MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

chiarimenti modello AA9/9

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • chiarimenti modello AA9/9

    ho appena aperto una partita iva a regime di esonero con il modello AA9/9 con classificazione ATECO 02.20.00 UTILIZZO DI AREE FORESTALI:
    - abbattimento di alberi
    - produzione di tronchi (tondame) per le industrie del settore
    - produzione di tronchi (tondame) utilizzati in forma non lavorata, quali puntelli da miniera, per recinti o
    altra paleria
    - raccolta e produzione di legna per la produzione di energia
    - raccolta e produzione di residui della raccolta boschiva per la produzione di energia
    - produzione di carbone nella foresta (utilizzando metodi tradizionali).
    Volevo sapere, con questo codice è possibile vendere legna tagliata, oppure si possono vendere solo i tronchi?
    Nel momento della vendita devo rilasciare la fattura o basta una ricevuta fiscale?


  • #2
    Bella domanda; riportando dalla tabella ateco:

    02 SILVICOLTURA ED UTILIZZO DI AREE FORESTALI
    Questa divisione include la produzione di tronchi (tondame) per le industrie del
    settore così come l’estrazione e la raccolta di altri materiali dalle foreste e dai boschi
    incolti. Oltre alla produzione di tronchi (tondame) le attività forestali danno prodotti
    che vengono sottoposti ad una minima lavorazione, quali la legna da ardere, il
    carbone, o il legname triturato e i tronchi (tondame) utilizzati in forma non lavorata
    (per esempio, puntelli per miniere, pasta di cellulosa eccetera). Queste attività
    possono essere effettuate in foreste naturali o create dall’uomo.
    È escluso ogni ulteriore trattamento del legno a cominciare dal taglio e dalla
    piallatura, cfr. divisione 16.
    02.1 SILVICOLTURA ED ALTRE ATTIVITÀ FORESTALI
    02.10 Silvicoltura ed altre attività forestali
    Nella classe sono incluse le attività che possono essere effettuate in foreste naturali o
    create dall’uomo.
    02.10.0 Silvicoltura e altre attività forestali
    02.10.00 Silvicoltura e altre attività forestali
    - arboricoltura forestale: rimboschimento, trapianto, diradamento e conservazione delle foreste e delle
    aree boschive
    - coltivazione di bosco ceduo, di legna destinata alla produzione di pasta di cellulosa e legna da ardere
    - gestione di vivai forestali
    Dalla classe 02.10 sono escluse:
    - coltivazione di alberi di Natale, cfr. 01.29
    - gestione di vivai (esclusi quelli per la silvicoltura), cfr. 01.30
    - raccolta di prodotti forestali selvatici non legnosi, cfr. 02.30
    - produzione di ceppi e trucioli, cfr. 16.10
    02.2 UTILIZZO DI AREE FORESTALI
    02.20 Utilizzo di aree forestali
    I prodotti finali di questa attività possono prendere la forma di ceppi o legna da ardere


    La legna da ardere viene citata espressamente nella categoria 02.10, ma anche nella categoria 02.20. Ritengo tu non abbia problemi quindi.

    Se sei in regime di esonero (volume d'affari previsto inferiore ai 7000 euro, derivante da vendite per almeno 2/3 di prodotti agricoli, tab.A parte I, D.P.R. 633/72) sarà chi acquista il tuo legname ad emettere regolare autofattura. Essendo in regime di esonero, i tuoi adempimenti sono ridotti al minimo (conservazione fatture di acquisto, no Dichiarazione IVA e IRAP, emissione autofattura a carico dell'acquirente, non obbligo di iscrizione Camera di Commercio).

    Nel caso invece fuoriuscissi da tale regime (dall'anno successivo al superamento dei 7000 euro, oppure dallo stesso anno se infrangi l'altro vincolo, è cioè vendi per oltre 1/3 prodotti non agricoli), passi al regime speciale e quindi dovresti emettere fattura o ricevuta fiscale.
    Esse sono fra loro alternative. Con la differenza che se emetti ricevuta fiscale, devi munirti di registro dei corrispettivi, che non è altro che un registro, duplice o triplice copia autoricalcante, composto da una serie di pagine suddivise che equivalgono ciascuna ad un mese, ulteriormente suddivise in righi che rappresentano le giornate del mese.
    Se emetti ricevuta, giornalmente (entro il giorno non festivo successivo) riporti sul registro il totale ricevute emesse in quel giorno.
    Se invece opti per la fattura, o acquisti il blocchetto delle fatture compilabile, oppure puoi tranquillamente crearti un modello personalizzato.
    Per la fattura requisiti fondamentali:
    - generalità venditore (compresa P.IVA);
    - generalità acquirente;
    - data e numerazione (progressiva)
    - eventuali riferimenti (se preceduta da documento di trasporto);
    - quantità e natura dei beni ceduti;
    - Valore imponibile, aliquota IVA e ammontare IVA;


    saluti

    Gabriele
    Ultima modifica di Motivo: Chiedo scusa avevo tralasciato si trattasse di Regime di Esonero. Ringrazio Actros.
    Roger Federer

    Commenta


    • #3
      grazie di tutte le informazioni ricevute.
      per quanto riguarda la vendita, siccome sono in regime di esonero, posso anche non fare nessuna ricevuta o fattura?.
      scusa per la mia insistenza, ma non sono un esperto di contabilità, quindi volevo essere sicuro delle procedure da adottare.
      per qunado riguarda l'IVA, dove trovo il valore da applicare, per esempio nella vendita della legna da taglio? devo applicare il 20%?
      ancora grazie.

      Commenta


      • #4
        Originalmente inviato da falesia Visualizza messaggio
        grazie di tutte le informazioni ricevute.
        per quanto riguarda la vendita, siccome sono in regime di esonero, posso anche non fare nessuna ricevuta o fattura?.
        scusa per la mia insistenza, ma non sono un esperto di contabilità, quindi volevo essere sicuro delle procedure da adottare.
        per qunado riguarda l'IVA, dove trovo il valore da applicare, per esempio nella vendita della legna da taglio? devo applicare il 20%?
        ancora grazie.
        Il regime di esonero prevede espressamente che tu non debba emettere fattura o ricevuta.
        Sarà cura di chi ti acquista il legname emettere un particolare documento detto autofattura (non farti impressionare dal nome) che non è altro che una classica fattura, ove l'aliquota da applicare non è quella ordinaria (per il legno da ardere 10%) bensì quella di compensazione,(per il legno da ardere 2%).
        Esempio: io ti compro il legname per 10 euro al q.le + IVA, 100 q.li; tu mi comunichi che sei in regime di esonero. Sarà mia cura emettere questa autofattura, con le mie e tue generalità, ove espongo la natura e quantità dei beni e il prezzo finale (10x100=1000 euro). A ciò aggiungo l'aliquota del 2% (proprio perchè tu sei in esonero, altrimenti applicherei il 10%). Quindi 1000 euro imponibile + 20 euro IVA, tot. fattura 1020 euro.

        Ti allego esempio con nomi di fantasia. Gerla Aldo è l'agricoltore in regime di esonero. L'esempio è fatto con le mele, nel tuo caso andrebbe "legna da ardere" quantità e prezzo al q.le, totale, IVA al 2%.

        Spero di essere stato chiaro.

        ciao

        Gabriele
        Attached Files
        Roger Federer

        Commenta


        • #5
          ancora grazie per la tua cortese risposta.
          fino a qui tutto chiaro.
          ma se devo vendere 10 ql di legna ad un privato, come mi comporto? non devo emettere nessun documento fiscale?

          Commenta


          • #6
            Originalmente inviato da falesia Visualizza messaggio
            ancora grazie per la tua cortese risposta.
            fino a qui tutto chiaro.
            ma se devo vendere 10 ql di legna ad un privato, come mi comporto? non devo emettere nessun documento fiscale?
            A questo punto, pur non essendo obbligatorio, emetterei ricevuta fiscale e l'annoterei nel registro corrispettivi di cui parlavo nel primo post. Questo al fine di poter dimostrare, nel caso ve ne fosse bisogno, il rispetto del tetto max di 7000 euro annui.
            Tale registro quindi devi unicamente conservarlo assieme alla restante documentazione.

            saluti

            Gabriele
            Roger Federer

            Commenta


            • #7
              Quindi in conclusione posso emettere anche la ricevuta fiscale senza annotarla sul registro dei corrispettivi? tenendo una copia della ricevuta, nel caso ve ne fosse il bisogno?
              ancora grazie

              Commenta


              • #8
                Originalmente inviato da falesia Visualizza messaggio
                Quindi in conclusione posso emettere anche la ricevuta fiscale senza annotarla sul registro dei corrispettivi? tenendo una copia della ricevuta, nel caso ve ne fosse il bisogno?
                ancora grazie
                A questo punto direi di sì;vai oltre gli obblighi previsti per il tuo regime, quindi è un "di più" che nessuno ti vieta di fare (e magari accontenti il cliente che se ne va con merce è documento).

                saluti

                Gabriele
                Roger Federer

                Commenta


                • #9
                  ciao Gabriele.
                  in questi giorni sono andato da un commercialista per avere ancora maggiori informazioni in merito alla mia situazione.
                  leggendo la normativa in merito mi ha spiegato. come dicevi tu, che se vendo ad un'azienda, sarà lei ad emettere autofattura, e fin qui è tutto chiaro; il problema sorge quando devo vendere ad un privato, perchè lui dice che posso anche non rilasciare nulla, come previsto dalla normativa.
                  siccome tu sei un esperto del settore, è vero quello che mi ha detto?
                  e a tuo avviso il minimo che devo fare per essere in regola con la normativa qual'è?

                  Commenta


                  • #10
                    Originalmente inviato da falesia Visualizza messaggio
                    ciao Gabriele.
                    in questi giorni sono andato da un commercialista per avere ancora maggiori informazioni in merito alla mia situazione.
                    leggendo la normativa in merito mi ha spiegato. come dicevi tu, che se vendo ad un'azienda, sarà lei ad emettere autofattura, e fin qui è tutto chiaro; il problema sorge quando devo vendere ad un privato, perchè lui dice che posso anche non rilasciare nulla, come previsto dalla normativa.
                    siccome tu sei un esperto del settore, è vero quello che mi ha detto?
                    e a tuo avviso il minimo che devo fare per essere in regola con la normativa qual'è?
                    Il commercialista mi sembra ti abbia ripetuto quanto detto da me. Dal punto di vista normativa, se vendi ad un privato volgarmente parlando, non sei tenuto a rilasciare alcun documento. Come ti dicevo nei post precedenti, puoi sempre rilasciare ricevuta fiscale, magari per accontentare il cliente che desidera avere una prova del pagamento (o perchè perdi più tempo a spiegargli che non sei tenuto a rilasciare alcuna ricevuta/scontrino), o per dimostrare, in caso di remoto controllo degli organi preposti, che rispetti il famoso limite dei 7000 euro per godere del regime di esonero. Questa ricevuta che rilasci è comunque un adempimento in più che ti accolli, non obbligatorio.

                    spero di esserti stato d'aiuto.

                    salutoni

                    Gabriele
                    Roger Federer

                    Commenta


                    • #11
                      ciao Gabriele
                      avrei bisogno di una nuova informazione.
                      volevo sapere se c'è l'obbligo di iscrizione alla Camera di commercio.
                      perchè volevo acquistare un trattore, ma alla motorizzazione civile mi chiedono l'iscrizione, oppure la dichiarazione che l'impresa è esente dall'iscrizione al registro delle imprese per i produttori agricoli di cui art. 34 del DPR del 633/72.
                      grazie

                      Commenta


                      • #12
                        Originalmente inviato da falesia Visualizza messaggio
                        volevo sapere se c'è l'obbligo di iscrizione alla Camera di commercio.
                        No, direi proprio di no
                        Originalmente inviato da falesia Visualizza messaggio
                        perchè volevo acquistare un trattore, ma alla motorizzazione civile mi chiedono l'iscrizione, oppure la dichiarazione che l'impresa è esente dall'iscrizione al registro delle imprese per i produttori agricoli di cui art. 34 del DPR del 633/72.
                        A loro dovrebbe bastare il certificato di attribuzione della P.IVA.
                        ACTROS
                        "CB COMINO"

                        Commenta


                        • #13
                          ciao GabrieleB.
                          ho bisogno ancora del tuo aiuto, visto la tua esperienza e professionalità.
                          la mia attività è partita bene come descritto precedentemente, adesso mi trova con una azienda delle mie parti che produce composter e tritura le ramaglie. ho già contattato loro e mi hanno fatto il loro prezzo alla tonnellata. sarei interessato ma mi chiedono il formulario di identificazione del materiale di conferimento. il quale viene rilasciato dalla camera di commercio per un costo di € 50.
                          ti ricordo la mia situazione: io non mi sono iscritto alla camera di commercio perchè non c'è l'obbligo e con lamia attività posso fare:
                          Utilizzo di aree forestali
                          - abbattimento di alberi
                          - produzione di tronchi (tondame) per le industrie del settore
                          - produzione di tronchi (tondame) utilizzati in forma non lavorata, quali puntelli da miniera, per recinti o altra paleria
                          - raccolta e produzione di legna per la produzione di energia
                          - raccolta e produzione di residui della raccolta boschiva per la produzione di energia
                          - produzione di carbone nella foresta (utilizzando metodi tradizionali)
                          quindi rientro in questo settore, raccolta di ramaglie e conferimento in discarica.
                          ADESSO TI CHIEDO COSA DEVO FARE PER OTTENERE QUESTO FORMULARIO, E SE A QUESTO PUNTO VALE LA PENA ISCRIVERSI ALLA CAMERA DI COMMERCIO, ED INFINE GLI OBBLIGHI CHE MI COMPORTA TALE SCELTA.
                          SE VUOI LASCIARMI IL TUO NUMERO IN FORMA PRIVATA, TI SAREI GRATO.
                          ancora grazie mille
                          Ultima modifica di Motivo: eliminati "dati sensibili" (per le comunicazioni personali utilizzate i messaggi privati, alias MP). Grazie

                          Commenta


                          • #14
                            Originalmente inviato da falesia Visualizza messaggio
                            ciao GabrieleB.
                            Iscriverti alla Camera di Commercio ti costa 37,50 euro fra diritti di segreteria e imposta di bollo (più la parcella dello Studio a cui ti rivolgi, se non fai autonomamente). Oltre al diritto annuale da corrispondere entre il 16 giugno (o 16 luglio con maggiorazione 0,40%) pari a 88 euro.
                            Chiaramente non sono cifre esorbitanti, a cui sommi i 50 euro per il formulario. Vedi tu se ti conviene (a occhio direi di sì se ciò di permette di avere un rapporto di lavoro con questa azienda. Considera inoltre che con l'iscrizione puoi godere del gasolio agricolo a prezzo agevolato (circa la metà), mentre se fuoriesci dal regime di esonero (quindi oltre i 7000 euro annui di volumi d'affari) aumentano gli obblighi fisco-contabili (emetti fattura di vendita, devi tenere il registro delle fattura di acquisto e vendita, presentare annualmente oltre alla Dichiarazione dei Redditi, anche Dichiarazione IVA e IRAP ecc.).
                            Chiaramente a questo punto dovresti essere seguito da un consulente in maniera maggiore (con qualche costo ovviamente anche per questo).

                            saluti

                            Gabriele
                            Roger Federer

                            Commenta


                            • #15
                              grazie mille della tua cortese e pronta risposta.

                              seguirò il tuo consiglio di rivolgermi ad un professionista, ma vista la tua notevole esperienza, secondo te per ottenere il formulario bisogna per forza iscriversi alla camera di commercio, oppure si può comunque fare richiesta?

                              ancora grazie

                              Commenta


                              • #16
                                Originalmente inviato da falesia Visualizza messaggio
                                grazie mille della tua cortese e pronta risposta.

                                seguirò il tuo consiglio di rivolgermi ad un professionista, ma vista la tua notevole esperienza, secondo te per ottenere il formulario bisogna per forza iscriversi alla camera di commercio, oppure si può comunque fare richiesta?

                                ancora grazie
                                Di che provincia sei?(così dò un'occhiata al sito della Camera di Commercio competente).
                                Inoltre: tu porteresti gli scarti del tuo lavoro a questa azienda per farli triturare e compostare?Od ho capito male?
                                Roger Federer

                                Commenta


                                • #17
                                  sono della provincia di brescia.
                                  mi sono informato ieri alla camera di commercio e mi hanno detto che posso richiedere il formulario anche senza iscrizione. comunque grazie di tutto.
                                  ciao

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Ciao Gabriele,
                                    scusate se mi intrometto ma avrei anche io bisogno di un paio di consigli.
                                    Noi abbiamo un'azienda agricola che produce prevalentemente olio extravergine d'oliva. Siamo in regime di esonero, quindi non rilasciamo fattura. Nel caso di aziende che ne hanno bisogno, si fanno autonomamente l'autofattura. Te però dicevi che nell'autofattura deve essere considerata come aliquota iva quella di compensazione, che quindi per l'olio è 0 (IVA al 4% - aliquota di compensazione 4%).
                                    A questo punto la domanda è: l'azienda è comunque tenuta a fare l'autofattura? anche perché io, per ignoranza mia e di chi mi ha consigliato, ho sempre detto di farla considerando un'aliquota del 4%...


                                    Altra informazione di cui avrei bisogno è riguardo la vendita di prodotti non agricoli.
                                    Nella nostra azienda vorremmo iniziare a produrre, sfruttando il nostro olio, saponi naturali (facendoli noi o affidandone la produzione ad un laboratorio apposito, che produrrebbe col nostro marchio, tanto mi hanno detto che non fa differenza). Ovviamente i saponi, considerati cosmetici, non fanno parte delle attività connesse all'attività agricola.
                                    Come dobbiamo regolarci per la vendita? sia come iva da applicare che come contabilità da tenere...

                                    Al momento le mie informazioni sono che:
                                    "Nel caso invece fuoriuscissi da tale regime (dall'anno successivo al superamento dei 7000 euro, oppure dallo stesso anno se infrangi l'altro vincolo, è cioè vendi per oltre 1/3 prodotti non agricoli), passi al regime speciale e quindi dovresti emettere fattura o ricevuta fiscale" citando un tuo precedente post, e che

                                    (a quanto suppone la consulente fiscale della mia associazione di categoria) dovremo tenere una sorta di contabilità separata per questa attività non agricola e inserire questo reddito non come reddito agrario ma come reddito d'impresa ("quadro g" della dichiarazione dei redditi credo...).

                                    Ma finché il nostro reddito è sotto i 7000 euro e non superiamo il rapporto di 1/3 non dobbiamo comunque versare niente, o per la parte non agricola va versato a prescindere?

                                    Scusa per le 1000 domande, ma non riusciamo a venire a capo di questa situazione...

                                    Grazie mille già da ora!

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originalmente inviato da Frigionaia Visualizza messaggio
                                      Ciao Gabriele,
                                      scusate se mi intrometto ma avrei anche io bisogno di un paio di consigli.
                                      Noi abbiamo un'azienda agricola che produce prevalentemente olio extravergine d'oliva. Siamo in regime di esonero, quindi non rilasciamo fattura. Nel caso di aziende che ne hanno bisogno, si fanno autonomamente l'autofattura. Te però dicevi che nell'autofattura deve essere considerata come aliquota iva quella di compensazione, che quindi per l'olio è 0 (IVA al 4% - aliquota di compensazione 4%).
                                      A questo punto la domanda è: l'azienda è comunque tenuta a fare l'autofattura? anche perché io, per ignoranza mia e di chi mi ha consigliato, ho sempre detto di farla considerando un'aliquota del 4%...
                                      Scusa il super ritardo! Infatti ho detto che si considera come aliquota da imputare in fattura quella di compensazione, quindi è giusto il 4% (che è l'aliquota di compensazione per l'olio).

                                      Originalmente inviato da Frigionaia Visualizza messaggio
                                      Altra informazione di cui avrei bisogno è riguardo la vendita di prodotti non agricoli.
                                      Nella nostra azienda vorremmo iniziare a produrre, sfruttando il nostro olio, saponi naturali (facendoli noi o affidandone la produzione ad un laboratorio apposito, che produrrebbe col nostro marchio, tanto mi hanno detto che non fa differenza). Ovviamente i saponi, considerati cosmetici, non fanno parte delle attività connesse all'attività agricola.
                                      Come dobbiamo regolarci per la vendita? sia come iva da applicare che come contabilità da tenere...

                                      !
                                      Contabilità separata sicuramente (cioè annoti le vendite di saponi in tutt'altri registri). IVA ritengo sia al 20% ma mi riservo di controllare.

                                      Originalmente inviato da Frigionaia Visualizza messaggio
                                      Al momento le mie informazioni sono che:
                                      "Nel caso invece fuoriuscissi da tale regime (dall'anno successivo al superamento dei 7000 euro, oppure dallo stesso anno se infrangi l'altro vincolo, è cioè vendi per oltre 1/3 prodotti non agricoli), passi al regime speciale e quindi dovresti emettere fattura o ricevuta fiscale" citando un tuo precedente post, e che

                                      (a quanto suppone la consulente fiscale della mia associazione di categoria) dovremo tenere una sorta di contabilità separata per questa attività non agricola e inserire questo reddito non come reddito agrario ma come reddito d'impresa ("quadro g" della dichiarazione dei redditi credo...).

                                      Ma finché il nostro reddito è sotto i 7000 euro e non superiamo il rapporto di 1/3 non dobbiamo comunque versare niente, o per la parte non agricola va versato a prescindere?

                                      Scusa per le 1000 domande, ma non riusciamo a venire a capo di questa situazione...

                                      Grazie mille già da ora!
                                      Il tetto dei 7000 euro vale per i prodotti agricoli. Per l'extra agricolo direi sia valida la consulenza dell'associazione di categoria.

                                      Sono di fretta ma magari appena ho un attimo ci torno ancora.

                                      ciao

                                      Gabriele
                                      Roger Federer

                                      Commenta

                                      Annunci usato

                                      Collapse

                                      Caricamento...
                                      X