MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Freno negativo come funziona? Quanta forza di freno ha?

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Freno negativo come funziona? Quanta forza di freno ha?

    Ciao, ho staccato il motore orbitale dal freno(questo ancora montato), un freno negativo che le molle lo tengono frenato, ma io riesco a girarlo con minimo sforzo sul braccio escavatore, in pratica come freno funziona(quando aziono la ralla questo spinge le molle e sblocca), ma pochissima aderenza.
    essendo un ihimer 16q teoricamente quanto dovrebbe frenarlo? È normale che si muove?

    Ho pensato anche di aggiungere dei spessori per aumentare l'aderenza, che ne pensate?

  • #2
    Non mi sembrano per niente consumati !!!

    Commenta


    • #3
      Non mi sembrano per niente consumati !!!

      Commenta


      • #4
        Ciao, hai provato a vedere se anche a macchina spenta senza olio in pressione (anche nei servocomandi) cambia qualcosa?

        Commenta


        • #5
          Originalmente inviato da Fabbro94 Visualizza messaggio
          Ciao, hai provato a vedere se anche a macchina spenta senza olio in pressione (anche nei servocomandi) cambia qualcosa?
          Ciao, chiamando la casa produttrice dei riduttori som e del geroller che a quanto pare è la haumea, mi hanno detto che ha una forza di 450nm, ed è solo un freno, era in ottimo stato, a quanto pare era difficilissimo che si consumasse in quanto è come un freno a mano sulle auto, la torre la frena il motore orbitale e dopo circa due secondi che è fermo, le molle spingono l'olio indietro e si mette questo freno. Che 450n in kg sono solo 45 kg a distanza di 1 metro (inutile in pratica)
          un escavatore del genere è molto delicato ma al tempo non avendo forza non so sgrana mai ne la ralla ne il freno, e riduttore non ha nemmeno, e si rompera sempre il motore orbitale 550 euro dal sito della haumea che lo produce.

          Commenta


          • #6
            Attenzione che probabilmente la forza di 450 Nm che ti hanno indicato loro è intesa sull'albero in uscita dal motore idraulico, quindi va a moltiplicarsi essendo ingranato su una ralla parecchio più grande. Sul mio ad esempio il rapporto di riduzione è di 110/17, quindi i tuoi 450 Nm diventerebbero ipoteticamente sul braccio 2910 Nm.

            Commenta


            • #7
              Originalmente inviato da Fabbro94 Visualizza messaggio
              Attenzione che probabilmente la forza di 450 Nm che ti hanno indicato loro è intesa sull'albero in uscita dal motore idraulico, quindi va a moltiplicarsi essendo ingranato su una ralla parecchio più grande. Sul mio ad esempio il rapporto di riduzione è di 110/17, quindi i tuoi 450 Nm diventerebbero ipoteticamente sul braccio 2910 Nm.
              Motore idraulico 470nm in frenata, piu 450 del freno e si arriva a 900nm.(che teoricamente dovrei averli aumentati in quanto ho messo dei spessori da 3mm su ogni molla, e fanno si che le molle sono piu compresse)

              ralla e il pignone sono una coppia ingranaggi ad assi paralleli, in teoria non ti moltiplica assolutamente la forza.

              Commenta


              • #8
                Ma quindi hai risolto?
                Ps: la storia degli assi paralleli non l'ho capita

                Commenta


                • #9
                  Originalmente inviato da Fabbro94 Visualizza messaggio
                  Ma quindi hai risolto?
                  Ps: la storia degli assi paralleli non l'ho capita
                  Nemmeno lui......,.
                  la coppia ė inversamente proporzionale alla variazione di giri del riduttore.
                  . .
                  Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                  Commenta

                  Caricamento...
                  X