MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Tipologie di assunzioni in agricoltura

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Tipologie di assunzioni in agricoltura

    Salve a tutti.
    Avrei bisogno di un chiarimento: mio padre fa alcuni lavori agricoli nei terreni intestati a mia madre(in Puglia) senza essere retribuito e senza nessuna autorizzazione scritta. Come viene regolata questa cosa? intendo nel caso ci sia un controllo della Guardia di Finanza?
    Grazie in anticipo.

  • #2
    Originalmente inviato da Luciano-S Visualizza messaggio
    Salve a tutti.
    Avrei bisogno di un chiarimento: mio padre fa alcuni lavori agricoli nei terreni intestati a mia madre(in Puglia) senza essere retribuito e senza nessuna autorizzazione scritta. Come viene regolata questa cosa? intendo nel caso ci sia un controllo della Guardia di Finanza?
    Grazie in anticipo.
    E' semplice e pura collaborazione familiare.
    Non va' retribuita e neppure dichiarata.


    Ciao
    _________
    Nocchio
    Saluti
    _________
    Nocchio

    Commenta


    • #3
      Bene bene Nocchio, l'argomento interessa anche me..

      Qualche volta i miei meravigliosi zii mi hanno dato una mano per lavori che non sarei riuscita a fare da sola, o solo con l'aiuto del mio papà.
      Ovviamente non sono stati retribuiti, eccetera eccetera.. Ma è considerata la stessa cosa (collaborazione famigliare) oppure l'ispettorato del lavoro può trovare qualcosa che non va, multarmi o non so che altro se trova i miei zii che mi danno una mano in allevamento?
      Ho già avuto a che fare con l'ispettorato, non ho avuto problemi perchè cerco di essere il più corretta possibile, ma non si sa mai!

      Grazie, Sabbbri.

      Commenta


      • #4
        Ciao, rispondo a sabbri per quello che è la mia esperienza.L'azienda agricola di famiglia è intestata a mia madre, io e mio fratello ci occupiamo di tutt' altro, diamo giustamente una mano e ci siamo informati tempo fa, di fronte alla legge i parenti di primo grado non devono essere obbligatoriamente regolarizzati, ma solo di primo grado quindi nel senso stretto di famiglia, genitori- figli. Spero di essere stato chiaro.

        Commenta


        • #5
          è ammessa come manodopera famigliare tutta quella la parentela diretta del proprietario, fino al terzo grado...così mi è sempre stato detto...

          Commenta


          • #6
            Ciao concordo con Eno2005, anch'io ho sempre saputo che i parenti non hanno bisogno di regolarizzazioni fino al terzo grado...

            Commenta


            • #7
              Salve,
              premesso che (a mio avviso) sarebbe meglio consultare un consulente del lavoro, questo è quello che so:
              Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276
              Art. 74 - Prestazioni che esulano dal mercato del lavoro:
              Con specifico riguardo alle attività agricole non integrano in ogni caso un rapporto di lavoro autonomo o subordinato le prestazioni svolte da parenti e affini sino al terzo grado in modo meramente occasionale o ricorrente di breve periodo, a titolo di aiuto, mutuo aiuto, obbligazione morale senza corresponsione di compensi, salvo le spese di mantenimento e di esecuzione dei lavori.
              Saluti

              Commenta


              • #8
                Ammetto che mi sono informato prima della data del decreto riportato da Potionkhison, ma comunque c'era stato detto da un consulente del lavoro, mi reinformerò. A proposito, visto che siete informati, nel frattempo mi sono sposato,(nel 2003), se mia moglie dovesse darmi una mano come dovrei comportarmi calcolando che l'az. agricola è solo di mia madre, ma i terreni di proprietà in comune (miei, di mio fratello e mia madre)? Grazie in anticipo

                Commenta


                • #9
                  non credo che importi la propietà dei terreni, quello che conta è l'attività, se l'attività è tua, non puoi assumere tua moglie o un'altro parente (figlio, fratello, babbo) se fanno parte del tuo nucleo familiare, li puoi avere come coadiuvanti
                  Franziscu

                  Commenta


                  • #10
                    Originalmente inviato da pastore Visualizza messaggio
                    non credo che importi la propietà dei terreni, quello che conta è l'attività, se l'attività è tua, non puoi assumere tua moglie o un'altro parente (figlio, fratello, babbo) se fanno parte del tuo nucleo familiare, li puoi avere come coadiuvanti
                    Scusa Pastore, ma l'attività è di mia madre, il mio nucleo famigliare è diviso da quello di mia madre ( per intenderci lo stato di famiglia), mia moglie può dare una mano nell'azienda agricola senza essere regolarizzata per capirci?

                    Commenta


                    • #11
                      Originalmente inviato da aleEX 235 Visualizza messaggio
                      ...l'attività è di mia madre, il mio nucleo famigliare è diviso da quello di mia madre ( per intenderci lo stato di famiglia), mia moglie può dare una mano nell'azienda agricola senza essere regolarizzata per capirci?
                      Salve aleEX,
                      Si! Tua moglie può dare una mano anche senza essere regolarizzata (vedi Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276 art. 74), a patto che si tratti di "un aiuto" occasionale o per brevi periodi.

                      Commenta


                      • #12
                        Mano d'opera in vendemmia

                        Sembra che il Ministero del lavoro emani una procedura semplificata per pensionati e studenti che prestano lavoro in vendemmia.

                        Ma mi domando:
                        posso avvalermi dell'aiuto di amici o lontani parenti che per alcune ore ( max 5 che poi si stancano) da anni vengono in azienda a titolo gratuito a vendemmiare ? C'è il pericolo che io incorra nelle multacce che dallo scorso anno gli ispettori del lavoro distribuiscono facendo bliz nei vigneti ?
                        Si tratta di persone che hanno altri lavori ( dipendenti pubblici o di aziende private ) che desiderano aiutarmi nel fine settimana per loro piacere. Chiaramente segue pranzo sull'aia.
                        Grazie

                        Commenta


                        • #13
                          Se sei un'azienda (con partita IVA, posizione in CCIAA ecc) allora sei da galera...
                          Scherzo, però è così.
                          Tu tu puoi avvalere della manodopera dei parenti fino al 3° grado e affini fino al 2°.
                          Tutti gli altri sono in nero!
                          Per regolarizzarli devi assumerli come Operai a Tempo Determinato (OTD) e pagar loro i contributi.
                          Se invece il vigneto è a uso famigliare e non ne ricavi una rapa allora sei a posto.
                          Az. Agr. Il Tralcio

                          Commenta


                          • #14
                            Originalmente inviato da LorenzVigna Visualizza messaggio
                            Se sei un'azienda (con partita IVA, posizione in CCIAA ecc) allora sei da galera...
                            Scherzo, però è così.
                            Tu tu puoi avvalere della manodopera dei parenti fino al 3° grado e affini fino al 2°.
                            Tutti gli altri sono in nero!
                            Non conosco questa regola se specifica per il settore agrigolo,sò di un mio zio(pensionato),ha cui la G.d.F ha contestato come prestazione d'opera irregolare,il fatto di averlo trovato in "azione" nell'autolavaggio del figlio.

                            P.S.
                            Volendo essere "fiscali",mi pare cozzerebbe anche con l'applicazione della 626,consentendo l'utilizzo di manodopera senza il dover rispondere preventivamente ai requisiti di sicurezza.
                            Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                            Commenta


                            • #15
                              L'Un. Agr. è ricorsa qualche anno fa contro una multa comminata a "amici" vendemmiatori di un iscritto e almeno per la provinia di firenze ha ottenuto che se dimostri di non pagare i prestatori d'opera (ma non vedo come si possa fare) è tollerata la non assunzione...

                              In ogni caso è un rischio...
                              [FONT=Times New Roman]Luca Bini
                              [I][URL="http://www.lacapannaccia.com"][COLOR=Green]www.lacapannaccia.com[/COLOR][/URL][/I][/FONT]

                              Commenta


                              • #16
                                Vendemmia

                                Sì sono un'azienda con partita IVA e tutto il resto, piccola ma attiva.
                                Ma non si potrebbe far valere un discorso di cultura, tradizioni secolari, mutuo aiuto tra vicini di campo che da sempre ha funzionato nelle nostre campagne , almeno tra i piccoli.

                                Commenta


                                • #17
                                  Originalmente inviato da Francesca F Visualizza messaggio
                                  Sì sono un'azienda con partita IVA e tutto il resto, piccola ma attiva.
                                  Ma non si potrebbe far valere un discorso di cultura, tradizioni secolari, mutuo aiuto tra vicini di campo che da sempre ha funzionato nelle nostre campagne , almeno tra i piccoli.
                                  Tutto si può fare,a patto che sia previsto dalla normativa.......
                                  Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Salve Francesca,
                                    Originalmente inviato da Francesca F Visualizza messaggio
                                    Sembra che il Ministero del lavoro emani una procedura semplificata per pensionati e studenti che prestano lavoro in vendemmia.
                                    questo non lo so!...
                                    Originalmente inviato da Francesca F Visualizza messaggio
                                    Ma mi domando:
                                    posso avvalermi dell'aiuto di amici o lontani parenti che per alcune ore ( max 5 che poi si stancano) da anni vengono in azienda a titolo gratuito a vendemmiare ? C'è il pericolo che io incorra nelle multacce che dallo scorso anno gli ispettori del lavoro distribuiscono facendo bliz nei vigneti ?
                                    Si tratta di persone che hanno altri lavori ( dipendenti pubblici o di aziende private ) che desiderano aiutarmi nel fine settimana per loro piacere. Chiaramente segue pranzo sull'aia.
                                    Grazie
                                    Leggi questa discussione, ti può aiutare.
                                    Saluti.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Buongiorno!probabilmente l'avevo scritto già in altro post ma non ricordo dove!
                                      Per esperienza personale dai un'occhiata al comma 2, art.61 del d.lgs 276/03 già citato dal ns esperto. inoltre allego esempio di contratto occasionale...saluti!gabriele


                                      http://www.gameprog.it/pub/company_m...ccasionale.doc
                                      Roger Federer

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originalmente inviato da Francesca F Visualizza messaggio
                                        Sembra che il Ministero del lavoro emani una procedura semplificata per pensionati e studenti che prestano lavoro in vendemmia.
                                        A quanto ho letto (fonte: Agrisole), si tratta di una procedura semplificata che ha carattere "sperimentale" per un anno, è valida su tutto il territorio nazionale.
                                        Il ticket vale € 10,00 all’ora, di cui:
                                        il 5 % all’INPS
                                        il 13 % contributi previdenziali
                                        il 7 % all’INAIL
                                        il resto al lavoratore, vale a dire € 7,50 all'ora.

                                        Se sei davvero interessata a questa “formula”, però, ti consiglio di informarti bene, presso un consulente del lavoro o direttamente presso l’INPS.
                                        Saluti.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originalmente inviato da Potionkhinson Visualizza messaggio
                                          A quanto ho letto (fonte: Agrisole), si tratta di una procedura semplificata che ha carattere "sperimentale" per un anno, è valida su tutto il territorio nazionale.
                                          Il ticket vale € 10,00 all’ora, di cui:
                                          il 5 % all’INPS
                                          il 13 % contributi previdenziali
                                          il 7 % all’INAIL
                                          il resto al lavoratore, vale a dire € 7,50 all'ora.
                                          Riprendo e confermo quanto detto sopra.... (stessa fonte!)
                                          La Regione Emilia Romagna ha già formalizzato la convenzione con le direzioni regionali INPS ed INAIL.
                                          I lavoratori occasionali sono gli studenti (età compresa tra 16 e 26 anni) ed i pensionati.
                                          Tra la fine di giugno e gli inizi di luglio (emessa la delibera regionale) sarà possibile rivolgersi ai Centri Territoriali per l'Impiego per scegliere i lavoratori dalle liste ed acquistare i carnet di buoni.
                                          Esaurito il rapporto di lavoro e terminata la campagna, i lavoratori potranno (presso i Centri Territoriali per l'Impiego) presentare i buoni accumulati per riscuotere (i "valori" sono quelli del post precedente).
                                          I vincoli sono:
                                          - il datore di lavoro potrà usufruire di queste prestazioni per un importo massimo di € 10.000/anno;
                                          - il lavoratore potrà percepire un compenso massimo di € 5.000/anno.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            sul sito INPS c'è scritto:

                                            La sperimentazione per l’anno 2008 riguarda l’esecuzione di vendemmie effettuate da studenti e pensionati.

                                            e chi è dipendente in altri settori può dare una mano alla vendemmia senza alcuna registrazione ?

                                            i gradi di parentela non infuenzano in alcun modo il rapporto ? nè per pensionati / studenti nè per dipendenti in altri settori ?

                                            grazie mille !

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originalmente inviato da ziglio Visualizza messaggio
                                              i gradi di parentela non infuenzano in alcun modo il rapporto ? nè per pensionati / studenti nè per dipendenti in altri settori ?
                                              ti suggerisco di leggere questa discussione!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originalmente inviato da Potionkhinson Visualizza messaggio
                                                ti suggerisco di leggere questa discussione!
                                                l'avevo già letta, ma considerando che i post risalgono a gennaio 2008, ho qualche dubbio...

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  e se uno vende all'amico l'uva sulla vite? nulla vieta ciò, basta fatturare p.es 100 kg a testa.....

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originalmente inviato da merugo Visualizza messaggio
                                                    e se uno vende all'amico l'uva sulla vite? nulla vieta ciò, basta fatturare p.es 100 kg a testa.....
                                                    Intanto ci vuole un contratto con data certa, perché in giudizio la controversia sarebbe sostanzialmente sulla natura del rapporto intercorrente. Con un contratto di vendita di uva "in piedi" ovvio che si è tutelati.
                                                    Però poi devi fatturare davvero l'uva, e non puoi fatturare un quintale a testa e dire agli ispettori del lavoro che questi tuoi clienti hanno impiegato 10 giorni per raccogliere ciascuno un quintale.
                                                    E, al tempo stesso, è presunzione ragionevole di colpa fatturare alla cantina sociale 100 quintali e non avere raccolto a macchina (fattura di contoterzi) né a mano (giornate di manodopera).
                                                    Poi se uno vuole tentare è libero di farlo, ma il concetto è sempre quello: GUARDATE CHE NON SONO MICA SCEMI!!!!
                                                    Ciao!

                                                    Lorenzo
                                                    Az. Agr. Il Tralcio

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ciao a tutti,
                                                      ho letto il topic e non mi è chiaro come posso risolvere il caso contrario.Cioè posso regolarizzare come stagionale mia moglie e mio fratello?Ho ( da 2 anni) una discreta distesa di alberi di albicocche, i cui frutti li vendo ad una fabbrica di succhi di frutta e yogurt con regolare fattura (ho aperto la p. IVA appositamente ) anche se faccio tutt'altro lavoro.Alla coldiretti mi hanno detto di si, all'inps di no e il mio fiscalista ha detto di non capirci un fico secco.
                                                      Grazie per le eventuali risposte.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Benvenuto Valery!per "regolarizzare tua moglie e tuo fratello" intendi dire "pagare i contributi del caso" e non usufruire del trattamento di favore di cui al post immediatamente precedente al tuo?

                                                        saluti

                                                        Gabriele
                                                        Roger Federer

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Salve valery!
                                                          Benvenuto!
                                                          Originalmente inviato da valery Visualizza messaggio
                                                          ...posso regolarizzare come stagionale mia moglie e mio fratello?
                                                          Alla richiesta di Gabriele, aggiungo: sei C.D., I.A.P. o I.A.?

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originalmente inviato da GabrieleB. Visualizza messaggio
                                                            Benvenuto Valery!per "regolarizzare tua moglie e tuo fratello" intendi dire "pagare i contributi del caso" e non usufruire del trattamento di favore di cui al post immediatamente precedente al tuo?

                                                            saluti

                                                            Gabriele
                                                            Si, esatto vorrei pagare quanto dovuto

                                                            Originalmente inviato da Potionkhinson Visualizza messaggio
                                                            Salve valery!
                                                            Benvenuto!

                                                            Alla richiesta di Gabriele, aggiungo: sei C.D., I.A.P. o I.A.?
                                                            Se Cd sta per coltivatore, no. Non ho nessuna figura professionale, sono un impiegato anche se provengo da una famiglia di contadini. L'unica cosa che ho è la partita iva (altrimenti lo stabilimento di succhi non mi compra i frutti). Mia moglie da una mano solo nella raccolta mentre mio fratello sistema anche il fondo durante l'anno.Però se è troppo complicato lascio stare e affitto il fondo a qualche coltivatore anche se mi offrono una miseria.
                                                            Grazie e ciao.

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X