MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Fiat 680n

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Fiat 680n

    Tra i protagonisti degli anni della ricostruzione ,un merito assoluto va dato ad un protagonista che non ha goduto delle attenzioni storiche dovute, ma che tanto ha dato,il 680n.Comparso alla fine degli anni 40 in sostituzione del 666n7, di cui è derivato in parte e chiuderà propio questa serie lasciando al suo successore il 682n(122)e tutte le altre serie, tutti i meriti e gli allori della storia.Il suo telaio derivato dal 666 era più robusto, ma non ai livelli degli OM Orione e Lancia Esatau.La sua cabina derivata dal 666 era un rifacimento con lamiera e legno e non aveva la bellezza dei concorrenti,ma funzionale anzi essenziale.Ma il suo grande forte era il motore,da lui nasce la serie 203,anche se ancora portava la sigla come il 66.Il sei cilindri di 10.170cc 122x145 erogava sulla carta 123cv a 1800 g/m(lo stesso propulsore equipaggerà il "122" portato a 140cv). A 1000g/m sviluppa già l'ottanta per cento della sua potenza.Paragonato alla produzione nazionale il più potente è l'OM Orione 400 con il suo 8 cilindri quando funziona bene! altrimenti il secondo gradino è suo.Il cambio è a 8+2 ed il riduttore si trova vicino alla leva del cambio ed è meglio rispetto al 66.Lavoratore umile come i 3ro viene impiegato dai cantieri alla linea sempre con grande successo.Traina rimorchi a 3 assi da 180ql, carrelli per eccezzionali,come i "Colombo"portando a spasso le Ruston,a patto che sia sostituita la crocera dell'albero fragile e chi li usa abbia l'acortezza di non strappare col cambio e pure il differenziale, che insieme alle balestre sono il punto debole di questa macchina.Quasi tutti gli esemplari venivano modificati se lavoravano in cantiere.Io ho imparato a sdoppiettare propio in frantoio con l'ultimo ibridone senza mascherina completamente privo di parafanghi fanali e senza la portiera guidatore con balestrature rifatte e rinforzate cabina con i buchi dalla corrosione, impianto frenante sempre in panne,ma non si fermava mai,tirava come un mulo.Dalle mie parti ne hanno restaurato uno con cisterna mi pare sia presente in certi libri è di colore verde.Naturalmente ha conosciuto versioni a 3 assi,cabine migliori dalla Viberti, Cab,Bartoletti,V.Orlandi,notevoli anche le versioni 680nr per autobus e snodati.Il suo motore è stato sovralimentato per la nautica insieme agli Alfa.E'comparso anche sulle automotrici ferroviarie anche se non esisteva una versione corricata....peccato non sia mai ricordato come gli 82!!
    Attached Files
    6ro ricerche

  • #2
    Vedete che a volte mi ricordo dove ho messo il materiale!
    Dall' album di famiglia ecco il 680 appena ritirato dalla concessionaria.
    Attached Files

    Commenta


    • #3
      E' vero, mio nonno possedeva un 640 e un 680, io ho visto solo il 680 e per come lo ricordo (avevo 7 anni) era tenuto dal nonno come un gioiello. Comunque, pur essendo stato un gran camion, non e' ricordato come si dovrebbe..........
      V8 8280.42

      Commenta


      • #4
        il trattore altre trasformazioni 670n

        Oltre ai nostri esemplari nel frantoio ne ricordo uno in particolare,modificato per traini di carrelli ferroviari,solo che al posto del suo ponte aveva quello dell'Orione più sovradimensionato,la cabina montava dei vetri in corrispondenza delle portiere in basso come gli esemplari trattori dell'Agip.Rimasto in servizio fino alla fine degli anni 90 poi è stato sostituito da un MAN 4x4.Ricordo pure un trattore con semirimorchio a 2 assi che scorrazzava per la Via Emilia e solitamente trasportava bracci di gru e attrezzature per frantoi.Tornando al motore la Viberti aveva in progetto l'autotelaio antincendio BVF 203 6x6 bimotore (foto junker autocarri OM) i primi prototipi ricevettero i motori del 680,poi quando iniziò la produzione in stretta serie montavano già la versione 203 stessa cilindrata del 682n da 140 cv per un totale di 280cv.La stessa Viberti aveva realizzato sul telaio del 680 una versione gru per recupero autocarri.Parallelamente al 680 compare l'inizio di una nuova serie di pesanti che terminerà nei primi anni sessanta, il 670,identico ma con il motore del 640,sempre a 6 cilindri di 6032cc 100x128 e 72cv a 2200g/m . cambio (non so se 8+2 o 5 +1),quindi piccolo motore per autocarro singolo 130ql ptt,non sono previste trasformazioni a 3 assi ne traino rimorchi.
        6ro ricerche

        Commenta


        • #5
          Ho introdotto due foto la prima tratto dal libro Gino Barletti,la seconda invece da una rivista d'epoca non avendo più a disposizione una foto scattata dal sottoscritto di un 680n ANAS in azione con lo spargisale in un freddo inverno fine anni 70 affiancato da un Alfa mille..
          6ro ricerche

          Commenta


          • #6
            Pensate che io non ho mai visto un 680 viaggiare:
            quando ero piccolo lo scettro era già passato ai 682.

            Commenta


            • #7
              A voi!
              Attached Files

              Commenta


              • #8
                Purtroppo non conosco molte cose di questo autocarro, però ho trovato alcuni disegni relativi alla sua meccanica.
                Attached Files

                Commenta


                • #9
                  Dati tecnici del Fiat 680 N

                  A complemento dei dati tecnici già forniti da 6RO, aggiungo la scheda tecnica relativa al Fiat 680 N.
                  Attached Files

                  Commenta


                  • #10
                    Messaggio per 6ro

                    Hai la casella dei MP piena!!!!!!

                    Commenta


                    • #11
                      Ragazzi,c'è la Ditta Magil Autotrasporti del sig.Gianni Milani che sta crcando pezzi di ricambio per finire il restauro del loro 680N che di carrozzeria sembra essere ben conservato.
                      Vorrebbero trovare anche un rimorchio Viberti con gommatura da 22 pollici con sponde ed eventuali sovrasponde .Dove lo si può recuperare un 180 T o 181?

                      Commenta


                      • #12
                        Dimenticavo di dirvi che la dittta si trova a Latina

                        Commenta


                        • #13
                          Se i pezzi di ricambio sono per il motore...scontato dire i demolitori anche perchè i primi dovunque 50, salvo la variante di qualche cv in meno, portavano lo stesso propulsore 368.
                          La trasmissione in toto sarà di più difficile reperimento.
                          Per il rimorchio, se vogliono un Viberti come scrivi si potrà ricercare ( ma anche di tante altre fabbriche coeve ) non ultime presso le grandi aziende agricole della bassa Padana ed Emiliana.
                          Ancor di più che i camion d'epoca i loro rimorchi sono spesso stati riutilizzati da esse.

                          Commenta


                          • #14
                            Grazie mille per l'aiuto
                            Speriamo che Milani ce lo faccia vedere presto avebndogli segnalato i numeri diJules Zanini e di Silvio Tanfani! Sono certo che se non ci saranno troppi intoppi lo vedremo....nel 2008 inoltrato.

                            Commenta


                            • #15
                              Non avrei mai creduto di vedere una carcassa di Alfa 1000 senza cabina montante un motore 368 e cambio di un "82".Mi riferisco ad un relitto scovato da un demolitore d'impianti industriali,purtroppo già trainato alla fiamma ossidrica.Fermo da parecchi anni il suo motore avrebbe funzionato ancora,mi hanno detto, ma 5-6 anni di gelo invernale e acqua ancora nel monoblocco non davano speranze.Comunque quel ribaltabile veniva da un frantoio demolito.Questo per dire che il 680n anche quando finiva la carriera in frantoio,il suo prezioso motore era riutilizzato nelle carlinghe di Esatau B o Alfa 950 o mille e poteva capitare di rimpiazzare anche i primi 203 degli 82 "122" meno longevi del 368.
                              6ro ricerche

                              Commenta


                              • #16
                                Cerco di rispondere a chi mi ha chiesto perchè il motore del 680n era migliore del primo 682n "122".Mentre il propulsore del 666n7 era stato migliorato come affidabilità rispetto al 666n a precamera,rimaneva povero di potenza in generale.Con l'arrivo del 680n il 368 è diventato il più brioso e in particolare il più affidabile propulsore prodotto in in quel periodo.Con l'arrivo del primo 682n, il carro era stato migliorato mentre il motore il quale manteneva la stessa cilindrata unitaria era stato riprogettato nella distribuzione con l'abbandono della 4 valvole per cilindro e nelle testate e pistoni di nuovo tipo.Al traino di rimorchi a pieno carico le guarnizioni cedevano facilmente per surriscaldamento oltre alle bronzine troppo esili,inoltre la coppia sviluppata era inferiore al motore del suo predecessore.Le vendite furono inferiori al suo più grande concorrente Esatau 864,per cui la Fiat è corsa subito ai ripari riprogettando il propulsore per renderlo affidabile,nasce la serie fortunata del "125" poi 203 diventerà il propulsore più affidabile e resistente in assoluto con la sua evoluzione da 150 cv montato sulla serie sucessiva N2.
                                6ro ricerche

                                Commenta


                                • #17
                                  Questo l'ho beccato in Corsica, ormai credo irreparabile. Non mi sono avvicinato di più perché a guardia dei rottami c'era un cane che non scodinzolava!

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Scusate, sono nuovo, mi sono iscritto perchè sono un appassionato di modellismo ed avevo in mente di progettare modellini in scala di vecchi camion. Sto cercando notizie, dati , misure foto tutto ciò che mi consenta di avere il maggior numero di dati relativi al 680N per cominciarne il progetto.

                                    Grazie

                                    Commenta


                                    • #19
                                      peccato per quel relitto....fa sempre male vedere certe cose......mio padre guidava il 682 normale e l n3............ne parla come di un qualcosa di mitico....

                                      Commenta

                                      Annunci usato

                                      Collapse

                                      Caricamento...
                                      X