MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Saldatrice tradizionale o Inverter

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Saldatrice tradizionale o Inverter

    Salve a tutti.
    Sono nuovo di questo forum e volevo chiedere a voi espert un parere.

    Da qualche tempo ho iniziato a fare piccoli lavoretti in ferro. Ho usato una saldatrice a elettrodo prestata tradizionale da 150A con cui ho imparato a fare le saldature. Ora devo restituire la saldatrice e avevo intenzione di comperarne una nuova. Ho visto che in commercio, oltre alle tradizionali saldatrici a elettrodo con trasformatore (che pesano tanto) esistono anche quelle ad inverter che hanno dimensioni contenute e pesano poco. A livello di costo una normale da 150A sta circa 90 -110 euro mentre quelle a inverter stanno circa 130-150 euro.
    Voi quale mi consigliate acquistare, sempre a parità di corrente cioè max 150A?.

    PS. dimenticavo di dire che dovrà essere usata in casa e che quindi posso disporre massimo di 3Kw di potenza.

    Grazie a tutti

  • #2
    Personalmente ho imparato a saldare con una saldatriceda da 170 amp. poi ho preso una ad inverter economica, ma è durata pochissimo, nel tentativo di ripararla l'ho aperta e mi sono accorto che il fatto che costa poco è dovuto alla semplicità della saldatrice (troppo economica).
    Penso che quella ad inverter sia migliore ma non troppo economica.
    Per lavori professionali suggerisco la filo continuo, sicuranemte più semplice da usare e meno problemi.poi a seconda del tipo di saldatura da fare se sceglie il filo fino a 1mm (la sezione) se si necessita di filo a sezione maggiore è nnecessaria la saldatrice trifase, altrimenti Una TELVIN monofase da me personalmente usata è risultata ottima senza presentare nel tempo alcunproblema e sono sufficenti 3 Kw.

    Commenta


    • #3
      grazie per la tua risposta.

      La saldatrice ad inverter che ho visto è di quelle economiche di cui non ricordo la marca e non penso che la acquisterò. Oggi ho appena visto una Telwin a inverter con una corrente massima di 125A e un consumo al 60% di 1.7KW

      la scheda tecnica è la seguente

      http://www.telwin.it/webtelwin/prodo...rm&I|815483|&I

      l'ho trovata a 199 euro comprensiva di cavi, pinza massa e elettrodo, mascherina e martelletto per rimuovere le scorie.
      E' un buon prodotto e soprattutto una ottima offerta? grazie ancora

      Commenta


      • #4
        Non saprei dirti con certezza ma in genere i prodotti di determinate aziente confermano l'affidabbilità, è comunque TELVIN è un marchio professionale.
        Dipende poi che tipo di lavoro devi fare (l'impiego).
        Ciao.

        Commenta


        • #5
          Ciao.

          Alla fine ho comprato la Telwin Tecnica 144 corredata di accessori. E' una vera potenza. L'utilizzo che ne devo fare è per piccoli lavori in ferro, cose non professionali e per piccole riparazioni. Penso di aver fatto un ottimo acquisto.

          Grazie comunque per l'interessamento al mio post.

          PS: butto qui una domanda forse banale. Con la saldatrice in questione, cambiando opportunamente il tipo di elettrodo, posso effettuare saldature su alluminio? (i profili che dovrei saldare hanno spessori di 1 - 2 mm)
          grazie ancora.

          Commenta


          • #6
            Se leggi sulla confezione degli elettrodi è riportato la corrente di assorbimento.
            Chiaramnte devi sempre considerare di non utizzare la saldatrice alla massima potenza.

            Commenta


            • #7
              Quale saldatrice mi consigliate?

              Ciao a tutti, spero sappiate darmi un consiglio perché in rete ho letto pareri discorsanti come sempre.

              Devo acquistare una saldatrice ad elettrodo inverter, giusto per qualche lavoretto ogni tanto in box con elettrodi da 1.6 e 2.2 MAX (attualmente ne ho una a trasformatore di una ventina di anni fa che non posso più utilizzare perché richiede troppa corrente- che non ho più- motivo per cui dovrò comprare un generatore che supporti la nuova saldatrice)

              Sono indeciso su questi due modelli:

              DECA SIL 208 - 80 Amp - 1.5Kw -230V 50/60Hz - Elettrodi da 1.6 a 2.5 MAX (studiata per lavorare anche collegata a un generatore di corrente)

              FIMER K120 - 90 Amp - 1.2Kw - Elettrodi da 1.6 a 3.2 MAX (questa non so se sia studiata per lavorare collegata a un generatore)

              Mi fa strano che la FIMER arrivi a saldare elettrodi da addirittura 3.2..

              Commenta


              • #8
                ciao guarda per esperienza personale credo proprio che la fimer con 90amp si sogna gli elettrodi da 3.2,li porta male la mia a 140amp,io te ne consiglierei una che arrivi alemeno a 100 110 almeno da usare anche i 2.5 (non si sa mai)tanto i prezzi bene o male sono simili e sempre meglio avere qualcosa in piu magari ti salta fuori qualche lavoretto piu impegnativo

                Commenta


                • #9
                  Il mio secondo problema, se ne prendo una con così tanti A, è poi il problema del generatore di corrente.
                  Vorrei evitare di comprarne uno da 6kw che mi costa un capitale....

                  Ce chi mi dice che basta tener conto dei KW dellla saldatrice e chi degli Ampere per la scelta del generatore.

                  Commenta


                  • #10
                    io ho un generatorecon motore honda da 2.5kw e mi porta bene la saldatrice da 140A a inverter,sono saldatrici che si usano nelle comuni case quindi devono stare sotto ai 3kw

                    Commenta


                    • #11
                      bruxiacusti posso chiederti che modello esatto hai di saldatrice e generatore?

                      Mi saresti molto d'aiuto.

                      grazie

                      Commenta


                      • #12
                        la saldatrice è una cemont blumaster 1400 o qualcosa di simile domani controllo solo che è il modello vecchio, il gruppo elettrogeno è di quelli da un tanto al chilo cinesi che aveva il motore cotto(un simil honda) e io avevo in esubero un honda e ce lho montato, ci uso anche un il flessibile da 2000 e fischia watt e lo porta bene

                        Commenta


                        • #13
                          Il gruppo elettrogeno non è 2,5 Kw ma 2,5 KVA,in pratica un 2Kw.
                          L'assorbimento di una saldatrice è proporzionata alla corrente erogata,vale a dire che con quel tipo di generatore posso usare anche una 140 A a 80-90 A .
                          Come da tabelle annesse alle saldatrici,elettrodi da 3,25 si possono usare per servizi non continui con una 140 A.

                          Commenta


                          • #14
                            occhio che non tutte le saldatrici ad inverter sopportano il generatore
                            negli anni mi è stato raccontato che con talune rischi di guastare la saldatrice per problemi nell'erogazione della corrente
                            meglio informarsi e farsi garantire il prodotto dal venditore

                            Commenta


                            • #15
                              il mio gruppo elettrogeno eroga oltre 2500watt reali testati da me perche non aveva scritto nulla sopra e quindi non sapendo quanto mi dava ho fatto dei test,per quanto riguarda alle saldatrici è vero bisogna informarsi se è nata per essere usata anche con gruppo elettrogeno altrimenti si rischia di romperla

                              Commenta


                              • #16
                                Originalmente inviato da bruxiacusti Visualizza messaggio
                                il mio gruppo elettrogeno eroga oltre 2500watt reali testati da me perche non aveva scritto nulla sopra e quindi non sapendo quanto mi dava ho fatto dei test,
                                Con Watt indichiamo sempre potenze reali.
                                Dalle misure che hai eseguito,hai ricavato che V x A x cos di fi è uguale a 2500 Watt ?
                                t-pilot hai sentito raccontare o ne hai conoscenza certa ?
                                Queste saldatrici raddrizzano l'alternata e la livellano su un condensatore elettrolitico,per poi alimentare,tramite dei mosfet un trasformatore che rende al secondario nuovamente tensione continua a bassa tensione.
                                Tutto il circuito non può determinare se l'alimentazione provienne da rete fissa o da generatore locale,come pure in caso di una linea elettrica molto sfasata non consente di poter erogare pienamente la potenza nominale.
                                E' invece possibile che un erronea scelta del generatore sia causa di eventuali rotture di una saldatrice.

                                Commenta


                                • #17
                                  Originalmente inviato da E355 Visualizza messaggio
                                  Con Watt indichiamo sempre potenze reali.
                                  ...
                                  t-pilot hai sentito raccontare o ne hai conoscenza certa ?
                                  ....
                                  mi pare di averlo scritto bene ...

                                  Commenta


                                  • #18
                                    i 2500 watt li ho testati in modo facile e credo anche abbastanza affidabile ho attaccato una serie di utensili usati al massimo fino a far saltare il gruppo elettrogeno e ho visto che fino a 2500 watt lavorava bene superandoli salta,gli utensili sono stufette e altre cose che in linea teorica consumano sempre quello che cè scritto più o meno,se sbaglio di 100 watt a me non cambia nulla,per quanto riguarda alle saldatrici se ne guardate alcune su internet il venditore specifica che si posso usare con gruppo elettrogeno altre no

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originalmente inviato da t-pilot Visualizza messaggio
                                      occhio che non tutte le saldatrici ad inverter sopportano il generatore
                                      negli anni mi è stato raccontato che con talune rischi di guastare la saldatrice per problemi nell'erogazione della corrente
                                      meglio informarsi e farsi garantire il prodotto dal venditore
                                      Quando si verifica un inconveniente,farlo conoscere è certamente d'utilità,al fine che lo si possa evitare.
                                      Farlo conoscere significa fornire dati,caratteristiche tali da permettere d'individuare la ragione per cui tale inconveniente si verifica;oppure fornire gli elementi utili per poter stabilire un'ipotesi tecnica che sia la causa probante.
                                      Come il generatore di corrente della potenza X ( monofase o trifase ) accoppiato con una saldatrice ad inverter ( Potenza,amperaggio,ecc. ) si è rotta.
                                      Questo aiuta a capire cosa c'è che eventualmente non va.
                                      bruxiacusti
                                      Se vado a collegare carichi puramente ohmici,come le stufette,ho un cos di fi pari a 1,per cui la potenza apparente VA coincide con la potenza reale W.
                                      Quindi i 2500 sono VA e con un cos fi di 0,8 il tuo generatore da una potenza reale di 2000 W.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Tutto questo per dire che il "sentito dire" che ho postato è, secondo te, una bufala?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Ieri ho sentito la CEMONT per chiedere info in merito e mi hanno detto che posso tranquillamente comprare una CEMONT COLT 130g (dove G sta per generatore)

                                          http://www.ebay.it/itm/SALDATRICE-CO...item2c7c7b17b4

                                          Ho chiesto info su che generatore poterci collegare, visti gli spunti etc...la sua risposta è stata (ma non era sicuro): la questione spunti qui non vale.

                                          Ho chiamato un negoziante per chiedere il wattaggio della saldatrice e mi ha risposto: 1.3Kw...poi guardo il manuale e ne dice 3.5kw

                                          Domande:

                                          1-Voi che generatore mi consigliate di prendere?
                                          2-Meglio questa della DECA\TELWIN? (vorrei durasse diversi anni)

                                          Commenta


                                          • #22
                                            adesso io ti dico la mia ma probabilmente qualcuno ti saprà dire di più,non credo che possa consumare 3.5kw perche è tantissimo d altra parte mi sembra poco 1,3kw quindi boh,se fosse 1.3 kw potresti prendere un gruppo eletrogeno che ti da 2.5kw effettivi,per E355 scusa la mia ignoranza ma vorrei capire questo fatto,mi è capitato di usarlo per alimentare una pompa da 3 cavalli,quindi se non erro un cv sono 750watt più o meno che per tre fanno più di 2kw effettivi eppure non ho avuto problemi.io non voglio fare polemiche anche perche è una cosa interessante io infatti non sapevo del fatto che questi kwa scritti sui gruppi elettrogeni non coincidono ai kw e come credo anche altri quindi sapere qualcosa in più non fa mai male anzi benvenga

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Con correnti continue la potenza in Watt è il prodotto della tensione per la corrente.
                                              Con correnti alternate tensione per corrente da la potenza ma è chiamata apparente ed è espressa in VA.
                                              Per avere la potenza in Watt,equivalente a quella della corrente continua,la potenza VA va moltiplicata per il cos di fi ( lettera greca come una O sbarrata ).
                                              Nei dati di targa di una macchina elettrica,tra i dati è sempre presente il valore del cos di fi.
                                              Nei casi di stufe,lampade tipo Edison questo valore è uno,vale a dire che VA sono pari ai Watt, nei trasformatori abbiamo un 0,9 per i motori elettrici 0,8 per le lampade a neon è un 0,4;e per le saldatrici ad inverter è poco più di 0,5.
                                              Per i gruppi elettrogeni la potenza è in VA o KVA,e va moltiplicata per un 0,8 al fine di sapere la potenza reale erogabile,visto che spesso l'uso è quello di alimentare carichi induttivi.
                                              736 x 3 = 2208 W
                                              Un motore è una macchina elettrica che assorbe 5 volte la corrente nominale all'avviamento e poi l'assorbimente è proporzionato al carico,a vuoto assorbe solo la corrente di magnetizzazione.
                                              Non è strano che funzioni ma che si avvia!!
                                              Nella scheda Cemont Colt 130
                                              Corrente massima 30 A
                                              Potenza massima assorbita 6 KVA - 3,5 KW
                                              120 A a 15 % 60 A a 60 % 45 A a 100 %
                                              Mentre il consumo è di 3,5 KW con un gruppo elettrogeno necessita di 6 KVA, e solo a 45 Ampere il servizio è continuo.
                                              La Telwin di pari caratteristiche permette un servizio continuo anche con correnti di saldature di 80-90 A mentre va in protezione dopo pochi minuti d'uso a max corrente.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Ok chiaro, grazie per la dettagliata spiegazione.
                                                Non mi resta che chiedervi un consiglio su che generatore prendereste voi a questo punto.

                                                In rete ho letto pareri discordanti su marche e modelli e sul reale rendimento :-(

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  ringrazio E355 per la spiegazione fatta molto bene e dettagliata che mi ha dato

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Continuo in questa discussione per non aprirne un'altra.

                                                    Dovrei acquistare una saldatrice per piccoli lavori e sono molto indeciso.

                                                    Possiedo già una saldatrice ad inverter DECA mastro evo da 130 Ampere.
                                                    L'ho usata per due o tre saldature con elettrodi da 1,5 ad amperaggi sicuramente sbagliati (circa 60-80 ampere) per qualche prova che è venuta chiaramente malissimo dato che non ho assolutamente esperienza.
                                                    La saldatrice però mi sembra veramente ben fatta.
                                                    L'ho acquistata in vista di tutti i lavori che si possono fare in campagna, anche sui mezzi agricoli.

                                                    Ora però mi trovo nella situazione in cui devo aquistarne un'altra da tenere in un altro posto (non ho la possibilità di prendere la inverter che ho già e portarla lì).
                                                    I lavori che dovrò fare sono semplicissimi: qualche saldatura su un'inferriata, un cancello, un chiavistello che si è rotto, risaldare una vanga, una zappa che si è rotta, costruirmi un piccolo telaino in tubi per portare le bombole del gas ed ossigeno del cannello che ho.. insomma cose piuttosto semplici, di piccole dimensioni ed in ogni caso si tratta di lavori sporadici e saltuari (se questa saldatrice la userò molto, sarà solo per gioco insomma ).

                                                    Dato che ho già un cannello ad ossigeno e propano con cui farei tutti i lavori di brasatura forte che mi servono su rame, ottone, bronzo e alluminio (in questo caso ho già un po' di esperienza), pensavo di prendere una saldatrice tradizionale.

                                                    Non avrò mai la possibilità di usare la saldatura Tig, quindi l'inverter ha solo il vantaggio del peso, dei minori consumi e della facilità di utilizzo.
                                                    Pensavo di prendere un'altra Deca (niente cinesate), da 100 ampere. La saldatrice ha una potenza massima assorbita di 3 kw e tira elettrodi da 2,5 massimo e costa 70 euro (quindi il giusto).

                                                    http://www.decaweld.com/default.asp?...Prod&cmdID=911

                                                    So che sarebbe meglio avere una 130 ampere almeno che tira i 3,2 , ma si passa a 4 kw di potenza assorbita e se un giorno dovessi spostare la saldatrice in un altro luogo in cui il contratto elettrico è di soli 3 kw, farei saltare sempre il contatore.

                                                    Ripeto: avendo la possibilità di fare ogni tipo di brasatura col cannello che ho, e dovendo saldare solo ferro, acciaio (anche inox) e ghisa ad elettrodo, per piccoli lavori saltuari, può valere la pena questa saldatrice?
                                                    Gli elettrodi da 2,5 sono più che sufficienti per i lavori sopra menzionati vero?

                                                    Grazie a tutti!

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Le brasature vanno fatte con cannello ossio-acetilene,con osso-propano si brasa il rame,e per altri metalli si usano leghe come rame argento ottone argento.
                                                      Per elettrodi da 1,5 mm 60-80 A sono troppi,come pure saldare tubolari e ferro di poco spessore è arduo non riuscire a sfondarli!
                                                      Per questo tipo di saldature sono più adatte le saldatrici a filo continuo.
                                                      La Tig è un altro sistema di saldatura.
                                                      Tieni conto che la 130 A ti consente la saldatura continua con elettrodi da 2,5 mm,e saltuaria con il 3,25.
                                                      Per gli assorbimenti,con i contatori elettronici hai 4 Kw per 180 minuti e più di sette per due minuti,vedi tu....
                                                      Da tener presente che l'assorbimento dipende dalle Ampere erogate.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Si, intendo dire che con la fiamma che ho io non fondo i materiali da collegare ma uso un metallo d'apporto (bacchette di varie leghe d'ottone con argento, o rame con altro).
                                                        Ho anche bacchette d'alluminio per brasare l'alluminio: quelle che ho io fondono a 500 gradi, quindi sono per brasatura dolce, mentre ne ho trovate altre che fondono a 700 circa, per una brasatura forte che potrei usare tranquillamente anche col mio cannello.

                                                        Per il telaio delle bombole del cannello consigli quindi di brasare con il cannello stesso invece che usare la saldatrice?

                                                        Per la saldatrice sono indeciso: sono convinto di prenderla tradizionale per risparmiare e visto l'uso modesto che ne farei, ma non so se prendere la 130 o la 100 ampere. Sono convinto comunque che la 100 sarebbe sufficiente.
                                                        Anche perchè, per lavori gravosi o di un certo impegno, o che devono essere ben fatti anche da un solo punto di vista estetico, chiamerei un saldatore o fabbro.

                                                        Diciamo che a me serve come emergenza, per tutte le piccole riparazioni.

                                                        Quella a filo non ho intenzione di comprarla per via dei gas di apporto che vanno acquistati, o comunque dell'alto costo del filo animato nel caso non si usassero gas, della saldatrice stessa (che costa quanto un'inverter normale) e della saldatura che ho letto essere più debole.
                                                        Il Tig so che è un altro metodo: l'ho menzionato perchè spesso viene consigliata l'inverter in un'ottica di utilizzo futuro del sistema Tig.
                                                        Io non potrei usarlo, quindi forse la tradizionale risulta la migliore (soprattutto per il prezzo).


                                                        Cosa consigliate?
                                                        Inoltre, un elettrodo da 2 mm, quanti ampere richiede mediamente?

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Su che cosa tu debba orientarti,purtroppo è una scelta personale,qua possiamo dare indicazioni o spiegazioni.
                                                          Per gli elettrodi da 2 mm bisogna rifarsi alle indicazioni sulla confezione,poi conta anche la pratica.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Quale Saldatrice scegliere ?

                                                            Buonasera a tutti coloro che leggeranno la mia domanda:
                                                            Devo fare svariate saldature per delle gabbie di un canile con tubi, ferri e travi a T ed a L da 5 e 6 millimetri.
                                                            Informandomi, e leggendo 100 tra recensioni e descrizioni ho le idee alquanto confuse.....
                                                            sembrerebbe che per questo tipo di lavoro occorrerebbe una saldatrice almeno che sostenga i 160 ampere per elettrodi da 4/5 mm ad inverter...???
                                                            esiste una macchina con queste caratteristiche cioè che mi permetta di lavorare senza far saltare la corrente 3.3 KW ???
                                                            Se si, sapreste indicarmene il modello ???
                                                            GRAZIE MILLE a TUTTI x LE GENTILI RISPOSTE.....

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X