenza dopo le inversioni per caricare...Io comunque preferisco il comando traslazione classico sotto al volante.. e che belle le doppie leve della benna!!!!!

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        grazie a voi oggi sono a conoscenza della vita commerciale di nh,nell ultima open house avevo sentito dire una cosa del genere da una persona molto vicina a me impiegato nelle vendite ma pensavo scherzasse.costa e trakker sono pienamente daccordo con voi.max w nh
                                                        Costruttore meccanico

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Varie

                                                          Rieccomi al ritorno dalle ferie, lunghe lo ammetto e dopo aver letto i vari interessanti post vorrei fare qualche precisazione tenendo in considerazione il fatto che non è assolutamente nelle mie intenzioni ne rinnegare il passato della mia azienda ne tantomeno la validità commerciale del prodotto NH ( già FH/FK).

                                                          Non ritengo che la produzione di prodotti ex Berlino abbia portato incrementi significativi ai numeri di S. Mauro, anzi ritengo che la produzione non abbia ancora avuto inizio, chi ha visto un gommato MH City o MH Plus o 5.6 o 6.6 prodotto a San Mauro alzi la mano...........

                                                          Gli incrementi di produzione sono dovuti dall'imposizione di NH ai concessionari di fare ordini per i sei mesi successivi, così quando il concessionario è pieno di macchine è costretto a vendere a tutti i costi..... ma in questo caso la produzione nei mesi successivi rallenta.... è una politica del breve periodo.

                                                          Per quanto riguarda JCB-New Holland agricolo preciso che il Consorzio Agrario manterrà la distribuzione dei prodotti agricoli e pertanto non si occuperà del settore agricolo di JCB.

                                                          E' vero che in certi paesi i concessionari Volvo trattano da Auto alle macchine MMT ma solo in Scandinavia, soprattutto per questioni d numeri, viste le dimensioni dei mercati, ma sempre con reti commerciali ben distinte.

                                                          In alcuni paesi poi i concessionari MMT sono di proprietà di aziende che hanno interssi anche in altri settori ma le reti sono sempre ben distinte ( lasciatemelo dire con cognizione di causa visto che per qualche anno sono stato all'interno dell'organizzazione ) la dimostrazione che tale politica non sia assolutamente universale sta nel fatto che in Italia invece di affidare la distribuzione delle MMT alla rete Veicoli Indutriali o l'importazione alla sua filiale di Zingonia ha preferito aprire una struttura autonoma per competenze e responsabilità.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Meno male che non ho più preso NH!!!!!

                                                            Allora non era meglio lasciare il nome FIAT od IVECO visto che ne stanno combinando di tutti i colori con i marchi danneggiando sempre e solo chi ha acquistato prima FH poi FK???????

                                                            Per non dire di Case che, restando pura, sforna degli ottimi Sumitomo e non degli escavatori come il mio E 245 che ha l'idraulica "sckizzata"!

                                                            Mi sembra un'idea strampalata affidare alla rete Iveco le MMT visto che già si fatica a trovare venditori seri nei VI.

                                                            Non che questa idea è venuta allo stesso tipo che ha approvato in Fiat la produzione della Duna, della Multipla e della Idea??????

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X