MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Pala gommata 120 Q.li per movimentazioni "leggere". Quale scegliere?

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Pala gommata 120 Q.li per movimentazioni "leggere". Quale scegliere?

    Buongiorno a tutti mi chiamo Niccolò, mi sono appena iscritto al forum perchè ad essere sincero non so quale pala gommata acquistare.

    La pala gommata dovrebbe lavorare circa un paio di ore ore al giorno con tragitti massimi di 3Km al giorno (una dozzina di volte l'anno dovrà lavorare anche 12 ore di fila) con una benna da almeno tre metri cubi per spostare materiale relativamente leggero (terra, mais insilato, letame, paglia) con un'altezza massima al perno della pala di almeno 3,40m... un po' di più ovviamente non guasterebbe affatto.
    Credo che le mie esigenze richiedono una pala simile alla Volvo 60F
    Domanda: Cerco la macchina più affidabile che ci sia per quanto riguarda le possibili rotture inaspettate, problemi di fabbrica e cose simili.
    Domanda: Idrostatica o meccanica? non mi uccidete, so che in merito ci sono molte discussioni, ma non ho afferrato bene il concetto.
    Domanda: A quanto ho capito dai vostri articoli che leggo scrupolosamente da giorni le marche migliori sono CAT, Hitachi,Volvo e Kawasaki (che purtroppo non importa pale per le mie esigenze) Quale altre marche mi consigliereste viste le mie esigenze? Ad esempio Hyunday?
    Domanda: Per queste grandezze di pala gommata sconsigliate una benna da quattro metri cubi per problemi di visibilità?

    Detto questo ringrazio tutto il forum per i consigli che ho già ricevuto leggendo le vostre interessantissime discussioni e per quelli che riceverò sicuramente in questa.

    PS
    In azienda per ora l'unico paragone lo ho tra due piccoli scavatori, uno hitachi e uno volvo, sinceramente non noto grandi differenze.

  • #2
    Ciao Circe,

    potresti specificare più dettagliatamente i lavori che devi fare ed il peso specifico dei vari materiali che andrai a movimentare? Inoltre di che zona sei?

    La L60F sta uscendo di produzione: è attesa per marzo la serie G. Questo non significa che la serie G sia meno buona della F, anzi... il prezzo però aumenterà sicuramente...

    Non escluderei però che potrebbe bastarti anche una L50F, che al perno benna fa 3780 mm con pneumatici standard L3 da 17.5-25; quest'ultima, che è idrostatica, costa decisamente meno. Bisogna però capire bene cosa devi movimentare, cicli, etc, etc.

    Ciao

    Commenta


    • #3
      Ciao, se non hai bisogno di particolare forza di spinta, soprattutto nel tuo caso in cui non farai movimento terra e sbancamenti, vanno bene tutte le macchine che hai detto.

      Idrostatica o meccanica?
      In sintesi, le idrostatiche hanno la trasmissione idraulica, cioè pompa e motore idraulico che fanno girare le ruote tramite albero. Non c'è il classico converter e il cambio power shift. E' l'idraulica a gestire automaticamente la coppia motrice, e non ingranaggi o schede elettroniche. Si può dire che hanno un numero infinito di rapporti. In base all'ostacolo che si trova a dover spingere la macchina, la pompa e il motore idraulico si 'adattano' per ridurre la velocità e aumentare la coppia motrice. Una macchina facile da guidare con partenze dolci e senza strappi. In più l'idrostatica è auto frenante, basta lasciare l'acceleratore e si ferma. L'unico 'difetto' è che su lunghi tratti di strada (forse 20 km) l'olio della trasmissione si riscalda e la macchina rende un pò meno, soprattutto se la macchina è tenuta male. Ma nel tuo caso sono solo 3 km...
      Trasmissione meccanica invece ha appunto il converter collegato al cambio power shift, di solito a 4 marce A/R. Numero limitato di rapporti, ognuno per le necessità. Con i nuovi cambi, le trasm. meccaniche, hanno sempre più una guida morbida anche se ancora lontana dalla idrostatica. La dolcezza di guida nelle meccaniche dipende soprattutto dalla bravura di chi le guida.

      Io consiglierei anche di vedere una Venieri, in questo caso la 13.63, idrostatica. Molto stabili robuste e i ricambi facili da trovare.
      Su questo forum si parla bene delle Volvo e credo che non ti sbaglieresti se punti su questa marca. Come ha detto Alexxxo già la L50F (idrostatica) va bene.. Dalla L60F in su sono meccaniche e comunque ottime.. Ma come già detto bisogna vedere i lavori che devi fare e in questo ti potranno aiutare meglio gli altri...

      Commenta


      • #4
        Grazie per le risposte .

        Sono in provincia di Latina.

        La 50 non la considero minimamente, se un domani vorrò venderla non la piazzerò mai come una 60 senza contare che la 50 a parità di optional mi costerebbe più della Hitachi 140 che è leggermente più piccola della Volvo 60.

        Dovrò movimentare mais insilato, peserà sugli 8 quintali per metro cubo, l'operazione consiste nel caricare il mais dalla trincea ad un rimorchio attaccato ad un trattore, e ricaricarlo a 800m di distanza in una stazione miscelatrice fissa. E poi caricare anche granaglie, paglia e fieno.
        La benna (mi dicono) può essere anche da 4 metri cubi.

        Le macchine che mi convincono di più sono la Volvo L60 e la Hitachi 150 (non la 140)
        La Volvo si sa che è buona, me la consiglia molto un mio amico che ha una cava.
        La Hitachi 150 è leggermente più grande della VL60F e idrostatica. A me sembra molto valida ma non me ne parlano benissimo, sarà solo perchè la Hitachi è famosa per gli scavatori o per altri motivi?
        Oggi è arrivato in azienda un rappresentante Hyundai... Non sembra male, ma costa molto poco anche se praticamente full optional e non so quanto possa valere in fatto di qualità.
        Il rappresentate Caterpillar dopo un primo preventivo approssimativo è sparito... Bah...

        Per quanto riguarda i prezzi attualmente la Volvo è decisamente più costosa e se non mi fanno un po' di sconto aspetterei la G anche a costo di pagarla di più o di non comprarla affatto per il prezzo alto.

        In ogni caso a me interessa sapere più di ogni altra cosa quale è la più affidabile, quella che con la giusta manutenzione si rompe meno. La pala gommata sarà un cardine essenziale per alimentare i miei animali. Ovviamente in caso di rottura ho un "Piano B" ma vorrei evitarlo il più possibile

        Quindi parlando solo di affidabilità e non di prezzi e potenza quale tra queste o altre case ritenete migliori?

        Commenta


        • #5
          Originalmente inviato da venieri_fan Visualizza messaggio
          Idrostatica o meccanica?
          In sintesi, le idrostatiche hanno la trasmissione idraulica, cioè pompa e motore idraulico che fanno girare le ruote tramite albero...
          Trasmissione meccanica invece ha appunto il converter collegato al cambio power shift, di solito a 4 marce A/R. Numero limitato di rapporti, ognuno per le necessità. Con i nuovi cambi, le trasm. meccaniche, hanno sempre più una guida morbida anche se ancora lontana dalla idrostatica. La dolcezza di guida nelle meccaniche dipende soprattutto dalla bravura di chi le guida....
          Vorrei porgere una piccola domanda: Il converter o convertitore di coppia dir si voglia qui è chiamato meccanico, è giusto chiamarlo così?
          Io so che se non metti l'olio nel convertitore quest'ultimo non si muove, non ha frizioni e i classici strappi che ha un manuale e sentirlo chiamare meccanico storpia quello che potrebbe pensare una persona poco esperta, forse per ignoranza mia o di chi mi ha insegnato qualcosina in questo lavoro l'ho sempre ritenuto una trasmissione idraulica a tutti gli effetti... .
          Io poi sinceramente coi convertitori ci lavoro da una vita, mai avuto problemi, so che negli spostamenti stradali sono poco produttivi nelle salite, io per esempio odio le trasmissioni idrostatiche sulla strada, in genre ti danno sempre quel senso di non andare avanti neanche al piano, questa ovviamente è una mia considerazione.

          Commenta


          • #6
            Non sono maestro di niente, ma un pò per conto mio, un pò da voi, qualcosa l'ho imparata. Sicuramente il converter funziona ad olio... Ma sappiamo pure che il converter è collegato al cambio... quello si che è meccanico, ed è a questo che mi riferisco con la parola meccanica. La possiamo chiamare trasmissione idro-meccanica allora, e spesso si coinvolge anche l'elettronica. I rapporti sono creati da un numero fisso di ingranaggi, quindi sono limitati. Mentre i rapporti nell'idrostatica sono da 0 a max, e in questo intervallo sono infiniti. Per chiarire, voglio solo dire che la idrostatica è più controllabile di quella powershift, e non importa che non sono mai salito su una mmt.. è un fatto oggettivo che nessuno può confutare. Lo dico anche perchè molti esperti su questo forum hanno spiegato e confrontato i due sistemi. Poi sicuramente l'olio riscalda e su lunghi tratti l'idro cala.. ma alla fine, si lavora con queste macchine, ed è al lavoro che si vede la differenza. Molte marche si stanno 'convertendo' all'idrostatica. Secondo me è il tipo di trasmissione più adatta alle mmt, in particolare alle pale, dove il movimento delle ruote è parte attiva del lavoro, e non serve solo a spostarsi da un luogo all'altro. Forse la cosa più importante di una pala è la forza di spinta, con il minor slittamento possibile delle ruote. Quindi secondo me è giusto che tutto, anche la traslasione sia idraulica, per maggiori prestazioni in spinta e facile controllabilità. Forse nelle grandi pale da 200 - 400q.li è indifferente il tipo di trasmissione. Ma nelle medio-piccole cambia tutto, dove si deve sfruttare ogni grammo della macchina. In ogni caso anche le pale con powershift sono ottime macchine, tra cui le Volvo (e non devo dirlo io ), ma dico solo che l'idrostatica è il top. Queste cose sono gia state dette.. ma era per chiarire meglio qualche cosa.

            Commenta


            • #7
              Non ho messo in dubbio la supremazia di una o l'altro (idro o powershift), io da utilizzatore preferisco il powershift, ed è il mio semplice giudizio. Come il fatto che l'ho sempre ritenuta una trasmissione idraulica, "mea culpa". Fine OT
              @ CIRCE Oltre alla macchina valuta anche il servizio post-vendita.

              Commenta


              • #8
                Originalmente inviato da CIRCE Visualizza messaggio
                Quindi parlando solo di affidabilità e non di prezzi e potenza quale tra queste o altre case ritenete migliori?
                P.s.
                Ho anche avuto un'ottima offerta per la Komatsu WA200.6

                Commenta


                • #9
                  Da quello che si dice sul forum, ottime anche le pale della Komatsu, la 200 è pure idrostatica . In realtà si equivalgono quasi tutte, e come ha detto aleEX235, vedi il servizio post vendita.

                  Commenta


                  • #10
                    Beh Il miglior post vendita lo offre hyundai, conessionario a 5min, garanzia di 5 anni, è NETTAMENTE la più economica ed ha anche equipaggiamenti che non avrei chiesto sulle altre pale ad esempio luci di lavoro supplementari sulla cabina davanti e dietro... La Volvo chissà quanto te le fa pagare...
                    Il discorso è che io preferire evitare di riparare il mezzo!

                    Commenta


                    • #11
                      Personalemente visto le ore di lavoro, i lavori che dovrai svolgere, il materiale da movimentare ed in generale le condizioni di lavoro ed il fatto che vuoi puntare assolutamente sul nuovo io prenderei Hyunday senza farmi troppi problemi.
                      Dovessi lavorare in cava ti direi no!!! ma visto quello che devi fare vai tranquillo. Motore Cummins componentistica europea in generale vanno benone. Le macchine si rompono tutte anche le migliori... E poi risparmi un bel po.
                      Vincenzo - Per ricordare un amico

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao CAT320 grazie per il consiglio. Posso chiederti perchè ritieni che in cava la hyundai non vada bene? E in cava quale di queste macchine sceglieresti?

                        Commenta


                        • #13
                          Quello che penso e che tu debba scegliere in base a quello che "tu" devi fare e non a quello che la macchina può fare.... visto le esigue ore di lavoro da compiere, comprando una macchina d'elite, rischi di non ripagarti mai la macchina.
                          Poi non ho detto che Hiundayin cava non va bene infatti c'è chi le utilizza anche per queste applicazioni... E' una mia scelta personale e per una cava sceglierei aziende che hanno una certa repurazione in ambiti "pesanti" e quindi punterei più su Cat, Volvo, Komatsu, Liebherr.... Inoltre un marchio del genere che all'acquisto costa di più, in cava essendo una macchina da "produzione" che può lavorare anche 20 ore al giorno se necessario, te le ripaghi in molto meno tempo. Spero che il concetto sia chiaro.
                          Torno a ripetere che Hiunday ormai è un marchio di tutto rispetto, con un ottimo rapporto qualità/prezzo e per il lavoro che devi fare, sostanzialmente leggero, va benone.
                          Se proprio volessi la "ferrari", sempre esaminando quello che devi fare, io punterei ad un buon usato recente.... che di questi tempi non è difficile da trovare.
                          Vincenzo - Per ricordare un amico

                          Commenta


                          • #14
                            Immagino di poter ammortare la pala in 25 anni quindi il problema non é l'ammortamento, nella peggiore delle ipotesi si parla di poco più di un migliaio di euro l'anno di differenza, quindi credo che la differenza incisiva sia sull'efficenza del motore, sui consumi e sui guasti, la pala ferma significherebbe usare macchinari che consumano di più e che richiedono più tempo (ecco perchè ho fatto la domanda sull'idrostatica e sul power shift). Ovviamente non prendo Volvo ad occhi chiusi perchè vuol dire pagarla molto in un periodo dove risparmiare un euro equivale a guadagnarne cinque.
                            Komatsu mi ha fatto una offerta molto buona, ma prenderó in considerazione anche l'usato, il problema è che per ora i concessionari in zona non ne hanno, cercherò tra aste e proprietari.

                            Commenta


                            • #15
                              ripeto che la macchina che non si rompe NON esiste!!! quindi ti consiglio di eliminare questo dato dai parametri di scelta.
                              Tutti i marchi finora citati hanno un ottima reputazione e utilizzano componenti di prima qualità... anche Hyundai.
                              I consumi dipendo molto dal tipo di lavoro e dall'abilità di chi usa la macchina non solo dal motore. comunque sia per consumi vai trinquillo sia su Hyundai che su Volvo.... Komatsu e Hitachi non saprei. Mi sembra di capire che i cicli di lavori sono su distanze medio/alte e cioè 800 metri. L'idrostatica va bene ma il cambio sui lunghi trasferimenti permette di consumare meno carburante e l'olio si risclada meno. Perciò propenderei per il powershift.
                              Valuta anche l'assistenza... chiedi quali sono i costi d'intervento in loco e in officina dei vari concessionari. Visiona se possibile i listini dei costi dei ricambi di usura (oli, batterie, filtri...).
                              Vincenzo - Per ricordare un amico

                              Commenta


                              • #16
                                Ciao CIRCE leggendo questa discussione vorrei consigliarti qualcosa anche io
                                Io possiedo una Volvo L 60f vacci molto cauto con Volvo...
                                Io precedentemente avevo una macchina idrostatica e se potrei tornare indietro ne acquisterei altre 100 soprattutto le idrostatiche Komatsu e Liebherr sono quelle che danno meno problemi rispetto alle altre e hanno più forza di penetrazione e hanno i differenziali antislittamento a controllo elettronico che per una pala gommata sono INDISPENSABILI!! La Volvo L60f non ce li ha e riscontra un sacco di difficoltà..
                                Inoltre con le idrostatiche non andrai mai a mettere mano sui freni, cambio e riduttori (differenziali).. tolta la catena cinematica, che non ti darà mai problemi a differenza delle macchine con powershift, rimane solo il motore
                                [COLOR="Blue"][B]Antonio [/B][/COLOR]

                                Commenta


                                • #17
                                  Ciao
                                  Io uso tutti i giorni ,in cava, una Liebherr 542 del 2008,quindi ovviamente idrostatica.
                                  Ti posso dire che il sistema idrostatico tende ancora a scaldare un pò se sottoposto a dure ore di lavoro,tutta via i vantaggi superano i difetti.
                                  Apparte ridurre notevolmente le usure,l'idrostatica ti garantisce una trazione sul terreno fantastica e con minimi sforzi da parte della macchina.
                                  Uso spesso anche una Cat 938g e una JCB 456zx e la differenza la noti parecchio.

                                  Sulla scelta del tipo di trasmissione ti consiglierei di valutare il tipo di lavoro che devi svolgere,se devi stare sempre su piazzale e fare lavoro di carico tranquillo,allora anche una trasmissione tradizionale va più che bene e di macchine con trasmissioni tradizionali ne trovi quante ne vuoi.
                                  Come per tutte le cose "trovi quello che vuoi spendere"

                                  ciao
                                  ...demolire per riqualificare...

                                  Commenta


                                  • #18
                                    io ti consiglio di guardare non solo al costo iniziale, ma a quello finale!
                                    fatto da costo iniziale + spesa carburante + fermi macchina/rotture + incasso rivendita.
                                    Vedila come vuoi, nessuno al mondo supera Volvo in questo.
                                    Prova a chiamare qualsiasi commerciante e digli che hai una..... mettici il nome che vuoi e ti sentirai dire "poi vengo, ma mica pensi valga tanto, non mi interessa, ecc"
                                    prova a dire che hai una Volvo (giusto dire anche una Cat) e vedrai!
                                    fai queste prove al momento dell'acquisto, non riservarti brutte sorprese tra qualche anno....
                                    ti sei mai chiesto come mai i piazzali di usato in italia sono pieni di........ e non di volvo e cat?!? eppure sono le marche più vendute, ma mai si trovano!!!!!!
                                    saranno mica tutti fessi quelli che le comperano da nuove e poi da usate?!?

                                    Commenta

                                    Annunci usato

                                    Collapse

                                    Caricamento...
                                    X