MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

..Per conoscerci meglio..

Collapse
Questo è un argomento evidenziato.
X
X
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • ..Per conoscerci meglio..

    Salve a tutti...volevo creare questo argomento per cercare di conoscerci un pò meglio in ambito lavorativo...ora mi spiego...sarebbe interessante per tutti sapere in che "settore si opera"...per esempio sapere se uno coltiva mais ortaggi o uva etc...secondo me in questo modo si possono avere delle risposte mirate e molto attendibili e se si ha bisogno di consigli ci si può rivolgere alla persona giusta...ciao!

  • #2
    Finalmente si è fatto vivo anche l'altro moderatore!
    Mi sta bene, quindi comincio io. Faccio il trattorista in un'azienda il cui scopo principale è l'allevamento di suini (quasi 10000), con circa 107 Ha coltivati a grano tenero, sorgo, prato ed un pò di mais.
    Benatti Emanuele

    Commenta


    • #3
      principalmente in azienda coltivo risone e una coltura in "asciutto" tra grano-soia e mais...copriamo circa 70-75 ettari...sono dalle parti di novara e per ora non ho incontrato nessuno di quella zona...sarebbe interessante!!!

      Commenta


      • #4
        Siccome è la prima volta che entro in questo forum
        mi presento: faccio l'agricoltore ho una stallettina con un po di vacche e 40 ha coltivati fra mais ceros prato stabile e orzo.

        Commenta


        • #5
          Ike81... se tu sei dalle parti di Novara... io sono in zona Vercelli...
          Abbastanza vicino a te, no?

          Noi coltiviamo riso e mais, niente bestie!

          Commenta


          • #6
            Salve a tutti. Sono nuovo ed ho scoperto questo forum solo da poco. Mio chiamo Diego abito e lavoro nella provincia di Rovigo presso un contoterzista.

            Commenta


            • #7
              io coltivo lamponi more e un po di vigne in montagna nella provincia di trento

              Commenta


              • #8
                Ciao a tutti, io abito nell'appennino modenese e nella piccola azienda di famiglia coltiviamo essenzialmente erba medica, prato stabile e circa 1,5 ettari di terreno sono coltivati a patate da consumo fresco.

                Commenta


                • #9
                  Ciao!! Sono Stefano e lavoro nell'azienda di famiglia e studio economia in università.
                  Coltiviamo mais e erba medica e lavoriamo anche per molti vicini che ci fanno lavorare le loro terre. Una stalla con qualche mucca (30) e un grosso pollaio, che vorremmo mutare in un pollaio a batteria un domani...

                  Saluti Ste

                  Commenta


                  • #10
                    ..anche per me è una novità, ne approfitto per presentarmi anche se in ritardo!
                    ho un'azienda nella bassa Lomellina,coltiviamo riso (vedo ci sono altri pesta riso!bene,bene!) sia in semina tradizionale che in asciutta e un pò di mais (20ha).
                    Lo zoccolo duro del parco macchine è Landini..

                    Commenta


                    • #11
                      io sono dalle parti di pordenone e ho a casa 1 ha da mia nonna 3ha quest anno seminati a mais o come si dice qua a biava (x rispondere a carlito dalle mie parti si concima prima di seminare con il spandiconcime, duante semina con i cassoni della seminatice, e poi da 1 a 2 volte passando con la sarchiatrice.)
                      e poi do una mano in un aziende che alleva vacche da latte circa 80-100(dipende dai periodi) in mungitura e coltivano mais x granella, silos e pastone, frumento/orzo, soia, prati , erba medica , e loieto(nn so come si scrive in taliano ma è una coltura ebacea che viene seminata in autunno e sfalciata 1-2 volte in primavera) + 10 ha in vigneto e 0.2 ha in kiwi

                      Commenta


                      • #12
                        salve a tutti,

                        la mia azienda si compone di circa 15 ha dei quali 11 a vigneto e 4 a seminativo, tutti in proprietà. I vigneti sono in parte a pergola aperta e in parte a spalliera. Prima di iniziare a seguire l'azienda mi sono laureato in scienze agrarie. Mi sto anche costruendo un pò alla volta la cantina aziendale; tuttavia visto il costo penso mi ci vorrà ancora qualche anno. Tutti i terreni vitati sono in collina anche se sto per piantare 1.5 ha in pianura. I terreni collinari li ho esauriti e la coltivazione dei seminativi è antieconomica.

                        andrea
                        Andrea

                        Commenta


                        • #13
                          Ma dov'ero?

                          Ciao, belin se dormo, non mi ero accorto dell'argomento!
                          Sono agricolo part time col corpo e full time con soldi e testa...
                          Nato nel 76, laureato in economia, faccio l'analista finanziario per progetti di finanziamento principalmente nei settori elettricità, gas e petrolio e telecomunicazioni dal lunedì al venerdì, il sabato e la domenica vado in Cascina Tollu e dò una grossa mano (come mi disse un tempo il Moreschini ) nell'azienda dei miei.
                          Avevamo 10 ettari coltivati a disastro (coltura quasi unica) ora abbiamo circa 1 ettaro poco più di vigna produttiva e un totale di vigna teorico di 2,5 ettari in netta fase di rifacimento, circa 2-3 ettari di bosco (inclusi pioppi) ed il resto incolto più una ventina di piante di frutto sparse, gestite poco o niente.
                          A partire dal 2002, fine, è partito il "progetto ristrutturazione" dove abbiamo deciso tutti (papà, mamma, nonna io e fidanzata) di fare un agriturismo e rimettere bene in sesto i terreni e le case). Da quel momento il nostro tempo è stato totalmente organizzato in funzione del progetto.
                          Ci stiamo mettendo un botto perchè ci si lavora solo il we e in quanto il primo anno lo abbiamo perso dietro alla strutturazione/progettazione e a rincorrere i vari fondi (inutilmente). A ottobre 2003 abbiamo cominciato lo sgombero delle strutture (ho perso il conto dei furgoni di roba ammassata buttata via), mentre al luglio 2004 sono iniziati i lavori di muratura (tutti i giorni, se gli gira al muratore) che speriamo si concludano entro aprile 2005. Due mesi dopo la conclusione dei lavori (tempo max necessario per l'ok dell'ASL si parte con 2 camere (circa 6 PL) e il ristorante (circa 30 coperti), io di mio ci metto l'esperienza da cameriere che mi son fatto durante gli studi, la mamma è assolutamente una cuoca, abituata a far da mangiare per 30 persona con la cucina della sura di voghera a 4 fuochi...(se venite ve ne racconto delle belle, una volta, siamo di origine Toscana, ha fatto talmente tanta ribollita che la verdura la girava nella cesta dell'uva...eravamo 38 ed è avanzata nonostante nessuno si sia risparmiato!!! E ovviamente la qualità c'era, provare per credere)
                          Il tutto ovviamente è solo l'inizio, perchè in testa c'è di più....ma piano piano.
                          Anche l'attrezzatura faceva abbastanza cag*re, quindi anche lì c'è stato un bel po da investire, sia in termini di ripristino che acquisto nuovi macchinari.
                          Finita la parte di sgrossatura dobbiamo decidere come coltivare sti benedetti campi, che incolti fan solo girare i maroni.
                          Mi son dimenticato di dire che vendiamo vino da circa 20 anni, niente di supercomplicato (non ho vinificatore ne botti in legno), ma sicuramente buono: l'attività base ora è quella. Ciao!
                          Tom - assente

                          Commenta


                          • #14
                            Io non ho nulla a che fare con l'agricoltura, almeno adesso, mio padre era socio in un''azienda che faceva contoterzismo, trebbiautra, aratura, semina ecc, ecc....
                            io lavoravo nei campi in estate e a oggi aiuto un'amico quando ha bisogno, il mio lavoro è nel ramo della progettazzione nel settore della movimentazione del materiale, ho 34 anni e sono sposato da 2...ciao

                            Commenta


                            • #15
                              Presentazione

                              ciao sono Cristian,
                              sono registrato da pochi gg in questo sito ma lo seguo da un pò.
                              sono un dipendente dello stato e studente in scienze forestali
                              ho lavorato in un concessionario Fiatagri / New Holland per mantenermi gli studi da un amico contoterzista e aiuto vari amici nelle loro aziende come trattorista.
                              lavoro in genere in aratura e preparazione del letto di semina mi piace molto la semina su sodo, trebbiatura, fienagione classica con imballatrici, rotoimballatrici e quadriballe, qualcosina sulle trince e parecchio esbosco della legna con piattina, rimorchio e verricello.
                              in famiglia abbiamo un pò di terra pochissimi ettari e bosco ho un nh tnd 65 spettacolare ma ho avuto una serie G210 1880 180/90 e 95/55
                              sono di roma
                              bacioni
                              Cristian

                              Commenta


                              • #16
                                Anch'io ho notato questo post solo ora.
                                Sono del '77, sono laureato in economia e commercio e lavoro come analista finanziario in una società che produce software per banche e società finanziarie.
                                Sono coltivatore a titolo secondario, in quanto ho ereditato l'azienda che era intestata a mio padre (sono iscritto alla camera di commercio e ho relativa P.IVA), però ho dovuto scegliere di non continuare l'attività di mio padre perchè i margini di guadagno si riducevano di anno in anno e ormai quasi non si riusciva a pareggiare i conti nonostante non ci fossero più macchinari da ammortizzare.... (spero che mi stia leggendo l'utente che ha aperto il post "contadini ricconi"....).
                                Ho circa 26 ha di terreni. Inizialmente l'attività principale era il vitivinicolo (vinificavamo barbera e grignolino con una cantina molto attrezzata, comprando anche uva da molti contadini della mia zona), poi allevavamo bestiame (vitelloni piemontesi, ora le stalle le uso da magazzino....) e avevamo campi a mais e orzo (facevamo la farina e la paglia per i nostri vitelli e vendevamo il surplus) e prati (fieno ed erba medica per i nostri vitelli e si vendeva il surplus) e qualche pezzo a pioppeti.
                                Uso il passato perchè ora la situazione è molto diversa:
                                Il terreno è sempre quello, ma ho chiuso la stalla (da quasi 10 anni), ho estirpato tutte le vigne (poco per volta, ho iniziato sempre 10 anni fa e ho finito due anni fa...) ho convertito più della metà del terreno in impiati di alberi (pioppi, roveri e impianti tartufigini) una parte di terreno l'ho data in affito (viene coltivata a mais/grano/orzo) e la restante parte è composta da boschi (acaia, o gaggia come si dice dalle mie parti...).
                                Quindi ora ho colture poco impegnative in termini di ore di lavoro, ma nonostante questo riesco ad occuparmi quasi tutti i week-end...(soprattutto nel periodo dell'abbattimento dei boschi...)

                                Ciao

                                Andrea

                                Commenta


                                • #17
                                  Mi presento anch'io

                                  ho 36 anni sono abruzzese provincia dell'Aquila diploma di agrotecnico e lavoro come operaio in un prosciuttificio (ancora per poco).
                                  Allevo ovini (140 capi) e raccolgo il fieno dei terreni incolti della zona in più erba medica 2ha per le pecore.
                                  Sono macellaio e vorrei iniziare un'attività a tempo pieno allevando pecore (gentile di puglia) e capre per la produzione di carne e formaggi da vendere in uno spaccio aziendale.
                                  Eventualmente utilizzare la grossa stalla inizialmente costruita per i vitelli per un'agriturismo con i cavalli, Quad, muli e cucina "nostrana".
                                  Mi trovo nella piana del Fucino dove l'attività agricola riguarda soprattutto ortaggi, patate, carote ecc dove la terra e altamente produttiva perchè é l'alveo di un lago prosciugato.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Beh, ma non c'è nessuno che semina pisello proteico?
                                    Sono 4 anni che seminiamo dai 10 ai 15 ha di questa coltura.
                                    La cosa che più mi ha sbalordito è il peso specifico! Pesa più di ogni altra cosa.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Un elogio al promotore di questa discussione!
                                      Mi chiamo Dario, e mi dedico completamente all'attivita' agricola da un paio di anni, mentre da sempre ho collaborato con i miei genitori.Adesso sto cercando di far ripartire l'aziendina familiare che si estende per una decina d'ettari, che per alcuni anni e' stata trascurata (non del tutto)a causa dell'eta' meno giovane di mio padre.....in piu' ho preso in comodato d'uso un po' di terreno (circa 4 ha) sui quali per adesso:
                                      coltivo cereali (orzo e mais), su una parte irrigua(1,8 ha)ortaggi(pomodoro,melanzana,peperone,patata e vari).
                                      Ci sono circa 240 piante di olivo secolari e non sparse in promiscuo, allevo maiali con sistema all'aperto.Per il futuro ho intenzione di introdurre allevamento di bovini e ovini da carne e animali di bassa corte, ma con calma poiche' ho visto che i soldi da investire son tanti e sto cercando di indirizzare l'azienda nel verso piu' ragionevole possibile.Il mio sogno nel cassetto e' quello di poter realizzare un agriturismo con punto alloggio e ristoro, e vendita al dettaglio dei prodotti aziendali,ma la strada e' lunga e tortuosa.... ma chi la dura la vince!

                                      Commenta


                                      • #20
                                        presentazione

                                        Giuseppe61
                                        Nato a Torino nel 1961 ed ivi residente
                                        Diplomato in Ragioneria
                                        Impiegato
                                        Conduco insieme ai 2 fratelli (anch’essi lavoratori dipendenti) ha 25 di terreni (miei pochi), di papà , di mamma e di zio e qualche ettaro affittato. Le colture sono le seguenti:
                                        Ha 0,5 bosco;
                                        Ha 2 prato stabile;
                                        Ha 22 - 2/3 mais e1/3 grano tenero.
                                        Il terzista viene a trebbiare il grano, per tutto il resto ci si aggiusta.
                                        Fieno e paglia vengono raccolti con imballatrice a ballotti piccoli e venduti d’inverno;
                                        Il mais va tutto in gabbia;
                                        Il grano lo metto nei silos in vetroresina e sul granaio
                                        Bestie allevate: alcuni conigli e polli solo per uso famigliare.
                                        L’azienda si trova nell’Astigiano ai confini col Torinese e ci arrivo in 30 minuti mediamente 5 giorni su sette. Per semina e raccolto mi prendo le ferie.
                                        Giuseppe

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Un saluto a tutti dalla Sardegna.
                                          Mi chiamo Francesco e faccio l'olivicoltore e frantoiano.

                                          Ho preso in mano l'azienda di famiglia fin dal 1978 che comprende circa 6000 piante di olivo.

                                          Nel mio frantoio oltre a macinare le olive di mia proprietà faccio anche conto terzi.

                                          Sono presidente della Associazione Frantoiani Oleari della Sardegna oltre che consigliere dell'Unione Nazionale Frantoiani Oleari e di Frantoiani Oleari Riuniti.

                                          Oltre all'olivicoltura il mio hobby è la cura del mio piccolo museo che potete vedere nel mio sito:

                                          www.oliodeltempio.com/museo.

                                          Francesco

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ciao a tutti approfitto per presentarmi meglio (ho esordito qualche giorno fa per un problema al cambio del mio valpadana!)

                                            Sono Carlo,(l'ID non ha fantasia) e sono laureato in economia & commercio all'università di Foggia (dal 28 aprile si quest'anno).
                                            Nelle mie vene però scorre sangue misto a terra!!!
                                            Ho sempre lavorato nell'azienda di famiglia (65 ha grano duro, olivi, ortaggi) ed ho "provato" quasi tutti i lavori agricoli dall'aratura allo spalare merda.
                                            Inutile ribadire la passione per tutte le macchine agricole!!
                                            Carlo

                                            Commenta


                                            • #23
                                              hallo! sono riccardo e lavoro nell'azienda di casa, ho all'incirca 15Ha di terra messi x la maggiore a vigna in vari impianti, semibellucci, spalliera e GdC, produco ancellotta e un po' di salamino e marani (una vera miseria) ho un po' di terra che uso a finenagione, una aprte di erbamedica e l'altra di prato stabile...

                                              da sempre ho la passione x le macchine agricole (specie i trattori) e questo mi ha spinto a lavorare a casa... facendo così non ho alcun problema a trovare un posto di lavoro e non mi devo snervare nel traffico x recarmi a lavorare
                                              L55-60
                                              OLF

                                              Commenta


                                              • #24
                                                ciao io sono giovanni e dovrei mettere su con mio fratello e donna (mia moglie non si sà)un agriturismo ad arezzo,per il momento faccio il meccanico provetto
                                                sono quello che rompe con l'ad7 e dò piena ragione a L55-60 riguardo allo stress del traffico

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Ciao...
                                                  Io sono Paolo, lavoro di giorno come programmatore/sistemista e nel resto del tempo lavoro la pochissima terra di famiglia (Qua è una zona altamente popolata; e stanno andando ancora avanti a costruire) divisa tra prato, seminativo e bosco e 2 megaorti per uso familiare
                                                  Allevo animali (polli, oche, anatre, germani, tacchini, quaglie e conigli) per uso personale e ogni tanto vendo qualcosa per rientrare nelle spese, quasi mai ci riesco, ma la passione e la bontà dei miei prodotti mi ripaga delle fatiche.
                                                  Paoljno

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    A questo punto è tempo di presentarsi...

                                                    Mi chiamo Luca sono del 1978.
                                                    Gestisco avanza tampo (ma non senza molto impegno) insieme hai miei vecchi la piccola azienda agricola di famiglia: 10ha suddivisi in 2 ha vigna 2ha rimboschimento da legno legge 20/80 2ha prato, restante oliveto specializzato per un totale di circa 900 piante.

                                                    Tutti i giorni faccio l'ing. elettronico in una azienda che opera nel settore ferroviario.

                                                    Abbiamo intrapreso un percorso di aggiornamento colturale e macchine atto a ridurre manodopera impiegata, abbattere tempi e costi e mantenere ben curati i campi. Abbiamo intrapreso le pratiche per aprire un piccolo agriturismo con 3 appartamentini da 2 posti letto

                                                    Prevedo entro fine mese di avere operativo dei recinti per ospitare cavalli nei mesi estivi...
                                                    Luca Bini
                                                    www.lacapannaccia.com

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      meglio tardi che mai

                                                      Ciao a tutti
                                                      mi chiamo stefano sono nato a Porretta Terme (Bo) nel 1983
                                                      sono geometra a tempio pieno, il sabato e domenica divento agricoltore nell'aziendina di famiglia, abbiamo 22 ha a fieno e cinque a orzo e grano che ruotano continuamente rinnovando gli impianti di erba ogni 4 anni circa.
                                                      abbiamo un piccolo allevamento di conigli, (circa 300)
                                                      pollame (circa 50), e maiali (2).
                                                      l'inverno facciamo la neve in una tratta comunale (tanto al lavoro quando nevica non riesco andarci).
                                                      io e mio padre (unici lavoratori del podere) stiamo pensando di ampliarci, ma con quello che si prende del grano e del fieno non so se ne vale la pena, è quindi più probabile l'ampliamento dell'allevamento di conigli, e arrivare ad una decina di maiali.
                                                      p.s. stavo scordando la legna...
                                                      ne facciamo circa mille quintali l'anno, poca roba, ma il tempo è poco, e serve molto a tenersi in forma

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        In primo luogo, saluto tutti gli utenti di questo forum.

                                                        Io sono (con)titolare di una concessionaria.
                                                        Ciao.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          salve a tutti mi chiamo Giampietro
                                                          Sono un coltivatore della domenica sicuramente non posso competere con voi in quanto posseggo solo un ettaro di terreno metà bosco e metà orto mi sono attrezzato con un mitico Fordson dexa del 53 con aratro,fresa,ranghiatore,pompa più una terna jcb.
                                                          peccato che il tempo a disposizione sia poco avendo un negozio di computer.
                                                          La zona è lago di Fimon, colli Berici Vicenza.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            OK mi presento anche io, sono della provincia di Palermo ,grande passione per tutte le macchine agricole ed il mondo dell'agricoltura in generale.
                                                            diploma di agrotecnico e laureando in Scienze Agrarie(ormai manca poco all'alba ).
                                                            come agricoltore della domenica (come dice qualcuno) cerco di occuparmi al meglio dei 2 ettari di oliveto familiare,un nuovo impianto di 4 anni.
                                                            Mentre per arrotondare cerco di mandare avanti (in questo campo non si ha mai abbastanza esperienza) un aziendina di 4 ettari cosi ripartita:
                                                            1,5 ettari di pescheto
                                                            1 ettaro di pere
                                                            1 ettaro di uliveto
                                                            1/2 ettaro ad orto (pomodoro , melenzane, peperoni,ecc..)

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X