MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Infortunio in agricoltura

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Infortunio in agricoltura

    Scusate lo sfogo,ma questo è TROPPO!
    Si tratta di un mio amico,che lavorava come bracciante presso una grossa azienda agricola.
    Un giorno si è fatto male,molto male.
    Trasportato al PS,ora e all'ospedale,ne avrà per diversi anni,e resterà invalido per tutta la vita.
    Dai carteggi risulta che,nonostante lavorasse lì da diversi giorni,si sia fatto male ESATTAMENTE LO STESSO GIORNO DELL'ASSUNZIONE!
    Quindi lavorava a nero,senza saperlo!
    Quando arrivarono gli oprtatori del 118,qualcuno fece scrivere sul foglio di intervento che si trattpò di INCIDENTE DOMESTICO,nonostante il luogo e lo scenario fossero tutt'altro che"domestici".
    Sembra che il datore di lavoro voglia comunque esentarsi dalle proprie responsabilità,asserendo che"Nessuno gli aveva detto di andare a fare quel tipo di lavoro",nonostante TUTTI stessero eseguendolo!(Infatti anch'io come operaio,trascorro il tmpo in fabbrica disobbedendo ai miei superiori...: )
    Non c'era NULLA in regola con la 626,però il datore si vantava di avere un parente che lavora nell'ASL...
    All'arrivo dell'ASL riferì di mandare avanti l'azienda DA SOLO,nonostante sia chiaramente impossibile,dato il numero di capi di bestiame,l'estensione dei terreni e i mezzi disponibili...

    Ripeto:Scusate lo sfogo,ma tra agricoltori e imprese edili,sono annidati i peggiori bastardi sfruttatori di povera gente,capaci di pianger miseria con 20 trattori e svariate centinaia di ettari di terreni,girando tutti in Mercedes vestiti di nuovo,guardando tutti dall'alto al basso...
    Sono questi gli agricoltori?

  • #2
    no quelli con quel comportamento, sono una specie inclassificabile,al confronto un mafioso è un gentiluomo,queste serpi si comportano così quasi sicuri di farla franca insinuandosi fra la burocrazia e le sue lungaggini, ben sapendo che la giustizia ha tempi biblici,ma poi arriva la giustizia, e spero che questo non gentiluomo passi dalla mercedes alla bicicletta,spero che il tuo amico faccia i giusti passi per non essere gabbato.

    Commenta


    • #3
      non esistono agricoltori, impresari edili e quant'altri.... esistono persone oneste e quelle no.
      Questi sono solo dei disonesti che a mio avviso non si distinguono ma la loro molarità li accomuna e li rende medisimi.

      Commenta


      • #4
        guarda si fa molto presto, si va all'inail e si denuncia il fatto ,non dubitare che saranno loro a darsi da fare per avere quello che i tipo stava sottraendo al fisco.
        no conta cosa scrivi nel referto, basta dire che ti hanno imposto di fare così e poi tranquillamente ritrattare.
        per darti un esempio un mio dipendente dopo aver finito di potare la siepe qs estate se ne è andato a casa con la macchina della ditta, senza chiederlo a nessuno e senza che questa fosse una cosa abituale anzi...
        morale ha preso la macchina senza dirlo e dopo un km l'ha devastata nel fosso x un "Malore". quelli del pronto soccorso hanno scritto che rientrava dal lavoro e che quindi era da considerarsi infortunio sul lavoro, quindi questo prende una macchina che non può usare me la drisrtugge e poi io devo anche pagarlo...
        ovviamente la macchina non mi è mai stata rimborsata.
        se il tuo amico lavorava come altri da tempo in nero è come se fosse assunto e non dubitare che dalle tue parti si fanno in quattro in casi come questo

        Commenta


        • #5
          Sarebbe

          Originalmente inviato da fondotrechiappe
          guarda si fa molto presto, si va all'inail e si denuncia il fatto ,non dubitare che saranno loro a darsi da fare per avere quello che i tipo stava sottraendo al fisco.
          no conta cosa scrivi nel referto, basta dire che ti hanno imposto di fare così e poi tranquillamente ritrattare.
          per darti un esempio un mio dipendente dopo aver finito di potare la siepe qs estate se ne è andato a casa con la macchina della ditta, senza chiederlo a nessuno e senza che questa fosse una cosa abituale anzi...
          morale ha preso la macchina senza dirlo e dopo un km l'ha devastata nel fosso x un "Malore". quelli del pronto soccorso hanno scritto che rientrava dal lavoro e che quindi era da considerarsi infortunio sul lavoro, quindi questo prende una macchina che non può usare me la drisrtugge e poi io devo anche pagarlo...
          ovviamente la macchina non mi è mai stata rimborsata.
          se il tuo amico lavorava come altri da tempo in nero è come se fosse assunto e non dubitare che dalle tue parti si fanno in quattro in casi come questo
          STATO INFORTUNIO SUL LAVORO ANCHE SE AVESSE USATO LA SUA AUTO, INFATTI è COMPRESO IL PERCORSO PIù BREVE PER RAGGIUNGERE LA PROPIA ABITAZIONE, SIA IN ANDATA CHE AL RITORNO.
          COLGO L'OCCASIONE PER SALUTARI TUTTI I FORUMISTI E FARVI I COMPLIMENTI PER GLI ARGOMENTI TRATTATI

          SALUTI FRANCO

          Commenta


          • #6
            Originalmente inviato da Legend-185
            Ripeto:Scusate lo sfogo,ma tra agricoltori e imprese edili,sono annidati i peggiori bastardi sfruttatori di povera gente,capaci di pianger miseria con 20 trattori e svariate centinaia di ettari di terreni,girando tutti in Mercedes vestiti di nuovo,guardando tutti dall'alto al basso...
            Sono questi gli agricoltori?
            Non sono assolutamente d'accordo, pur non essendo nè agricoltore nè impresario edile!!!
            Secondo me i bastardi ci sono dappertutto, ma la percentuale di essi in agricoltura è più bassa che neglia altri campi (ho avuto a che fare con migliaia di agricoltori)
            Quanto da te affermato, amio parere, si addice più ai politici, ai banchieri o agli assicuratori

            Commenta


            • #7
              Permettetemi un chiarimento...
              anche se quella persona fosse lì lo stesso giorno dell'asunzione è coperta di assicurazione INAIL.... se per caso il datore di lavoro non lo ha messo in regola e il malcapitato può dimostrare che lavorava lì ...cmq l'inail lo paga e poi l'inail va a riscuotere dal datore di lavoroo presunto tale...

              Ricordate chè se l'uomo fa ricorso alla legge tramite sindacati ( magari apoggiato da un avvocato di FIDUCIA) si entra in cause di lavoro... la leggislazione in merito prevede chè una causa lavorativa chè la vinca o la perda... le spese sono a carico del datore di lavoro...
              poi la legge protegge i più deboli ( lavoratori) quindi basta che tuo amico trovi chi lo abbia visto lavorare lì... o conoscenti che vedevano partire per andare in quel luogo ( è chiaro chè gli altri braccianti per paura di essere lasciati a casa non denuncieranno) ma basta davvero poco per metterla in quel posto il datore di lavoro... e sia chiaro chè se lui era lì era perche lì doveva essere... quindi se tuo amico si prende di coraggio le toglie anche le mutande a quella persona.....

              Nulla importa cosa ci sia scritto sul refferto... lui non era in condizione di stillare o firmare nulla in quelle condizione di incidentato grave... quindi contestabile anche se lo avesse firmato....

              Infine, perchè sono certo succederà così.... il datore di lavoro pressato dalle richieste della legge proporrà al tuo amico un indennizzo amichevole per chiudere la controversia... dicendo... se andiamo in causa aspetterai almeno 10 anni e devono darti raggione.... ebbene in quel momento sta daando sfoggio al suo panico....

              Mi dispiace per il tuo amico, credimi, ma il danno ormai è fatto sperando nella massima guarigione possibile.... deve toglierle le mutande e ne ha tutto il diritto...

              Nessun accordo....
              Ultima cconsiderazione... se entra in causa ed ad un tratto ( di solito lo fanno ad un giorno della causa) il suo stesso avvocato vorrebbe spingerlo ad una transizione amichevole... ebbene quel avvocato è stato corrotto dal datore di lavoro per convincere il suo mandante...

              una storia breve..
              una collega si infortuna sul lavoro, perde un dito, non c'erano le protezione adeguate sulla machina... danno stimato tra fisico morale e biologico... 300 000 000 ( in lettere trecento milioni di lire) hanno contattato il loro avvocato proponendo a lui 50 000 000, e altrettanti a lei..
              questo il giorno prima del processo....

              quindi il dafarsi in quel caso è:
              dire al avvocato che non accetta... possibilmente cercarsi il giorno stesso un altro avvocato... se non lo trova... pretendere che apra il processo .... poi magari lo cambia....

              AH... ultimo... mai lasciare gli originali dei documenti a nessuno... manco al avvocato.. solo copie!
              ciao
              Ultima modifica di

              Commenta


              • #8
                Infortunio in agricoltura

                ciao a tutti!

                Avrei bisogno di un pò di consigli. Prima di Natale mio padre ha avuto un brutto infortunio. L' INAIL lo ha già riconosciuto come infortunio e finora la parte burocratica l'ho risolta. Ieri mi hanno comunicato che a causa delle numerose fratture ci saranno degli esiti invalidanti. Vorrei qualche dritta su come procedere dato che il patronato latita da inizio feste e il funzionario incaricato mi stava facendo perdere solo tempo. Dovendo a giorni andare dal medico legale dell' inail vorrei sapere quali sono i diritti di mio padre.
                grazie.

                Commenta


                • #9
                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                  ciao a tutti!

                  Avrei bisogno di un pò di consigli. Prima di Natale mio padre ha avuto un brutto infortunio. L' INAIL lo ha già riconosciuto come infortunio e finora la parte burocratica l'ho risolta. Ieri mi hanno comunicato che a causa delle numerose fratture ci saranno degli esiti invalidanti. Vorrei qualche dritta su come procedere dato che il patronato latita da inizio feste e il funzionario incaricato mi stava facendo perdere solo tempo. Dovendo a giorni andare dal medico legale dell' inail vorrei sapere quali sono i diritti di mio padre.
                  grazie.
                  Comincia con una visita medico legale di parte,avrai cosi oltre alla perizia anche una consulenza certamente professionale ed un idea di quello che dovresti ottenere.
                  Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                  Commenta


                  • #10
                    L'inail alla chiusura dell'infortunio (certificato definitivo con ripresa dell'attività lavorativa), valuterà il danno biologico e in base al punteggio dal 6% al 15% ti verrà indenizzato in capitale, oltre il 15% fino al 100% di viene erogata una rendita.
                    Se al di sotto del 6% il danno viene valutato ma non indennizzato. (eventuale somma con infortuni precedenti o futuri).
                    Altro discorso è se possiedi una poliza infortuni privata, a quel punto devi rivolgerti ad uno specialista Medico Legale di fiducia che produrrà una relazione di accertamento del danno, che presenterai alla tua assicurazione ti farà visitare dal suo medico legale fiduciario e se concordano ti indennizzano!!!.....
                    Spero di esserti stato d'aiuto, per altre info chiedi pure
                    Ciaoo

                    Commenta


                    • #11
                      grazie per i consigli.
                      Dovrò trovarmi un medico legale. Qualora la perizia del mio medico legale fosse discorde con quella del medico legale inail come si procede? Se mi vogliono liquidare il danno biologico quali sono le cose DA NON FARE E NON ACCETTARE?

                      grazie anticipatamente per le vostre risposte.

                      Commenta


                      • #12
                        Se l'infortunio di tuo padre è veramente serio direi anche di consultare un avvocato (magari a percentuale ovvero su quello che ti fa prendere) che non si sa mai....

                        Commenta


                        • #13
                          Se pensi che l'inail abbia sottostimato il danno di tuo padre, dopo aver ricevuto il provvedimento (circa 30 gg dopo la visita) con su scritto la percentuale del danno accertato, puoi rivolgerti al tuo patronato di fiducia (gratuitamente provvederà al ricorso, con visita medica legale, chiederanno una collegiale e si potrà forse spuntare un punto percentuale).
                          Tutta questa procedura a vio avviso ha senso se ci si trova ad avere un danno del 5% al fine di ottenere un 6-7% che ti verrà liquidato in capitale, o se ci si trova intorno al 14-15% al fine di ottenere un rendita.
                          Mi rivolgerei ad un legale solo se le cose risultano veramente contorte e poco trasparenti o se l'indennizzo lo cerchi dall'assicurazione privata.

                          Commenta


                          • #14
                            Ti consiglio di dare un occhiata al sito www.inail.it o recarti presso gli ambulatori della sede Inail a tè più vicina e chiedere al persoonale infermieristico, sono sempre molto pretarate e gentili. (almeno dalle mie parti)

                            Commenta


                            • #15
                              grazie per i consigli.
                              spiando tra le varie cartelle dell'azienda ho scoperto che mio babbo era anche un tesserato EPACA. Ebbene mi sono rivolto a loro e come per magia tutto è diventato semplice.....mi procurano il medico legale, l'avvocato se necessario, mi seguono la pratica gratuitamente......mi sembra di non essere + al sud...

                              Commenta

                              Annunci usato

                              Collapse

                              Caricamento...
                              X