MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Manitou 735 - brandeggio perde pressione [2008]

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Manitou 735 - brandeggio perde pressione [2008]

    Sono Nuovo nel Forum Quindi un Saluto a tutti
    Ho un problema con il mio Manitou 735 Turbo del 2001 con 4500h che utilizzo
    quasi esclusivamente con una pala da 2500lt.
    Già da un pò con il motore in moto la pala scende.
    Se spengo il motore e scarico pressione col Joystich si ferma,
    quindi anche a motore in moto non cala più.
    Il cilindro ha guarnizioni e valvola di blocco nuovi .
    Penserei ad un problema al distributore,ma prima di smontare
    qualsiasi consiglio è ben accetto.
    Grazie in anticipo.

  • #2
    Originalmente inviato da lpoggiolini Visualizza messaggio
    Sono Nuovo nel Forum Quindi un Saluto a tutti
    Ho un problema con il mio Manitou 735 Turbo del 2001 con 4500h che utilizzo
    quasi esclusivamente con una pala da 2500lt.
    Già da un pò con il motore in moto la pala scende.
    Se spengo il motore e scarico pressione col Joystich si ferma,
    quindi anche a motore in moto non cala più.
    Il cilindro ha guarnizioni e valvola di blocco nuovi .
    Penserei ad un problema al distributore,ma prima di smontare
    qualsiasi consiglio è ben accetto.
    Grazie in anticipo.
    Ciao e benvenuto.



    ti consiglio di interporre ,sui raccordi vicino alla valvola due P.check per controllare la pressione a monte della valvola stessa per controllare se vi e' pressione (ovviamente senza toccare il joystick),in quale linea e la sua entita'(che non superi cioe' la pressione di pilotaggio)
    Dopodiche con lo schema cominciamo a pensarci su'.
    Se non ce l'hai contattami che vedo di procurartelo


    A disposiizone
    Ultima modifica di

    Commenta


    • #3
      Grazie per la risposta.
      Domani vedo di individuare i raccordi.
      Per lo schema provo a guardare sul libro di manutenzione.
      Poi ti dico cosa ho combinato.
      Ciao.

      Commenta


      • #4
        Ciao, sul Manitou ci dovrebbe essere un pistone posto a fianco del radiatore che comanda il brandeggio in funzione dela posizione del braccio, controlla che sia in ordine, ne ho visto uno tranciato dalla boccola, con conseguente malfunzionamento dell'impianto. Ho sentito che è un difetto ricorrente.

        Commenta


        • #5
          Originalmente inviato da asartori Visualizza messaggio
          Ciao, sul Manitou ci dovrebbe essere un pistone posto a fianco del radiatore che comanda il brandeggio in funzione dela posizione del braccio, controlla che sia in ordine, ne ho visto uno tranciato dalla boccola, con conseguente malfunzionamento dell'impianto. Ho sentito che è un difetto ricorrente.
          I cilindri pilota servono a tenere la posizione della piastra in assetto costante durante le manovre di alza-abbassa braccio.
          L'osservazione e' corretta
          pero',da come e' stato descritto il difetto,lascierei questa ipotesi a una successiva analisi:serve sempre pressione per aprire la valvola di blocco del martinetto di brandeggio.
          Se ci fossero anomalie al pilota si avrebbero continui problemi di allineamento sulla piastra durante le manovre citate.
          Questo ce lo potra' confermare o meno il nostro amico Ipoggiolini;i raccordi di cui parlavo nel primo post sono proprio i tubi attaccati alla valvola.
          Se c'e' spazio devi interporci due raccordi a "T" con il prova pressione.
          Bsogna sapere per certo a che pressione apre la valvola,ho chiesto e sono in attesa di notizie

          Ciao

          Commenta


          • #6
            Ciao a tutti.
            Oggi ho seguito le tubazioni del cilindro in qestione,prima di entrare
            nel distributore passano nei martinetti di compensazione (Sono due
            uno per lato al braccio principale ad uno dei quali tempo indietro si è
            verificata la rottura della boccola superiore con conseguente malfunzionamento del sistema di livellamento della pala risolto con la saldatura della medesima e raddrizzatura dello stelo che si era piegato.)su di uno dei martinetti di compensazione cè un t con attacco per manometro.Appena possibile mi procuro attacco e
            manometro.
            Ho trovato lo schema dell'impianto idraulico. Ma non sono riuscito ad allegarlo

            Commenta


            • #7
              Originalmente inviato da lpoggiolini Visualizza messaggio
              Ciao a tutti.
              Oggi ho seguito le tubazioni del cilindro in qestione,prima di entrare
              nel distributore passano nei martinetti di compensazione (Sono due
              uno per lato al braccio principale ad uno dei quali tempo indietro si è
              verificata la rottura della boccola superiore con conseguente malfunzionamento del sistema di livellamento della pala risolto con la saldatura della medesima e raddrizzatura dello stelo che si era piegato.)su di uno dei martinetti di compensazione cè un t con attacco per manometro.Appena possibile mi procuro attacco e
              manometro.
              Ho trovato lo schema dell'impianto idraulico. Ma non sono riuscito ad allegarlo
              Ok aspetto tue notizie.Prova a spedirlo via mail;io intanto provo a vedere quello del1330 che e' simile.

              Ciao

              Commenta


              • #8
                Ciao Ipoggiolini,ho davanti lo schema del 1330.cerchero' di interpretarlo al meglio,visto che e' una fotocopia e si legge da cani.
                Comunque,il sistema e' servito da un solo cursore del distributore,e va ad alimentare alternativamente (salita e discesa) il cilindro di inclinazione e i due cilindri compensatori.
                Questi ultimi sono collegati ad "incrocio"(presumo perche siano inattivi durante la fase di inclinazione manuale) ed in serie con l'inclinazione.
                Il cursore del distributore al centro presenta le vie chiuse in cui,sui rami di alimentazione del sistema,sono montate in parallelo due valvole,presumo di ritegno,per la messa a scarico controllata.
                Quella collegata al ramo sotto valvola di blocco presenta una taratura maggiore rispetto all'altra,pero' il valore non riesco a leggerlo.
                Ne deduco che il circuito deve rimanere in pressione (controllata dalle due valvole citate con il cursore al centro ) penso per mantenere reattivo il sistema ed evitare movimenti incontrollati o in ritardo .

                A questo punto perche' la piastra cali bisogna che la valvola di blocco (unidirezionale e controlla proprio questo movimento) sia aperta,che il distributore trafili (possibile,visto che di regola non fanno tenuta) o che la valvola di messa a scarico non tenga .

                Bisogna andarci dietro di pazienza;ma visto come e' fatto,io comincerei dalla cosa piu' semplice:controllare il martinetto di inclinazione!
                inclina la benna preventivamente riempita al max verso l'alto e poggiala a terra.
                Stacca i tubi dalla valvola di blocco del martinetto di inclinazione FACENDO ATTENZIONE a scaricare la pressione del circuito allentando PIANO i raccordi ,mezzo giro alla volta e muovendo il codolo del raccordo finche esce olio,dopodiche' ti fermi e aspetti che abbiano scaricato tutto l'oilo (per favore transenna la zona se c'e' altra gente,metti i guanti e magari una maschera di quelle antiacido per coprire la faccia nel caso che "spari").
                A tubi staccati uniscili con un niples , solleva di qualche centimetro il braccio e spegni tutto (mi raccomando fai attenzione!!!)
                In questo modo lo avrai isolato dal resto dell'impianto e potresti rilevare quanto segue:
                1) la benna cala e esce olio dalla valvola :la valvola e' starata o sporca o da sostituire.
                2) la benna cala ma non esce oilo dalla valvola:il cilindro trafila al suo interno.
                3) non succede niente:ricollega tutto. verifica pressioni del circuito con cursore al centro rispetto alla valvola di blocco .

                Scusa la lungaggine,ma si fa prima a farlo che a dire come si fa
                Spero di aver interpretato correttamente e fammi sapere le evoluzioni.

                Rinnovo l'invito a prestare la massima attenzione quando esegui prove di questo tipo:se non te la senti o ritieni di non avere sufficiente esperienza rivolgiti senz'altro a un centro assistenza.
                L'IMPORTANTE E' NON FARSI MALE
                Ciao

                p.s con l'ausilio di una lente di ingrandimento sono andato a riguardare le due valvole sul distributore :il valore non si legge ancora,pero' mi e' venuto il dubbio che possa trattarsi di valvole antiurto o parzializzatrici,e se cosi' fosse il discorso del mantenimento della linea in pressione viene a cadere.
                Ultima modifica di Motivo: correzione

                Commenta


                • #9
                  Scusata una domanda, la valvola di blocco in questione si apre con un pilotaggio che arriva dal manipolatore?
                  O si autopilota con l'alta pressione del pistone.
                  Luca C.

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao alecattelan.
                    Prima di tutto voglio dire che sono molto soddisfatto di avere trovato questo sito che mi permette di sottoporre problemi a persone così
                    competenti e disponibili.
                    Ho letto con attenzione la tua analisi dell' impianto in questione e sono d'accordo che la prima prova da fare è quella che hai descritto
                    che faro' prima possibile.(non preoccuparti,prendero' tutte le precauzioni del caso).
                    Vorrei sottoporti una mia considerazione riguardante i pistoni compensatori:nel 735 sono collegati in parallelo.Nel caso vi fosse un trafilamento nelle guarnizioni interne al cilindro la pressione potrebbe
                    aprire la valvola di blocco con conseguente ricircolo dell'olio e abbassamento del cilindro di inclinazione ?
                    Devo anche aggiungere che con l'abbassamento delle temperature
                    il difetto si verifica con meno insistenza,inoltre un mio collaboratore
                    mi ha fatto notare che a volte, dopo avere scaricato la pressione nel
                    circuito a motore spento la pala si è stabilizzata per poi ricominciare a calare dopo un po' di tempo.
                    Un'ultima cosa:dove trovo il tuo indirizzo e mail?

                    Commenta


                    • #11
                      Originalmente inviato da Luca N.1 Visualizza messaggio
                      Scusata una domanda, la valvola di blocco in questione si apre con un pilotaggio che arriva dal manipolatore?
                      O si autopilota con l'alta pressione del pistone.
                      Ciao Luca N.1
                      La valvola di blocco si apre con la pressione del pistone.
                      Non è pilotata dal manipolatore:Ha due tubi che arrivano alla valvola e due in uscita collegati al cilindro.

                      Commenta


                      • #12
                        Originalmente inviato da lpoggiolini Visualizza messaggio
                        Ciao alecattelan.

                        Vorrei sottoporti una mia considerazione riguardante i pistoni compensatori:nel 735 sono collegati in parallelo.Nel caso vi fosse un trafilamento nelle guarnizioni interne al cilindro la pressione potrebbe
                        aprire la valvola di blocco con conseguente ricircolo dell'olio e abbassamento del cilindro di inclinazione ?
                        Devo anche aggiungere che con l'abbassamento delle temperature
                        il difetto si verifica con meno insistenza,inoltre un mio collaboratore
                        mi ha fatto notare che a volte, dopo avere scaricato la pressione nel
                        circuito a motore spento la pala si è stabilizzata per poi ricominciare a calare dopo un po' di tempo.
                        Un'ultima cosa:dove trovo il tuo indirizzo e mail?
                        E' cosi:sono collegati in parallelo anche con il cilindro inclinazione,e non in serie come avevo detto (grazie alla lente di ingrandimento).
                        Di quale cilindro parli? Se ti riferisci ai compensatori quello che dici in via teorica potrebbe anche essere almeno finche' la pressione tra camera bassa e camera alta dei cilindri non e' compensata e sempre che ci sia pressione nel circuito con distributore al centro (dubbio che mi rimane) tale da aprire la valvola di blocco (ne dubito)
                        Io insisto : da quello che mi dici sono sempre piu' propenso a pensare alla valvola del cilindro inclinazione.
                        In MP ti invio la mia Email.
                        Ciao

                        Commenta

                        Caricamento...
                        X