MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

D.lgs.81\2008

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • [Piattaforme aeree] D.lgs.81\2008

    Buongiorno,
    se il cliente mi dichiara (sono un noleggiatore) che l'attrezzatura sarà usata da "X" adeguatamente formato ecc.ecc. ma poi la fa usare da "Y" non adeguatamente formato ecc.ecc.,in caso di controllo USL o infortunio la colpa ricadrà solamente su di lui oppure anche su di me?
    La risposta mi sembra ovvia ma volevo sentire altri pareri.

    Ciao

    Matteo

  • #2
    Originalmente inviato da Marateo Visualizza messaggio
    Buongiorno,
    se il cliente mi dichiara (sono un noleggiatore) che l'attrezzatura sarà usata da "X" adeguatamente formato ecc.ecc. ma poi la fa usare da "Y" non adeguatamente formato ecc.ecc.,in caso di controllo USL o infortunio la colpa ricadrà solamente su di lui oppure anche su di me?
    La risposta mi sembra ovvia ma volevo sentire altri pareri.

    Ciao

    Matteo
    La risposta la trovi nell'art. 72 comma 2 del decreto.
    "Chiunque noleggi o conceda in uso attrezzature di lavoro senza operatore deve, al momento della cessione, attestarne il buono stato di conservazione, manutenzione ed efficienza a fini di sicurezza. Dovrà altresì acquisire e conservare agli atti per tutta la durata del noleggio o della concessione dell’attrezzatura una dichiarazione del datore di lavoro che riporti l’indicazione del lavoratore o dei lavoratori incaricati del loro uso, i quali devono risultare formati conformemente alle disposizioni del presente titolo e, ove si tratti di attrezzature di cui all’articolo 73, comma 5, siano in possesso della specifica abilitazione ivi prevista"
    In breve direi che come noleggiatore DEVI solo farti rilasciare la dichiarazione da parte del datore di lavoro relativamente a CHI userà l'attrezzatura e che questo/i lavoratori hanno ricevuto adeguata formazione e/o sono in possesso di abilitazione all'uso.
    L'unica avvertenza che posso suggerire è quella di farti attestare anche che hanno ricevuto adeguato addestramento per l'uso in sicurezza della macchina e che conoscono le procedure per il recupero in emergenza. Nei corsi che sto tenendo evidenzio spesso il fatto che alcune maccine prevedono solo la discesa in emergenza, non l'alzata od il rientro dello sfilo e di questo fatto occorre tenerne conto durante l'uso in sicurezza della macchina. Questo a scanso di possibili futuri "ah, ma il noleggiatore non me l'aveva detto!" a fronte di contestazioni od infortuni.
    Spero di avere fugato il dubbio, sarei contento di eventuali osservazioni da parte di qualche altro utente del forum

    Commenta


    • #3
      Ok qui ci siamo,ma se il cliente dopo avermi rilasciato la dichiarazione di chi usa la macchina la fa usare ad un altra persona io come faccio a saperlo?Incorro in sanzioni lo stesso secondo te?

      Commenta


      • #4
        Secondo me no, tu hai perfettamente dimostrato l'obbligo di legge conservando il documento che ti ha rilasciato all'atto del ritiro. Se qualcuno ha poi rilasciato dichiarazioni mendaci non è sicuramente colpa tua.

        Commenta


        • #5
          Infatti la risposta era ovvia anche per me ma siamo in Italia quindi niente è certo!!
          Comunque grazie del tuo parere

          Matteo

          Commenta


          • #6
            Visto che da Marzo 2014 sarà obbligatorio avere il patentino con relativa foto per l'utilizzo delle PLE, dei muletti ecc. , chi ha effettuato il corso negli anni passati ed ha solamente un attestato di frequenza dovrà rifare tutto da capo?

            Commenta


            • #7
              io avevo fatto un corso per utilizzo ple, miniescavatore e gru su autocarro (nel 2010)dopo qualche mese, per mio scrupolo ho fatto quello Ipaf, l'anno scorso mi hanno chiamato quelli del primo corso dicendo che non sarebbe stato più valido e che dovevo farne un altro, ovviamente dicendogli che avevo fatto l'Ipaf mi dissero che ero apposto.
              Ricordo che l'istruttore Ipaf mi disse che quei corsi non sarebbero più stati validi, in quanto fatti solo per prendere soldi nel momento che la legge era ancora vaga.

              Dovresti sentire un consulente del lavoro che saprà darti delle sicure delucidazioni

              Commenta


              • #8
                Allora riepiloghiamo:
                le risposte per Marateo sono nell'art. 9 dell'accordo stato regioni che allego
                - l'accordo è stato pubblicato su GURI il 12/03/2012
                - entra in vigore (art. 13) dopo 12 mesi quindi il 12/03/2013
                - chi ha fatto precedentemente un corso con contenuti uguali o superiori all'accordo, purchè documentato, vede riconosciuta validità 5 anni, poi sufficiente aggiornamento 4 ore
                - chi ha fatto precedentemente un corso con contenuti inferiori a quelli dell'accordo, purchè documentato, ha tempo 24 mesi dall'entrata in vigore e quindi entro il 12 marzo 2015 per fare il corso di aggiornamento di 4 ore
                - chi non ha fatto nulla doveva farlo obbligatoriamente entro il 12/03/2013 perchè l'anno concesso per l'entrata in vigore serviva proprio per regolarizzare ciò, anche se ad onor del vero il datore di lavoro doveva già comunque avere fatto la formazione e l'addestramento per l'uso delle attrezzature (81/2008 ma ancora prima nel 626/94)
                piccola nota Italiana a margine:
                nell'accordo c'è scritto che nelle 4 ore di aggiornamento almeno 3 dovevano essere relative agli argomenti dei moduli pratici
                ovvio pensare che vengano fatte esercitazioni pratiche sulle macchine
                invece:
                circolare n. 12 del marzo 2013 Ministero del Lavoro:
                le 3 ore relative ai moduli pratici possono essere svolte in aula! (però con massimo 24 allievi per docente)
                sic et simpliciter
                Attached Files

                Commenta

                Annunci usato

                Collapse

                Caricamento...
                X