MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

SAldare tig

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • lukapanzer
    ha risposto
    consigli per saldatura tig:

    Ciao a tutti, sono un ragazzo che ha necessità di effettuare una saldatura a TIG sull'alluminio di un telaio per bicicletta.
    Devo effettuare saldature su tubi dello spessore di 2-3mm di alluminio per connettere diversi elementi.

    Ho guardato diversi video e tutorial su internet e ho acquistato una saldatrice TIG DC/AC inverter da 200A.
    Ho preso elettrodi verdi a 1.6mm e alluminio di apporto, bombola di argon.

    Devo adesso iniziare e vorrei qualche consiglio su come regolare al meglio la macchina:
    nel manuale vedo che ci sono 3 tipi di saldatura da usare, quale mi conviene scegliere?
    1) DC argon arc welding
    2) PULSE argon arc welding
    3) AC argon arc welding

    Attendo delucidazioni, grazie in anticipo.

    Lascia un commento:


  • Barracuda750
    ha risposto
    Ciao Stefano!... Fino ad oggi ho capito che con una bombola da 1kg non ci faccio niente! E con un elettrodo da 1,6 non vado bene. Ho pensato che con l'attrezzatura che ho non posso fare granché! Però mi sorprende sentirti dire che con 400A la tua saldatrice fatica a saldare 3mm!.... E per saldare 1cm quanti A ci vogliono!?

    Comunque questa è la mia saldatrice! SALDATRICE INVERTER TIG ALTA FREQUENZA 200 AMP TIGMIG INVERTER TM 200 HF
    Ultima modifica di Motivo: usare MODIFICA MESSAGGIO per aggiungere testo

    Lascia un commento:


  • figliodinessuno
    ha risposto
    Saldatura TIG

    Ciao Barracuda750, saldare a TIG è molto complicato non solo perché occorre una maccina potente, nell'officina dove lavoro abbiamo una 400 A per saldare lamiere e tubi in inox spessore max 3mm e fa fatica, per cui vorrei conoscere le caratteristiche della tua macchina ma soprattutto vorrei sapere come regoli l'afflusso di gas e soprattutto come hai imparato a valutarne la giusta misciela.
    Se speri di saldare con una macchina scarsa di potenza e senza gas scordati una buona saldatura.
    Ciao Stefano

    Lascia un commento:


  • Barracuda750
    ha risposto
    Ciao ragazzi!... Sono nuovo del forum!... Ed avrei bisogno di un aiuto con la saldatura Tig. Premetto che io ho sempre saldato ad elettrodo e filo continuo, in quanto facevo il fabbro. Dopo aver cambiato lavoro ho saldato sempre meno, perdendo un po' di mano!... Qualche mese fa ho avuto il bisogno di comprare un'alta saldatrice perché la mia vecchia era un macigno di 20kg ed io ho mal di schiena! Ho comprato una saldatrice di marca Tigmig, ovviamente non è di alto livello!!.. Questa ha la possibilità di saldare ad elettrodo e Tig. Con la saldatrice ho ricevuto anche la torcia per il Tig e così mi è venuta voglia di usarla. Ho studiato un po' la materia, ho visto qualche video e poi ciò provato!!... Ovviamente il risultato è stato abbastanza deludente, ma lo avevo considerato!. Continuando a provarci è migliorata un po' la situazione, ma sono ancora confuso su certi aspetti, e non riesco a migliorare!!.... Mi potreste dare una mano?..... Grazie!!..

    Lascia un commento:


  • goth
    ha risposto
    Grazie Marco... sì, principalmente mi interessa proprio l'alluminio.
    Rimanendo in casa Telwin qual è la macchina che farebbe per me? Leggo le specifiche ma ci capisco poco e fino ad ora non ho trovato qualcuno del mestiere a cui chiedere info dettagliate...
    Per l'alluminio serve per forza la funzione "pulse", quindi?

    Lascia un commento:


  • Marco Bellincam
    ha risposto
    Ciao Goth, benvenuto sul forum
    Originalmente inviato da goth Visualizza messaggio
    So che per i primi tre si usa il TIG
    Per acciao Inox e ferro si , per ciò che riguarda l'alluminio la macchina (saldatrice a tig) è un pò diversa, praticamente nei primi 2 casi salda in corrente continua, mentre l'alluminio viene saldato in "arco pulsato", in corrente non continua.
    In parole povere la temperatura di fusione dell'alluminio è molto inferiore agli altri metalli (essendo una lega)

    Originalmente inviato da goth Visualizza messaggio
    e pensavo di comprarmene uno piccolo, per utilizzo sporadico... ma come scegliere il modello e la fascia di prezzo? Come faccio a sapere quali sono le caratteristiche irrinunciabili e quelle che mi serviranno a poco o nulla? Ogni consiglio è bene accetto, grazie in anticipo.
    Per ciò che riguarda prezzi e modelli, ce ne sono per tutti i gusti e tutte le tasche, lascia stare le sottomarche per il semplice motivo che a volte un semplice ricambio o una riparazione costano anche come la stessa macchina nuova.
    Telwin, Selco, Fraro, Cebora, Fronius, penso siano le più affidabili in circolazione.
    Ovviamente un semplice tig cc (corrente continua)ha un prezzo inferiore ad un ac/dc.
    Più che ad un rivenditore, magari potresti chiedere direttamente achi utilizza la saldatrice, sicurmente saprà idicarti pregi e difetti e magari i trucchi del mestiere.
    Almeno sarà più facile orientarsi nell'acquisto.

    Lascia un commento:


  • goth
    ha risposto
    Scusate se mi intrometto... mi sono appena iscritto al forum, trovato cercando informazioni con Google riguardo alla saldatura TIG.
    Lavoro il legno ma spesso mi farebbe comodo poter saldare alluminio, acciaio, rame e anche ferro. So che per i primi tre si usa il TIG e pensavo di comprarmene uno piccolo, per utilizzo sporadico... ma come scegliere il modello e la fascia di prezzo? Come faccio a sapere quali sono le caratteristiche irrinunciabili e quelle che mi serviranno a poco o nulla? Ogni consiglio è bene accetto, grazie in anticipo.

    Lascia un commento:


  • GuMatt
    ha risposto
    Saldature TIG ottone

    Salve a tutti sono nuovo e spero di aver beccato il posto giusto dove scrivere

    Per saldare ottone e ferro di piccolo spessore ho usato fino ad ora un cannello con gas e ossigeno e relative bacchette che costano un occhio della testa.
    Ultimamente mi sono interessato alla saldatura a tig, volevo sapere se potevate consigliarmi un saldatore adatto a questa tipologia di lavoro perchè non vorrei rischiare di comprare qualcosa di eccessivo per i miei scopi .
    In oltre volevo sapere se e che tipo di bacchette mi servono , perche su internet ho trovato dei video in qui si saldavo con o senza bacchette .

    Grazie Mille
    Ultima modifica di

    Lascia un commento:


  • nelvit
    ha risposto
    salve!sono nello provincia di napoli e ho una concessionaria con una piccola officina.vorrei comprare una tig per fare anche dei piccoli lavori in alluminio. i miei lavori possono spaziare da una piccola lamiera ad una saldatura di un carter motore.premetto che la mia corrente di origine è 220volt. mi sapete dire se questa saldatrice per me va bene??http://cgi.ebay.it/Bricolage-e-Fai-d...item3efd62846a
    ma quella che stavate parlando sopra e questa???
    grazie in anticipo

    Lascia un commento:


  • 19daniele70
    ha risposto
    interessante, non lo sapevo, comunque provo e ti faccio sapere.
    grazie molte

    Lascia un commento:


  • bibo
    ha risposto
    Originalmente inviato da 19daniele70 Visualizza messaggio
    Se non dovessi trovare i dischi nel materiale che mi hai suggerito vanno bene quelli di carta vetrata classici?
    quelli comuni con la grana rossastra sono al corindone , quelli allo zirconio sono azzurri.

    Lascia un commento:


  • 19daniele70
    ha risposto
    Grazie per il consiglio, provero' ad usare il flex con i dischi che mi hai suggerito per preparare le teste da saldare.
    Se non dovessi trovare i dischi nel materiale che mi hai suggerito vanno bene quelli di carta vetrata classici?

    Lascia un commento:


  • bibo
    ha risposto
    se fa una scoria vetrosa è a causa della presenza di polvere o impurità dovute molto probabilmente alla mola in pietra .
    Prova a pulire bene anche con un buon sgrassante la parte da saldare, e usa dischi al corindone o meglio ancora allo zirconio per la smerigliatura, e soprattutto non scaldare troppo il materiale quando smerigli altrimenti diventa duro e non lo tiri più.

    Lascia un commento:


  • 19daniele70
    ha risposto
    Cordolo di fusione su aisi 316 grigio nero duro

    Buon giorno, è da un po' di tempo che sto saldando a tig, ovviamente ho imparato da solo ed ho seguito i consigli gli di vari fabbri amici che mi hanno un pochino istradato; ovviamente la mia è un'attività amatoriale quindi fatta nei ritagli di tempo.

    Ultimamente mi si sta presentando un problema e non capisco come risolverlo ovvero quando saldo solo a fusione, il cordolo presenta la formazione di una scoria grigio-nera che è molto resistente e che ne il decappante ne la spazzola lucidante riesce a togliere.

    per esempio uso tra i 50 - 60 amp per saldare un lamierino da 3 millimetri a 2 tempi edho portato a da 6 ad 8 lt/min il flusso dell'argon; i pezzi da saldare ovvero i profili sono puliti, uso la mola di pietra per l'operazione eppure ho scorie

    qualcuno sa dirmi cosa sbaglio?

    grazie

    quote=bibo;460367]Ciao Gibo, la saldatura a tig è molto semplice, ma come tutte le cose bisogna fare un po di pratica. Per saldare tubi con spessori così sottili devi rimanere nell'ordine dei 40/50 Ampere oppure saldarli a punti a 70/80 ampere. Fai un po di prove e vedi come vai meglio. Do' per scontato che tu abbia a disposizione una bombola di argon altrimenti non fai nulla.
    Se la macchina è quella di ebay la regolazione è di tipo elementare, ti elenco a cosa servono i manettini partendo dalla sinistra in alto:
    il primo è la regolazione della corrente di saldatura , più alzi e più profondo è il bagno di materiale fuso.
    il secondo è la corrente di spunto, praticamente è la corrente con cui inizia l'innesco dell'arco, se hai la macchina con il primo manettino a 100A e questo a 50% avrai un innesco a 50A che automaticamente sale a 100A, se questo manettino è a 100% inneschi l'arco a 100A e saldi a 100A
    il terzo da sx è la rampa di discesa dell'arco, con cui regoli in secondi lo spegnimento dell'arco di saldatura , praticamente tu stacchi il dito dal pulsante della torcia e continui a saldare per i secondi che hai impostato durante i quali l'arco cala di corrente fino a spegnersi. Serve a non lasciare pori a fine cordone.
    l'ultimo a dx è il post-gas, si regola a secondi ed è il tempo tra quando togli il dito dal pulsante a quando effettivamente si interrompe l'uscita di gas. Serve a non far diventare nera l'ultima parte di saldatura soprattutto sull'inox e a non lasciare pori.
    il primo in basso a sx è il pre-gas ed è il contrario del post-gas, sono i secondi di anticipo con cui deve uscire il gas prima di innescare l'arco, serve per non far scoppiettare il materiale all'innesco.
    L'interruttore di sx serve per cambiare da corrente continua a corrente alternata ( alluminio/ ferro-inox)
    l'interruttore centrale è per avere l'innesco in 2 tempi , schiacci=on/stacchi=off, oppure in 4 tempi, schiacci/rilasci=on schiacci/rilasci(di nuovo)=off
    l'ultimo a dx per scambiare tra tig ed elettrodo.
    Fai un po di prove , e buon lavoro..[/quote]

    Lascia un commento:


  • erik ns4
    ha risposto
    Allora,nel manuale (in Inglese) che ti avrebbero dover dato ti danno la classificazione si dei elettrodi con le relative percentuali di Tg all'interno e,anche se non l'avessi notato i relativi L/min con cui lavorare e impostare il Flussimetro.Cmq: per quanto riguarda quelli verdi sono in Tg "puro"(si utilizzano maggiormente per saldare l'alluminio insieme a Gas Ag puro perchè scambiano con più facilità gli elettroni e spaccano lo strato di allumina)
    I rossi oltre al Tg hanno una percentuale di Th=2% e vengono maggiormente utilizzabili nella saldatura degli acciai(insieme a Miscele di Ar e CO2 perchè creano un arco frizzante ma stabile)da un pò si preferiscono gli arancioni al 2%Ce per problemi di radioattività mi pare.
    Io per non pormi nessun problema utilizzo sempre una miscela di Ar e CO2 che trovo maggiormente in commercio e che per vantaggi economici mi convienen aquistare.Saldi cmq tutto ma sono piccole finezze.

    Lascia un commento:


  • gibosteve
    ha risposto
    Grazie mille per i consigli.
    Ho ancora un dubbio,, devo prendere gli elettrodi in tungsteno e visto che saldo roba piccola vado subito su quelli da 1.6.... mi trovo davanti a elettrodi rossi o verdi... che differenza c'e' fra uno e l'altro??

    Lascia un commento:


  • erik ns4
    ha risposto
    Ciao.Ottimo aquisto a mio parere,anch'io c'è l'ho.Peccato che manchi la possibilità dia vere l'arco pulsato ma con un pò di mano saldi tutto e perfettamente,basta esser calmi e concentrati (son riuscito a risaldare in sieme una lattina senza metallo d'apporto lavorando a 15A o qualcosina di -e la testa di un Ruggerini in ghisa).Mi faresti sapere a che prezzo l'hai portata via in MP?

    Lascia un commento:


  • bibo
    ha risposto
    Ciao Gibo, la saldatura a tig è molto semplice, ma come tutte le cose bisogna fare un po di pratica. Per saldare tubi con spessori così sottili devi rimanere nell'ordine dei 40/50 Ampere oppure saldarli a punti a 70/80 ampere. Fai un po di prove e vedi come vai meglio. Do' per scontato che tu abbia a disposizione una bombola di argon altrimenti non fai nulla.
    Se la macchina è quella di ebay la regolazione è di tipo elementare, ti elenco a cosa servono i manettini partendo dalla sinistra in alto:
    il primo è la regolazione della corrente di saldatura , più alzi e più profondo è il bagno di materiale fuso.
    il secondo è la corrente di spunto, praticamente è la corrente con cui inizia l'innesco dell'arco, se hai la macchina con il primo manettino a 100A e questo a 50% avrai un innesco a 50A che automaticamente sale a 100A, se questo manettino è a 100% inneschi l'arco a 100A e saldi a 100A
    il terzo da sx è la rampa di discesa dell'arco, con cui regoli in secondi lo spegnimento dell'arco di saldatura , praticamente tu stacchi il dito dal pulsante della torcia e continui a saldare per i secondi che hai impostato durante i quali l'arco cala di corrente fino a spegnersi. Serve a non lasciare pori a fine cordone.
    l'ultimo a dx è il post-gas, si regola a secondi ed è il tempo tra quando togli il dito dal pulsante a quando effettivamente si interrompe l'uscita di gas. Serve a non far diventare nera l'ultima parte di saldatura soprattutto sull'inox e a non lasciare pori.
    il primo in basso a sx è il pre-gas ed è il contrario del post-gas, sono i secondi di anticipo con cui deve uscire il gas prima di innescare l'arco, serve per non far scoppiettare il materiale all'innesco.
    L'interruttore di sx serve per cambiare da corrente continua a corrente alternata ( alluminio/ ferro-inox)
    l'interruttore centrale è per avere l'innesco in 2 tempi , schiacci=on/stacchi=off, oppure in 4 tempi, schiacci/rilasci=on schiacci/rilasci(di nuovo)=off
    l'ultimo a dx per scambiare tra tig ed elettrodo.
    Fai un po di prove , e buon lavoro..

    Lascia un commento:


  • gibosteve
    ha iniziato un argomento SAldare tig

    SAldare tig

    Salve a tutti .
    Ho appena comprato una saldatrice tig 200 A per alluminio come questa
    http://cgi.ebay.it/SALDATRICE-INVERT...3%3A1|294%3A50


    Siccome ho sempre saldato qualcosetta ad elettrodo vorrei qualche consiglio Innanzitutto sull'uso dei manettini della saldatrice e poi su come saldare tig.
    L'ho comprata principalmente per saldare fogli e tubi molto sottili (0.6-0.8 1 mm)
    Grazie
    Francesco.

Annunci usato

Collapse

Caricamento...
X