Torna indietro   Forum Macchine > Lavori Agricoli e Forestali > Macchine Agricole > SOS Officina "Agricola"

SOS Officina Agricola
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #1  
Vecchio 10-02-2006, 13.44.29
86 86 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-09-2004
Residenza: colline interne prov.di pisa
Messaggi: 233
Angry Catenarie, cingoli e frizioni di sterzo (generico)

ciao a tutti,
ho aperto questo argomento perchè stò valutando l'ipotesi di rifare perni e boccole al mio fiat 555, credo che siano troppo usurate e rischio quando sono in pendenza laterale che sterzando mi esca il cingolo.
ho sentito in quelle condizioni degli "scrocchi" non indifferenti provenienti dalla parte bassa del carro, a me sembrava tra rulli di appoggio e catenarie, è possibile ?
che ne pensate di questo problema ?
cosa posso fare per verificare il tutto ?
mi devo aspettare che anche qualche rullo sia da sostituire ?

ho chiesto il parere ad un meccanico di macchine agricole della zona, il quale è venuto a vedere il problema e a detto che rimboccolando e sostituendo i perni, il problema lo risolvo completamente perchè secondo lui le ruote motrici e le catene sono ancora buone.
mi ha fatto un preventivo, che sinceramente a me sembra un pò caro, e soprattutto non mi ha persuaso il suo metodo di valutazione, non ha neppure provato il trattore, ha solo guardato visivamente e provato a muovere manualmente la parte superiore del cingolo.

rimboccolatura catene euro 750
lavoro e trasporto trattore casa- officina- casa (20 km tot) euro 320

che cosa ne pensate ?
ho bisogno di qualche consiglio.
ciao
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 10-02-2006, 15.33.17
L'avatar di Ale83
Ale83 Ale83 non è connesso
Utente DOC
 
Data registrazione: 09-02-2004
Residenza: Piacenza
Messaggi: 625
Predefinito

Se hai tempo e voglia puoi tirare tu giù i cingoli e poi li porti direttamente in un officina dove li rimboccolano..risparmi in manodopera però perdi un bel pò di tempo.. Ma quel rumore che senti non è che viene dale ruote motrici?comunque se non sono ancora state girate si possono girare e tirano avanti ancora un bel pò.comunque anche qua avevo sentito per rimboccolare il 355 e volevano circa 500 euro..poi però avevo anche i pattini consumati e alla fine hop preso catenarie e pattini nuovi, anche perchè mi erano giunte voci di gente che li aveva rimboccolati quando erano molto consumate le catene(come le mie) e poi erano durate veramente poco..
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 13-02-2006, 12.56.30
Lillo Lillo non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 4
Predefinito

Scusate l'ignoranza,
le catenarie son quella parte del cingolo su cui sono attaccati i pattini?
Se si, rimboccolare, significa sistemare cosa? gli agganci tra l'una e l'altra? e come si vede che sono consumati?

era un problema che nn mi ero mai posto controllerò la ruspa

Grazie
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 13-02-2006, 14.36.00
HP90 HP90 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 12-12-2003
Residenza: Petralia
Messaggi: 174
Predefinito

Probabilmente dovresti raddizzare le spondine (non so come si chiamano) che sono avvitate nella parte bassa del carrello, che coprono i rulli. Quando sono diritti aiutano le catenarie a stare sotto ai rulli.
E non tenere le catenarie troppo allentate.
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 14-02-2006, 01.11.05
L'avatar di Ale83
Ale83 Ale83 non è connesso
Utente DOC
 
Data registrazione: 09-02-2004
Residenza: Piacenza
Messaggi: 625
Predefinito

A volte il profilo dalla ruota motrice si consuma e la ruota tende ad arrampicare sulla catenaria e fa degli scatti. Inoltre la catenaria usurandosi aumenta il passo delle maglie..per catene+pattini sui 1200 circa
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 14-02-2006, 10.34.03
HP90 HP90 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 12-12-2003
Residenza: Petralia
Messaggi: 174
Predefinito

Io ti consiglio di arrivare all'osso e poi le metti nuove di zecca, e cambi anche i rulli che sono slabbrati (tipo il primo e l'ultimo, o tutti).
Rispondi citando
Sponsored Links
  #7  
Vecchio 04-03-2006, 00.12.44
Mauro Morelli Mauro Morelli non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 10-06-2005
Residenza: San Giovanni Valdarno
Messaggi: 57
Predefinito

Mah è un dilemma che spesso non ha soluzione, diciamo che qualsiasi scelta ut faccia è giusta , il nuovo è nuovo ma come giudiacare il rimboccolato? Se rimboccoli tieni presente alcune cose: controlla bene anche i rulli: metti un ciocco di legno dietro la ruota motrice e ci sali in retromarcia, dovresti poter valutare se i rulli sono buoni o meno, se non arrivi a controllare tutti i rulli sposta il ciocco davanti alla ruota folle, salici sopra e per allentare il carro fai un breve movimeto in retromarcia sterzando (devi girare dalla parte opposta al cingolo che sollevi) devi poterli controllare tutti. Poi una regola doro: non mettere rulli balordi sopra catene rimboccolate , durerebbero pochissimo, non mettere rulli nuovi insieme a rulli vecchi , sarebbero di diametro maggiore e si degraderebbero subito, devi cercarli usati più o meno come quelli buoni che ti restano e valuta bene le ruote motrici, devono essere a passo, se non lo sono servono nuove . Un'ultima cosa: non tenere le catene tese se non fai molta salita in retromarcia non conviene, le useresti prima del dovuto. E quando valuti se comprare un carro nuovo nel giudicare il tutto quando arrivi alle suole valuta bene oltre alla cresta anche la condizione dello scarico, una cresta buona, non serve a nulla se lo scarico è usurato, si impacca il carro e se non scarica hai meno trazione .

Ciao. Mauro
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 07-03-2006, 21.13.54
achille achille non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 19-03-2005
Messaggi: 121
Predefinito

Caro Mauro, hai spiegato in modo chiaro e breve come controllare le condizioni di un sottocarro cingolato, mi fa piacere che ci sia qualcuno (pochi per la verità) che conosce i problemi delle componenti sottocarro.
C'è un unico punto su cui non mi trovo: alla fine del tuo messaggio parli dello scarico (cioè le aperture che di solito trovate nella suola posizionati tra le viti di fissaggio) ma mi sembra che il Fiat 555 di solito non ha lo scarico centrale.
Se posso aggiungere un altro consiglio per le catene: quando sono smontate e stese prova a muovere le maglie, se hanno molto gioco puoi buttare via tutto che è meglio.
In quel caso la maglia sarebbe troppo usurata internamente dove la boccola viene pressata.
Rispondi citando
  #9  
Vecchio 08-03-2006, 16.09.49
Mauro Morelli Mauro Morelli non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 10-06-2005
Residenza: San Giovanni Valdarno
Messaggi: 57
Predefinito

Mi sono espresso grossolanamente, alludevo alla parte di suola che si sovrammette in prossimità della suola che segue e che ha il compito di far cadere la terra che in particolari condizioni resta sulla suola stessa impedendo alla cresta di far presa sul terreno, l'ho sempre chiamata scarico.. impropriamente . Ho visto ricostruire le creste spesso e ho maturato la convinzione che su terreni appiccicosi, comunque non di scasso, senza quella parte di suola in buone condizioni non si recuperavano le prestazioni di aderenza iniziali. Comunque consideratele elucubrazioni e da fare solo con suole smontate, se le suole sono sulle catene risaldarci sopra delle creste è molto più veloce e conveniente che sostituirle con pezzi nuovi.

Ciao Mauro
Rispondi citando
  #10  
Vecchio 09-03-2006, 13.29.45
86 86 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-09-2004
Residenza: colline interne prov.di pisa
Messaggi: 233
Predefinito

grazie mauro per le precisazioni, ma vorrei approfondire i seguenti punti:
quando parli di rulli balordi, e dici che durerebbero pochissimo, a che cosa ti riferisci ? alle catene o ai rulli stessi ?
e quando parli del passo delle ruote motrici ?, come fai a verificarlo ?
spiegami per ultima cosa il perchè non conviene a meno che tu non faccia retromarcia in salita avere le catene molto tirate.
io su tutto questo ho le mie teorie, ma vorrei sapere da te, che sicuramente sei molto esperto, le varie motivazioni.
grazie e saluti

alessio


QUOTE=Mauro Morelli]Mah è un dilemma che spesso non ha soluzione, diciamo che qualsiasi scelta ut faccia è giusta , il nuovo è nuovo ma come giudiacare il rimboccolato? Se rimboccoli tieni presente alcune cose: controlla bene anche i rulli: metti un ciocco di legno dietro la ruota motrice e ci sali in retromarcia, dovresti poter valutare se i rulli sono buoni o meno, se non arrivi a controllare tutti i rulli sposta il ciocco davanti alla ruota folle, salici sopra e per allentare il carro fai un breve movimeto in retromarcia sterzando (devi girare dalla parte opposta al cingolo che sollevi) devi poterli controllare tutti. Poi una regola doro: non mettere rulli balordi sopra catene rimboccolate , durerebbero pochissimo, non mettere rulli nuovi insieme a rulli vecchi , sarebbero di diametro maggiore e si degraderebbero subito, devi cercarli usati più o meno come quelli buoni che ti restano e valuta bene le ruote motrici, devono essere a passo, se non lo sono servono nuove . Un'ultima cosa: non tenere le catene tese se non fai molta salita in retromarcia non conviene, le useresti prima del dovuto. E quando valuti se comprare un carro nuovo nel giudicare il tutto quando arrivi alle suole valuta bene oltre alla cresta anche la condizione dello scarico, una cresta buona, non serve a nulla se lo scarico è usurato, si impacca il carro e se non scarica hai meno trazione .

Ciao. Mauro[/QUOTE]
Rispondi citando
  #11  
Vecchio 09-03-2006, 15.08.50
Mauro Morelli Mauro Morelli non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 10-06-2005
Residenza: San Giovanni Valdarno
Messaggi: 57
Predefinito

Non sono un esperto, ho solo rifatto qualche carro e fatto qualche errore . Comunque: partiamo da una situazione di maglie della catenaria buone e ipotizziamo di rimboccolare, arrivi ad avere una catena che eccetto che per la zona dove c'è stata usura e come nuova . L'usura è localizzata sulla parte della maglia che lavora a contatto con i rulli, la ruota folle e la ruota motrice. Già qui se ti dovesse servire di mettere nuova la maglia maestra o le maglie di connessione salta fuori un problema: quella nuova è più alta non avendo mai girato sui rulli e sul terreno duro la senti anche bene . Dicevamo che la catenaria è pari al nuovo, con cosa lavora? Con i rulli appunto che devono essere privi di gioco, non ovalizzati o spiattellati, con la ruota folle e con al ruota motrice. Per i rulli balordi intendevo i rulli di appoggio sotto ai quali scorre la catena e la ruota folle va considerata come uno di essi. Per la ruota motrice devi fare le stesse considerazioni che faresti per un motorino : Usurandosi perni e boccole (solo le catene autolubrificate resistono a questa sollecitazione) il diametro del perno della catena si riduce e aumenta quello dell'interno boccola che quindi è usurata dentro dal perno e fuori dallo stellone della ruota motrice, con il risultato che la catena cambia passo, l'usura della ruota motrice si adegua ma quando si rimette la catena rimboccolata la ruota motrice, se è consumata, la logora velocemente, danneggiandosi ulteriormente anch'essa: nessuno si sognerebbe di mettere una catena nuova ad un motorino senza cambiare pignone e corona.
So anche di gente che ha girato solo la boccola di 180° sul perno (non l'ho visto ma mi torna dato che la boccola è usurta dalla ruota motrice solo da una prate) ma credo che fossero boccole autolubrificate che stavano per sfondarsi .
Per la tensione come si dice: un trattore che lavora con cingoli lenti senza problemi ha un carro sicuramente buono. Quando il cingolo sotto ai rulli è teso difficilemnte scappa e fino a quando si va a marcia avanti diritti sotto è teso di sicuro; è esposto ovviamente in caso di pendenza laterale ma anche quando, andando avanti, si usa i freni per girare dato che frenando il cingolo frenato si tende superiormente e si allenta sotto, anche per via della rotazione si tende a perderlo. Se ci si accorge di perdere il cingolo fermandosi e tornando indietro spesso si rimette il carro al suo posto. Stesso problema si ha quando si va in retromarcia: il carro si tende sopra e si allenta sotto (a meno che non si abbia un carro con ruota motrice alta e due ruote folli). Questa sollecitazione si ha nei lavori in collina con corsa di ritorno a retromarcia: in questo caso il tendicingolo è sempre caricato e quindi tanto vale tenere il cingolo un po più teso, ma lo farei solo in questo caso. Ricordo una versione dell'Explorer che aveva il tendicingolo regolabile dall'operatore, in aratura poteva lavorare con il carro "ciondoloni" mentre sotto gli alberi da frutta, salendo a retromarcia con il trinciatutto dietro, lo si poteva tendere, era attraente ma non l'ho mai provato . Qulcuno forse lo ha usato e può dirci la sua.

Spero di non essere stato dispersivo e di aver spiegato il mio pensiero, comunque son sempre qui .
Ciao Mauro.
Rispondi citando
  #12  
Vecchio 10-03-2006, 09.38.47
L'avatar di maurizio
maurizio maurizio non è connesso
Esperto Area MMT
 
Data registrazione: 23-03-2003
Residenza: alessandria
Messaggi: 1,061
Predefinito

.....attenzione ai materiali

molte volte chi "rimboccola" le catene usa materiali cinesi o dei paesi dell'est che spessissimo hanno problemi di tempra......si "criccano" molto presto e facilmente

un consiglio......visto che e' un lavoro che se fatto bene durera' parecchi anni ed ore lavorative non penso avrai problemi ad ammortizzare un paio di catene nuove...(naturalmente Berco)
Rispondi citando
  #13  
Vecchio 10-03-2006, 15.00.27
achille achille non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 19-03-2005
Messaggi: 121
Predefinito

Posso assicurare che le serie di perni e boccole di bassa qualità non vengono dai paesi emergenti, o, almeno non la maggior parte. La maggior parte viene costruita in Italia.
Dai paesi dell'Europa centrale e dall'Asia provengono molti prodotti sottocarro ma componenti complete (catene, rulli, ruote ecc.), non serie di perni e boccole. L'unico costruttore che ha sviluppato una eccellente produzione di perni e boccole è Berco, che ha la migliore qualità e la migliore gamma.
I prodotti asiatici inoltre non sono assolutamente di bassa qualità, consideriamo il fatto che patria degli escavatori cingolati è proprio l'Asia e quindi hanno sviluppato molte capacità anche loro nella produzione di sottocarri.
Rispondi citando
  #14  
Vecchio 22-03-2006, 20.37.47
Aleksey Baranov Aleksey Baranov non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 10-03-2006
Messaggi: 59
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da achille
Posso assicurare che le serie di perni e boccole di bassa qualità non vengono dai paesi emergenti, o, almeno non la maggior parte. La maggior parte viene costruita in Italia.
Dai paesi dell'Europa centrale e dall'Asia provengono molti prodotti sottocarro ma componenti complete (catene, rulli, ruote ecc.), non serie di perni e boccole. L'unico costruttore che ha sviluppato una eccellente produzione di perni e boccole è Berco, che ha la migliore qualità e la migliore gamma.
I prodotti asiatici inoltre non sono assolutamente di bassa qualità, consideriamo il fatto che patria degli escavatori cingolati è proprio l'Asia e quindi hanno sviluppato molte capacità anche loro nella produzione di sottocarri.
Che' Asia e Asia io consiglo te di scartare tutti tranne Korea. Korea che' ditte (non tutte) che danno prodotto sufficente per excavator il qvale si muove poco. Se inveche parliamo di buldozers allora OK se vuoi andare su sicuro vai con Berco.

Parlanodo de perni e boccole Asia non produce. In Europe che' Berco ma non solo, anche ITM sicuro fa perno e boccola e in vostro regione Piemont molto molto molto ditte che solo boccole e perno.


Dimentico:
Per sottocarro oltre a Asia scartare anche Turkey
Rispondi citando
  #15  
Vecchio 23-03-2006, 09.26.42
L'avatar di maurizio
maurizio maurizio non è connesso
Esperto Area MMT
 
Data registrazione: 23-03-2003
Residenza: alessandria
Messaggi: 1,061
Predefinito

......per esperienza personale
catene Berco su Cat d8 ottimo risultato
catene cinesi costo - 30% sul netto risultato durata -50%


serie perni-boccole non Berco dopo neanche 1000 ore cominciano a venarsi

e non puo' essere un difetto di tempra di quella partita perche' e' successo piu' volte
Rispondi citando
  #16  
Vecchio 24-07-2006, 20.07.58
86 86 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-09-2004
Residenza: colline interne prov.di pisa
Messaggi: 233
Cool mi sono deciso

buonasera a tutti,
volevo aggiornarvi sulla decisione presa:
catene nuove marca Berco, acquistate da distributore autorizzato berco (credo a buon prezzo), giovedì mattina porto il 555 dal meccanico e iniziamo i lavori di sostituzione, mi sono preso 2 giorni di ferie pure io così oltre a assistere ai lavori, spero di poter dare una mano e velocizzare le operazioni, speriamo bene per i rulli sottocarro, vi farò sapere a lavori iniziati, se necessario vi invierò anche delle foto per dei consigli in diretta , le ruote motrici secondo il meccanico sono ancora molto buone, qualcuno mi dice che è necessario sostituire anche la barra di torzione posteriore, che ne pensate ? come faccio per valutare se questo intervento è necessario o no ?
altre cose che mi consigliate di verificare per avere questo carro efficiente ?
grazie




Citazione:
Originalmente inviato da maurizio
.....attenzione ai materiali

molte volte chi "rimboccola" le catene usa materiali cinesi o dei paesi dell'est che spessissimo hanno problemi di tempra......si "criccano" molto presto e facilmente

un consiglio......visto che e' un lavoro che se fatto bene durera' parecchi anni ed ore lavorative non penso avrai problemi ad ammortizzare un paio di catene nuove...(naturalmente Berco)
Rispondi citando
  #17  
Vecchio 24-07-2006, 22.14.47
Allis Chamers Allis Chamers non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-02-2006
Residenza: Forli
Messaggi: 186
Predefinito

ciao 86 controlla se i rulli non menano sulla catena se no ti tocca smontarli e farli tornire per abbassare il bordo e poi le corone le devi girare come minimo sempre che non ci vogliano nuove
Rispondi citando
  #18  
Vecchio 27-07-2006, 23.36.18
86 86 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-09-2004
Residenza: colline interne prov.di pisa
Messaggi: 233
Predefinito stato avanzamento lavori

allora,
oggi abbiamo iniziato lo smontaggio, i pattini e le catenarie li ho smontato tutti io, ho fatto proprio una bella sudata.....
i rulli sottocarro sono tutti in buone condizioni, un rullo tendicingolo è un pò spiattellato in un punto, ma niente di particolarmente preoocupante, le ruote motrici sono buone, le ruote folli tendicingolo invece hanno un bel gioco tra asse e bronzine, ho deciso di sostituire sia i 2 assi anteriori sia le bronzine.
le catenarie tolte hanno ancora le boccole in discrete condizioni, ma i perni molto usurati.....le lascierò al meccanico, vedrà lui cosa farne, quelle nuove BERCO spero domani pomeriggio di poterle montare....
domani vi aggiorno
saluti
Rispondi citando
  #19  
Vecchio 28-07-2006, 23.24.12
86 86 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-09-2004
Residenza: colline interne prov.di pisa
Messaggi: 233
Predefinito

oggi ho lavorato solo mezza giornata, ho rimontato una ruota tendicingolo con relative bronzine, rimontato una catenaria e tutti i pattini, girato le ruote motrici, per ora sembra che esca fuori un bel lavoro.....
Rispondi citando
  #20  
Vecchio 21-08-2006, 10.18.34
86 86 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-09-2004
Residenza: colline interne prov.di pisa
Messaggi: 233
Predefinito lavoro terminato

anche se in ritardo, ma vi comunico che il lavoro è terminato.
il risultato è ottimo, sembra di avere un carro nuovo, ho rimontato la lama apripista e anche con questa si sente la differenza dal vecchio carro .
ora c'è solo da sperare che duri a lungo
Rispondi citando
  #21  
Vecchio 01-11-2010, 15.47.44
bobmat bobmat non è connesso
Esperto Motori 2T
 
Data registrazione: 23-10-2010
Messaggi: 434
Predefinito manutenzione cingoli

Volevo chiedere informazioni inerenti allo smontaggio della catenaria di un cingolo:ho una vecchia ruspa con il carro "scarrato",che però per l'uso di cui attualmente ne faccio non rappresenta un problema; volevo però darle una sistemata alla buona per evitare in futuro di restare a piedi o di finire denti e perni...mi hanno detto che sfilare i perni è particolarmente impegnativo,ed è necessario l'utilizzo del cannello; mi chiedevo se con l'utilizzo di una pressa si potesse ottenere lo stesso risultato,estraendo il perno come si fa con una catena più piccola,ancorando la pressa alla maglia; i perni non sono rirattuti,vero? sono solo montati con una certa interferenza? che forza è necessaria per estrarli? devo fare una pressettina da 30 tonnellate per pinzare i tubi idraulici di 3/4(ne ho fatta una da 15 per il 1/2,poi ho trovato questa ruspa...), se prevedo l'utilizzo di un serbatoio esterno posso usarla anche in orrizzontale, devo fare in più solo un buon sistema di ancoraggio alla maglia; cosa ne pensate? tolti i perni,i rulli escono facilmente? i rulli sono trattati? le corone sono trattate? ringrazio anticipatamente gli eventuali suggerimenti.
Rispondi citando
  #22  
Vecchio 01-11-2010, 20.55.22
LORENZOBOSCO LORENZOBOSCO non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 11-02-2010
Residenza: sorbolo PR
Messaggi: 67
Predefinito

saluti
la catenaria la puoi solo aprire dalla maglia di giunzione, per rifare perni e boccole portala in officina attrezzata sicuramente spendi meno,e te lo fanno,ma poi i denti belle corone sono imbullonati?,e poi con perni ,boccole e denti nuovi ci vorrebbero anche i rulli nuovi;valuta bene se e' il caso,perche se sono da cambiare ugualmente prima finiscili,diverso è se sono rotti.AUGURI
ciao tutti
Rispondi citando
  #23  
Vecchio 02-11-2010, 00.23.13
bobmat bobmat non è connesso
Esperto Motori 2T
 
Data registrazione: 23-10-2010
Messaggi: 434
Predefinito

Tralasciamo il verbo "portala in officina" che non conosco; i rulli(probabilmente le boccole) che coprono i perni delle maglie in alcuni casi sono consumati a metà o mancanti; in queste posizioni la corona tende chiaramente ad impuntarsi nei perni catena, rischiando o di rompere i denti o di mangiare rapidamente il perno restante; il mio obiettivo, per l'uso che attualmente ne faccio, è quello di impedire questo rapido deterioramento, rimontando i rulli mancanti( nelle catene normali si chiamano rulli,ma qui forse per rulli si intendono i rulli guidacingolo ) anche di materiale non trattato. Prima di operare ne parlo perchè a parlare si fa meno fatica, sul lavoro da fare ci si può sempre ripensare...Comunque volevo sapere che tipo di difficoltà si incontrano nello sfilare i perni delle catene, per valutare meglio l'operazione .
Rispondi citando
  #24  
Vecchio 02-11-2010, 00.42.48
sergiom sergiom non è connesso
Moderatore Trattori Cingolati e SOS Officina
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 1,732
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
Volevo chiedere informazioni inerenti allo smontaggio della catenaria di un cingolo:.......mi hanno detto che sfilare i perni è particolarmente impegnativo,
si, è vero, specialemte senza attrezzatura specifica
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
ed è necessario l'utilizzo del cannello;
è vero a metà, è indispensabile una pressa, le maglie ostinate si tagliano, la maglia tagliata diventa inservibile, si taglia una maglia, con il cannello, nel caso la si debbe sostituire senza scomporre l'intera catena
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
mi chiedevo se con l'utilizzo di una pressa si potesse ottenere lo stesso risultato,estraendo il perno come si fa con una catena più piccola,ancorando la pressa alla maglia;
spero di aver chiarito la faccenda
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
i perni non sono rirattuti,vero? sono solo montati con una certa interferenza?
quelli che ho visto io sono sempre stati ad interferenza
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
che forza è necessaria per estrarli?
dipende dalla catena
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
devo fare una pressettina da 30 tonnellate per pinzare i tubi idraulici di 3/4(ne ho fatta una da 15 per il 1/2,poi ho trovato questa ruspa...), se prevedo l'utilizzo di un serbatoio esterno posso usarla anche in orrizzontale, devo fare in più solo un buon sistema di ancoraggio alla maglia; cosa ne pensate?
le presse per cingoli hanno appunto un sistema di ancoraggio,
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
tolti i perni,i rulli escono facilmente?
si chiamano boccole. Si, escono facilmente con la pressa
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
i rulli sono trattati?
si
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
le corone sono trattate? .
si
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
Tralasciamo il verbo "portala in officina" che non conosco;
valuta i costi, ritengo "l'officina" la soluzione più economica
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
i rulli(probabilmente le boccole) che coprono i perni delle maglie in alcuni casi sono consumati a metà o mancanti; in queste posizioni la corona tende chiaramente ad impuntarsi nei perni catena, rischiando o di rompere i denti o di mangiare rapidamente il perno restante;
la descrizione che fai è di una catena ormai andata, abbondantemente andata! Sicuramente saranno consumate anche le piste di rotolamento. Valuta l'ipotesi della sua completa sostituzione
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
il mio obiettivo, per l'uso che attualmente ne faccio, è quello di impedire questo rapido deterioramento, rimontando i rulli mancanti( nelle catene normali si chiamano rulli,ma qui forse per rulli si intendono i rulli guidacingolo )
se lo spessore trattato delle piste di rotolamento è consumato presto si consumeranno anche le maglie
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
anche di materiale non trattato.
durerebbero 50 ore
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
Prima di operare ne parlo perchè a parlare si fa meno fatica, sul lavoro da fare ci si può sempre ripensare..
esatto
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
.Comunque volevo sapere che tipo di difficoltà si incontrano nello sfilare i perni delle catene, per valutare meglio l'operazione .
facilmente immaginabili: perni è boccole così bloccati che sembrano saldati! Ma non è detto che si debba essere sfortunati.
Rispondi citando
  #25  
Vecchio 02-11-2010, 01.31.10
bobmat bobmat non è connesso
Esperto Motori 2T
 
Data registrazione: 23-10-2010
Messaggi: 434
Predefinito

Grazie SERGIOM. Considera che 50 ore le farò in tutta la mia vita. Ora l'ultimo problema che ho sono i cingoli, se volto solo in avanti vado da dio( è il mezzo più efficente che ho); ma vedere i denti che si impuntano nei perni mi fa star male, e se mi organizzo magari quest'inverno qualche boccola riesco a trattarla e a montarla(forse); una domanda: un cingolo così devastato è meglio tirarlo bene o lasciarlo un pò lento? e la tensione del cingolo come si misura, con l'entità dell'abbassamento della parte alta del cingolo?
Rispondi citando
  #26  
Vecchio 03-11-2010, 20.24.06
sergiom sergiom non è connesso
Moderatore Trattori Cingolati e SOS Officina
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 1,732
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
( è il mezzo più efficente che ho);
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
ma vedere i denti che si impuntano nei perni mi fa star male,
ci credo!
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
e se mi organizzo magari quest'inverno qualche boccola riesco a trattarla e a montarla(forse);
devi comprare boccole per cingoli, sono già trattate
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
una domanda: un cingolo così devastato è meglio tirarlo bene o lasciarlo un pò lento?
tirarlo alla giusta misura come indicato nelle istruzioni del costruttore
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
e la tensione del cingolo come si misura, con l'entità dell'abbassamento della parte alta del cingolo?
sempre secondo istruzioni del costruttore, se indichi il modello forse qualcuno ti saprà indicare i valori esatti
Rispondi citando
  #27  
Vecchio 05-11-2010, 01.19.49
bobmat bobmat non è connesso
Esperto Motori 2T
 
Data registrazione: 23-10-2010
Messaggi: 434
Predefinito

Salve a SERGIOM ed amici: ho dato un'occhiata superficiale ai cingoli della ruspa( adesso è ferma,appena la rimetto in movimento apro la giunzione di un cingolo) e c'è qualcosa che mi sfugge; in una catena normale le due piastrine delle maglie interne sono abbinate con due rulli ( su cui si " ingranano" i denti della corona ), la larghezza dei quali determina la larghezza interna della maglia( un pò più larga della corona),poichè dentro questi rulli sono infilati due rulli più sottili che attraversano la maglia (con una leggera forzatura) e la tengono insieme; questa maglia è concatenata con un'altra uguale attraverso altre due piastrine che si affiancano esternamente a loro e vengono collegate da una estremità ad una maglia e dall'altra estremità all'altra maglia con due perni che verranno poi ribattuti, e così via. Quindi, se si sfila un perno,la catena si stacca,perchè solo il perno attraversa le piastrine esterne,mentre il rullo "intermedio" è largo quanto il rullo più grande più lo spessore delle due piastrine, percui, non sporgendo da esse, non ostacola lo smontaggio. Nella catenaria del mio cingolo apparentemente la situazione è simile, ma non si vede il rullo "intermedio", c'è solo il rullo esterno(boccola) di diametro 40 mm che attraversa (sembra) la maglia interna ma che sembra che si incastri un pò anche nella maglia esterna; all'esterno di quest'ultima si riconosce il diametro del perno( 30 mm) . Una volta sfilato il perno( dall'esterno verso l'interno?),per aprire la cateraria bisogna sfilare anche il secondo perno della maglia in modo da poter togliere la semi maglia esterna e quindi disarticolare la maglia interna ? i perni rimangono montati sulla semi maglia opposta? poi si sfila la boccola dalla maglia interna con l'uso della pressa(come hai già detto). Per fare queste operazioni ovviamente bisogna togliere prima tutti i cingoli svitando i relativi bulloni(auguri)? la catenaria poi si smonta di lato con una pressa verticale tenendola sollevata con dei sostegni, oppure si può lavorare in orrizzontale con degli ancoraggi alle maglie? sono curioso di sapere come viene effettuata praticamente questa operazione di revisione della catenaria, se lo sai o lo hai visto fare(così mi era parso) mi piacerebbe che me lo spiegassi,se ne hai voglia. Ti ringrazio per la risposta precedente,pian piano le cose mi sono via via più chiare.

La ruspa in questione è una vecchia fl6 con ancora i tendicingoli col mollone( il perno è così arrugginito che penso che per tendere il cingolo forse occorrerà ricostruire qualcosa),però è una macchina che ha una forza... se qualcuno conosce i valori di tensione dei cingoli...

Ultima modifica di sergiom : 05-11-2010 alle ore 18.41.58 Motivo: uniti messaggi consecutivi
Rispondi citando
  #28  
Vecchio 05-11-2010, 18.31.28
sergiom sergiom non è connesso
Moderatore Trattori Cingolati e SOS Officina
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 1,732
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
Nella catenaria del mio cingolo apparentemente la situazione è simile, ma non si vede il rullo "intermedio",
non è esattamente la catena della bicicletta!
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
c'è solo il rullo esterno(boccola) di diametro 40 mm che attraversa (sembra) la maglia interna
esatto
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
ma che sembra che si incastri un pò anche nella maglia esterna;
esatto, tranne che nella maglia di giunzione che non attraversa la parte esterna della maglia, vi sono 2 anelli di rasamento che occupano lo spazio relativo
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
all'esterno di quest'ultima si riconosce il diametro del perno( 30 mm) . Una volta sfilato il perno( dall'esterno verso l'interno?),
è lo stesso
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
per aprire la cateraria bisogna sfilare anche il secondo perno della maglia in modo da poter togliere la semi maglia esterna e quindi disarticolare la maglia interna ?
no, non esiste una semimaglia interna ed una esterna, ogni semimaglia è contemporaneamente per metà interna e per metà esterna, per aprire la catena devi sfilare il perno di giunzione previo smontaggio del bullone che lo blocca
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
i perni rimangono montati sulla semi maglia opposta? poi si sfila la boccola dalla maglia interna con l'uso della pressa(come hai già detto). Per fare queste operazioni ovviamente bisogna togliere prima tutti i cingoli svitando i relativi bulloni
si
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
(auguri)?
basta avere le giuste attrezzature
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
la catenaria poi si smonta di lato con una pressa verticale tenendola sollevata con dei sostegni, oppure si può lavorare in orrizzontale con degli ancoraggi alle maglie? sono curioso di sapere come viene effettuata praticamente questa operazione di revisione della catenaria, se lo sai o lo hai visto fare(così mi era parso) mi piacerebbe che me lo spiegassi,se ne hai voglia.
visita il sito di berco america, ci sono le presse, dalle automatiche alle portatili
Rispondi citando
  #29  
Vecchio 05-11-2010, 23.02.36
bobmat bobmat non è connesso
Esperto Motori 2T
 
Data registrazione: 23-10-2010
Messaggi: 434
Predefinito

Devo fare una correzione:nella mia catenaria le maglie non sono una interna ed una esterna come nelle catene normali, ma sono tutte uguali,da una estremità sono "femmina" e dall'altra sono "maschio"; questo però mi complica ancor di più la comprensione: se la boccola effettivamente come sembra attraversa tutta la maglia lato maschio e si incerniera un pò nel lato femmina, anche togliendo i due perni le due semi maglie restano solidali tra loro( a causa della boccola) e quindi non si svincolano dalla maglia seguente( o precedente).Per cui qualcosa sicuramente mi sfugge; quando potrò stendere il cingolo aperto per terra forse capirò meglio i passi successivi. Non so quante boccole rotte o mancanti ci sono, sembra poche, ma quelle le devo sistemare, in un modo o nell'altro.Per una questione di copia-incolla-invia, quando scrivo il messaggio non ho ancora letto le eventuali risposte la messaggio precedente, per cui ,SERGIOM,pazienta.
Rispondi citando
  #30  
Vecchio 06-11-2010, 00.48.54
sergiom sergiom non è connesso
Moderatore Trattori Cingolati e SOS Officina
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 1,732
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
questo però mi complica ancor di più la comprensione: se la boccola effettivamente come sembra attraversa tutta la maglia lato maschio e si incerniera un pò nel lato femmina, anche togliendo i due perni le due semi maglie restano solidali tra loro( a causa della boccola) e quindi non si svincolano dalla maglia seguente( o precedente).Per cui qualcosa sicuramente mi sfugge;
non avendo mai smontato un cingolo, è normale. Rinnovo il mio consiglio di rivolgersi a personale specializzato ed attrezzato, in subordine raccomando molta, ma molta prudenza; maneggiando questi materiali, con i pesi e le forze in gioco, farsi male è facilissimo
Citazione:
Originalmente inviato da bobmat Visualizza messaggio
quando potrò stendere il cingolo aperto per terra forse capirò meglio i passi successivi.
guarda il disegno:
- la boccola rossa n°1 e quella della maglia di giunzione, l'unica più corta che non si incastra come le altre, è quella che si presenta per prima dopo aver aperto il cingolo,
-in un primo momento si estraggono la boccola 1 ed il perno 2 , le due semimaglie destra e sinistra non sono tenute più insieme nè dal pattino (è smontato) nè dalla boccola 1, nè dal perno 2 perciò si separano ed è smontata la prima maglia,
-successivamente si procede con la boccola 3 ed il perno 4, ed è smontata la seconda maglia, e poi fino all'ultima, ovviamente i pattini sono mancanti perche smontati preventivamente
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  smontaggio catena.JPG‎
Visite: 1008
Dimensione:  15.6 KB  
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
FIAT 355 C: cingoli, frizioni di sterzo, freni ecc. Ale83 SOS Officina "Agricola" 88 23-06-2014 14.53.49
frizioni di sterzo pino ad 10 Dozer e Apripista 1 18-07-2011 10.39.07
Frizioni Sterzo FL4 mauro72 trento SOS Officina MMT & Macchine Edili 5 17-05-2004 16.03.00


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 18.39.31.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: info@mmtitalia.it - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia