MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Motocoltivatore FERRARI 74

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Motocoltivatore FERRARI 74

    Sono da poco possessore di un motocoltivatore Ferrari serie 70 che, nonostante fosse fermo da anni, è ripartito e sembra godere ottima salute.
    Il motore è un Lombardini LDA 100 a cui ho sostituito l'olio e sto per sostituire la marmitta e il cappellotto del filtro dell'aria.
    Sono stati sostituiti tutti i fili completi di guaina.
    Tra breve sostituirò le ganasce dei freni perchè molto malandate e usurate.
    1° problema - La frizione è un po' dura e non so se è normale perchè non conosco il tipo di cambio per poter chiedere. posto la foto in allegato.
    2* problema - Manca la fresa e non so cosa è possibile adattare; il senso di rotazione della pdf è orario.
    Cerco aiuto e consigli
    Attached Files
    Ultima modifica di Motivo: Inserimento foto

  • #2
    scusa la domanda,ma se azioni la presa di forza girano entrambe?ad ogni modo prova a contattare la rinaldi,magari loro ti possono aiutare

    Commenta


    • #3
      Il cambio da problemi; è difficile inserire le marce e/o rimettere in folle.
      Qualcuno sa dirmi il tipo di cambio (vedi foto) e se è possibile o conveniente tentare la riparazione?
      Ho trovato una fresa nuova che potrei adattare con leggere modifiche ma non tenterò l'acquisto se non avrò la certezza del funzionamento del cambio.

      Per Borgiotreeclimb: la pdf inferiore è azionata da un'apposita leva e fa girare la fresa; la pdf superiore serve per collegare un carrello trazionato o (penso) una falciatrice laterale.
      Non ho trovato la Rinaldi di cui parlavi, se conosci il sito preciso indicamelo.
      Grazie
      Ultima modifica di Motivo: Integrazione

      Commenta


      • #4
        Ciao. è un ferrari 74, per le marce credo sia normale che siano un po' dure da inserire, è importante invece che non si disinnestino da sole. la presa di forza per la fresa dovrebbe avere 2 velocità, quella superiore è per il rimorchio trazionato
        Francesco

        Commenta


        • #5
          Per 26rs: Se è normale che le marce siano un po' dure, allora penso di non aver capito bene il funzionamento della leva del cambio. Puoi spiegarmelo? In particolare non ho capito se posso passare agevolmente in folle da qualsiasi marcia oppure devo ritornare sempre col foro flangia a destra verso la scritta vel (veloce).
          In ogni caso farò delle prove di guida per tesrare il funzionamento del cambio, non prima di aver sistemato sul manubrio un manettino per lo spegnimento.
          Quanto mi trovo in spazi stretti ho un bel da fare con la frizione piuttosto dura e il cambio che non vuole andare in folle.
          Grazie

          Commenta


          • #6
            Originalmente inviato da Giorgio3011 Visualizza messaggio
            Sono da poco possessore di un motocoltivatore Ferrari serie 70 che, nonostante fosse fermo da anni, è ripartito e sembra godere ottima salute.
            Il motore è un Lombardini LDA 100 a cui ho sostituito l'olio e sto per sostituire la marmitta e il cappellotto del filtro dell'aria.
            Sono stati sostituiti tutti i fili completi di guaina.
            Tra breve sostituirò le ganasce dei freni perchè molto malandate e usurate.
            1° problema - La frizione è un po' dura e non so se è normale perchè non conosco il tipo di cambio per poter chiedere. posto la foto in allegato.
            2* problema - Manca la fresa e non so cosa è possibile adattare; il senso di rotazione della pdf è orario.
            Cerco aiuto e consigli
            Beh Giorgio, per i consigli e info varie sulla macchina basta che ti rileggi la discussione, penso di averlo descritto in maniera abbastanza esauriente visto che ne possiedo uno anch'io.

            La frizione probabilmente sarà un po incollata dato il lungo periodo di inutilizzo. Normalmente non richiede chissà che sforzo per azionarla, ma se non sei abituato dopo un'oretta ti "stanca" la mano.

            Il cambio è mono leva: operando nel settore sinistro si ingranano le marce (1° - 2° - 3°), mentre il settore di destra è riservato al variatore di velocità (ridotte in avanti, retro marcia a metà selettore, veloci in dietro).
            Per mettere in folle devi disinserire le marce (1°-2°-3°), trovando la folle tra una delle tre. A volte, se non innesti correttamente il variatore di velocità la folle la trovi anche li, ma per sicurezza disinserisci sempre dalle marce.

            Per la fresa, dovresti trovarne una "rottamata" di produzione Pasbo o simile (eventualmente montate su motocoltivatori analoghi es. Pasbo MTC 75 e omologo Valpadana). Il gruppo fresa di motocoltivatori Ferrari più vecchi (es. Mc60) non è compatibile.

            Saluti.

            Commenta


            • #7
              Ecco le novità:
              ho sistemato i freni e i vari leveraggi compresi quelli della frizione; ho anche montato il tirante dello stop per lo spegnimento (appena possibile allego la foto del particolare) e ho provato a fare un giro usando solo le ridotte. Il giorno dopo ho rifatto il percorso (circa 1 km) usando anche le marce veloci a minimo e la retromarcia. Tutto ok. Ho trovato pure la fresa e montata funziona bene, ma non ha il carter e un fabbro me lo preparerà in una decina di giorni poi, finalmente, potrò provare il tutto come si deve. Il motore parte sempre subito e, mentre aspetto la fresa, sto verniciando le parti malandate: stegole, serbatoio, filtro aria, ...
              Grazie ancora per gli utili consigli.
              A presto

              Commenta


              • #8
                Ciao a tutti! ho imparato molte cose grazie al vostro tempo dedicatomi... Il mio ferrari 74 lavora bene adesso, dopo la sostituzione delle gomme, filtro carburante. Mi chiedo tuttavia, cosa succede se il motore lavora con uno spazio nocivo superiore a quello raccomandato??
                Un amico che lavora in un officina, mi dice che non è una cosa grave, specialmente se la macchina non lavora molto, a parte la difficoltà in accensione a motore freddo e un rumore del motore non proprio "corposo"!

                Un'ultima cosa: il modello in questione, data l'epoca di produzione, non prevedeva grossi sistemi di sicurezza. Ad esempio, è possible aggiungere/sostituire la frizione in modo che rilasciata la macchina e la fresa si fermi (al contrario di come è prevista), ovvero, la macchina funzioni solo con la leva della frizione premuta?

                Commenta


                • #9
                  Originalmente inviato da bleish Visualizza messaggio
                  ...Mi chiedo tuttavia, cosa succede se il motore lavora con uno spazio nocivo superiore a quello raccomandato...
                  ...a parte la difficoltà in accensione a motore freddo e un rumore del motore non proprio "corposo"...
                  Semplicemente il motore ha un rapporto di compressione minore del dovuto, causando una parziale diminuzione di potenza.
                  In caso di uso frequente del motocoltivatore, potrebbero crearsi delle incrostazioni nel cilindro, dovute al fatto che in questa situazione il combustibile iniettato non brucia perfettamente.
                  Marco B

                  Commenta


                  • #10
                    Originalmente inviato da Marco Bellincam Visualizza messaggio
                    Semplicemente il motore ha un rapporto di compressione minore del dovuto, causando una parziale diminuzione di potenza.
                    In caso di uso frequente del motocoltivatore, potrebbero crearsi delle incrostazioni nel cilindro, dovute al fatto che in questa situazione il combustibile iniettato non brucia perfettamente.
                    In altre parole, col tempo lo spazio nocivo dovrebbe ridursi.

                    Commenta


                    • #11
                      Originalmente inviato da bleish Visualizza messaggio
                      In altre parole, col tempo lo spazio nocivo dovrebbe ridursi.


                      Le incrostazioni dovute a cattiva combustione sono dannose, possono interferire con la tenuta delle valvole, possono disturbare la nebulizzazione del gasolio se si depositano sulla punta dell'iniettore, possono altresi creare dei ricircoli di aria anomali durante la fase di compressione, determinando un peggioramento della situazione.
                      Non che il motore esploda o si grippi, ma a lungo andare tutti questi inconvenienti contribuiranno alla perdita graduale di potenza.
                      Marco B

                      Commenta

                      Caricamento...
                      X