MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Come si usano le macchine ....

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Trakker
    ha risposto
    Le pale cingolate... croce e delizia degli operatori... Come si usa? dipende dal terreno, dal tipo di lavoro che devi fare, dalla macchina, dal tempo.. e dal manico.... per portare il piano, io la vedo piu indicata, risente meno delle variazioni del terreno (buche , piccoli dossi..), anche se a volte, poi te li porti per tutto il cingolo.. per portare il piano dipendee dal materiale, se è compatto e si ha una buona sensibilità, lo si puo fare "in sospensionr", cioè con la benna leggermente piegata in basso a far raschiare i denti ed il tagliente e con il braccio leggermente alzato, facendo variare indifferentemente con il sollevamento o l'inclinazione, oppure "in appoggio" con la benna pari e si usa solo il sollevamento.. anche se ci vuole molta piu sensibilità, su fondo friabile è meglio in "appoggio", perche con il metodo sospeso, si rischia di fare avvallamenti e dossi... Nel banco, e sempre consigliabile infilarsi ortogonalmente, perchè un eventuale avvallamento lo si puo correggere, ma entrando di sbiego.. diventa piu complicato, di sbiego (o "con gli angolari") è consigliabile solo se si deve attaccare materiale "duro" che va sgranato.. se il materiale è molto duro (tipo roccia come è molto diffuso dalle mie parti in Calabria..) il metodo migliore è quello di usare l'angolare e di far ruotare in modo alterno (apri-chiudi)la benna, oppure se si deve attacare anche alto, è consigliato usare il sollevamento, magari frenando la trasmissione... la seconda parte dopo!!!!!

    Lascia un commento:


  • Trakker
    ha risposto
    MImi, ma tocca a me rispondere?

    Lascia un commento:


  • Aldo
    ha risposto
    Visto che ho lanciato il sasso nell'altro argomento volevo continuarlo qui...

    Come si utilizzano le pale cingolate??

    Io sono un neofita di questi mezzi, nel senso che in determinati periodi dell'anno mi capita di lavorarci praticamente per alcune settimane di fila, dopo di chè, per tutto il resto dell'anno, non ne vedo più una.

    Io fino ad ora ho sempre fatto lavori soprattutto in boschi(pulizia di piste, preparazione calani e letti di torrenti e rili, preparazione bacini scolmatori ecc ecc) e a volte mi è capitato di utilizzare in cantieri di una certa dimensione ad esempio per preparare i piani per capannoni, sculturare terreni, preparare il fondo per una strada ecc.

    Mah...vedete voi...io quelle quattro cose che so le ho sempre capite da solo ma non è detto che le abbia capite nel modo giusto.
    Ad esempio...come s'impala??
    Coime si fanno i piani?

    Trakker...mi hai visto utilizzare la pala...quindi hai visto anche i miei difetti...

    Lascia un commento:


  • simo 85
    ha risposto
    e allora non vedo il problema...se lavori in posti a rischio ti metti la cintura e chiudi la porta.....o no???grazie trakker, sei sempre esauriente come al solito...

    Lascia un commento:


  • Trakker
    ha risposto
    Per Simo 85, guarda che gli escavatori, cosi come buona parte delle MMT hanno la struttura Rops-Fops integrata nella cabina...

    Lascia un commento:


  • andream
    ha risposto
    L'unico caso diciamo d'"incidente" che ho sentito,e' quello di un operatore che stava scavando nel letto di un fiume...

    ad un certo punto l'acqua ha spinto lo scavatore(da dietro nel contrapeso del mototre tanto per capirci)dentro la buca che stava scavando e l'operatore (grazie anche la porta aperta perche' era estate)si e' buttato subito in acqua e ha nuotato fino a riva...l'escavatore e' andato a bagno lasciando fuori solo un pezzetto di cabina e il braccio....(mi sebra che fosse 300q.li o piu'!)

    forse se avesse avuto la cintura,la porta chiusa e preso dal panico magari non sarebbe uscito subito....

    voi cosa ne pensate????

    cmq secondo me la cintura va messa in determinati lavori pericolosi,anche se a farsi male ci vuole veramente poco sia per distrazione che per troppa sicurezza..................

    Lascia un commento:


  • simo 85
    ha risposto
    Grazie trakker....l'avevo già letta la risposta..

    Scusate una domanda, ma non sarebbe meglio, l'obbligo delle cinture e delle cabine rops anche sugli scavatori???certo che se la cabina durante un ribaltamento viene schiacciata è meglio non avere le cinture e saltare fuori, ma se lo scavatore ha il tettuccio rops si può stare "tranquillamente" dentro legati con la cintura, ed il rischio è nettamente minore che saltar fuori..o sbaglio??

    Lascia un commento:


  • Pablo
    ha risposto
    I dispositivi di sicurezza devono essere usati ... sono stati installati con l'intento di proteggere l'operatore: quindi cinture allacciate ... e bene ... in modo e maniera che il corpo resti incollato alla struttura del sedile ... anche in caso di ribaltamento, sarà poi la struttura della cabine a proteggere il corpo andando a parare l'urto assorbendolo !!
    L'importante è restare con il corpo all'interno della cabina e dell'area protetta !!
    Per favore non fate l'esempio della macchina che non vede un precipizio e ci cade dentro ... l'operatore ha la cintura e non riesce a buttarsi fuori in tempo !! La risposta: è colpa dellìoperatore che non ha visto un burrone

    Lascia un commento:


  • Trakker
    ha risposto
    Per Simo, la risposta l'ho data su un altro argomento... Per Hungry.. le cinture di sicurezza, se sapute usare sono utili.. secondo me (per sperienza diretta...)sono molti (infiniti) i casi in ui sono piu utili che dannose.Io ho sempre lavorato con i carrelli elevatori, ma qui in Svizzera sono dovuta andare a fare la "patente" e li mi hanno fatto allacciare la cintura di sicurezza, facendoci vedere alcuni filmati di persone che in caso di ribaltamento, sono rimaste schiacciate sotto il carrello, altra esperienza personale (anche se non in prima persona...è successo ad un mio collega ed io ero li davanti):Cat 225 prima serie, larghezza carro 3mt, carrellone m.o. da 2.50 di larghezza, rampe sporche, il collega (idiota...) scende dal carrellone con il perno blocca rotazione inserito, il carrellone leggermente inclinato.. l'escavatore comncia a scivolare di lato e prende una brutta piega la rotazione non puo funzionare, per cui preso il contraccolpo viene sbalzato dall'escavatore sballandosi na spalla.. (per fortuna che l'escavatore non si è ribaltatao e si è fermato...) se avesse avuto la cintura, no si sarebbe fatto nulla...

    Lascia un commento:


  • hungry bucket
    ha risposto
    cinture di sicurezza

    Ciao a tutti da uno che non ha mai guidato un escavatore.
    A proposito delle cinture di sicurezza sugli escavatori:
    qualcuno mi sa fare un esempio pratico di come potrebbero rivelarsi dannose?
    Io parto dal presupposto che in caso di instabilità della macchina(cede il
    frontone.o in una forte discesa la macchina inizia a scivolare.
    o si alza dietro per troppo sforzo durante lo strappo.o chi più ne ha più ne metta)
    una delle cose più facili per farsi ammazzare è tentare di scendere.
    Quindi, eliminata l'ipotesi dell'impedimento a scendere,per quale motivo dovrebbe essere dannoso
    allacciare la cintura? A parte il "danno" del rompimento di balle
    di dover allacciare e slacciare tutte le volte.
    Quanto al fatto di lavorare con un escavatore dal pianale del portapale(il carrellone)credevo che non esistesse operatore disposto a farlo.Ce n'è di gente stramba.
    Per quanto riguarda posizionare il carro aiutandosi con bracci e rotazione
    torretta personalmente non vedo pericoli per l'operatore.
    Quanto ai danni che potrebbe subire l'escavatore non ne ho la più pallida idea.Però scommetto che alcuni operatori lo fanno sempre tranne quando in cantiere arriva il proprietario dell'escavatore...
    Saluti e mi raccomando: tenete aperto questo argomento perchè è bello tosto.

    hungry bucket

    Lascia un commento:


  • simo 85
    ha risposto
    Ehi ma non c'è nessuno che mi toglie questo quesito dalla testa??? mi sta attanagliando a tal punto che non riesco più a dormire.......beh non esageriamo.....costantino, trakker, esperti di tutto il forum....aiutooooo

    Lascia un commento:


  • simo 85
    ha risposto
    ho letto tutti i post e mi ci è voluta mezz'oretta.....e siccome è un argomento che non ha più ca..to nessuno, volevo riproporlo perchè mi sembra molto interessante...e se qualcuno a nuovi consigli da scrivere lo faccia..E' un ordine!!!

    in un post di costantino( che è sempre molto sintetico) c'era scritto che con la pala bisogna sempre imbennare in prima e caricare i camion in seconda..Non ho capito il motivo del caricare i camion in seconda..qualcuno può spiegarmelo???grazie e buona serata

    Lascia un commento:


  • francescocx
    ha risposto
    cos'è la benna 4 in 1?
    si adotta sotto scavatori o dove?

    cmq mio padre mi ha insegnato a tenere i piani usando attentamente i denti della benna, voi avete altre abitudini??

    Lascia un commento:


  • Aldo
    ha risposto
    Ho bisogno una mano:

    Come si usa la benna 4 in 1???
    L'ho usata 2 o 3 volte...ancora non ho l'occhio ma non riesco a portare i piani!!

    Potreste dirmi se c'è qualche trucco??

    CIAOOO!!

    Lascia un commento:


  • Ray
    ha risposto
    Secondo me se uno vuole lavorare con un 300 q.li stando sopra un camion, può farlo! L'immagine che da di se stesso è quella di un incompetente.Però se la sua vita non la ritiene inportante a me non importa!!! quello che mi fa diventare cattivo è il fatto che questa gente non tiene nemmeno conto di quelle persone che lavorano vicino al lui e che si DEVONO fidare di lui! ed in genere ai più stupidi va sempre bene! Io so di un giudice che, in un caso di infortunio in un cantiere (Un operaio era inciampato e caduto a terra rompendosi una spalla e poco altro)ha incolpato il datore di lavoro per non aver istruito(edotto) il suo operaio su come utilizzare i cosidetti D.P.I.....Volete sapere qual'era il vero motivo??
    L'operaio aveva messo le scarpe al contrario!!! per me è uno scandalo!

    Lascia un commento:


  • IGOR SNC
    ha risposto
    IO NOMN SONO UN'ESPERT, comunque per quanto riguarda la manovra di rotazione con il carro alzato lo veo fare spesso a mio zio, e lui e' un grande: appoggia la benna con l'avanbraccio semichiuso a circa 4 metri dalla cabina e in direzione dei cingoli,alza il carro circa 25-30 cm, muove entrambi i cingoli aiutandosi all'inizio solo con la rotazione del braccio e nella fase finale all'unga anche l'avambraccio.
    certo che il tutto dipende dallo spazio disponibile, dalla possibilita' di appoggiare la benna in un punto fermo e sopratutto da quanto si deve girare.
    ciao a tutti e grazie a gianni per avermi indicato quest'interessantissimo argomento.

    Lascia un commento:


  • Gianni Palma
    ha risposto
    Per non spaziare troppo con più argomenti abbiamo deciso di creare un argomento dedicato all'uso delle MMT da un punto di vista della Sicurezza e della Prevenzione.
    L'argomento è:
    Uso delle MMT in Sicurezza - Domande ed Esperienze

    Questo argomento invece continuerà a parlare dell'uso delle MMT da un punto di vista produttivo e tecnico.

    Lascia un commento:


  • francescocx
    ha risposto
    Perchè sui CAMION sono pericolose?

    Lascia un commento:


  • case
    ha risposto
    sono pericolose anche sui camion fortunartamente in italia non sono obbligatorie

    Lascia un commento:


  • PIPPO
    ha risposto
    Mi piacerebbe sentire l'opinione in fatto di prevenzione infortuni riguardo le cinture su i mini escavatori. io le trovo pericolose meglio non metterle, voi che dite?

    Lascia un commento:


  • giovanni
    ha risposto
    be credo proprio che in linea generale si debba stare dalla parte delle norme di sicurezza più che non dalla parte delle spavalderie ....succede ancora troppo spesso anche qui in Veneto che il loro mancato rispetto provoca guai tali che non possono essere raccontati dall'operatore , norme essenziali sono ancora spesso trascurate anche in agricoltura ( ad es. la proporzione tra massa del trattore e quella totale del rimorchio carico in rapporto al tipo di strada : ho sentito di più di un incidente del genere , il rimorchio si è tirato dietro il trattore in una scarpata ) sono incidenti all'ordine del giorno ancora nel 2004 . E ci si comporta con bestioni di 10-20 tonn. come se fossero la motofalciatrice BCS che anche se si ribalta è lo stesso .....gli "archi " protettivi , che cosa sono ? Solo cabinette che si schiacciano come lamierette e tengono solo al riparo da 2 gocce e poi infine credo che un buon operatore MMT dovrebbe avere una qualche cognizione di fisica ( certo non la laurea ...non serve , ma solo quello che può anche salvarlo dall'incidente ) , quanti sanno quali leggi governano la stabilità di un mezzo , che cosa sia il baricentro , che cosa significhi che il baricentro nella sua proiezione verticale non deve mai uscire dalla base di appoggio della macchina ( sono concetti anche pratici ed intuitivi non ci vuole uno scienziato ) , non si può sempre andare ad occhio o dire " io ho 20 anni di esperienza " , non bastano ....molti guai potrebbero davvero essere prevenuti usando + prudenza . Le parole d'ordine sono sempre le stesse : conoscenza ,prudenza , mezzi di prevenzione 1) che ci siano 2) che siano usati . Lavoriamo in sicurezza dunque

    Lascia un commento:


  • Pablo
    ha risposto
    Concordo pienamente .. distinguiamo i post: uno sulla tecnica nuda e cruda per l'utilizzo della macchine mmt e l'altro per le norme sulla sicurezza etc etc ....
    Saranno entrambi utili a tutti !!

    Lascia un commento:


  • Benny69
    ha risposto
    La trovo una bella idea.

    Lascia un commento:


  • Marko
    ha risposto
    Ciao Gianni, sai che di MMT sono rimasto un pò arretrato e quindi mi conviene ascoltare, ma quando posso consigliare qualcuno su argomenti dove sono più ferrato lo faccio sempre con molto piacere. In questo caso ancor di più, visto che si parla di sicurezza sul lavoro.
    In effetti, mi rendo conto che quando parlo di sicurezza esagero, ma penso di aver ragione.
    Il mio lavoro, come Gianni ben sa, mi mette quotidianamente di fronte ad incidenti sul lavoro per valutarne le cause dal punto di vista tecnico normativo e quindi individuarne le responsabilità.
    Comunque, non voglio assolutamente che questo discorso prevarichi l'argomento iniziale di Pablo (Scusami Pablo ), quindi io proporrei di creare un argomento sulla Sicurezza, dove si potrebbe esporre e discutere, anche dal punto di vista normativo, di quelle operazioni pericolose, come ad esempio ha fatto ALE BAS.
    Sarebbe molto formativo per tutti ve lo assicuro.
    Ciao!

    Lascia un commento:


  • Marko
    ha risposto
    L'argomento riguardante le MMT e tecnologie è sicuramente un buon argomento, ma anche la sicurezza non andrebbe sottovalutata, come spesso accade, ma approfondita.

    Lascia un commento:


  • Gianni Palma
    ha risposto
    </font><blockquote>Citazione:</font><hr />Originariamente inviato da Marko:
    L'argomento riguardante le MMT e tecnologie è sicuramente un buon argomento, ma anche la sicurezza non andrebbe sottovalutata, come spesso accade, ma approfondita. </font>[/QUOTE]Ciao Marko, sono molto contento che stai partacipando attivamente al Forum MMT.
    Potremmo creare un argomento dedicato alla sicurezza delle MMT, visto che quest'argomento creato da Pablo si rivolge in particolar modo alle tecniche utilizzate per la guida e l'uso delle MMT.
    Io personalmente ti conosco molto bene e quindi so bene perchè anche tu - come Costantino - sei fermo e deciso quando si parla di sicurezza.
    Se ne hai voglia magari spiega agli utenti del forum di che ti occupi, così capiscono anche loro perchè ti arrabbi così.

    X Costantino:
    Mi ha fatto molto piacere il tua opinione decisa nei confronti della sicurezza e l'incolumità dei lavoratori.
    Magari le pagine di questo Forum MMT potrebbero anche diventare uno strumento di sensibilizzazione verso quest'aspetto...

    Lascia un commento:


  • francescocx
    ha risposto
    già proprio oggi al centro edile ho fatto caso ad un depliant con queste tecnologie e me lo sono preso.
    Li applicano su tutti i mezzi, anche minipale, scavatori ecc................(anche sul badile )

    Lascia un commento:


  • 5110B
    ha risposto
    Visto l'argomento e visto il casino che è successo, vorrei dare un esempio (spero) positivo sull'utilizzo di una mmt e sapere in vostro parere.
    O potremmo fare un nuovo argomento? Tipo: quando la tecnologia incontra le mmt?

    <a href="http://www.album-mmt.it/details.php?image_id=5500" target="_blank">
    clicca qui per ingrandire</a>


    Motor Grader Caterpillar MG16G durante la stesura di materiale supercompattato munito di apparecchiatura autolivellante laser.
    Serio direi!
    Aspetto un vostro parere

    Lascia un commento:


  • Marko
    ha risposto
    Ciao a tutti . Ho letto delle cose raccapriccianti nei post. Ma stiamo scherzando!!!! C’è veramente chi si ritiene così “furbo”, da utilizzare un miniescavatore da sopra il cassone???
    Io penso di essere la persona più inadatta a valutare se una operazione sia effettivamente pericolosa oppure no. Però persone esperte che da anni utilizzano le macchine dovrebbero saperlo, così come dovrebbero essere a conoscenza delle conseguenze che possono scaturire da lavorazioni eseguite con superficialità (e mi riferiscono ai migliaia di incidenti che avvengono sul lavoro).
    Purtroppo però, ovunque capita di vedere macchine non a norma con componenti o sistemi deficitari, anche nelle cosiddette “grandi società”. Impianti e comandi fatiscenti, strutture sporche corrose ed abbandonate a se stesse, componenti strutturali mancanti quali: perni copiglie ecc.
    Ponteggi auto-sollevanti utilizzati come montacarichi! MMT utilizzate come mezzi di sollevamento senza avere la minima cognizione di imbracatura dei carichi e di tabelle di carico.
    Le macchine non si usano così!!!
    Così come capita di dover riscontrare che lavoratori esperti, con decennale esperienza, eseguano lavori in modo tale da mettere a repentaglio la propria incolumità e quella degli altri. Quello che penso è che tutti i lavoratori dovrebbero essere informati e formati riguardo le procedure operative da seguire per qualsiasi lavorazione, anche le più frequenti e le più semplici, perché alcuni pericoli derivano proprio dalle circostanze in cui vengono eseguite le più semplici lavorazioni (es. Interferenze con altri lavoratori di altre ditte). Queste informazioni dovrebbero essere tutte contenute in un POS ben scritto (MAI!!!).
    Infine, l’essere informati è un diritto dei lavoratori ed un dovere per il datore di lavoro informare ogni dipendente su ogni lavoro che si va ad eseguire. Il POS infatti dovrebbe essere redatto, analizzando una per una, tutte le lavorazioni che si dovranno effettuare, delle quali, il datore di Lavoro, dovrebbe fornire le giuste procedure e mezzi per un lavoro il più possibile sicuro.
    Questo può essere fatto solamente analizzando al meglio i rischi di ogni lavoro e quindi, di conseguenza, proporre i giusti i rimedi.

    Lascia un commento:


  • case
    ha risposto
    Ciao a tutti.e pensare che quando li ho visti mi sono detto : che genialata non ci avrei mai pensato!quindi mezzi sopra il camion o il carrello

    Lascia un commento:

Caricamento...
X