MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Utilizzare l'etere per avviare un motore

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Utilizzare l'etere per avviare un motore


    ragazzi o una domanda da porvi,sento molta gente ke utiliza l'etere x avere un'avviamento più facile del motore,tipo se il motore è stato molto tempo fermo,o il freddo,ecc..secondo voi provoca danni al motore??si pu utilizzare su tutti i tipi di motoria a diesel??è proprio necessario l'uso dell'etere???
    grazie a tutti

  • #2
    L'etere deve essere usato in dosi minime,pena la distruzione immediata del motore.

    Commenta


    • #3
      Per la questione etere lo uso per un trattore che ho fisso in stalla e ti devo dire che tra un pò dovrò rifargli il motore... quindi non usarlo se puoi meglio un buon motorino d'avviamento una batteria a posto e degli iniettori validi....
      [font=Arial Black]Nel dubbio accellera[/font]

      Commenta


      • #4
        personalmente non ho mai visto durare nel tempo un motore in cui si usa abitualmente etere per l'avviamento.Alcuni costruttori lo proponevano come equipaggiamento, ed in tal caso lèutilizzo era micrometrico a comando elettrico e veniva iniettato direttamente nel colettore di aspirazione, tuttavia quando si rendeva necessario utilizzarlo(generalmente temperature attorno a -15,-20 gradi)gli urli che venivano dal motore e la sua repentina acellerazione a freddo erano come una pugnalata per chi lo avviava, il tutto è discretamente sopportabile da un motore in forma, lascio intuire gli stress che deve sopportare un motore usurato e con qualche gioco, praticamente lo stesso effetto della morfina su un malato terminale, lo accompagnaalla morte.

        Commenta


        • #5
          Ho visto gli effetti dell'etere sul motore di un muletto diesel di un collega, sul quale veniva usato per farlo partire nelle giornate invernali, dato che veniva tenuto all'aperto, sotto una tettoia.
          Ebbene: nel giro di un'inverno il motore era da gettare via.
          Danni da accensione incontrollata alle bronzine, ai pistoni ed alle testate, e principi di grippatura sulle canne dovuti alle accelerazioni non controllate indotte dalle (massicce) quantità di etere spray che venovano usate su quel povero carrello elevatore, vecchio sì, ma con il motore ancora in ordine.
          Almeno fino a quando qualcuno ha pensato di usare una bomboletta spray di "avviatore rapido" (etere), al posto di cambiare la batteria.
          Bel risparmio.......
          Se un diesel non si avvia al gelo le cause possono essere tante, che vanno dallo stato della batteria, a quello del motorino d'avviamento, alle candelette, per finire alla tenuta di fasce e valvole.
          In definitiva, l'etere si rivela un rimedio per far partire motori già "alla frutta", dei quali già viene programmata la revisione o l'obsolescenza.
          Se un motore è sano, meglio lasciare perdere l'etere, e munirsi di una buona batteria.....saranno soldi ben spesi.

          Commenta


          • #6
            Ciao entro per dire che attenzione, nei nuovi motori con resistenza di preriscaldo nel collettore, se spruzzate l'etere vi scoppia tutto in faccia

            Commenta


            • #7
              Anche in alcuni motori Perkins è presente la candeletta di preriscaldo nel collettore (anzi, è proprio una resistenza, e diventa incandescente, con un'aggiunta di gasolio che si incendia proprio lì), e potrebbe succedere ciò che dice Tenaccio.
              Vedo, comunque, che siamo tutti convinti della pericolosità e della perniciosità dell'etere.......

              Commenta


              • #8
                mi dicono che in America hanno l'abitudine dell'etere, proprio una mentalità.

                Commenta


                • #9
                  bè grazie a tutti x avere detto la vostra...cmq diciamo ke in certi casi senza una spruzzata d'etere certi motori ti fanno bestemmiare,tipo con un'escavatore ke sn andato a caricare cn un mio amico,è stato 2 anni fuori quindi immaginatevi voi...al primo cenno di aviamento a buttato fuori dalla marmitta una valanga d'aqua,poi abbiamo smontato il filtro dell'aria ank'esso pieno d'acqua....ritenetando nn ne voleva sapere tantè ke abbiamo fottuto una batteria,cambio batteria e stavolta una spruzzata d'etere e al primo colpo è partito.....
                  cmq se lo si usa raramente nn penso ke possa fare male al motore,e cmq nn bisogna esagerare xkè con lo scoppio molto violenti si rischia di fottere le bielle,(cosa successa al mio amico),poi ci sono diversi tipi di bombolette o visto,e da quello ke mi anno detto certa gente ke lo usa bisogna beccare l'etere giusto,nel senso ke certo etere a bisogni di meno spuzzi rispetto ad n'altro x avviare il motore...o sbaglio...

                  Commenta


                  • #10
                    x olmo, per micrometrico, intendevo uno stratagemma per rendere l'idea di una certa modulazione della quantità dell'etere che si iniettava, in realtà era solo un pulsante che schiacciala a distanza l'ononimo posto sulla bomboletta, da questa tramite tubazione flessibile finivaq nel colettore di aspirazione

                    Commenta


                    • #11
                      Etere ?

                      Sicuramente al motore non fa bene partire a 1000 in un attimo penso che si rischia grosso! , (qualcuno lo usava alla partenza in gare di motocross ) meglio riscaldare il filtro dell' aria o i tubi dell' iniezione
                      con un phon da carozziere.

                      Commenta


                      • #12
                        E' logico che l'etere vada usato solo in caso di vera necessita'.
                        Cio' non toglie che vada anche usato con misura e che con la giusta quantita' non si hanno disastri immediati.
                        Si deve usare solo il quantitativo minimo sufficiente ad avviare il motore,non va spruzzato a cottimo !

                        Commenta


                        • #13
                          Originalmente inviato da Paolo & T Visualizza messaggio
                          Sicuramente al motore non fa bene partire a 1000 in un attimo penso che si rischia grosso! , (qualcuno lo usava alla partenza in gare di motocross ) meglio riscaldare il filtro dell' aria o i tubi dell' iniezione
                          con un phon da carozziere.
                          x paolo &t, scusate se vado fuori argomento, ma dove lo iniettavano sulle moto per fare le partenze?

                          Commenta


                          • #14
                            da quello che sò io è vivamente sconsigliato sui motori che anno una candela....poi magari mi sbaglio....io volevo spruzzarlo nella bcs per non rompermi la schiena a metterla in moto e mi anno detto di no assolutamente....

                            Commenta


                            • #15
                              Originalmente inviato da Paolo & T Visualizza messaggio
                              Sicuramente al motore non fa bene partire a 1000 in un attimo penso che si rischia grosso! , (qualcuno lo usava alla partenza in gare di motocross ) meglio riscaldare il filtro dell' aria o i tubi dell' iniezione
                              con un phon da carozziere.
                              se sei sicuro di quello che scrivi, illuminaci su questa alternativa al protossido d'azoto, la cosa ci incuriosisce tutti.

                              Commenta


                              • #16
                                ciao l'etere è una sostanza splinterogena di tipo secco che da una grossa mano nell'avviamento dei motori, ma contenendo tanti ottanni è piu' facilmente infiammadile e con il lungo andare rischia d logorare il motore e perfino di far crepare le teste, usane poco!!!!!!!!!

                                Commenta


                                • #17
                                  non usate mai queste bombolette, rischiate di rompere tutto, lo dico perchè mio zio quando usava la nostra motozappa ruggerini 10 hp usava l' etere perchè era un pò basso di motore. Risultato biella rotta in due ! l' abbiamo rettificato e da allora stà sempre funzionando bene.
                                  Ultima modifica di
                                  STEFANO

                                  Commenta


                                  • #18
                                    ... e se lo fate sui motori moderni tipo NEF e CURSOR vi arriva in faccia una fiammata o un'esplosione tale da mandarvi al centro Grandi Ustionati !!!

                                    Infatti non hanno candelette o termoavviatore, ma una resistenza a griglia all'imbocco del collettore di aspirazione, che all'avviamento a freddo diventa incandescente (un vero tostapane, per funzionamento, forma e dimensioni), immaginate spruzzare dell'etere su una resistenza color rosso ... !!!

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Allego foto della biella rotta in due causa utilizzo etere:

                                      STEFANO

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Una domanda per BLIZZARD ed amici competenti: se ho un motore ad iniezione diretta(OM 60) con le fasce non completamente in ordine,e voglio avviarlo a zero gradi, è meglio che inietto etere nel collettore di aspirazione(con le difficoltà di calibrare la dose nella fase di avviamento:faccio un pò fatica a fare una cosa con una mano ed una cosa con l'altra) attraverso un tubo,o posso ottenere lo stesso risultato con il montaggio di un termoavviatore( una candeletta con un dosatore di gasolio sul condotto di aspirazione,come same leone)?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Nei miei motori spompati uso una bomboletta di gas da campeggio con la fiamma ad avviamento piezoelettrico (costo 15€ e 1,5€ la bommoletta di ricambio), sgancio il manicotto del collettore in prossibità della testata per by-passare il filtro a bagno d'olio e ai primi giri di motore gli faccio respirasre un mix di aria e fiamma, praticamente un termoavviatore un po più robusto, partenza garantita e danni inesistenti!

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originalmente inviato da ralfg Visualizza messaggio
                                            Nei miei motori spompati uso una bomboletta di gas da campeggio con la fiamma ad avviamento piezoelettrico (costo 15€ e 1,5€ la bommoletta di ricambio), sgancio il manicotto del collettore in prossibità della testata per by-passare il filtro a bagno d'olio e ai primi giri di motore gli faccio respirasre un mix di aria e fiamma, praticamente un termoavviatore un po più robusto, partenza garantita e danni inesistenti!
                                            Interessante la soluzione, ma non sarebbe piu opportuno se possibile creare un by-pass in modo da non staccare nulla ed eliminare cosi il rischio che il motore aspiri impurita?

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Grazie RALFG; mi sono già perso due risposte rapide (non sono molto pratico),quindi salto tutte le domande e ti ringrazio dell'idea, appena posso la provo,e se ho imparato a rispondere, ti aggiorno.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Bella l'idea del gas da campeggio,pensa che un paio di giorni fa che ero messo malissimo con la motozappa ferma da 5 anni l'ho fatta partire con un deodorante spray,
                                                ovviamente era quasi finito e l'ho utilizzato a testa in giu per far uscire solo il gas...
                                                Cmq senza smontare il filtro,però la vedo dura di far arrivare il gas senza smontare il filtro ad olio

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originalmente inviato da legios19 Visualizza messaggio
                                                  Bella l'idea del gas da campeggio,pensa che un paio di giorni fa che ero messo malissimo con la motozappa ferma da 5 anni l'ho fatta partire con un deodorante spray,
                                                  mi rendo conto che in caso di necessità ogni soluzione sembra buona, senza entrare nel merito dell'efficacia dei vari sistemi proposti, voglio solo raccomandare a tutti di operare con la massima precauzione ed in particolare con sostanze apparentemente innocue, inducono senso di sicurezza e fanno abbassare il livello di guardia, invece i pericoli sono sempre in agguato!

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originalmente inviato da stefano889 Visualizza messaggio
                                                    non usate mai queste bombolette, rischiate di rompere tutto, .......
                                                    saranno venti o trent'inverni che avvio il mio Venieri super spompato con le bombolette spray apposite , naturale che mentre gira il motorino d'avviamento dò qualche leggera spruzzatina intermittente nel filtro aria....mica si può restar lì per alcuni secondi a spruzzar !
                                                    av salùt tòt

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originalmente inviato da tocia Visualizza messaggio
                                                      saranno venti o trent'inverni che avvio il mio Venieri super spompato con le bombolette spray apposite , naturale che mentre gira il motorino d'avviamento dò qualche leggera spruzzatina intermittente nel filtro aria....mica si può restar lì per alcuni secondi a spruzzar !
                                                      Infatti,spesso è così efficace da essere risolutivo,ma và usato con le dovute attenzioni.
                                                      Anche facendosi un panino con salame ci si può affettare una mano,ma non è colpa del coltello.....
                                                      Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Quindi se si spruzza per 1 secondo(reale) massimo 2 etere in contemporanea all'avviamento non si rischia realmente di crepare la testa o danni alle bronzine?

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          2 secondi ?? secondo mè son già troppi !!! adesso non vorrei che tu prendessi cronometro e bomboletta , ma prova con soffiatine di mezzo secondo e senti ad orecchio il motore come reagisce ..se serve aumenta un pochino
                                                          salut
                                                          av salùt tòt

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Mi sono riletto questi messaggi, che avevo mandato appena iscritto, ed ho notato le risposte che mi sono state date: Ralfg aveva suggerito l'idea della bomboletta, Challenger quella di realizzare un by-pass, ed Engineman mi aveva ragguagliato circa l'aspetto teorico; ora che ho provato ad avviare il mezzo, ci tenevo a ringraziare queste persone, anche se con Challenger ora ci conosciamo di più.
                                                            In pratica, ho fatto quello che mi è stato detto, realizzando un inserto nel collettore di aspirazione dove infilare la bomboletta, poi richiuso da un tappo.
                                                            Con zero gradi esterni partenza effettuata, e, come già detto in altra sede, etere addio.
                                                            Quindi un ringraziamento a Ralfg, Engineman, Challenger ed altri partecipanti: quando NON faccio di testa mia tutto perfetto.
                                                            Ultima modifica di

                                                            Commenta

                                                            Caricamento...
                                                            X