MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Dimensionamento Serbatoio Olio per motore orbitale e pistone

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Dimensionamento Serbatoio Olio per motore orbitale e pistone

    Ciao a tutti, spero mi possiate aiutare perchè io non sono molto pratico del settore oleodinamico, ma ho visto che ci sono molti utenti competenti sul forum!

    Dunque, devo movimentare due motori orbitali tipo OMR 250 per far muovere due cingoli (è un veicolo cingolato),
    devo azionare saltuariamente un pistone alesaggio 40 mm e corsa 100 mm e devo anche azionare un motore orbitale piccolino tipo OMM20C-S.

    Al momento, sto usando le seguenti pompe:

    PompaA 3,7 cc 14.8 L/min (motore OMR250, cingolo sinistro)
    PompaB 3,7 cc 14.8 L/min (motore OMR250, cingolo destro)
    PompaC 1,6 cc 6,4 L/min (motorino OMM20C-S)
    PompaD 1,2 cc 2,4 L/min (pistone)

    Le pompe A e B alimentano due motori orbitali tipo OMR 250, posso dire che azionano bene i due motori perchè la macchina si muove bene ed è scattante.
    La pompa C alimenta un motorino orbitale modello OMM20C-S.
    La pompa D alimenta un pistone idraulico alessaggio 40 mm e corsa 100 mm.

    Al momento, ho fatto girare il sistema per pochi minuti con un serbatoio da 40 Litri contenente 30 Litri ed, ovviamente,
    ho visto che il sistema non funziona benissimo dato che quando le pompe A,B sono al massimo,
    la pompa C non riesce a pescare abbastanza olio e non fa muovere velocemente il motorino OMM20C-S.
    Secondo me avrei bisogno almeno di un serbatoio da 60-80 litri (visto che al massimo dei giri, le pompe in totale gestiscono 38 Litri),
    considerando che la pompa D non funziona quasi mai perchè il pistone è quasi sempre fermo.
    So che c'è una regola che consiglia di dimensionare il serbatoio almeno 2 o 3 volte più grande rispetto all'olio richiesto per non farlo surriscaldare più di tanto.
    Voi cosa mi consigliate?e mi servirebbe un serbatoio da almeno 60 Litri di olio, giusto?

    Ulteriore problema è che se i due motori dei cingoli vengono sforzati e la pressione sul loro ramo raggunge i 110 Bar, il motore a scoppio attuale da 8HP si spegne perchè non ce la fa.

    Ho fatto dei calcoli:
    In totale, considerate tutte le pompe, ho 10,5 cc di cilindrata pari a 31L/min quando il motore è a 3000 RPM (condizione estrema).

    Inoltre, se porto il motore a scoppio da 8HP a 3000 giri, non riesco ad ottenere il massimo dalla pompa C.

    Io credo che il problema sia nel motore a scoppio perchè è troppo sottodimensionato.Se voglio settare la pressione totale del sistema a 150 Bar, mi servirebbero:
    31L/min x 150/600 = 7,75KW pari a circa 10,5 HP
    quindi per star sicuro, potrei prendere un motore benzina da 14HP.
    vorrei sapere se i calcoli da me eseguiti per la scelta del motore a scoppio da usare per alimentare le pompe oleodinamiche è corretto o meno.

    Scusate se ho detto stupidaggini!


    Vi ringrazio!!
    Ultima modifica di

  • #2
    Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio

    So che c'è una regola che consiglia di dimensionare il serbatoio almeno 2 o 3 volte più grande rispetto all'olio richiesto per non farlo surriscaldare più di tanto.
    Voi cosa mi consigliate?

    Al momento, ho fatto girare il sistema per pochi minuti con un serbatoio da 40 Litri contenente 30 Litri ed, ovviamente, ho visto che il sistema non funziona benissimo dato che quando le pompe A,B sono al massimo, la pompa C non riesce a pescare abbastanza olio e non fa muovere velocemente il motorino OMM20C-S.

    Vi ringrazio!!!
    La dimensione del serbatoio non limita il surriscaldamento,se vi sono le condizioni di utilizzo continuo servirebbe un radiatore.
    Il malfunzionamento della terza pompa potrebbe essere dato dalle "interferenze" sull'aspirazione,magari dello scarico a serbatoio non ortodosso.
    Oppure delle altre pompe o dimensionamento errati.
    Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

    Commenta


    • #3
      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
      Il malfunzionamento della terza pompa potrebbe essere dato dalle "interferenze" sull'aspirazione,magari dello scarico a serbatoio non ortodosso.
      Oppure delle altre pompe o dimensionamento errati.
      ti ringrazio per la risposta e il supporto!

      Potresti spiegarmi cosa intendi con "interferenze" e con scarico non ortodosso, per favore?

      Commenta


      • #4
        Tutte le pompe sono alimentate dal serbatoio comune, in che maniera? Hai 4 uscite differenti dal serbatoio, oppure una comune che alimenta tutte e 4 le pompe?
        Il ritorno? esistono 4 ritorni separati oppure hai un unico collettore?
        C'è un filtro a ritorno?
        L'interno del serbatoio come è composto?
        Le linee idrauliche sono correttamente dimensionate per portate pressioni prevalenze ecc?
        Perdona la miriade di domande ma senza dati a sufficienza è difficile valutare
        Marco B

        Commenta


        • #5
          Marco, grazie mille per l'aiuto!

          Non so se è possibile inserire link a siti esterni, nel caso non sia permesso, chiedo scusa e lo toglierò subito.

          Il serbatoio è questo qui: http://www.prolux-shop.com/it_it/ser...on-filtro.html

          Sul fondo del serbatoio ho sfruttato il foro predisposto per creare un ripartitore con quattro uscite diverse e quattro tubi, uno per ogni pompa e sulla parte superiore ho fatto la stessa cosa sfruttando l'ingresso posto sul filtro.

          Non so se sono riuscito a spiegarmi, sul serbatoio c'era un foro per l'aspirazione e uno per lo scarico, io su questi due ho montato dei ripartitori a quattro vie per gestire i quattro tubi che vanno alle pompe e i quattro tubi che ritornano dai vari scarichi.
          E' sbagliato?
          Avrei dovuto praticare quattro fori sul fondo del serbatoio per dedicarli ognuno ad un tubo diverso e fare la stessa cosa per lo scarico?

          EDIT: ho inserito una immagine che ho recuperato dal cellulare in cui si vedono i tubi di scarico.
          Ho fatto la stessa cosa per quelli di aspirazione in basso sul serbatoio.
          La foto rappresenta la situazione reale del mio attuale impianto.




          I tubi di scarico e aspirazione sono di sezione adeguata per portare 230 BAR e snoo quelli che hanno l'anima in metallo.


          P.S. nel primo post di questo topic ho aggiunto delle info sul dimensionamento del motore, potreste dirmi se secondo voi i miei calcoli sono corretti, per favore?
          Attached Files
          Ultima modifica di

          Commenta


          • #6
            La foto corrisponde al tuo impianto?
            Ren57

            Commenta


            • #7
              sisi, è proprio il mio impianto così come è attualmente.

              Il motore a scoppio è da 8HP e lo devo cambiare.
              Per il resto, il serbatoio, le pompe e i tubi sono proprio dispositi come in foto.
              Purtroppo, i tubi di aspirazione si trovano sotto al serbatoio e non sono visibili, ma sono organizzati uguali a come sono organizzati quelli di scarico.

              Sto pensando che forse il problema è che ogni tubo deve avere un suo foto dedicato sul serbatoio altrimenti si crea un effetto "imbuto", che dite?

              Commenta


              • #8
                Partiamo dal presupposto che tutte le pompe sono azionate contemporaneamente dal motore, indipendentemente vengano azionati o meno i servizi (motori, pistoni ecc) le pompe faranno sempre circolare un volume di olio (vale la formula cilindrata x n.di giri di ogni singola pompa facendo poi la somma totale e considerando il regime massimo che può raggiungere il motore)
                1 opzione, creare 4 prese differenti sul serbatoio, ogniuna dimensionata adeguatamente alla pompa che vi sarà collegata.
                2 opzione creare un collettore (o manifold), appositamente dimensionato dove andranno collegate le pompe.
                Indipendentemente da questo, il serbatoio deve rispettare determinati criteri, le eventuali prese per l'olio devono sempre essere sul livello più basso, in ogni condizione coperte dall'olio (tenendo in considerazione l'utilizzo della macchina su pendenze accentuate) mentre lo scarico del filtro deve rimanere immerso per evitare che il flusso di olio in caduta generi schiume o miscugli di aria nell'olio, lo scarico del filtro dovrebbe poi essere orientato in modo da non andare direttamente sulle prese in modo che l'olio di ritorno abbia possibilità di stazionare nel serbatoio raffreddandosi (se fosse orientato su una delle prese l'olio di ritorno verrebbe immediatamente ripreso non avendo il tempo di raffreddarsi)
                Marco B

                Commenta


                • #9
                  Secondo te, guardando la foto che ho postato, il collettore che sto usando è errato rispetto alla portata?

                  Io ho calcolato di avere in circolo circa 31 Litri a 3000 giri del motore a scoppio.

                  Oggi ho fatto un altro test e praticamente se aziono il motorino con i cingoli (due motori OMR250) fermi, la linea del motorino mi arriva a 40bar. Appena inizio a muovermi (anche lentamente) con i cingoli (la pressione sulla loro linea arriva a 110 bar, oltre si spegne il motore a scoppio), la pressione sulla linea del motorino cala a 5 bar ed ovviamente non si muove quasi più.

                  Non riesco a capire se è un problema di pescaggio dell'olio o di potenza del motore.

                  Commenta


                  • #10
                    Ho inserito una foto di come è composta l'aspirazione.
                    Praticamente ho un tubo con sezione interna 30 mm da cui poi faccio le quattro ripartizioni.

                    Secondo voi è sbagliato?


                    Anche la sezione interna del foro dello scarico, in alto sul serbatoio, è da 30 mm.

                    Forse ci sono troppi tubi connessi tutti allo stesso foro da 30 mm?

                    Attached Files

                    Commenta


                    • #11
                      Se misuri l'interno di quei raccordi da idraulica,probabilmente li troverai più piccoli di quanto da te indicato.
                      Ogni curva a gomito è una resistenza al flusso,da evitare/considerare nei dimensionamenti.
                      Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                      Commenta


                      • #12
                        Eh, si, lo so che sono più piccoli come sezione all'interno, infatti usando i raccordi idraulici da 30 mm come manifold per l'aspirazione e lo scarico ero tranquillo di non aver l'effetto imbuto.

                        I tubi delle linee in alta pressione sono tutti tubi oleodinamici da 3/8" quindi con sezione interna molto stretta.
                        I tubi di aspirazione e di scarico (quelli che si vedono nelle foto in basso) hanno una sezione interna molto più grossa.

                        Quindi le curve a 90° che ho usato per il lato alta pressione sono sbagliate? Possono ridurre di molto la capacità di scorrere dell'olio?
                        Attached Files

                        Commenta


                        • #13
                          Mi riferivo unicamente alla parte di aspirazione.
                          Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                          Commenta


                          • #14
                            Vi ringrazio per le vostre segnalazioni! Sto cercando di capire come risolvere il problema sulla terza pompa e come migliorare tutto il sistema.

                            C'è qualcuno esperto in oleodinamica che può darmi le sue opinioni per quanto riguarda i problemi esposti nel primo messaggio di questo topic, per favore?

                            - pressione su terza pompa che da 40 bar scende a 4 bar non appena si utilizzano le prime due pompe

                            - dimensionamento motore per alimentazione pompe: attualmente c'è un 8HP, ma io andrei su un 14HP dato che dai calcoli mi vien fuori che sotto stress servono almeno 10 HP.

                            Commenta


                            • #15
                              Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                              ...pressione su terza pompa che da 40 bar scende a 4 bar non appena si utilizzano le prime due pompe...
                              Succede perchè le due pompe assorbono eccessiva potenza, il motore cala di giri e la pompa non ce la fà ad erogare la pressione necessaria.

                              Purtroppo ci sono dei palesi errori di progettazione, la problematica delle linee idrauliche è quella descritta da Mefito, anche rispettando le sezioni interne delle tubazioni flessibili o rigide, spesso la raccorderia non corrisponde dando vita a i fastidiosi problemi di aspirazione, prevalenza ecc.
                              Per correttezza andrebbero determinate alcune caratteristiche dell'impianto, considerando anche la velocità del fluido sia in pressione che in aspirazione.
                              Sul web trovi le specifiche tabelle per il dimensionamento delle tubazioni, tipo questa, ovviamente bisogna tenere conto anche di eventuali lunghezze, curve, riduzioni, aspirazioni o ritorni in comune ecc.

                              Per il discorso motore termico, devi considerare l'assorbimento di potenza di ogni singola pompa al massimo delle sue prestazioni e sommare i risultati di tutte le pompe, fatto questo avrai la potenza massima richiesta per far funzionare l'impianto

                              Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                              ...Se voglio settare la pressione totale del sistema a 150 Bar, mi servirebbero:
                              31L/min x 150/600 = 7,75KW pari a circa 10,5 HP...
                              Da dove hai tirato fuori questa formula?

                              La formula che ho sempre utilizzato senza problemi è la seguente:
                              (Pressione massima x cilindrata x velocità) / (612000 x rendimento meccanico), dove 612000 è un numero fisso e rendimento meccanico è sempre 0,85) ho come risultato la potenza assorbita dalla pompa, ripetendo il calcolo su tutte e 4 le pompe e sommando i risultati ottieni i kw necessari per il funzionamento a regime massimo dell'impianto.
                              A grandi linee solo per far funzionare correttamente le due pompe dei cingoli con 180 bar avresti bisogno di 10,5HP

                              Perdona la domanda forse banale, ma hai ragionato su un progetto esistente, apportando qualche modifica di adattamento o sei partito da zero?
                              Se poi il pistone da alesaggio 40 viene utilizzato saltuariamente, si potrebbe benissimo eliminare la pompa che lo alimenta (riduzione dell'assorbimento di potenza, ergo motore con meno HP, riduzione dell'olio in circolo, meno calore da dissipare) e sostituirla con un'accumulatore di pressione con adeguata capacità.
                              Da tenere conto l'eventuale risparmio di costi sull'acquisto della pompa dedicata, del relativo circuito (in primis il dimensionamento) l'eventuale adozione di un motore con meno potenza (e meno consumi...) confrontandoli con il prezzo dell'accumulatore.
                              Ultima modifica di
                              Marco B

                              Commenta


                              • #16
                                Ti ringrazio molto per la risposta precisa ed esauriente.

                                Sono partito da zero e pian piano ho cercato di realizzare tutto il sistema.
                                Preciso che il sistema è comandato elettronicamente tramite elettrovalvole.
                                La possibilità di usare l'accumulatore è molto interessante! Non so come funziona, ora lo cerco su internet, ma se usandolo posso rimuovere la pompa numero 4, sarebbe fantastico così il motore si sforza di meno.

                                Nella formula che mi hai suggerito, a cosa si riferisce la variabile "velocità" al numeratore?
                                Si riferisce al numero di giri della pompa?
                                Scusami per la domanda stupida, purtroppo non sono molto ferrato in oleodinamica.
                                La formula che stavo usando l'avevo trovata in rete e in effetti mi sembrava troppo semplicistica!

                                Ho visto la tabella che mi hai linkato, se ho ben capito, supponendo di avere per ogni ramo al massimo 20L/min (le pompe da 3,7 cc al massimo arriverebbero a 13L/min), dovrei usare dei tubi con diametro interno da 3/8" o 5/16".
                                Se il calcolo è corretto, allora, dovrei starci visto che la sezione più piccola usata in questo impianto è proprio i 3/8" (ho usato sezioni più grandi per l'aspirazione e lo scarico).
                                E' corretto? Oppure sto sbagliando?



                                EDIT: ho supposto che la velocità fosse relativa al numero di giri della pompa e quindi ho provato ad usare la formula che mi hai consigliato:

                                180 BAR x 3,7 cc x 3000 RPM / 520200 = 3,84 KW -> 5,22 HP
                                Che per le due pompe da 3,7 cc diventano in totale 10,5HP

                                Per la pompa da 1,6 cc, dovrebbero essere necessari circa 2HP e quindi, in totale, servirebbero almeno 12.5HP facendo finta che la pompa destinata al pistone non venga mai usata e faccia solo circolare l'olio verso lo scarico (effettivamente il pistone viene usato solo a macchina ferma).

                                Spero che il calcolo sia corretto!

                                In questo caso, il motore da 14HP mi fornisce una potenza netta di 12.1HP a 3500 RPM.
                                In realtà, il sistema è tarato per lavorare al massimo a 150 bar (ho settato la valvola di massima a 150 bar anche se in genere si raggiungono al massimo i 120 bar in alcune situazioni) per le linee delle due pompe grandi ed a 80 bar (al massimo si raggiungono 40 bar) per la linea della pompa da 1,6 cc.
                                Con questi presupposti, da calcoli, mi servirebbero circa 10HP per tutte e tre le pompe quando il motore è portato a 3000RPM.

                                Secondo te, i calcoli sono giusti?
                                Qual è la formula da usare per calcola i cavalli assorbiti da una pompa che non alimenta alcun utilizzatore? Intendo, ad esempio, come faccio a sapere quanti HP usa la quarta pompa che non fa altro che prendere l'olio dal serbatoio e immetterlo di nuovo dallo scarico?

                                Grazie e scusami per le infinite domande e banalità (non sono un esperto, ma mi piacerebbe imparare quante più cose possibile).
                                Ultima modifica di

                                Commenta


                                • #17
                                  Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                                  ...La possibilità di usare l'accumulatore è molto interessante! Non so come funziona, ora lo cerco su internet, ma se usandolo posso rimuovere la pompa numero 4, sarebbe fantastico così il motore si sforza di meno...
                                  Considera che l'impianto ed i componenti devono rispettare determinate caratteristiche, hanno un costo e spesso bisogna scendere a compromessi per ottimizzare il tutto.

                                  Nel caso specifico, suppongo tu abbia utilizzato tutte elettrovalvole a "centro aperto" (a riposo l'olio proveniente dalla pompa P è libero di ritornare al serbatoio T) per utilizzare l'accumulatore occorrerebbe sostituire la valvola di comando del cilindro con una a "centro chiuso" (l'olio rimane bloccato in P e ritorna in T solo dopo aver attraversato le bocche A o B)
                                  La pressione di utilizzo del cilindro a quanti bar corrisponde?
                                  Occorre un accumulatore di adeguata fattezza che possa lavorare a detta pressione, la stessa sarebbe comunque vincolata alla pressione massima del circuito del motore orbitale, se occorre una pressione minore si può intervenire con una ulteriore valvola di massima, diversamente si può lavorare solo con la stessa pressione presente nel circuito del motore orbitale.
                                  La cilindrata del cilindro, la somma dei volumi delle due camere (lato stelo e lato fondello) necessaria per determinare la capienza dell'accumuatore.

                                  Esistono altre soluzioni, bisognerebbe conoscere almeno il funzionamento della macchina e capire se una eventuale interferenza tra i movimenti possa creare danni o situazioni di pericolo.

                                  Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                                  ...la variabile "velocità" al numeratore?
                                  Si riferisce al numero di giri della pompa?...
                                  Esattamente, vedendo le immagini allegate ho dato per scontato che le pompe siano a presa diretta.


                                  Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                                  ...Ho visto la tabella...
                                  La tabella è indicativa, in linea di massima si può utilizzare per circuiti semplici, differentemente occorre considerare molte variabili, tipo la lunghezza delle tubazioni, le pressioni in gioco, la viscosità dell'olio ecc.


                                  Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                                  ...In questo caso, il motore da 14HP mi fornisce una potenza netta di 12.1HP a 3500 RPM...
                                  Ulteriore considerazione, il regime di giri del motore, sulle specifiche delle pompe vi è indicato anche il numero massimo di giri per il quale sono progettate, se si utilizza un motore con regime di giri superiore si corre il rischio di danneggiare le pompe stesse se per un qualsiasi caso il motore dovesse accelerarsi improvvisamente al massimo dei giri, diventa fondamentale per la scelta e l'abbinamento dei componenti.

                                  Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                                  ...Qual è la formula da usare per calcolare i cavalli assorbiti da una pompa che non alimenta alcun utilizzatore?...
                                  Si utilizza la stessa formula per il calcolo precedente, alla variabile pressione bisogna inserire l'eventuale pressione residua nell'impianto (dovuta alla resistenza dell'olio nel circuito, eventuali restrizioni sui raccordi, lunghezze eccessive delle linee ecc) normalmente è un dato che non viene considerato a meno che la potenza disponibile sia relativamente modesta e ci sia necessità di eliminare eventuali sprechi ecc.
                                  Marco B

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Marco, ti ringrazio tantissimo per le utilissime informazioni!

                                    La pressione di utilizzo del cilindro corrisponde a circa 80 bar, ma dalla tua descrizione realizzo che conviene continuare ad utilizzare la pompa numero 4 perchè, dopo aver letto la tua considerazione sul calcolo della potenza impiegata da una pompa che scarica verso T, suppongo che non porti via molta potenza dal motore dato che sulla linea del cilindro leggo 0 BAR quando quest'ultimo è fermo.
                                    Dato che viene utilizzato pochissimo (e quando è in funzione le altre pompe scaricano verso T perchè la macchina è ferma), probabilmente mi conviene fare a meno dell'accumulatore.

                                    Da datasheet, le pompe accettano in ingresso dai 4000 ai 6000 giri massimo (sono delle galtech). Il motore a scoppio da 14HP ho visto che nelle migliori condizioni eroga 3500 RPM quindi dovrei starci dentro senza problemi.

                                    Ovviamente, mi serve almeno un serbatoio da 60 Litri, vero?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                                      ...mi serve almeno un serbatoio da 60 Litri, vero?...
                                      Potrebbe ma non è detto.l
                                      Bisogna affrontare un'altro discorso, partiamo dal presupposto che l'olio idraulico ha specifiche gradazioni e specifiche temperature di esercizio, circolando si scalda ed aumenta di fluidità quindi diventa più leggero e di contro gli apparati oleodinamici (motori pistoni ecc) cominciano a perdere prestazioni rallentando i movimenti e perdendo forza, oltretutto il calore provoca il precoce deterioramento dell'olio stesso.
                                      Per evitare detti problemi bisogna mantenere la temperatura entro certi limiti, esistono diversi sistemi, pompe a portata variabile, scambiatori di calore e chi più ne ha più ne metta.
                                      Il sistema più banale e semplice è aumentare il volume di olio in circolo (la regola empirica 3 volte la portata della pompa) ma non sempre diventa possibile, ad esempio nel primo messaggio hai parlato di circa 38 LT di olio al minuto che tradotto con la suddetta regola significa avere un serbatoio di almeno 114 LT , sempre spazio permettendo e cosa da non sottovalutare il peso stesso dell'olio (ce la farebbe la macchina a muoversi con 114 litri di zavorra aggiuntiva?)
                                      Montare un'apposito radiatore sarebbe ideale, ovviamente valutando il relativo costo.
                                      Altro fattore da prendere inconsiderazione è il tempo di lavoro, se la macchina deve lavorare di continuo per tutto il giorno è una cosa, se lavora saltuariamente per qualche ora è un'altra.
                                      In linea di massima un circuito oleodinamico lavora tra 70 e 80 gradi, poi ripeto bisogna sempre basarsi sulle caratteristiche di viscosità dell'olio impiegato.
                                      Considerato che hai già tutto pronto ed un serbatoio già installato, potresti misurare la temperatura dell'olio durante il funzionamento e verificare se sia o meno nelle temperature specifiche, magari non devi eseguire altre modifiche oppure te la cavi semplicemente sostituendo il tipo di olio.
                                      Marco B

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Grazie di nuovo, Marco! Sto imparando un sacco di cose nuove!

                                        Io avevo calcolato circa 31L di olio quando il motore è al regime di lavoro.
                                        Il mio serbatoio attuale è di 40L e quindi mi sembrava un pò piccolino visto che, da come avevo capito, mi serviva almeno il doppio.
                                        Se non vado errato, l'olio che sto usando è l'ISO46 e nel serbatoio dovrebbero essercene circa 38L.

                                        Tu dici di misurare la temperatura dell'olio prima di cambiare il serbatoio e metterne uno da 60L almeno? (Stavo pensando di realizzarne uno in lamiera zincata spessore 3 mm per fare la prova dato che quelli commerciali hanno misure che sono troppo ingombranti per il telaio attuale della macchina)

                                        La macchina lavorerebbe circa 3 ore al giorno e non ha problemi di peso, nel senso che 114Litri di zavorra non creano problemi.

                                        Io volevo passare ad un 60-70L perchè inizialmente pensavo che il problema sulla terza pompa fosse derivato dal fatto che c'era poco olio.. e non dal problema di usare un partitore a 4 vie per la mandata e per il motore troppo piccolo.

                                        Ovviamente, grazie alle tue informazioni, ho capito che probabilmente il problema è più legale alla potenza motore e al derivatore fatto male che alla mancanza di litri di olio.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Nessuno ti impedisce di costruire un nuovo serbatoio se ne hai voglia, il discorso è che magari riesci a risolvere con qualche piccola modifica magari molto più economica.
                                          Fai se possibile le verifiche della temperatura, magari in condizioni di lavoro differenti (giornata particolarmente fredda, lavoro continuo o saltuario) e poi valuta.

                                          Che tipo di elettrovalvole usi? (che schema hanno) sui motori vi sono valvole anticavitazione o antishock? il cilindro ha la valvola di blocco pilotata?
                                          Marco B

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Con piccola modifica, intendi continuare ad usare lo stesso serbatoio da 40L e praticare quattro fori per la mandata invece che usare un unico partitore per tutti i tubi e poi cercare un olio con caratteristiche più appropriate?
                                            Al momento uso l'ISO46.

                                            In allegato, lo schema delle valvole proporzionali che controllano i due OMR250 e quelle che controllalo il cilindro ed il motorino orbitale.

                                            Non ho la valvola di anticavitazione e non ho ancora montato la valvola di blocco pilotata al cilindro, ma lo farò perchè voglio essere sicuro che il peso che solleva il cilindro non ricadata accidentalmente.
                                            Attached Files

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Intendevo appunto eseguire qualche prova e valuater di conseguenza, magari si basta modificare le uscite o semplicemente aumentare di sezione qualche tubo.
                                              Marco B

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Ti ringrazio! Per ora sto procedendo a praticare quattro fori diversi da mezzo pollice per l'aspirazione. In ogni foro, metto un raccordo passaparete da mezzo pollice e li collego ai raccordi a flangia delle pompe gruppo 1 che saranno sempre da mezzo pollice.
                                                Al momento, i raccordi a flangia erano da 3/8" (troppo piccoli).

                                                Sul ritorno, lascio la T dato che il foro sul filtro è da 1" e dovrebbe consentire un corretto ritorno per tutte e quattro le pompe.

                                                Che dici?

                                                Ovviamente sto passando ad un motore Kolher da 14HP. Credo sia più appropriato.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Esegui la prova e verifica il corretto funzionamento.
                                                  A riguardo del motore, la macchina si muove e lavora contemporaneamente oppure no?
                                                  Se non hai bisogno di eseguire tutti i movimenti contemporaneamente puoi sempre rivalutare l'aggiunta di un motore meno potente.
                                                  Marco B

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    La macchina si muove (entrambi i motori OMR250 azionati dalla pompa A e B da 3,7 cc ciascuna) e vaglia (con il motorino piccolino azionato dalla pompa C da 1,6 cc).

                                                    Il cilindro viene usato pochissimo in genere a macchina ferma.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Allora puoi benissimo escluderlo dal calcolo della potenza necessaria.
                                                      Marco B

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        OK, a breve proverò il 14HP e spero che ce la faccia come potenza..
                                                        E' un pò un problema montarlo perchè è molto più grosso dell'8HP, ma è l'unica soluzione..

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
                                                          ...E' un pò un problema montarlo perchè è molto più grosso...
                                                          Per questo esiste la progettazione
                                                          Prima di azionare il tutto ricontrolla comunque le varie regolazioni sopratutto quelle riguardanti numero di giri e pressioni.
                                                          Marco B

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Purtroppo sono stato stupido perchè mi sono fidato di "tecnici esperti" che mi hanno consigliato male.

                                                            Pensa che per loro il 7HP era anche troppo esagerato!!!

                                                            A distanza di qualche mese dall'inizio del progetto, e avendo iniziato a capire come funzionano le cose in oleodinamica, mi sono reso conto che tutto il dimensionamento consigliatomi era sbagliato.

                                                            Che tristezza!

                                                            Ora cercherò con un pò di carpenteria di far stare tutto dentro al telaio iniziale (serbatoio nuovo + motore 14HP) e poi faccio le prove..

                                                            Devo regolare bene anche le valvole di massima, tra l'altro.

                                                            Ne approfitto per chiederti: secondo te, delle pompe gruppo 1 riescono ad aspirare l'olio pescandolo dal serbatoio solo immergendo un tubo dritto che va dal raccordo flangiato della pompa sin dentro al serbatoio? Le pompe sarebbero posizionate a 40 centimetri dal livello dell'olio, circa a 30 centimetri al di sopra del serbatoio.

                                                            Ho telefonato in Galtech e loro mi hanno detto di sì, ma mi sembra un pò strano.. non sono pompe che hanno una scarsa prevalenza e funzionano a caduta?

                                                            Commenta

                                                            Caricamento...
                                                            X