MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Miniescavatori di Importazione Giapponese

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Miniescavatori di Importazione Giapponese

    Apro quest'argomento per sentire le vostre opinioni riguardo l'usato di miniescavatori d'importazione giapponese.

    C'è qualcuno che ha acquistato una macchina d'importazione? Come si è trovato?

    All'argomento allego inoltre un sondaggio con due domande.
    Ciao!
    34
    Si, l'ho già fatto
    11,76%
    4
    Si, se il prezzo è buono...
    14,71%
    5
    No, avrei problemi per i ricambi
    35,29%
    12
    No, del resto non sono neanche certificati
    26,47%
    9
    Non saprei, dovrei conoscere meglio l'argomento
    11,76%
    4

  • #2
    Personalmente conosco un importatore di mini giapponesi,nella provincia di verona(non voglio fare il nome).
    Comunque di macchine ne ho viste parecchie in giro e devo dire che il cliente di grossi problemi sia per la qualità che per assistenza non ne ha avuti.Forse anche perchè oltre a commerciarli ha una discreta strottura assistenziale.(le macchine anche se tutte di color viola(probabilmente riverniciati) sono IHI KOMATSU HITACHI e in genere tutti girosagoma.
    Ciao

    Commenta


    • #3
      .......FINALMENTE ci siamo arrivati!!!!!!!!!


      Aspettavo di vedere quando qualcuno si fosse posto "questo mal di pancia"

      Scusate il giro di parole ma visti gli usati che ci sono in giro, i tentativi di fornire ai clienti certificati e manuali fasulli e/o alterati ,questo secondo me, e' ora di fare chiarezza!!!!
      Da molti anni assistiamo all'invasione di questi mezzi CHI SI PREOCCUPA DI CONTROLLARLI??
      QUANTI EFFETTIVAMENTE SONO A NORMA???
      I MANUALI IN ITALIANO CI SONO???

      Pensate che ho avuto dei problemi con un Liebherr ufficiale con targa e libretto italiani, ma manuale d'uso in tedesco

      E allora questi????
      EXCAVATOR'S MAN

      Commenta


      • #4
        Non ero al corrente del problema dei libretti d'uso.Comunque so per certo che anche un noleggiatore si è servito di queste macchine.(non credo si sia esposto a pericoli,dovendo noleggiare ad altri le macchine in genere penso che prima si tuteli lui.)Proverò ad informarmi.
        Il problema dei libretti in cosa consiste?Quali possone essere le conseguenze?La discussione è interessante.

        Commenta


        • #5
          Io ho un cat 428c ufficiale italia, con il libreto in inglese, e' possibile?

          Come risolvono il problema del CE sulle macchine giap?

          Commenta


          • #6
            Una buona spiegazione la trovate in queste pagine che abbiamo realizzato in collaborazione con Officina Bivio:
            INSERTO SPECIALE: ADEGUAMENTO MACCHINE MOVIMENTO TERRA ALLE NORMATIVE DI LEGGE VIGENTI

            Commenta


            • #7
              Il problema delle macchine giapponesi di importazione e' un problema grave per i costruttori giapponesi stessi ,per noi importatori
              e per i clienti finali che inconsapevolmente
              acquistano una macchina che sotto certi aspetti e'
              fuorilegge . L' aspetto piu' grave e' quello della
              normativa di protezione ROPS . Il mercato giapponese non si allinea alle normative europee
              pertanto ci troviamo davanti a macchine munite solo di tettuccio parapioggia . Chiaramente il problema emerge nella sua gravita' solo in caso di incidente grave . E' solo in questo caso che un perito puo' esaminare la documentazione che
              viene data a corredo della macchina e quasi sempre si tratta di documentazione poco credibile.
              Che fare ? Le case non possono arrestare un libero mercato che ormai e' sancito dalla comunita' europea.
              I clienti finali possono pero' essere attenti in fase di acquisto di queste macchine e richiedere
              la certificazione "ce" e soprattutto verificare che questa sia attendibile .
              E' chiaro non si puo' pretendere che un cliente finale verifichi indice di rumorosita' o
              fumosita' del motore . Ma la protezione ROPS e le leve di sicurezza sui joy stek devono esserci
              categoricamente . Per quanto concerne i manuali
              all'uso quasi tutti i costruttori presenti sul mercato italiano hanno a disposizioni i manuali
              che soprattutto nelle pagine iniziali contengono
              le piu' elementari nozioni di sicurezza.
              E' il cliente che deve esigere il manuale all'uso.
              Saluti Canzio

              Commenta


              • #8
                </font><blockquote>Citazione:</font><hr />Originariamente inviato da CANZIO:
                L' aspetto piu' grave e' quello della
                normativa di protezione ROPS . Il mercato giapponese non si allinea alle normative europee
                pertanto ci troviamo davanti a macchine munite solo di tettuccio parapioggia
                </font>[/QUOTE]Sarebbe interessante approfondire anche questo aspetto. Io sapevo delle prove al ribaltamento ma non della protezione al tettuccio...
                Vediamo se qualcuno sa qualche cosa in merito.
                Per finire... l'aspetto più interessante del sondaggio è la buona percentuale (al momento è il 36%) di "Non saprei, dovrei conoscere meglio l'argomento".

                Commenta


                • #9
                  Ciao Gianni
                  per avere la certificazione ROPS - FOPS la struttura protettiva deve superare un test dove
                  una determinata forza ( una pressa idraulica )
                  spinge dall'alto verso il basso sul tetto della struttura . La forza di spinta e' solitamente
                  pari al peso della macchina . la struttura deve flettere entro determinati parametri . il superamento di tale test vale la certificazione ROPS.
                  Il FOPS e' l'analogo test fatto lateralmente.
                  La struttura puo' flettere fino ad un limite massimo che solitamente arriva vicino alla testa
                  di un manichino .
                  La normativa prevede per i miniescavavatori
                  la certificazione obbligatoria ROPS e facoltativa
                  FOPS. La casa che rappresento distribuisce tutte le macchine con certificazione ROPS - FOPS.
                  ciao Canzio

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao a tutti, io ho preso delle macchine usate di importazione e devo dire che mi sono trovato bene si trovano buone macchine, magari di serie che qua in italia devono ancora uscire e là sono gia usate. qua a verona abbiamo un importatore di vecchia data che vende sopratutto a commercianti ma anche a privati.

                    Commenta


                    • #11
                      Ciao Pippo
                      nessuno discute la qualita' e l'affidabilita'
                      delle macchine d'importazione . L'importatore a cui ti riferisci lo conosco benissimo anchi'io e'una societa' seria e ben conosciuta , cio' non toglie che per distribuire determinate macchine
                      bisogna avere i requisiti richiesti dalla normativa europea 626 che appunto perche' europea
                      in Giappone non 'e' applicata . La societa' che rappresento fa' arrivare le macchine dal giappone
                      nude poi le adegua in base alla normativa . Un
                      importatore non puo' sostenere i costi dell'adeguamento . Circa i modelli che reperisci in Giappone che in Europa risultano sconosciuti si tratta per lo piu' di modelli ultra swing cioe' quelli con il deporte' alto . Il motivo e' che il Giappone ha problemi di spazio molto piu'
                      accentuati che noi europei pertanto sono stati
                      costretti a sviluppare queste tipologie di macchine per fronteggiare una condizione limite.
                      Non avete notato in circolazione certi modelli
                      di miniescavatori da 6 tons. senza la lama anteriore....secondo voi perche' un costruttore distribuisce un modello di miniescavatore senza la lama anteriore......Ilmercato europea non e' ancora maturo per assorbire questa tipologia di macchine . E' chiaro che ad esempio chi e' impegnato nel cablaggio ( fibra ottica - Socrate ) nelle demolizioni o nella costruzioni di fognature trova in queste macchine con il deporte' alto una macchina che offre vantaggi maggiori rispetto ad una tradizionale . Ma il resto del mercato del movimento terra per adesso
                      dorme sonni tranquilli . A Bolgna al saie la yanmar ha presentato l'ennesima versione del nostro 7 tons. con deporte' alto . Al di la' di qualche utilizzatore specifico la macchine non riscuote un grande interesse commerciale .
                      Ciao a tutti Canzio

                      Commenta


                      • #12
                        ciao paso sono ceri ti posso chiedere per favore come si chiama quell'importatore e dove sta o al limite il suo telefono che ho intenzione di vedere cosa hà e i suoi prezzi?. Intendevo quell'importatore di mini escavatori di Verona. Ti prego fammi sapere. Grazie a presto. P S se qualcun altro mi puo aiutare io ne saro' grato, saluti a tutti.

                        Commenta


                        • #13
                          ok per il giapponese

                          Ho avuto spesso a che fare con modelli d'importazione, a mio avviso i modelli recenti sono più performanti e di serie hanno più dotazioni tipo le valvole di blocco sul braccio!!

                          Commenta


                          • #14
                            C'è un sito o qualche marca in modo da poterli almeno vedere questi mezzi d'importazione? E il prezzo di queste macchine è molto inferiore rispetto al mercato europeo?

                            Commenta


                            • #15
                              dove abiti che zona?????????centro?

                              Commenta


                              • #16
                                Personalmente, la mia azienda ha fatto la scelta di non ritirare come permute macchine senza il certificato CE originale dal costruttore. Per rimettere queste macchine importate senza CE originale, il rivenditore DOVREBBE mettere a norma la macchina pena essere coinvolto in caso di infortunio in un processo penale. I circuiti oleodinamici delle machine non omologate per il mercato europeo, hanno fra l altro un circuito oleodinamico leggermente diverso dal nostro....In caso di rottura o nel caso di dover fare prove o manutenzioni sul circuito, non hai mai tabelle, schemi degli impianti, portate e pressioni di quella macchina...Diventa un manicomio per l officina e si rischia di fare bruttissime figure con il cliente, vedi passare da incapaci...Verissimo che il cliente al momento dell acquisto e ben felice di risparmiare 3-4 mila euro, ma nel momento in cui ha un problema, si dimentica di avere risparmiato....Oltretutto, il problema della reperibilità dei ricambi....Sulle macchine importate molti componenti non sono uguali alle stesse macchine europee, vedi guarnizioni dei cilindri, racordi JIS sui tubi, praticamenti introvabili....e da li partono modifiche, adattamenti e riparazioni di fortuna...I ricambi magari si trovano ma devono arrivare dal Giappone con tempi e costi allucinanti...Ma il bello e che quando un domani andrete a rivendere il viostro usato, potete tagliarlo con la fiamma ossidrica e venderlo a peso....Scusate se sono stato pessimista e drastico, ma la realta mi dice che finche tutto va bene si e tutti amici, appena affiora un problema, le rogne emergono impietose....

                                Commenta


                                • #17
                                  io ho sentito dire che i mini arrivano tutti smontati in container e poi vengono rimontanti anche facendo assemblaggio di macchine diverse dello stesso modello ovviamente...però personalmente non li comprerei..
                                  Ultima modifica di CAT320; 30/12/2010, 12:06. Motivo: evitare le abbreviazioni

                                  Commenta


                                  • #18
                                    E l'ora che qualcuno cominci a dire anche che la certificazione CE è valida solo se rilasciata dal costruttore!L'azienda per cui lavoro non ritira più macchine non certificate perchè comunque sono continui problemi sia per rivenderle sia per ripararle.....
                                    Saluti e buon anno

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originalmente inviato da diego69 Visualizza messaggio
                                      E l'ora che qualcuno cominci a dire anche che la certificazione CE è valida solo se rilasciata dal costruttore!L'azienda per cui lavoro non ritira più macchine non certificate perchè comunque sono continui problemi sia per rivenderle sia per ripararle.....
                                      Saluti e buon anno

                                      NON ESAGERARE
                                      con questa crisi ragazzi se ce l occasione si vende eccome, e si ritira pure
                                      effettivamente e un problema
                                      ma secondario.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Ciao a tutti e buon anno, io da tempo seguo un venditore di Forlì che importa macchine dal Giappone, sono interessato all'acquisto di un mini sui 20q per uso domestico, certo ancora non mi sono deciso ma credo che per i ricambi non ci siano grossi problemi, di sicuro molte macchine sono diverse da quelle europee con relativi problemi sulla manutenzione o peggio sulla riparazione.
                                        Ultima modifica di videodrome; 03/01/2011, 09:20.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originalmente inviato da videodrome Visualizza messaggio
                                          Ciao a tutti e buon anno, un saluto particolare a Mckowalsky abitante del Casentino come me.
                                          Io da tempo seguo un venditore di Forlì che importa macchine dal Giappone, sono interessato all'acquisto di un mini sui 20q per uso domestico, certo ancora non mi sono deciso ma credo che per i ricambi non ci siano grossi problemi, di sicuro molte macchine sono diverse da quelle europee con relativi problemi sulla manutenzione o peggio sulla riparazione.
                                          nn e che per caso sul fatto che nn ci siano problemi sui ricambi lo dice chi lo deve vendere?,,eheheheh. Sfido chiunque a trovare ricambi originali con matricole di macchine giapponesi sopratutto se antecedenti al 2000....Ovvio, si puo adattare di tutto tipo montare un cilindro agricolo di un caricatore al posto di un cilindro da escavatore, oppure adattamenti sul carro per montare un motoriduttore di concorrenza dopo una rottura e il costo del ricambio originale che supera il valore del mezzo, oppure smontarne un altro da un mezzo demolito...se si trova in giro per il mondo........Tutto si puo fare, ma per la mia esperienza, ogni volta che ci e venuto dentro un miniescavatore d importazione a fare riparazioni, e stato un pianto e i clienti che maledicono il giorno in cui l hanno comperato...Preferisco di gran lunga dare ai miei clienti un prodotto CE, magari piu caro, ma di sicuro non mi correrà mai dietro con il badile alzato...ehehehe
                                          Buon anno a tutti!!!!!!!!!!!!

                                          Commenta


                                          • #22
                                            concordo con phil,meglio spendere qualcosa in più subito che non in riparazioni successive senza contare il fermo macchina,il tempo perso e tutte le rogne del caso..

                                            Commenta

                                            Caricamento...
                                            X