MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

notizie su escavatrici a secchie/ a tazze a noria torreggiani e simili

Collapse
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • notizie su escavatrici a secchie/ a tazze a noria torreggiani e simili

    salve, mi è capitato di andare in un impianto per la selezione di inerti e in un angolo ho visto abbandonato uno strano residuato di cantiere , ho domandato agli addetti e mi hanno detto che si trattava di una escavatrice a secchie e la marca era se non erro Torreggiani, mi hanno spiegato che
    gli escavatori. a catena di tazze o di secchie sono adatti solo per terreni poco compatti, sono muniti di tazze, ognuna delle quali funziona come una benna trascinata o scraper. Simili a questi sono gli escavatori. a ruota di tazze , il cui organo di scavo è una ruota munita, sulla periferia, di tazze che prendono il terreno e lo scaricano su un nastro trasportatore. cheli convoglia a un vaglio vibrante, io personalmente era la prima volta che ne vedevo uno mi sapete dire altre notizie anche sulle case produttrici, credo da quello che ho capito che non si usa più questo sistema per macchine terrestri, ma questa macchina viene montata su chiatte galleggianti dette draghe per l'estazione di ghiaia dai fiumi mi sapete dire di più grazie anticipatamente scusate l'invadenza e la domanda forse poco pertinente a questo forum un saluto a voi tutti G

  • #2
    risposta alle tue domandesu escavatori a tazze

    salve ti rispondo con molto ritardo alle tue domande riguardo agli escavatori a tazze . io sono forse uno degli ultimi che li usavano . sono del friuli e dalle nostre parti fino a qualche decennio fà ce ne erano molti . nel fiume taglimento e nel torrente torre ne trovavi tantissimi : di varie marche e di varie dimensioni . i torregiani che hai visto tu sono forse gli ultimi che venivano costruiti i piu moderni . io insieme a mio padre ne abbiamo consumati tre : un venturini che veniva costuito quà a udine poi abbiamo avuto un brenna costruito a brescia e infine un padovan che veniva costruito a pordenone probabilmente ci saranno anche delle altre marche ma in questo momento non mi vengono in mente. avevamo un 682/2 e con quello mio padre diceva che ci aveva fatto venire grandi io e mio fratello .l'ultimo il padovan l'o demolito con le lacrime agli occhi circa 2 anni fà. non trovavo nessuno con cui dividere queste esperienze e cosi poco tempo fà ho scoperto questo forum ora mi sono iscritto anche se non sono molto pratico del pc .ho anche molte foto di questi (caricatori) .ne ho fatte diverse in questi anni ;appena so che qualcuno ne ha uno o che lo ha visto mi reco sul posto e lo fotografo :se qualcuno gli interessa gliele faccio vedere pero dovete aiutarmi a inserirle :ho anche qualche deplian dei torregiani e del padovan . ultima annotazione ho un bellissimo 682/3 ancora perfettamente funzionante con ribaltabile (isoli) e se passate nella zona di udine lo trovate spesso per strada (c'e n'e ancora 2 il mio (blu e grigio e uno rosso di un mio collega) un saluto in friulano "mandi":

    Commenta


    • #3
      Benvenuto Luciano Hanomag, qui trovi la guida per l'inserimento delle foto.
      Buon proseguimento
      Marco B

      Commenta


      • #4
        escavatori a noria torreggiani

        ti ringrazio per il tuo intervento e la tua testimonianza , io personalmente ricordo che questa tipologia di macchine veniva chiamata dagli addetti ai lavori " Grigliatrice," se non erro, la catena con i secchielli o tazze dopo avere estratto la ghiaia percorreva una incastellatura verticale, accanto alla macchina si posizionava il cassone di raccolta del camion su cui si raccoglieva la sabbia, da un altro canale posto nelle vicinanze del vaglio si raccoglievano i sassi che rotolavano per gravità e formavano dei cumuli, queste macchine erano semoventi gommate, non mi ricordo come avvenisse il moto di avanzamento sullo scavo , ma credo avessero un motore ausiliario tedesco credo 2 cilindri perkins, se la memoria non mi inganna, ne ho visto anche io qualcuna di queste macchine abbandonate lungo i greti dei fiumi ma erano infotografabili in quanto sono dei rottami abbandonati al degrado all'usura e alla ruggine.
        grazie ancora per la tua testimonianza ed il tuo tempestivo intervento, mi piacerebbe vedere i deplian o delle foto di queste macchine, le altre marche che hai citato io non le conoscevo grazie ancora saluti ed auguri per le prossime festivita sinceri auguri saluti a te ali utenti del forum e allo staff tecnico gianluca

        Commenta


        • #5
          Ciao,sono Adamog.
          Per Gianlucameduri e Luciano hanomag.
          Tanti anni fa, ma tanti, ho visto anch'io in azione, quelle escavatrici a secchie. Sul Brenta e sull'Astico. Facevano quello che potevano. Comunque caricavano bene anche i camion. Era il sistema in uso nelle draghe. Quelle andavano bene allora nelle lagune, dove lavoravo anch'io con gli escavatori a funi. Mi ricordo quelle dell'Impresa Taverna di San Giorgio di Nogaro e quelle dei F.lli.Mazzacurati. Questi avevano anche quella più grande esistente in Italia.

          Si chiamava Pomposa. Finì in Siria nell'escavazione del bypass tra il Tigri e l'Eufrate. L'impresa fallì. Mio fratello Guerrino che vi lavorava con i Fiorentini tornò a terminarlo. Anche le draghe a secchie, vennero soppiantate con quelle a turbina che si riempiono la stiva e vanno a scaricare in mare. Almeno nei grandi lavori lagunari. Vi saluto tutti con piacere. Adamo

          Commenta


          • #6
            Sono contento che sia intervenuto dal Friuli Lucianohanomag. Ora da vecchio escavatorista mi fa piacere parlare e sentir nominare vecchi macchinari ed i nostri tempi eroici nell'adoperali. Un piacevole saluto a tutti. Ciao Adamog.

            PS io sono in Fiorentini macchine pag.2e3.

            Commenta

            Annunci usato

            Collapse

            Caricamento...
            X