MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

generatore di corrente

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • generatore di corrente

    ciao a tutti,

    ho un generatore a benzina, da 1.2 kw, e lo devo far girare in un ambiente semichiuso. i gas di scarico ovviamente devono fuoriuscire da questo ambiente, non molto grande, e io ho pensato di optare per questa soluzione:



    che ne pensate ? può funzionare ?
    altri consigli o suluzioni ?
    grazie mille

  • #2
    Salve puo' andare bene come soluzione pero secondo il mio parere ti consiglierei di mettere una tubazione di diametro 3 volte superiore all'uscita di scarico di incanalarlo direttamente fuori poiche con la fuliggine la ventola potrebbe ostruirsi con la compressione del motore non ci sono problemi la spingera fuori senza problemi ti consiglierei di areare il locale con 2 ventole da 50 cm poiche il calore generato potrebbe creare danni all'apparecchio e all ambiente
    spero di esserre stato di aiuto
    saluti landini 7550

    Commenta


    • #3
      Originalmente inviato da LANDINI 7550 Visualizza messaggio
      Salve puo' andare bene come soluzione pero secondo il mio parere ti consiglierei di mettere una tubazione di diametro 3 volte superiore all'uscita di scarico di incanalarlo direttamente fuori poiche con la fuliggine la ventola potrebbe ostruirsi con la compressione del motore non ci sono problemi la spingera fuori senza problemi ti consiglierei di areare il locale con 2 ventole da 50 cm poiche il calore generato potrebbe creare danni all'apparecchio e all ambiente
      spero di esserre stato di aiuto
      saluti landini 7550
      non avevo pensato di areare il locale.... ottimo consiglio !! grazie

      Commenta


      • #4
        Originalmente inviato da LANDINI 7550 Visualizza messaggio
        Salve puo' andare bene come soluzione pero secondo il mio parere ti consiglierei di mettere una tubazione di diametro 3 volte superiore all'uscita di scarico di incanalarlo direttamente fuori poiche con la fuliggine la ventola potrebbe ostruirsi con la compressione del motore non ci sono problemi la spingera fuori senza problemi ti consiglierei di areare il locale con 2 ventole da 50 cm poiche il calore generato potrebbe creare danni all'apparecchio e all ambiente
        spero di esserre stato di aiuto
        saluti landini 7550
        Due ventole da 50 cm,ma ce la fà il generatore da 1,2 Kw a farle girare?
        Quanto deve rimanere acceso?
        Che locale è(m3), cosa intendi per semichiuso?
        Perchè non lasciare fuori il piccolo generatore e portar dentro solo il filo?(lo rubano?).
        Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

        Commenta


        • #5
          allora,

          il generatore deve stare in un locale "semichiuso", per motivi estetici... sarebbe brutto metterlo all'aperto...cmq è una mia scelta "chiuderlo" !
          il locale ha circa 3 m3 e lui dovrebbe girare anche 6-7 ore di fila...
          per le ventole nessun problema, ho trovato roba a 12 v da 42 cm ! e visto che il generatore ha l'uscita a 12 v, uso quella

          Commenta


          • #6
            Originalmente inviato da lanfur Visualizza messaggio
            allora,

            il generatore deve stare in un locale "semichiuso", per motivi estetici... sarebbe brutto metterlo all'aperto...cmq è una mia scelta "chiuderlo" !
            il locale ha circa 3 m3 e lui dovrebbe girare anche 6-7 ore di fila...
            per le ventole nessun problema, ho trovato roba a 12 v da 42 cm ! e visto che il generatore ha l'uscita a 12 v, uso quella
            A 12 v è ancora peggio(da quanti W è l'uscita?),ma caspità che velocità,solo ieri te le hanno consigliate e già le hai prese.
            Ventole a 12 v probabilmente saranno anche rumorose,se hai problemi di estetica,non ne hai di rumore?
            Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

            Commenta


            • #7
              Se con la prolunga tu potessi salire verso l'alto , anzichè muoverti in orizzontale , sarebbe meglio.

              Commenta


              • #8
                generatore di corrente

                salve; siccome ho un generatore di corrente che non manda corrente, e ho notato che il governatore: marcia ,spool ,gear;e rotto e vorrei sapere se sostituisco questo pezzo funziona,anche perche il motore funziona bene.......pero nn esce corrente!!!!!
                grazie anticipatamente..........

                Commenta


                • #9
                  scusa,ma non capisco bene quale pezzo è rotto,forse il condenzatore?oppure ha una scheda interna.......che marca è?metti una foto se puoi
                  jow 79

                  Commenta


                  • #10
                    il pezzo è una parte meccanica ---> CLICCARE QUI <---

                    Marca: TECUMSEH 4.0HP
                    Modello: BH 173-g

                    NB: il modello è vecchio quindi a questo punto vorrei sapere se ben spiegato come sopra citato se sostituisco il pezzo funzionerà l'emanazione di corrente!
                    perchè il motore Funziona Bene.

                    Commenta


                    • #11
                      ciao,quel pezzo non centra con il gruppo elettrogeno.se lo hai smontato allega una foto del pezzo,ma quello è il regolatore di giri del motore se non erro.che non ti eroga corrente può essere il condensatore oppure se è provvisto di scheda e ponte a diodi,uno dei 2,oppure il gruppo in corto.ma per vedere c'è da smontare e verificare
                      Ultima modifica di Motivo: errori ortografici
                      jow 79

                      Commenta


                      • #12
                        Originalmente inviato da acca Visualizza messaggio
                        salve; siccome ho un generatore di corrente che non manda corrente, e ho notato che il governatore: marcia ,spool ,gear;e rotto e vorrei sapere se sostituisco questo pezzo funziona,anche perche il motore funziona bene.......pero nn esce corrente!!!!!
                        grazie anticipatamente..........
                        Come fai a dire che il motore và bene se hai il regolatore giri che è rotto.
                        Il problema del regolatore non ha nulla a che fare con il generatore, come ha già detto jow. Urbo ti ha dato un'indicazione per il generatore ma fallo fare a chi è più esperto di te ( il mio cosiglio ), infine se sei in grado sostituisci le parti rotte del regolatore. Dopo aver ripristinato il regolatore si dovrà fare la regolazione dei giri.
                        Saluti......
                        Ren57

                        Commenta


                        • #13
                          E' un generatore cinese?
                          In genere quelli bruciano il regolatore (cioè regolatore di tensione del generatore; il regolatore di giri del motore non c'entra niente!!!).
                          Ultima modifica di Motivo: per comunicazioni con singoli utenti utilizzare i MP

                          Commenta


                          • #14
                            Originalmente inviato da 605CM-TERAMO Visualizza messaggio
                            E' un generatore cinese?
                            In genere quelli bruciano il regolatore (cioè regolatore di tensione del generatore; il regolatore di giri del motore non c'entra niente!!!).
                            già,comprato nuovo da mio zio,convinto di aver fatto un affare,perchè pagato pochissimo,e munito di motore clone honda..........dopo neanche 10 ore di utilizzo si è bruciato il regolatore di tensione,e risulta introvabile....
                            jow 79

                            Commenta


                            • #15
                              Ma da quando le prese di casa sono a corrente continua??, vista la tua conoscenza in campo elettrico.... ti consiglio di non far nulla e farlo vedere a qualcuno che sà cosa fà....

                              Commenta


                              • #16
                                220 V a corrente continua????
                                Mi sembra che gli alternatori sui gruppi elettrogeni siano sincroni...
                                Appurato che il motore funziona correttamente e che quindi regola i giri automaticamente controlla l'accoppiamento motore-alternatore per essere sicuro che il rotore giri.
                                Altra prova che puoi fare è di controllare se gli avvolgimenti non sono in corto oppure se non si è staccato qualche filo che porta alimentazione alle prese poste sul corpo del gruppo elettrogeno.
                                Fai queste prove prima di avventurarti in cose ben più complicate viste le tue poche conoscenze in materia.

                                Commenta


                                • #17
                                  resta sempre il fatto che se non vuoi sbiellare il motore,devi riparare il regolatore di giri.........immagino che quando lo accendi è moooooolto allegro di giri
                                  jow 79

                                  Commenta


                                  • #18
                                    anche io ho un gruppo cinese che non eroga tensione e vorrei controllare il gruppo statorico perchè quando il motore è in moto sul connettore che arriva all'AVR non c'è tensione perciò deduco che l'AVR non venga alimentato e di conseguenza non genera la tensione per le spazzole.
                                    Come posso staccare l'alternatore dal gruppo motore? Mi serve un estrattore ?
                                    fatemi sapere

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Devi controllare o smontare l'alternatore?
                                      Lo statore,cioè l'avvolgimento che genera corrente,si può controllare anche senza smontare,
                                      Sulla morsettiera devi avere tre terminali (se trifase),ed un neutro,basta verificare la continuita dei tre avvolgimenti,tra neutro e fase.
                                      Poi verificare l'isolamento verso massa.
                                      Il rotore è un solo avvolgimento,che fa capo ai due anelli su cui sono montate le spazzole,ed anche questo si controlla facilmente.
                                      Verificare invece(con generatore in moto)che ci sia tensione alternata prima dei diodi,e che arrivi corrente continua sulle spazzole.
                                      E' questa la zona probabilmente causa del non funzionamento,dove è compreso il circuito di regolazione della tensione.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        non so di quali diodi parli.
                                        le tre fasi verso il neutro danno continuità, però che valore ohmico devono avere?
                                        quando il motore è in moto non vedo tensione ne sul connettore coi 4 fili 2 gialli 1 marrone e 1 blu) che si collega su AVR e non ho tensione nemmeno sulle spazzole.
                                        l'unico ponte di diodi è quello che forma la 12v in uscita
                                        Adesso per essere sicuro di quale componente possa essere mi hanno detto di dare tensione con alimentatore esterno sulle spazzole ed in effetti quando arrivo intorno ai 25 v in uscita sul voltmetro leggo circa 135volt alternati
                                        Con questa prova cosa mi permettere di vedere cosa è rotto?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          E' un generatore trifase,e AVR sono i terminali di fase,per convenzione dovrebbero essere RST.
                                          I 135volt li misuri tra fase e fase o tra fase e neutro?
                                          Con la prova che hai fatto puoi escludere il mal funzionamento e degli avvolgimenti statorici,e del rotore;manca la corrente d'eccitazione,come dicevo la zona del guasto è quella del circuito regolazione.
                                          Segui i fili che vanno alle spazzole,devono portarti al circuito che da tensione continua al rotore,e che è a sua volta alimentato da una tensione prelevata sullo statore.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            1) i 135v li leggo sul volmetro del generatore
                                            2) Si è un generatore 220-380-12v
                                            3) infatti sulle spazzole non c'è tensione quando è in moto il generatore
                                            4) a generatore in moto però non vedo alcuna tensione che provenga dallo statore che va ad alimentare il primario(se vogliamo chiamarlo così) dell'AVR.
                                            E' forse rotto AVR come dicevi? vorrei una sicurezza su questo.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Sul voltmetro,che ora leggi 135v,quando ne leggevi a generatore funzionante?
                                              A generatore funzionante,viene prelevata tensione(o tra fase e fase,o più probabilmente tra una fase e il neutro)per poi tramite un circuito successivo,alimentare l'avvolgimento del rotore,che genera il campo magnetico che permette di generare corrente nello statore.
                                              Devi,come già detto precedentemente individuare questo circuito,e soprattutto individuare con precisione a quali morsetti dell'avvolgimento statorico è collegato.
                                              Mancando corrente sulle spazzole,il generatore non sviluppa corrente;con la prova che hai fatto,si evidenzia che l'inghippo è nel circuito che deve controllare,o pilotare,o alimentare il rotore.
                                              In vecchi generatori c'era frapposto un trasformatore,adesso può facilmente trovarsi un circuito elettronico che provvede a fornire la dovuta tensione al circuito d'eccitazione.
                                              Spero di aver reso l'idea del principio di funzionamento di un generatore di corrente.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                si sei stato molto preciso
                                                Se leggi il mio primo post avevo detto che il mio generatore non da tensione in uscita, pertanto avevo 0v sul voltmetro.
                                                L'AVR l'ho individuato è una mezzaluna(la foto non corrisponde all'orriginale) dalla quale fuoriesce un connettore con 4 fili da una parte che vanno verso lo statore e sono 2 gialli 1 blu e 1 marrone dall'altra parte 2 fili 1 rosso 1 nero verso le spazzole, però prima di sostituirlo ho pensato di chiedere a voi del forum se è lui ad essere rotto o qualcosaltro.
                                                Domanda: Ora che il generatore non eroga tensione in uscita, a quei 4 fili che vanno verso lo statore devo trovarci qualche tensione proveniente dallo statore o no perchè presumo che se non arriva la tensione sulle spazzole non arrivi anche sullo statore.
                                                Perciò penso che il tutto sta come tu dici in quel blocchetto chiamato AVR (Regolatore di tensione) correggimi se sbaglio.
                                                Attached Files

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Che non dia tensione o che il voltmetro segna zero,è lapalissiano.
                                                  Io ho fatto una domanda,la ripeto :Prima DI guastarsi ,il voltmetro segnava 220v o380v,sulla stessa portata con cui adesso ne segna 135v?
                                                  L'AVR dunque è il circuito di controllo,non vedi diodi o altri componenti perche è sigillato,ma questo è da sostituire.
                                                  Ti ho chiesto di trovare con esattezza da dove attingeva corrente,per permetterti una verifica.
                                                  Visto che comunque è collegato tra fase e neutro,puoi (con le dovute cautele)usare la 230v di casa per alimentare il filo nero (neutro) e il rosso (fase),poi misurare la tensione sui fili delle spazzole.
                                                  Ora prima resta da capire la funzione dei due fili (su cui riporti 4v aternati),perche questi potrebbero fornire la tensione per far funzionare i circuiti interni al regolatore(tantè che se fossero effettivamente 4v ca potrebbero fornirne 5v in cc,ma questo circuito potrebbe anche funzionare a 12v cc).
                                                  Se le cose stanno come penso,ne risulterebbe una prova alterata,mi spiego:do la tensione di rete,senza quella supplementare,e non rilevo tensione in uscita,oppure fornisco i 4v ca ,ma il circuito va a tensione superiore,lo stesso non rilevo tensione in uscita.
                                                  Ricapitolando il generatore non funziona a causa del componente che hai individuato,ora resta d'accertare se è pure rotto,o a sua volta c'è un impedimento che non lo fa funzionare.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Allora il generatore mi è stato dato che non erogava tensione perciò sono impossibilitato a dirti quanto lleggevo sul voltmetro presumo io 220v.

                                                    L'AVR che vedi in foto non è quello del mio generatore ma una foto presa da un altro.
                                                    Il mio AVR come detto sopra ha un connettore con 4 fili da una parte che vanno verso lo statore e sono precisamente 2 gialli 1 blu e 1 marrone dall'altra parte 2 fili 1 rosso 1 nero verso le spazzole.
                                                    Presumo tu dica di dare 220v della rete sui fili Blu neutro e Marrone fase di questo connettore.
                                                    Presumo anche io che sia rotto il regolatore AVR, ora lo acquisto e poi una volta montato ti farò sapere.
                                                    Per vedere se funziona l'AVR quali altre prove posso fare, non avendo uno schema di questo regolatore?
                                                    Se hai uno schema tu puoi postarlo?
                                                    Ti ringrazio molto per ora

                                                    Torno ora dalla cantina dove ho il gruppo e ho fatto ulteriori misure prima di combinare qualche danno.

                                                    1) Ho effettuato misura ohmica sulle tre fasi ripetto al neutro e riscontro che le fasi hanno valori diversi però a salire e cioè 5-7,6-9ohm (è possibile?)

                                                    2) sempre ohmicamente ho misurato UN CORTO sul connettore uscente dallo statore, sui fili BLU-MARRONE che vanno all'AVR.

                                                    3) Altro corto sui due fili Neri sempre uscenti dallo statore che vanno collegati ad un ponte di diodi di potenza che forma la 12vcc esterna.

                                                    4) Mi sono portato in laboratorio l'AVR e proverò con un variac a dare pia piano i 220v sui fili Blu-Marrone e vediamo se esce la tensione sui fili Rosso-Nero che vanno alle spazzole
                                                    i 2 fili Gialli dello stesso connettore a cosa servono?

                                                    Quei corti che vedo sono normali o c'è qualcosa che non va nello statore?

                                                    ho inviato tramite variac solo 100 volt e si è sentita puzza di bruciato dll'AVR
                                                    Ultima modifica di

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ormai c'è stata un'evoluzione dal mio ultimo messaggio.
                                                      Comunque provo lo stesso a darti qualche risposta.
                                                      La misura dell'impedenza delle tre fasi deve essere uguale,se l'hai misurate con altri collegamenti,hai ottenuto misure falsate.
                                                      Se avevo uno schema,tutto sarebbe stato più semplice,ed avrei anche i valori di tensione,invece bisogna indagare e ricavare più dati possibili.
                                                      Il corto che hai trovato all'ingresso dell'AVR non è normale,e l'ulteriore verifica l'ho conferma.
                                                      I due fili gialli a mio avviso dovrebbero portare corrente nell'AVR,questo puoi verificarlo solo tu ricercandone la provenienza.
                                                      Per i due fili neri,che sarebbero la bobina che genera la tensione per i 12v,potrebbe non essere un corto,ma un valore ohmico molto basso,dipente molto dalla corrente che vi transita all'interno;considera che su una bobina che genera 220v hai trovato un valore ohmico di circa 9 ohm.Partendo dai 135 v che tu misuri volevo determinare la tensione d'eccitazione,visto che hai un variac,costruisciti un ponte diodi con 4 diodi 1n 4007 e prova a dare piu di 24 volt sul rotore,fino a far generare 220v,quindi verifica tutte e tre le fasi,ed anche gli altri avvolgimenti.
                                                      Ultima modifica di

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        L'impedenza l'ho misurata sulle 3 fasi rispetto al loro neutro
                                                        il corto su AVR perciò sta a significare che è rotto ?
                                                        Che faccio allora acquisto AVR ?

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Prima fai la verifica che ti ho suggerito nell'aggiunta al messaggio precedente.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            ok farò questa prova
                                                            ma non è uguale con un alimentatore variabile che arriva a 30vdc?
                                                            tu vuoi usare solo la raddrizzata?
                                                            eccito le spazzole con motore in moto giustamente?

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X