MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Raggio Di Sterzo Autoarticolati

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Raggio Di Sterzo Autoarticolati

    Buongiorno a tutti: sono un architetto e ho qualche questione da sottoporvi, dovendo progettare un area industriale nel Bolognese e avendo la necessità di garantire una sufficiente manovrabilità ai mezzi che ne usufruiranno.
    1) Ipotesi: strada a fondo cieco. in quale spazio minimo riesco ad iscrivere un raggio di sterzo di un autoarticolato (lunghezza media 16,50/17 m) con un'unica manovra?
    2) Ipotesi: svolta di 90° in incrocio tra due strade larghe 9m: qual'è l'ingombro minimo interno ed esterno, inteso come raggio di curva, che permette ad un autoarticolato di non rovinare un pneumatico sul bordo di un marciapiedi?
    3) Sapete citarmi luoghi o incroci o rotatorie...ecc. nel Bolognese da prendere come esempio progettuale negativo o positivo?
    (esistono siti o libri in cui posso soddisfare queste ed altre curiosità?)
    GRAZIE anticipatamente. PIETRO66

  • #2
    Art. 217 (Inscrivibilità in curva dei veicoli - Fascia d'ingombro )

    (Art. 61 D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 )

    1. Ogni veicolo a motore, o complesso di veicoli, compreso il relativo carico, deve potersi inscrivere in una corona circolare (fascia d'ingombro) di raggio esterno 12,50 m e raggio interno 5,30 m. Per i complessi di veicoli deve, inoltre, essere verificata la condizione di inscrizione del complesso entro la zona racchiusa dalla curva di minor raggio descritta dal veicolo trattore, nonché la possibilità di transito su curve altimetriche della superficie stradale. (208)

    2. Ai veicoli impiegati per il trasferimento di carrozzerie prive di carico utile, riconosciute idonee per il trasporto di merci deperibili in regime di temperatura controllata (ATP), che soddisfano le condizioni del comma 1, si applica, nei soli confronti delle predette carrozzerie, il limite per la larghezza massima prevista all'art. 61, comma 4, del codice. (209)

    3. Le condizioni di inscrizioni e le possibilità di transito sono definite da tabelle di unificazione approvate dal Ministero dei trasporti e della navigazione - Direzione generale della M.C.T.C. (210)

    4. Al fine di stabilire condizioni generalizzate di compatibilità tra veicoli trattori e veicoli rimorchiati, il Ministero dei trasporti e della navigazione - Direzione generale della M.C.T.C. definisce le caratteristiche di normalizzazione di tali veicoli, sostitutive delle verifiche indicate al comma 1 (211)

    Commenta


    • #3
      come riporta Ausilio, qualsiasi veicolo per circolare in Italia (indipendentemente dalle dimensioni e articolazioni)
      deve poter svoltare in una corona circolare di raggio esterno di 12.5m e interno di 5.30m.
      mi pare facciano eccezione i soli trasporti eccezionali.
      Fede, BID Division Member

      Commenta

      Annunci usato

      Collapse

      Caricamento...
      X