MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

motosega e altitudine

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • motosega e altitudine

    e giaà la seconda giornata che butto per colpa di una SOLO 662 che fà i capricci e non parte...secondo voi può essere l'altitudine? perche secondo mè è l'unica risposta perchè quando arrivo a casa la mts parte come un orologio svizzero mentre quanto arrivo nel bosco non và...io abito a 756 metri e il posco è a 1400-1450... se và avanti così veramente prendo stihl...già oggi dopo un ora e mezza di mulattiere.. ha rischiato che gli dassi un lancio giu per la valle..qualche consiglio dai professionisti?

  • #2
    Xrapid 606..Tieni presente che quando si è ad altitudini,anche come 1500-1600 potrebbe,dico potrebbe.. servire una miscela aria-benz meno ricca,ma c'è anche la variante della temperatura che quando si avicina allo zero,fa si che la carburazione risulti contrariamente piu povera di benz,a volte può sembrare semplice carburare...,a me creava qualche problemino una dolmar penultima serie che usai due anni fa(bella mts),il problema era dovuto alla temperatura bassa delle prime ore del mattino,complicato oltretutto dal fatto che il fermo della vite L limitava troppo...a favore di una carburazione tendenzialmente povera,questo probabilmente per limitare il piu possibile l'inquinamento,caso strano però,in certe situazioni creava difficolta d'avviamento...si sa,alcune variazioni climatiche purtroppo,possono creare piccoli problemi di carburazione,comunque con un po di pazienza"sempre"risolvibili.il motore quando tiri la leva dello starter e fai i primi tentativi da qualche scoppietto iniziale o è del tutto muto?
    a craccafasolu !!

    Commenta


    • #3
      devi dare una maggior entrata di aria al minimo, perchè aumentando l'altitudine, diminuisce l'ossigeno, devi girare un po' la vita L verso sinistra e quando 6 a valle la senti un po' su di giri però poi in quota funziona bene, buon lavoro

      Commenta


      • #4
        ok grazie dei consigli..ho smontato e pulito tutto regolato per bene tenendo un pelo alto il low adesso vediamo se domani butto un altra giornata..comunque grazie del sito della walbro è stato molto utile a domani per gli aggiornamenti!

        cmq a scopiettato solo al primo tiro ma poi niente segni di vita..

        Commenta


        • #5
          io non ho mai avuto problemi di altitudine con le huski- jons fino a 1900- 2000 m tutto a posto....con una stihl (ms 192) invece sarà stata anche la giornata un pò umida ma a 1000 andava a 1200 andava male a 1400 non andava più..... la ho ricarburata da zero e poi andava alla perfezione fino a 1700 poi ho finito la giornata

          Commenta


          • #6
            a quell altitudini comunque hanno problemi anche le moto ad es chi ha fatto giri in moto potrà testimoniarlo

            C'è comuque una perdita di potenza

            a difendersi bene sono i motori della auto moderni a iniezione sonda lamba e magari turbocompressi

            A rigor di logica salendo la carburazione dovrebbe diventare + grassa

            per le motoseghe credo proprio che non faccia nessuna differenza fra una marca e al'ltra essendo sostanzialmente lo stesso schema cioè motore a carburatore e le differenze sono solo un caso magari la carburazione a quota + bassa magari non è l'ottimo ma in alta montagna la variazione di quota gli torna favorevole

            Commenta


            • #7
              A voler essere pignoli non è che l'aria in montagna sia carente di ossigeno, è la differente pressione atmosferica che, agendo in modo diverso sull'aria e sulla benzina, ne fa variare il rapporto stechiometrico. La temperatura non c'entra, e nemmeno il fatto che il motore sia piccolo o grande.

              Ciao.

              Commenta


              • #8
                Originalmente inviato da gepedue Visualizza messaggio
                A voler essere pignoli non è che l'aria in montagna sia carente di ossigeno, è la differente pressione atmosferica che, agendo in modo diverso sull'aria e sulla benzina, ne fa variare il rapporto stechiometrico. La temperatura non c'entra, e nemmeno il fatto che il motore sia piccolo o grande.

                Ciao.
                Salendo di quota,nell'aria c'è una normale diminuzione di densità dovuta alla differenza di pressione,ma in sostanza il problema che si verifica è quello..e poi perchè la temperatura non c'entra?vuoi dire che non influisce sulla carburazione?riguardo ai motori più piccoli effettivamente c'è una maggiore sensibilità alle variazioni climatiche rispetto ai piu grossi.
                a craccafasolu !!

                Commenta


                • #9
                  Originalmente inviato da tainen Visualizza messaggio
                  Salendo di quota,nell'aria c'è una normale diminuzione di densità dovuta alla differenza di pressione,ma in sostanza il problema che si verifica è quello..e poi perchè la temperatura non c'entra?vuoi dire che non influisce sulla carburazione?riguardo ai motori più piccoli effettivamente c'è una maggiore sensibilità alle variazioni climatiche rispetto ai piu grossi.
                  E' proprio quella normale diminuzione che causa il problema, non l'eventuale diverso contenuto di ossigeno nell'aria.
                  L'aria si comprime e si espande, la benzina no. In conseguenza di questo, un motore che si trovi a funzionare con pressione atmosferica diversa da quella con la quale è stato carburato, riceverà dal carburatore una miscela più ricca o più povera, in peso, a seconda che la pressione sia minore o maggiore di quella di taratura. Questo perchè a parità di volume d'aria aspirata il suo peso dipende dalla pressione.
                  Il concetto di miscela più ricca o più povera vale per i motori grandi e piccoli, generalmente però, i motori più grandi sono anche più complessi e dotati di dispositivi che annullano, o riducono di molto il fenomeno. Le auto a benzina di non recente costruzione che ho utilizzato per andare in montagna soffrivano l'altitudine più della mia attuale motosega.
                  Secondo me la temperatura non dovrebbe influire in maniera importante sulla carburazione. Per avere differenze significative ci vogliono sbalzi notevoli.

                  Ciao.

                  Commenta


                  • #10
                    La Stihl Ms 280 I è stata realizzata in parte per la riduzione dei consumi ed emissioni, in parte per risolvere il problema della differenza di pressione e ossigeno delle alte
                    quote , la gestione elettronica del getto del massimo , regola la quantità di miscela in base al numero di giri, alla pressione atmosferica e alla temperatura del motore.Prossimamente arriveranno anche alla gestione del minimo.
                    www.favaroflavio.com

                    Commenta


                    • #11
                      salendo la miscela si ingrassa cioè c'è + benza (miscela) del necessario per cui è da ridurre il getto del massimo tipicamente

                      la temperatura incide sul carburatore tanto che alcune motoseghe hanno vari metodi di riscaldamento non solo dell'impugnatura ma anche del carburatore es le dolmar con la H hanno il riscaldamento elettrico

                      Commenta


                      • #12
                        Originalmente inviato da tainen
                        Xgepedue.Se riesco vorrei chiarirmi,maggiore è l'altitudine minore è la concentrazione di ossigeno,inoltre per essere precisi ci sono altri due fattori(meno incisivi rispetto all'altitudine ma sempre influenti su queste variazioni),la temperatura,e un po meno la percentuale di umidità,anch'esse influiscono sulla percentuale di ossigeno nell'aria,la condizione di concentrazione di ossigeno max si dovrebbe trovare a 0 m. con 20°C e il 50% di umidità.se sto scrivendo boiate abbattetemi!....
                        Provo anch'io a chiarirmi: non so che notizie tu abbia sulla diversa concentrazione di ossigeno, io ribadisco che, secondo me, la principale, se non l'unica, variabile della quale tener conto, è la densità dell'aria, intesa come peso per unità di volume.
                        La stessa densità è funzione della pressione, quindi della quota, e della temperatura.
                        Nei post precedenti ho considerato la temperatura trascurabile, pur essendo essa un fattore importante, perché Rapid606 poneva il problema del cambio di altitudine. Una differenza di mille metri porta ad una differenza di pressione del 10% circa, per avere una differenza di densità dovuta alla temperatura del 10% quest'ultima deve variare di più di trenta gradi cent. cosa impossibile in una giornata.
                        Per quanto riguarda il riscaldamento dei carburaturi del quale parlava Erikle credo che la sua funzione non sia riscaldare l'aria di alimentazione, ma quella di evitare la formaziomne di ghiaccio all'interno del carburatore stesso.

                        Ciao.

                        Commenta


                        • #13
                          Scusa gepedue,magari starò sbagliando ma fammi capire,secondo te a parità di volume d'aria sia a livello del mare che a 1500 la percentuale di ossigeno presente è la stessa?a me sembra piutosto logico che cambiando densità cambi anche la quantita di materia,quindi...se ha meno densita,c'è una minore concentrazione di ossigeno,da questo si spiegano i problemi di carburazione in alta montagna, e ribadisco che i motori piccolini avertono piu sensibilmente questo cambiamento(faccio riferimento sempre ai 2t in questione senza mischiare motori d'auto moto ecc.)
                          a craccafasolu !!

                          Commenta


                          • #14
                            Originalmente inviato da tainen Visualizza messaggio
                            Scusa gepedue,magari starò sbagliando ma fammi capire,secondo te a parità di volume d'aria sia a livello del mare che a 1500 la percentuale di ossigeno presente è la stessa?
                            Sì. Link


                            Originalmente inviato da tainen Visualizza messaggio
                            .... ribadisco che i motori piccolini avertono piu sensibilmente questo cambiamento(faccio riferimento sempre ai 2t in questione senza mischiare motori d'auto moto ecc.)
                            Se parli solamente di motoseghe ti ricordo che la motosega in questione è una 63 cc, quindi non certamente fra le più piccole.

                            Ciao.

                            Commenta


                            • #15
                              bhè ho sempre saputo anche io che la quantità di ossigeno nell aria varia oltre che per l altitudine,anche per la temperatura...non credo proprio le percentuali siano sempre quelle,nel link erano piu o meno indicative...come motori piccoli credo tainen intendesse farci rientrare tutte le macchine piu o meno portatili...mi ricordo,un tempo da giovane()andando in collina/montagna con lo scooter truccato dovevo sempre ingrassare la carburazione sopratutto d'inverno...proprio per la maggior quantità di ossigeno nell aria...poi posso benissimo sbagliarmi
                              W LA SAME

                              Commenta

                              Annunci usato

                              Collapse

                              Caricamento...
                              X