MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Regime dei minimi

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Regime dei minimi

    Dopo un breve consulto con i piani alti, ho pensato di aprire questa discussione.

    Di cosa si parla ? Semplice: del ""fantastico dono"" ( si si doppie virgolette...) che l'ultima finanziaria ci ha donato .
    Questo perchè anche per noi agricoli può tornare utile. Vuoi il piccolo professionista, vuoi il piccolo rivenditore.

    Un uccellino mi ha detto che un certo Gabriele B è alquanto ferrato in materia, chissà se sarà benevolo.

    Prima di esporre i miei quesiti, vediamo se qualcuno risponde.

  • #2
    Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
    Dopo un breve consulto con i piani alti, ho pensato di aprire questa discussione.

    Di cosa si parla ? Semplice: del ""fantastico dono"" ( si si doppie virgolette...) che l'ultima finanziaria ci ha donato .
    Questo perchè anche per noi agricoli può tornare utile. Vuoi il piccolo professionista, vuoi il piccolo rivenditore.

    Un uccellino mi ha detto che un certo Gabriele B è alquanto ferrato in materia, chissà se sarà benevolo.

    Prima di esporre i miei quesiti, vediamo se qualcuno risponde.
    aspettando l'intervento di Gabriele (o di "pari-qualificato" ), studiate qui!

    Commenta


    • #3
      Ed in particolare qui:
      http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/...DA%20N1_08.pdf

      Commenta


      • #4
        Salve a tutti!
        Per quanto riguarda il regime dei minimi, i documenti che avete linkato sono molto utili e da essi si evince che, in agricoltura, tale regime non è gran cosa.
        Innanzitutto chi usufruisce del regime speciale agricolo (chi determina l'iva a debito secondo le percentuali di compensazione, quindi solitamente gli allevamenti, chi ha aziende a seminativo ecc.) non può usufruirne (se non per altre attività extra-agricole, ad esempio l'agronomo che svolge sia attività agricola che attività professionale).
        Potrebbe rientrare nel regime dei minimi chi determina l'IVA in maniera ordinaria, ma anche qui vi è una specie di controsenso.
        Chi aderisce al regime ordinario lo fa perchè è un'azienda con investimenti in atto, al fine di recuperare l'IVA sugli acquisti. Aderendo al regime dei minimi tale possibilità è negata, in quanto nel regime dei minimi non si applica l'IVA e non si detrae l'IVA sugli acquisti.
        Inoltre vi è il requisito fondamentale dei ricavi conseguiti pari o inferiori a 30 mila euro. Se un'azienda agricola, intendo chi fa l'agricoltore di professione, non ricava almeno 30mila euro dalla sua attività, ritengo possa tranquillamente chiudere baracca e burattini.
        Questo un quadro abbastanza veloce, vi possono essere delle eccezioni ma di regime dei minimi in agricoltura non ne ho sentito ancora parlare (intendo di aziende che lo applicano).
        Non ha avuto (per ora) grande successo nemmeno in altri settori tale regime. Vi sono alcuni professionisti (geometri, agronomi, ingegneri, che lo applicano, ma solitamente sono professionisti giovani). E solitamente applicano tale regime dopo aver applicato, per i primi tre anni di attività, il Regime delle Nuove Iniziative Imprenditoriali (art.13, legge 388/2000).

        saluti

        Gabriele
        Roger Federer

        Commenta


        • #5
          In pratica si tratta di una via di mezzo fra regime IVA speciale e ordinario?
          Per ricavo intendi fatturato annuale?
          [FONT=Comic Sans MS]Gianpietro[/FONT]

          Commenta


          • #6
            Allora inizio con i miei quesiti:

            - vorrei che qualcuno mi chiarisse la questione INPS, il commercialista mi ha detto che sono come minimo 2800 € l'anno ! Anche se uno non fattura nulla, e per fortuna che questo è il regime per chi vuole le nuove attività produttive ! Chi mi chiarisce questo furto ?


            - essendo la mia attività prettamente di prestazione di servizi (si dice così), nella fattura devo aggiungere l'iva (20%) giusto ? E poi ? Che "me ne faccio" ?

            - la maggior parte delle mie spese sono vitto ed alloggio, ovvero albergo e ristorante. Per la detraibilità di queste spese è sempre necessaria la fattura ? C'è un limite massimo per queste spese ?

            - come faccio a sapere se un'acquisto, un bene strumentale, è detraibile dalla mia attività ?

            - nella fattura va apposta la marca da bollo (mi pare di 1,71€) ?

            - è necessario un secondo c/c ?
            Ultima modifica di

            Commenta


            • #7
              Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
              vorrei che qualcuno mi chiarisse la questione INPS, il commercialista mi ha detto che sono come minimo 2800 € l'anno ! Anche se uno non fattura nulla, e per fortuna che questo è il regime per chi vuole le nuove attività produttive ! Chi mi chiarisce questo furto ?
              I contributi imps si pagano a prescindere dal fatturato. se fai attività agricola in teoria per un anno solare non potresti fatturare un centesimo...(se fai grano e lo immagazzini per venderlo più in la..).
              Ti servono per la pensione ( sempre se ce la daranno) e per l'assicurazione sugli infortuni.
              L'ammontare è calcolato in base al reddito.
              ci sono quattro fasce.

              Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
              essendo la mia attività prettamente di prestazione di servizi (si dice così), nella fattura devo aggiungere l'iva (20%) giusto ? E poi ? Che "me ne faccio" ?
              - la maggior parte delle mie spese sono vitto ed alloggio, ovvero albergo e ristorante. Per la detraibilità di queste spese è sempre necessaria la fattura ? C'è un limite massimo per queste spese ?
              - come faccio a sapere se un'acquisto, un bene strumentale, è detraibile dalla mia attività ?
              - nella fattura va apposta la marca da bollo (mi pare di 1,71€) ?
              - è necessario un secondo c/c ?
              L'iva al 20% della fattura, te la fai pagare dal cliente, poi o la versi all'erario o la compensi con l'iva degli acquisti.
              Le spese di vitto e alloggio sono detraibili in base al regime fiscale applicato che nel tuo caso dovrebbe essere ordinario. è necessaria la fattura e non c'è limite, (ovviamente usa del buon senso).
              Il bene acqistato è strumentale se è inerente la tua attività.( un allevatore non acquisterà mai un mantecatore per il gelato).
              la marca da bollo va applicata se sei libero professionista.
              il secondo c/c è preferibile anche se non dovrebbe esserepiù obbligatorio.
              Ultima modifica di Motivo: il regolamento vieta di inserire post consecutivi nell'arco di 24 ore (utilizza la funzione "Modifica Messaggio"!).

              Commenta


              • #8
                Originalmente inviato da pasquale barese
                [/PHP]

                L'iva al 20% della fattura, te la fai pagare dal cliente, poi o la versi all'erario o la compensi con l'iva degli acquisti.
                Le spese di vitto e alloggio sono detraibili in base al regime fiscale applicato che nel tuo caso dovrebbe essere ordinario. è necessaria la fattura e non c'è limite, (ovviamente usa del buon senso).
                Il bene acqistato è strumentale se è inerente la tua attività.( un allevatore non acquisterà mai un mantecatore per il gelato).
                la marca da bollo va applicata se sei libero professionista.
                il secondo c/c è preferibile anche se non dovrebbe esserepiù obbligatorio.
                Per quanto riguarda l'iva in fattura, ho letto che per il regime dei minimi l'iva non deve essere messa in fattura. Ecco che cominciano le prime discordanze.

                Per quanto riguarda la necessità di fattura per vitto alloggio, la ricevuta è proprio inutilizzata ?

                Commenta


                • #9
                  Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
                  Per quanto riguarda l'iva in fattura, ho letto che per il regime dei minimi l'iva non deve essere messa in fattura. Ecco che cominciano le prime discordanze.
                  infatti è così, cioè: l'iva non viene applicata...
                  esempio di fattura "in regime dei minimi":
                  Imponibile € 1.000,00
                  Importo spese € 00,00
                  Contributo previdenziale (se sei un professionista) € 20,00
                  Totale onorari e spese imponibili ai sensi dell'Iva € 1.020,00
                  Iva 20%: (operazione effettuata ai sensi dell'art. 1 comma 100 Legge 24/12/2007 n. 244 - Regime dei contribuenti minimi) € 0,00
                  Totale fattura € 1.020,00
                  A detrarre ritenuta d'acconto(art.25DPR600/73) € 204,00
                  Netto Dovuto € 816,00
                  (scusate per l'impaginazione... ma sono "saltati gli spazi" ).
                  Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
                  Per quanto riguarda la necessità di fattura per vitto alloggio, la ricevuta è proprio inutilizzata ?
                  qui ti ha già risposto Gabriele:
                  Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
                  Aderendo al regime dei minimi tale possibilità è negata, in quanto nel regime dei minimi non si applica l'IVA e non si detrae l'IVA sugli acquisti.
                  dimenticavo*:
                  Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
                  - nella fattura va apposta la marca da bollo (mi pare di 1,71€) ?
                  Originalmente inviato da pasquale barese Visualizza messaggio
                  la marca da bollo va applicata se sei libero professionista.
                  per importi superiori ad € 77,47 la fattura è da assoggettarsi ad imposta di bollo pari ad € 1,81 (che tu sia professionista o meno!).
                  Saluti
                  Ultima modifica di Motivo: dimenticavo*

                  Commenta


                  • #10
                    Originalmente inviato da Potionkhinson Visualizza messaggio
                    qui ti ha già risposto Gabriele:
                    - Forse sono cieco...dove ?

                    - Come hai calcolato il contributo previdenziale ? Come hai calcolato la ritenuta d'acconto ?

                    - La compagnia per la quale lavoro, mi ha inviato delle fatture "precompilate". Ecco le voci:

                    A imponibile
                    B contributo
                    Totale A + B
                    C iva (20% di A + B)
                    Spese non imponibili
                    D totale
                    E ritenuta di acconto (%)
                    Netto a pagare

                    Ipotizzando che il mio compenso sia di 1000 provo a formulare un'ipotesi:

                    A imponibile = 1000 €
                    B contributo = ??? (4%di 1000 ? ovvero 40 ?)
                    Totale A + B = 1000 + 40 = 1040
                    C iva (20% di A + B) = nulla in quanto regime dei minimi
                    Spese non imponibili = ???
                    D totale 1040
                    E ritenuta di acconto = ??? (20% di 1040 ovvero 208 ?)
                    Netto a pagare = 1040 - 208 ovvero 832 ?

                    Scusate ma più vado avanti, meno capisco. Sommando 20 % di ritenuta d'acconto + circa 24 % di inps + 20 % di tassazione previsto dal regime, quanto mi rimane ?
                    Ditemi che mi sbaglio...

                    Commenta


                    • #11
                      Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
                      - Forse sono cieco...dove ?
                      tu hai chiesto:
                      Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
                      Per quanto riguarda la necessità di fattura per vitto alloggio, la ricevuta è proprio inutilizzata ?
                      la risposta è: né fattura né ricevuta!.... perché:
                      Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
                      Aderendo al regime dei minimi tale possibilità è negata, in quanto nel regime dei minimi non si applica l'IVA e non si detrae l'IVA sugli acquisti.
                      Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
                      - Come hai calcolato il contributo previdenziale ? Come hai calcolato la ritenuta d'acconto ?
                      - il contributo previdenziale (come ho specificato) lo inserisci se sei un libero professionista. Nel mio caso, la c.p.a. (cioè "cassa di previdenza degli agronomi"... alias EPAP) è il 2% dell'imponibile.
                      - la ritenuta d'acconto è il 20% di imponibile+spese+contributi (nel tuo caso: Totale A + B).
                      Saluti

                      Commenta


                      • #12
                        Buondì a tutti!posso sapere precisamente che attività svolgi, Mapomac?

                        X gianpi: per fatturato intendo il rigo VE40 della Dichiarazione IVA, cioè il volume d'affari, in quanto in agricoltura parlare di reddito ci riconduce al reddito agrario e domenicali che sono valori esigui.

                        saluti

                        Gabriele
                        Roger Federer

                        Commenta


                        • #13
                          Originalmente inviato da Potionkhinson Visualizza messaggio
                          tu hai chiesto:

                          la risposta è: né fattura né ricevuta!.... perché:

                          - il contributo previdenziale (come ho specificato) lo inserisci se sei un libero professionista. Nel mio caso, la c.p.a. (cioè "cassa di previdenza degli agronomi"... alias EPAP) è il 2% dell'imponibile.
                          - la ritenuta d'acconto è il 20% di imponibile+spese+contributi (nel tuo caso: Totale A + B).
                          Saluti
                          Chiedo scusa per la confusione creata, ma evidentemente mi sono espresso male. La mia richiesta in merito all'obbligo di fattura nel caso di spese per vitto ed alloggio, non era riferita alla volontà di scaricare l'iva (che come abbiamo capito, non è fattibile). Bensì alla necessità di certificare quelle spese, ai fini di poterle detrarre.

                          @Gabriele: perito grandine

                          Commenta


                          • #14
                            quindi sei un professionista, non un coltivatore diretto o iap. quindi la richiesta dei minimi non è per il settore agricolo, o sbaglio?

                            per la fattura per rimborso spese, semplicemente se alloggi in albergo quest'ultimo emetterà documento atto a certificare che hai soggiornato/mangiato presso la struttura. e la tua compagnia ti rimborserà. qui iva o meno non te ne importa..ma questo mi sembra sia già stato chiarito.

                            saluti

                            Gabriele
                            Roger Federer

                            Commenta


                            • #15
                              Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
                              quindi sei un professionista, non un coltivatore diretto o iap. quindi la richiesta dei minimi non è per il settore agricolo, o sbaglio?

                              per la fattura per rimborso spese, semplicemente se alloggi in albergo quest'ultimo emetterà documento atto a certificare che hai soggiornato/mangiato presso la struttura. e la tua compagnia ti rimborserà. qui iva o meno non te ne importa..ma questo mi sembra sia già stato chiarito.

                              saluti

                              Gabriele
                              Non sbagli.

                              Per quanto riguarda invece il rimborso non è così. In quanto la compagnia non ci rimborsa a fronte di ricevuta dell'albergo/ristorante, ma nel nostro onorario è compresa una quota fissa per vitto ed alloggio.

                              Commenta


                              • #16
                                Il mio commercialista, ha sbagliato ad iscrivermi alla camera di commercio. O meglio, dapprima mi ha inquadrato in un modo, poi rendendosi conto che non poteva (???), ha cambiato.

                                Riassumendo mi trovavo ad avere un codice attività diverso. Questo cosa può cambiare ai fini contributivi ? Essendo in regime dei minimi e pertanto non avendo studi di settore, non dovrebbe cambiare nulla. E' così ?

                                Ora a parte il fatto che io non ci ho capito nulla, se non il fatto che la ritenuta d'acconto nel mio caso passa dal 20 al 23 sul 50 % dell'imponibile (ma non faceva prima a dirmi che è il 11,5% ?), come posso sapere effettivamente come risulto iscritto ?

                                Commenta


                                • #17
                                  Originalmente inviato da mapomac Visualizza messaggio
                                  la ritenuta d'acconto nel mio caso passa dal 20 al 23 sul 50 % dell'imponibile (ma non faceva prima a dirmi che è il 11,5% ?), come posso sapere effettivamente come risulto iscritto ?

                                  come 23% invece di 20%?????!per quanto riguarda il regime scelto, la camera di commercio non centra assolutamente nulla, sono questioni di Agenzia Entrate, come anche per il codice attività.comunque fatti dare dal tuo commercialista il modello AA9/9, che non è altro che il modello che ha inviato all'Agenzia delle Entrate per comunicare la tua adesione al regime dei minimi (se dici che sei in tale regime...). Nel quadro B troverai barrata la casella in corrispondenza del tuo regime.
                                  Per completezza, questo è il modello che si usa per apertura p.IVA, variazioni riguardanti essa, o cessazione; solo per ditte individuali e lavoratori autonomi.

                                  saluti

                                  Gabriele
                                  Roger Federer

                                  Commenta


                                  • #18
                                    scusate ma riapro la discussione.
                                    sono un artigiano ,prestatore di manodopera (supporto alla produzione vegetale, cosi dicono i codici ) e manutenzione aree verdi . il sindacato dove mi servo(CNA) mi anno consigliato a gennaio 2010 di passare al regime dei minimi , dicendomi di stare solo attento a non superare i 15000 € annui di fatturato e di non fare aquisti di materiale tecnico per oltre 15000 €(non so però se per il primo anno o per sempre , forse non ho capito)
                                    mirco

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originalmente inviato da mirco76 Visualizza messaggio
                                      scusate ma riapro la discussione.
                                      sono un artigiano ,prestatore di manodopera (supporto alla produzione vegetale, cosi dicono i codici ) e manutenzione aree verdi . il sindacato dove mi servo(CNA) mi anno consigliato a gennaio 2010 di passare al regime dei minimi , dicendomi di stare solo attento a non superare i 15000 € annui di fatturato e di non fare aquisti di materiale tecnico per oltre 15000 €(non so però se per il primo anno o per sempre , forse non ho capito)
                                      Il regime dei minimi, in vigore dal 1° gennaio 2008, consente a chi non produce ricavi annui superiori a 30mila euro, di godere di particolari agevolazioni e semplificazioni fiscali.
                                      Per quanto riguarda i 15mila euro di materiale tecnico di cui parli, è un'ulteriore condizione di accesso, ma precisamente si riferisce al triennio precedente alla scelta di tale regime, nel quale non bisogna aver acquistato beni strumentali di valore complessivo superiore a 15mila euro.

                                      Probabilmente il tuo sindacato di ha detto che tale regime è conveniente fino a 15000 euro di ricavi. Però tale affermazione lascia il tempo che trova, in quanto per operare un confronto fra regime ordinario e regime dei minimi bisognerebbe sapere anche altro come:
                                      - acquisti legati alla tua attività;
                                      - moglie e figli a carico;
                                      - effettivo fatturato annuo previsto;
                                      - eventuali mutui a carico;
                                      - contributi previdenziali versati nell'anno (come artigiano il minimale è poco sotto i 3000 euro annui).

                                      Comunque, il regime dei minimi è conveniente per redditi oltre i 20.000 euro, pochissimi costi e nessun familiare a carico.
                                      Se ipotizziamo per la tua attività 20mila euro di ricavi, 5.000 euro di costi e 2.800 euro di contributi previdenziali, otteniamo una pressione fiscale (vi è in rete un programmino per simulazioni) pari a:
                                      - 2.336 euro per il regime ordinario;
                                      - 3.240 euro per il regime dei minimi;

                                      Con un risparmio di 904 euro a favore del primo; per essere precisi dovresti considerare che il costo del commercialista è superiore nel regime ordinario (perchè ci sono più adempimenti) ma sicuramente non annulla i 900 e rotti euro di differenza.

                                      saluti

                                      Gabriele
                                      Roger Federer

                                      Commenta


                                      • #20
                                        grazie gabriele della tua risposta esaustiva ma mi sono un po perso, in due parole vuoi dire che non mi convuìiene , anche se io noon ho materiali e pochissimi beni
                                        mirco
                                        mirco

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Spett.le dr. GrabrieluccioB.,
                                          a quanto ho capito, dal 2012 il Regime dei Minimi sarà abolito.... motivo per cui dal 01-01-2012 mi toccherà fatturare in regime IVA... ma soprattutto (tremo solo a pensarci) sarò soggetto agli Studi di Settore.
                                          Confermi? Smentisci? Proponi? Suggerisci? CheFaccio?

                                          Ciao

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originalmente inviato da Potionkhinson Visualizza messaggio
                                            Spett.le dr. GrabrieluccioB.,
                                            a quanto ho capito, dal 2012 il Regime dei Minimi sarà abolito.... motivo per cui dal 01-01-2012 mi toccherà fatturare in regime IVA... ma soprattutto (tremo solo a pensarci) sarò soggetto agli Studi di Settore.
                                            Confermi? Smentisci? Proponi? Suggerisci? CheFaccio?

                                            Ciao
                                            Il regime dei minimi non sarà abolito, sarà solo fortemente modificato. Modificato a vantaggio di coloro i quali (pochissimi) potranno continuare ad applicarlo (imposta sostitutiva del 5% anziche del 20%) e a svantaggio di quelli che (tantissimi) non ne potranno più godere in quanti privi del requisiti principale: aver aperto P.IVA dal 01/01/2008.

                                            Nel tuo caso, ricadi in una minchiata di regime intermedio che praticamente ti esonera solo dall'IRAP, mentre per il resto ti versi IRPEF e IVA (anche questa annualmente) secondo i canoni ordinari. Un risparmio lo potresti avere dal punto di vista del costo della tenuta della contabilità, essendo da ciò esonerato (conservi tutta la documentazione e la consegni in una sola volta, alle scadenze previste per i versamenti annuali (giugno/luglio); un po' come facevi fin'ora.

                                            Qui è spiegato tutto bene.

                                            Comunque a mio avviso anche questa mossa non farà altro che favorire ulteriormente l'evasione.

                                            E comunque Giuliano ha sempre ragione!
                                            Roger Federer

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
                                              Il regime dei minimi non sarà abolito, sarà solo fortemente modificato.
                                              chiedo perdono... ho scritto male
                                              Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
                                              Nel tuo caso, ricadi in una minchiata di regime intermedio che praticamente ti esonera solo dall'IRAP, mentre per il resto ti versi IRPEF e IVA (anche questa annualmente) secondo i canoni ordinari. Un risparmio lo potresti avere dal punto di vista del costo della tenuta della contabilità, essendo da ciò esonerato (conservi tutta la documentazione e la consegni in una sola volta, alle scadenze previste per i versamenti annuali (giugno/luglio); un po' come facevi fin'ora.
                                              Adesso è tutto più chiaro... ma mi chiedo: se il grosso vantaggio era rappresentato da una contabilità estremamente semplificata, accompagnata da una pressione fiscale molto leggera (esonero IRAP, esonero IRPEF, esonero IVA ed esonero Studi di Settore) con imposta sostitutiva del 20% sul reddito, con il regime "intermedio" l'unico vantaggio, dal 2012, sarà l'esonero IRAP ed il versamento IVA annuale (anzichè trimestrale).... cosa me ne faccio? Se devo abbracciare l'IRPEF e l'IVA voglio farlo "a testa alta" ... penso che abbandonerò anche il "regime intermedio".

                                              Grazie e buon lavoro

                                              Commenta

                                              Annunci usato

                                              Collapse

                                              Caricamento...
                                              X