MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

FIAT KOBELCO 2

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • costantino
    ha risposto
    Battete forte i pugni sul tavolo!!! Devo dire che la MAIE va veramente a corrente alternata....a volte tutto bene, a volte tutto male!! Qui da noi la dobbiamo ancora inquadrare bene....noi ci troviamo bene grazie alla presenza delle vecchie leve che ci seguono da anni con i prodotti Fiat....ma se fosse per la MAIE di oggi... !!!

    Lascia un commento:


  • Pacio
    ha risposto
    Le macchine le hanno noleggiate da MAIE, e lo stesso giorno li abbiamo chiamati per avere delle spiegazioni, e ci hanno detto che passavano a cambiare i filtri e controllarle, ma ancora non si sono visti.
    Per le regolazioni ti ringrazio mille se riesci a metterle on line....

    Lascia un commento:


  • costantino
    ha risposto
    Scusa Pacio, ma da chi avete noleggiato il mezzo? Cercate di farli pedalare un po'!! Non è possibile consegnare, ma soprattutto permettere che un cliente ti consegni la macchina, in certe condizioni. Dovete pretendere che la macchina sia in ordine, almeno da un punto di vista meccanico.....!!!
    Sulle regolazioni vedo di mettere on-line le spiegazioni del libretto di uso e manutenzione di un nuovo NH!

    Lascia un commento:


  • Pacio
    ha risposto
    Per il 195, ce l'hanno portata a noleggio la settimana scorsa, aveva i filtri dell'aria intasati, i radiatori avevano tanta di quella polvere e foglie da far spavento, e ieri ci siamo accorti che ha i filtri del gasolio da buttare, e anche gli iniettori sono messi male!!!! Forse è anche per questo che non è al massimo delle prestazioni. A quali regolazioni accennavi? perchè nessuno mi ha insegnato ad usare il computer di bordo, potresti dirmi quli sono le regolazioni possibili (volevo guardare sul libretto di uso e manutenzione, ma non l'ho trovato)
    Per quanto riguarda la 130 oggi ho potuto provarla con più calma, e sinceramente mi è piaciuta molto (tieni conto che ho pochissima esperienza sulle pale gommate), forza ne ha abbastanza, l'inserimento automatico delle marce è molto comodo, e anche il pulsante dell'inversore posto vicino ai comandi della benna è molto comodo.....
    ...insomma provandola meglio devo dire che non è male come pala!!!


    Lascia un commento:


  • costantino
    ha risposto
    Sulla rotazione del 195... ...stranissimo perchè i nuovi NH hanno una rotazione che, a mio parere, è fin troppo esuberante. In questi casi occhio all'elettronica e alle regolazioni: probabile che la macchina avesse la priorità sul sollevamento.
    Sulla 130...è una delle macchine più riuscite tra le gommate NH: in base a quale altra macchina utilizzata puoi dire che è instabile? Se usi macchine di stazza decisamente superiore non ti aspettare la stessa stabilità anche perchè la 130 è molto veloce ed ha una benna di capienza elevata in proporzione al peso....di conseguenza regolati tu. E' un mezzo che, come d'altronde tutte le gommate, dà il meglio se utilizzata in scioltezza. Dovresti essere più preciso e dire come la usi.

    Lascia un commento:


  • Pacio
    ha risposto
    Saltella nel senso che, sia mentre carichi, sia mentre manovri, sembra di essere in barca col mare mosso!!!!
    Per quanto riguarda il 195, forse è una mia impressione ma la rotazione è un po' lentina, ma forse è perchè confrontandolo con lo Zaxis che è più veloce!!!
    Cosa ne pensi tu di queste macchine? Le hai utilizzate?

    Lascia un commento:


  • Trakker
    ha risposto
    In che senso Saltella un po? In merito alla rotazione del 195.. mi sembra strano.. potrebbe darsi sia tarato male l'attuatore colegato al manipolatore...

    Lascia un commento:


  • Pacio
    ha risposto
    Riprendo questo argomento per non aprirne un altro.
    Lunedì a scuola ci hanno portato due macchine a noleggio FK, una pala gommata W130 e un escavatore cingolato E 195.
    Volevo chiedervi cosa ne pensate di queste macchine.
    Sinceramente di macchine di quelle dimensioni non ne ho mai provate di altre marche, a parte lo Zaxis della Hitachi, perciò ho avuto ottime impressioni su queste macchine, la pala ha una buona forza, peccato che saltella un po' troppo. L'escavatore è molto stabile, e ha un'ottima forza di scavo, però secondo me ha la rotazione un po' lentina.
    Voi avete avuto le stesse impressioni?

    Lascia un commento:


  • Volvoman
    ha risposto
    Originariamente inviato da Matteo R.:
    il volvo il posizionatore lo monta davanti o dietro???? perchè secondo me se è sotto, hai più forza di sollevamento, mentre se è sopra, hai più forza di penetrazione, cmq, nel volvo è sotto o sopra????'
    Nei cingolati dietro, nei gommati davanti.

    Lascia un commento:


  • costantino
    ha risposto
    Tra le cose migliori dello Zaxiz 210 c'è sicuramente la velocità, soprattutto in rotazione: a benna piena, caricando i mezzi, soprattutto se si è posti più in alto, bisogna fare attenzione mentre si sbraccia. Ci si impiega un attimo ad alzare il sedere della macchina e a farsi venire i sudori freddi, soprattutto quando lo si prova la prima volta. Diciamo che la sensazione è più accentuata rispetto a macchine che già davano problemi: mi sembra quasi di avere le stesse sensazioni dei primi FH200. A mio parere, comunque, le macchine di nuova generazione dovrebbero avere tutte il carro più largo. A prescindere dalla forza, la velocità sempre più alta ed i bracci sempre più lunghi devono per forza avere una base adatta alla macchina: da quando hanno fatto la comparsa queste generazioni di macchine molto veloci il problema stabilità è diventato molto serio. Qui da noi non si contano gli EX235 che, anche in mano ad operatori riconosciuti da tutti come esperti e coscienziosi, hanno avuto ribaltamenti con gravi conseguenze. Lo stesso si propone anche su macchine maggiori, oltre le 30 tonnellate, con escavatori che hanno benne ormai enormi ma il carro sempre da 3 metri!
    Non per nulla penso che l'EX285 sia una gran macchina in quanto permette di lavorare in estrema sicurezza essendo equilibrata in ogni sua componente e unendo forza, velocità, precisione e stabilità.

    Lascia un commento:


  • Matteo R.
    ha risposto
    COstantino, innanzitutto volevo ringraziarti per le informazioni date, che come al solito sono precise ed affidabili, poi volevo chiederti cosa ne pensi della stabilità dello ZAXIS 210, ti pongo questa domanda in quanto mi è stato riferito che non sia proprio brillante in fatto di stabilità..........attendo una tua risposta.... grazie

    Lascia un commento:


  • costantino
    ha risposto
    Per Matteo R.: A PROPOSITO DI ZAXIS 210.
    Innanzitutto chiedo scusa per il ritardo della risposta... anche Pablo attende da me alcune cose e fra pochi giorni mi muoverò ma abbiamo parecchi problemi da risolvere con due lavori appena acquisiti: la demolizione della pensilina di copertura dello Stadio Comunale di Torino per conto del Torino Calcio e la demolizione con esplosivo della prima torre di via Artom per conto dell'Amministrazione Comunale. Cercherò di mettere on-line un po' di foto dei lavori appena ne ho il tempo.
    Dicevamo dello Zaxis 210: lo abbiamo avuto in prova dalla COMAI, insieme al gommato 165, per circa de settimane.
    - Zaxis 210: la manovrabilità e precisione dei comandi è assolutamente a livelli di eccellenza, anche rispetto ai nuovi modelli FK pur essendo questi migliorati in confronto ai FH serie EX. Tutti i nostri operatori sono stati stupiti della facilità di guida e si sono tutti adattati immediatamente alle macchine. Non abbiamo potuto dire altrettanto per la forza dimostrata nelle operazioni di scavo. Rimane comunque una macchina decisamente veloce ma assolutamente non parca nei consumi: insomma, ci avevano dipinto gli Hitachi come superiori ai modelli FH nostrani e non stentavamo a crederlo visti i progressi fatti a suo tempo da Fiat nel momento in cui si era associata ai giapponesi ma sinceramente siamo stati delusi.
    - Zaxis 165W: qui la delusione è stata ancora più forte, soprattutto per il motore, a nostro avviso non adeguato alla macchina. L'impressione positiva sulla manovrabilità è la stessa già detta ma sia la forza che la carpenteria del braccio non ci hanno convinti.
    Avremmo voluto anche provare il 280 in vista di un acquisto ma per ora non è ancora disponibile.
    Ti dico che ci siamo posti con la massima apertura mentale nel valutare le macchine in prova anche perchè, a causa di vari pasticci della conc. FH di zona, praticamente quasi tutti i venditori, con l'arrivo in Piemonte di MAIE, se ne sono andati a Hitachi, convinti della maggiore bontà del prodotto giapponese rispetto a FK e non solo. In sostanza la persona da cui per anni abbiamo comprato FH e con cui esiste un rapporto che va oltre il lavoro, ora ci propone Hitachi ma...le macchine viste, pur essendo ben fatte non sono proprio dei fulmini. Ci aspettiamo qualcosa dai modelli superiori: vedremo come andranno appena saranno qui da noi. Nel frattempo è arrivato in casa un EX285 che, rispetto al modello che già utilizziamo e che va ad affiancare ha parecchie migliorie, a partire dal motore, non più Cummins ma Isuzu con una decina di cavalli in più, ed una forza di strappo maggiore. La macchina più vecchia è un triplice usata molto nelle demolizioni, questa un mono che useremo quasi solo in scavo e carico. Per ora ne siamo contenti ma è nuova...le sorprese possono sempre attenderci!
    Salutoni a tutti!

    Lascia un commento:


  • stefano73
    ha risposto
    Ciao a tutti, mi sono registrato oggi e stavo leggendo alcuni vs. forum veramente interessanti. Sono giovane e mi stò interessando al mondo MMT anche perchè ci lavoro come ricambi. Volevo solo fare i complimenti a Costantino per le sue spiegazioni, sono dettagliatissime.
    Grazie a tutti

    Lascia un commento:


  • mik
    ha risposto
    OK !!!! Costantino mi farebbe molto piacere incontrarti così potremo scambiarci opinioni.... anche perchè se non ho capito male sei di grugliasco quindi a 15 minuti di tangenziale ...fatti vivo...... ciao.....

    Lascia un commento:


  • Matteo R.
    ha risposto
    mik, forse ti sei sbgliato, secondo ma gli fk sono molto meglio dei cat, hai mai verificato la forza di strappo del cat 320, praticamente non c'è

    Lascia un commento:


  • costantino
    ha risposto
    Scusate se mi sono lasciato andare!
    Per Mik: i Komatsu sono ottime macchine...tra l'altro qui da noi sono supportate da un ispettore delle vendite della casa madre che è l'artefice della ricostruzione della rete ufficiale a livelli degni di questa marca. Si tratta del signor Vladimiro Mori: mi direte...chi è? Pensate alla Hidromac dei tempi d'oro, in cui era marchio a livello Europeo e combatteva ad armi pari con Poclain e Caterpillar...pensate all'H150 e all'H180 disegnati da Pinifarina, all'H230 e via discorrendo. Ebbene il signor Mori era responsabile commerciale per l'Europa. Poco prima che l'Hidromac si ridimensionasse è passato a FiatAllis ed è stato uno dei costruttori dell'accordo con Hitachi. Dopo questo risultato è passato in Komatsu contribuendo agli accordi con FAI e all'impostazione di una nuova rete commerciale che tenesse conto sia dei concessionari FAI esistenti che alla impostazione di nuovi concessionari dove la rete era carente. Ora si occupa della rete di Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria e Sardegna. Abbiamo avuto modo di provare il PC210 della serie precedente...mi spiace deludere le aspettative ma la macchina si allinea a quanto visto con Caterpillar. Qui da noi se ne vedono alcuni ma, sempre per i motivi che spiegavo l'ultima volta, sono molto diffusi tra le imprese stradali, ossia quelle che comprano già altri prodotti della rete come, ad esempio, i gommati compatti: la fedeltà al marchio FAI tipico di chi fa bitumature in aree urbane si è ribaltato su Komatsu...un po' come chi comprava Simit o Fiat...in sostanza anche chi compra Caterpillar ora non fa altro che dare continuità al marchio Mitsubischi. Ovviamente non si può certo dire che Komatsu sia un escavatore che va male, così come Caterpillar, ma per ora non siamo ancora a livelli di FK, per lo meno nella classe di peso delle circa 20 ton. Non ti so dire niente dei modelli superiori in confronto con FK in quanto non li ho provati in modo serio (ossia in cantiere, per almeno una decina di giorni in modo da poterli capire e sfruttare al meglio, cosa che abbiamo potuto fare con il PC210). Posso invece anticipare a tutti che ho avuto modo di vedere e provare per qualche ora il nuovo E305 di FK nello stabilimento di San Mauro. Sarà un modello completamente nuovo che uscirà nel mese di marzo 2004 e si collocherà tra il 285 e il 355 andando a colmare il vuoto lasciato dall'FH330: il motore è un Iveco NEF, sviluppato, come tutti i nuovi motori Iveco, con Cummins, entrata a far parte del gruppo, dotato di Common-Rail e gestione elettronica. Impressionante la stabilità in proporzione alla lunghezza del braccio e alla benna montata. Per il resto si vedrà: se ce lo daranno per fare un po' di esperienza sul campo vi racconterò.
    Per Mik: visto che sei di Moncalieri ci possiamo eventualmente anche incontrare...la mia mail è: arch.costantino.radis@awn.it.

    Lascia un commento:


  • mik
    ha risposto
    costantino ai scritto un libro? scherzo!!!ai dato una super spiegazione ..x matteo r. penso che anche KOMATSU abbia + forza di penetrazione di FK.....

    Lascia un commento:


  • costantino
    ha risposto
    Buon giorno ragazzi!Vi dico innanzitutto che operiamo in tutto il Piemonte ma non ci spingiamo oltre i confini regionali tranne rari casi (è capitato ai miei prima che io nascessi...ho solo 32 anni!): la sede aziendale è in Grugliasco, ai confini con Torino.
    Vi dirò che non abbiamo mai provato macchine Volvo perchè il concessionario di zona non è molto forte e, vendendo anche Bob-Cat, penso che preferisca concentrarsi su queste macchine perchè costituiscono un'entrata diciamo..."sicura"! Noi stessi abbiamo una decina di minipale tutte Bob-Cat e nonostante l'interlocutore sia lo stesso che vende Volvo nessuno ci ha mai neanche proposto queste macchine ne' sinceramente noi ce ne siamo mai interessati. Secondo me, al giorno d'oggi ci sono veramente molte macchine affidabili e produttive ed i fattori di scelta nell'acquisto sono molteplici: non solo il prezzo è importante ma anche l'assistenza ed il valore residuo dell'usato. In azienda si cerca di scegliere la macchna adatta per l'utilizzo che dovrà fare: noi abbiamo scelto, come marchio per gli escavatori, FK comparandolo con altri dopo prove e prove contro i pari modelli concorrenti (anche CAT). Per le terne abbiamo JCB e le minipale Bob-Cat. I mini sono FK perchè non esistono altre macchine, se non derivate da queste (es. Airmann), che abbiano un braccio così lungo e una stabilità, velocità e precisione simili.
    Per lo scavo in sotterraneo delle stazioni del Metrò ora e per il passante ferroviario pochi anni fa abbiamo optato, nelle cingolate per le CAT963 (macchine fantastiche!!! ma molto onerose nella manutenzione) e nelle gommate per le 950.
    Tra le macchine provate, oltre agli Zaxis 210 e 165W, ci sono stati anche il CAT320 che abbiamo noleggiato poco tempo fa per circa tre mesi con un CAT325 ed il CAT330 avuto in prova per due settimane. Pur piacendomi molto il marchio CAT devo dire che si sono dimostrate più lente rispetto all'FK e meno precise nei comandi. Il grosso divario in fatto di consumi che avevano all'inizio i primi Fiat-Hitachi è stato colmato montando motori Isuzu e Cummins ed ora le due marche (FK e CAT) si equivalgono.
    Se il confronto fra CAT330 e FH330 era decisamente a vantaggio di quest'ultimo (e se i venditori CGT sono onesti, come quello della nostra zona, ve lo confermeranno) non è più così con l'EX355, decisamente rallentato nei movimenti e pari, come sensazione di guida, al CAT330. Rimane comunque superiore la precisione ai comandi.
    Per quel che riguarda l'assistenza...qui da noi la FK non dà problemi forse anche perchè le macchine vanno obiettivamente bene e gli interventi si concentrano su altre linee di prodotto della marca come i caricatori cingolati e gommati(abbiamo anche due FL175 e una FR160 che utilizziamo come macchina di servizio...non vi dico!...le 963 e le 950 sono astronavi in confronto!).
    Tornando agli escavatori non mi pare proprio che la carpenteria dei CAT sia superiore a quella FK: quando CAT era uscita con la linea che sostituiva i gloriosi 215, 225, 229 ecc. vi fu una causa legale sanguinosa con Hitachi e Fiat-Hitachi per il disegno dei bracci, soprattutto per gli attacchi del braccio penetratore, in quanto era coperto da brevetto Hitachi. Se ci fate caso, da allora tutti i bracci sono costruiti in quel modo in quanto il brevetto è stato poi ceduto e utilizzato da tutti, un po' come è successo tempo fa con il brevetto MACBRO per lo snodo centrale delle pale gommate in quanto la miglioria in termini di affidabilità e sicurezza era innegabile. Diciamo che, salvo errori madornali in fase di costruzione(le macchine CAT e FK un po' "strane" ci sono capitate!), oggi le due marche si equivalgono ma, se devo essere sincero, una differenza di prezzo di 32.000 euro in più tra il 325C e l'EX285 mi sembra esagerata per una macchina che, nei fatti, si dimostra leggermente inferiore rispetto a FK e mantiene un valore residuo nell'usato assolutamente pari al concorrente (differenza di prezzo che invece accetti, anche se addirittura maggiore, per quel che riguarda le pale cingolate o gammate).
    A dimostrazione della validità dell'FK vi è inoltre uno stabilimento, qui a Torino, assolutamente all'avanguardia che, sinceramente, mi ha impressionato rispetto a quello CAT di Grenoble che ho avuto modo di visitare con CGT. Siamo in entrambi i casi ad alti livelli industriali per cui, poi, nella scelta di una o dell'altra marca subentrano fattori soggettivi. Qui vicino a noi, nella zona alpina sotto il Monviso, viene cavata la Pietra di Luserna: fino all'87 sembrava di andare a visitare un concessionario CAT (giustamente!) ma da quando sono comparsi i Fiat-Hitachi, poco alla volta gli escavatori CAT sono usciti di circolazione: non penso che i cavatori della zona prima potessero pagare di più un CAT e ora non più...sono tutti molto contenti sia delle macchine che dell'assistenza di zona. Tra l'altro hanno fatto la loro comparsa qui anche due Zaxis 600 ma non ho ancora avuto modo di raccogliere impressioni. Solo due cavatori fra il quasi centinaio continuano a comprare escavatori CAT: sono tra l'altro amici di famiglia e ne fanno un fiore all'occhiello il fatto di utilizzare queste macchine. Ognuno la pensa un po' come vuole. Inutile dire che le pale sia cingolate che gommate sono un dominio incontrastato CAT.
    Per rispondere alle altre domande abbiamo provato anche il JCB JS220 ma è stata una delusione enorme: non si riesce ad utilizzare il posizionatore con lo stesso dinamismo come sui FK o sui CAT e soprattutto forza e velocità non sono dalla sua. Sinceramente ci dispiace anche perchè le terne vanno molto bene ed il concessionario di zona è una struttura veramente valida: abbiamo avuto modo di andare anche in Gran Bretagna a visitare lo stabilimento e provare escavatori anche più grandi (JS330 e 450) ma l'impressione è stata la stessa.
    In definitiva (oggi mi sono dilungato particolarmente perchè è festa, non sono di turno in metrò e mia moglie e mio figlio dormono ancora) penso che tra i fattori di scelta le cose fondamentali sono la dimesione aziendale, quanto tempo si utilizzerà la macchina, il valore dell'usato anche rapportato alla zona in cui si opera, in che modo la si utilizzerà, l'assistenza ed il prezzo di acquisto. Mi spiego.
    Se l'impresa è formata, diciamo, da un artigiano che non ha grosse pretese di produzione, lavora molto in economia, non fa grossi lavori ma vuole comunque una macchina moderna ad un costo ragionevole e pensa di tenerla per molto tempo, allora secondo me fa bene ad orientarsi su marche non primarie come ad esempio Daewoo o Hiunday oneste, affidabili, moderne, con un prezzo di acquisto alla portata (qui da noi ne stanno vendendo un sacco, soprattutto a piccole realtà) che hanno un valore residuo basso ma che con il tempo (parecchi anni) si allinea alla concorrenza, affidandosi per l'assistenza ed un rapporto di fiducia con il concessionario di zona. Se invece le esigenze sono quelle di un ricambio continuo, una tenuta alta dell'usato dopo poco tempo anche con un gran nuemro di ore lavoro, allora, secondo me, la scelta cade su marche più diffuse e, quindi, sicuramente un po' più care anche solo per far fronte ai costi organizzativi. Sono convinto che, se la nostra azienda avesse avuto sede in Trentino piuttosto che Friuli o Veneto quasi sicuramente il marchio preferito sarebbe stato Liebherr, per obiettive ragioni locali: qui da noi, pur essendo buone macchine, rimane un azzardo comprarle. Chi lo ha fatto ne è soddisfatto in fase lavorativa ma al momento della permuta perde ogni entusiasmo preferendo tenersi la macchina con tutte le conseguenze (deperimento, macchina non più in ammortamento, alti costi di manutenzione col passare del tempo, perdita di produttività, alti costi patrimoniali e fiscali).
    E' ovvio che ognuno di noi preferisca un marchio rispetto ad un altro (altrimenti che noia nel mondo!) ma secondo me quando si lavora bisogna vedere le cose con obiettività. I miei, quando ero piccolo hanno sempre acquistato Simit e Fiat perchè costavano molto meno e l'azienda era piccola: le macchine venivano tenute moooolti! anni e la produzione (ad es. Simit era ad un chilometro dalla nostra sede) era locale. Quando con il tempo l'azienda è cresciuta questo non ha più avuto motivo di essere e, per fortuna, si sceglie la macchina adatta anche noleggiandola se è il caso. Ma è stato un meccanismo che si è messo in moto con il tempo, cercando di valutare cosa era meglio nel momento in cui lo si faceva.
    Buona festa a tutti!

    Lascia un commento:


  • mik
    ha risposto
    ciao costantino e benvenuto...... prima di tutto volevo dirti:
    penso che gli FK sotto i 200q. sia una macchina valida anche se la concorrenza ( komatsu- hitachi ) è comunque forte... però sopra i 200 q. senza offesa trovo che il 215 - il 285 e il 355 FK non siano propio come il 320-325 e 330 CAT sia come uso che come materiali di costruzione che come assistenza......

    Lascia un commento:


  • Matteo R.
    ha risposto
    costantino, volevo ringraziarti, come ha fatto anche gianni, per la tua moderazione e per la tua precisione, sei stato davvero importante al fine di capire come sono veramente queste macchine che non a tutti piacciono(a me compreso, e che dopo la lettura del tuo post, ho riconsiderato, volevo capire inoltre in che zona dell'italia operate, e vorrei avere maggiori informazioni sull'e215 e sullo zaxis, che come hai fatto notare non è una gran macchina..... la e-mail è scogia@iol.it

    attendo una tua risposta grazie

    Lascia un commento:


  • gat
    ha risposto
    Ciao Costantino e ben arrivato, vorrei chederti se avete mai avuto in prova dei Volvo , e se sì quali caratteristiche hai apprezzato.Poi senza sommergerti di domande mi piacerebbe nel tempo avere le tue impressioni su tutte le macchine acquistate e/o provate magari Liebherr e così via.
    P.S
    Visto quello che hai scritto sopra immagino tu non abbia molto tempo per noi perciò fai pure con calma.Ciao

    Lascia un commento:


  • Gianni Palma
    ha risposto
    Ciao Costantino e benvenuto nel forum.
    E' stato davvero un piacere leggere il tuo post: sei stato moderato, preciso e sopratutto non di parte.
    Vieni a trovarci spesso!

    Lascia un commento:


  • costantino
    ha risposto
    Ciao a tutti!Entro per la prima volta nel forum e mi rivolgo un poco a tutti...detrattori e non del marchio FK!
    In azienda abbiamo un buon numero di FK (FH150W, EX165W, E175W, 2 EX215, 2 EX285, 2 FH330, 1 EX355 più svariati mini tutti FK) e devo dire che sono macchine che hanno un notevole rapporto qualità/prezzo. Mi piacciono molto i CAT ma alla prova con gli FK finora sono risultati inferiori alle aspettative. Abbiamo modo di valutare diverse macchine anche perchè spesso ci capita di avere in prova escavatori di diverse marche. Recentemente abbiamo avuto in prova l'Hitachi Zaxis 210 e ci ha delusi dal punto di vista dei consumi e delle prestazioni mentre è risultata entusiasmante la manovrabilità.
    La FK ci ha dato in anteprima un prototipo di E175W che abbiamo utilizzato nel carico esterno dello smarino del metrò di Torino: lavorando su tre turni per 24h/24, sette giorni su sette, la macchina ha accumulato 1700 ore in sei mesi di lavoro: ha avuto un unico problema di carpenteria alla piastra del pistone posizionatore a causa della benna da 1100 litri che utilizzavamo per caricare i camion (vi faccio notare come l'E175W sia un gommato da poco più di 17 ton di peso). Il modello in commercio (abbiamo acquistato il primo esemplare uscito dalla fabbrica) monta una carpenteria rinforzata in quel punto.
    Già alla loro comparsa nell'87 i Fiat-Hitachi erano buone macchine che finalmente si erano imposte sul mercato internazionale...ma ora sono veramente a livelli di eccellenza per prestazioni e affidabilità.
    Se devo essere sincero una macchina che ci ha delusi un poco in quanto a velocità operativa è l'EX255: rispetto all'FH330 rimane fermo al palo!Però ha una forza notevole e per noi che lo utilizziamo molto in cava o nelle demolizioni è comunque importante. La nostra filosofia è comunque quella di utilizzare molto le macchine: pur cambiandole ogni 3/4 anni circa accumulano molte ore di lavoro. L'EX285 ha sostituito un FH330 con all'attivo, in 4 anni, circa 14000 ore senza inconvenienti.

    Lascia un commento:


  • Matteo R.
    ha risposto
    io ho provato il volvo 290 col braccio da demolizione, ma era un pò lentino, piuttosto il 210 è una macchina fantastica, stabilissimo, veloce e preciso, con una forza di strappo eccezionale

    Lascia un commento:


  • maurizio
    ha risposto
    vedere risposte ed argomenti precedenti

    "piccoli" problemi di autocombustione

    Lascia un commento:


  • gat
    ha risposto
    Recentemente mi sono soffermato su un cantiere x vedere al lavoro un Volvo (ec 150? ),dall' aspetto era seminuovo il rumore del braccio faceva pensare a tutte le boccole finite ,ma non saprei dire se per scarsa manutenzione o scarsi materiali di costruzione ,la prima impressione non e stata devastante

    Lascia un commento:


  • pietro
    ha risposto
    Penso che come valida alternativa alla fiat-kobelco ci siano gli escavatori volvo. Un mio conoscente ha provato il 290ec e mi ha detto che non è maluccio! Voi che ne pensate?

    Lascia un commento:


  • Matteo R.
    ha risposto
    il volvo il posizionatore lo monta davanti o dietro???? perchè secondo me se è sotto, hai più forza di sollevamento, mentre se è sopra, hai più forza di penetrazione, cmq, nel volvo è sotto o sopra????'

    Lascia un commento:


  • Aldo
    ha risposto
    BOH!!!!!!!!
    Comunque tornando in argomento....
    FK l'ha tenuto dietro...come dal tronde è tradizione FIAT!!!

    Lascia un commento:


  • mik
    ha risposto
    il venditore mi dice che così ha più forza nell'estensione del braccio . dice che si ha più forza anche di sollevamento ....BOH!!!!

    Lascia un commento:

Caricamento...
X